Superbike, GP Misano 2021: Jonathan Rea cerca la fuga in classifica in casa della Ducati

Siamo solamente al terza round della stagione del Mondiale Superbike 2021, ma potremmo già essere in un momento decisivo della stagione. Il rischio c’è, ed è ben visibili all’orizzonte. Jonathan Rea potrebbe già piazzare lo scatto in classifica generale, e il fine settimana di Misano potrebbe dare la chance giusta al sei volte campione del mondo per mettere subito le cose in chiaro: anche quest’anno per il portacolori della Kawasaki non sembrano esserci rivali.

Dopo le tappe d’esordio di Aragon e Estoril, infatti, il nord-irlandese comanda la graduatoria del campionato dedicato alle moto derivate di serie con 110 punti contro i 75 di Toprak Razgatlioglu ed i 72 di Scott Redding. Un margine già di oltre 30 punti per un pilota che, quando si mette a dettare il passo, non ha più rivali. Per gli avversari, quindi, il tempo stringe.

L’appuntamento sul circuito intitolato a Marco Simoncelli sembra già una chiamata alle armi per provare ad opporsi al solito cammino incontrastato di Jonathan Rea. Più facile a dirsi che a farsi, come sempre, ma Ducati, BMW, Yamaha e Honda, devono provarci. Scott Redding, per esempio, aveva iniziato nel migliore dei modi la tappa portoghese, salvo poi rovinare tutto con la caduta di Gara-2. Il più costante all’Estoril è risultato Toprak Razgatlioglu, ma il pilota turco aveva iniziano con il freno a mano tirato al MotorLand di Aragon.

Vedremo, quindi, se sul tracciato romagnolo il Mondiale Superbike si indirizzerà ulteriormente verso il sei volte campione del mondo oppure ci darà modo di capire se, nei prossimi mesi, potremo assistere ad una sfida per il titolo. Gara-1 e Gara-2 si disputeranno alle ore 14.00 di sabato e domenica, mentre la superpole race scenderà in pista alle ore 11.00 della giornata conclusiva. 62 punti totali in palio e la sensazione che si stia già vivendo un “Jonathan Rea contro tutti”.

Foto: worldsbk.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo femminile, Annemiek van Vleuten salterà il Giro Rosa e La Course per concentrarsi su Tokyo 2021

Calcio, infortunio per Lorenzo Pellegrini e addio Europei 2021? Gaetano Castrovilli in preallarme