Seguici su

Sci Alpino

Mikaela Shiffrin fa 95 a Jasna, ma trova in Ljutic una nuova rivale. Peterlini sfiora la top10

Pubblicato

il

95 e 150. Vittorie e podi complessivi. Giocatevi questi numeri sulla ruota di Mikaela Shiffrin. La fuoriclasse statunitense, infatti, si è aggiudicata lo slalom di Jasna (Slovacchia) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2023-2024, ma in maniera molto meno netta del previsto. L’assenza della padrona di casa Petra Vlhova, ai box per infortunio, sembrava spianare la strada alla nativa di Vail verso un ennesimo trionfo. Invece, la dominatrice di questa era dello sci femminile, ha dovuto rimboccarsi le maniche sul serio per piegare l’astro nascente croato Zrinka Ljutic. La classe 2004, infatti, si è fermata a soli 14 centesimi dal successo, confermando come il futuro sia nelle sue mani (Mikaela Shiffrin permettendo).

Sulla pista denominata Luková-Priehyba (come ieri una vera e propria lastra di ghiaccio) che vedeva la tracciatura del croato Goran Rački, quindi, è arrivata la 95a vittoria della fuoriclasse nativa del Colorado che, dopo aver fatto segnare il miglior crono nella prima manche, nella seconda si è dovuta difendere dall’assalto di Zrinka Ljutic. Tempo complessivo di 1:48.21 e 14 centesimi di margine. Sul podio anche la svedese Anna Swenn Larsson che si ferma a 81 centesimi.

Quarta la svizzera Camille Rast, sempre più protagonista tra i rapid gates, a soli 9 centesimi dal podio, quinta la sua connazionale Melanie Meillard a 1.39, sesta un’altra elvetica, Michelle Gisin, a 1.86. Settima la tedesca Lena Duerr a 1.97, ottava la lettone Dzenifera Germane a 2.09, nona la svedese Sara Hector a 2.23, mentre completa la top10 la slovena Neja Dvornik a 2.82.

Buona 12a posizione per l’unica azzurra al traguardo, Martina Peterlini. Dopo una prima manche davvero positiva, recupera una posizione nella seconda e chiude a 2.93 dalla vetta. Marta Rossetti, 17a dopo la prima manche, esce di scena nella seconda. Tutte le altre, come spesso capita, erano già state ampiamente eliminate nella prima discesa.

A questo punto la classifica generale vede Mikaela Shiffrin ormai lanciatissima verso la sua ennesima Sfera di Cristallo. Per la classe 1995 i punti complessivi sono 1209, con 407 di margine su Petra Vlhova, 420 su Lara Gut-Behrami e 422 su Federica Brignone. Nella graduatoria di slalom, invece, la statunitense si porta a quota 630, con +125 su Petra Vlhova e +228 su Lena Duerr.

Foto: LaPresse