Seguici su

MotoGP

MotoGP, i tagli governativi avvicinano alla cancellazione il GP di Argentina di Termas de Rio Hondo

Pubblicato

il

Il Gran Premio di Argentina di MotoGP è quanto mai in bilico. La gara che si dovrebbe disputare sul tracciato di Termas de Rio Hondo come terzo appuntamento stagionale (domenica 7 aprile) rischia la cancellazione. Cosa sta succedendo nel Paese sudamericano? Andiamo con ordine per analizzare ogni scenario.

LA SITUAZIONE ARGENTINA

Con il nuovo governo del presidente Javier Milei, è partita una politica di tagli pressoché totale ad ogni livello dello Stato argentino. Le riduzioni sono ovunque, perfino il numero di Ministeri è stato dimezzato. Figuriamoci il mondo dello sport. Con una filosofia di “spending review” simile, il fine settimana del Motomondiale finisce immediatamente nella casella del “superfluo”.

IL MONDO DELLA MOTOGP ATTENDE…

Il GP d’Argentina, tra le altre cose, viene finanziato ampiamente dallo Stato, per cui, per quanto detto in precedenza, il rischio che i rubinetti vengano chiusi è elevatissimo, come riporta Motorsport.com. Una eventualità che si sta manifestando anche per il Motocross, a sua volta a fortissimo rischio. Al momento il Circus della MotoGP non ha avuto comunicazioni ufficiali, ma diversi spifferi giunti dal Sud America, confermano come l’evento potrebbe davvero non avere luogo.

COME POTREBBE CAMBIARE IL CALENDARIO?

Se la gara dovesse essere annullata, il Circus avrebbe tre settimane di pausa tra la gara in Portogallo del 24 marzo e quella di Austin del 14 aprile. Nonostante il circuito magiaro di Balaton Park sia indicato come riserva nel calendario, il poco tempo a disposizione rende difficile immaginare che l’evento possa sostituire Termas de Rio Hondo. Non solo, anche il Gran Premio del Kazakistan, già annullato un anno fa, rimane a sua volta assolutamente in divenire…