IndyCar, Belle Isle race-2: Pato O’Ward vince in un finale incredibile

Pato O’Ward conquista Belle Isle al termine di una prova che si è decisa negli ultimi decisivi passaggi. Il messicano di McLaren si impone nell’ottavo atto dell’IndyCar Series e diventa il primo ad entrare per la seconda volta nella victory lane dal Barber ad oggi. Secondo acuto in carriera per il #5 del gruppo che con il successo odierno si laurea nuovo leader della classifica generale.

Come accaduto ieri, l’evento tra i muretti di Belle Isle si è aperto con la sosta di tutti coloro che sono partiti con le gomme ‘rosse’, le più morbide delle due mescole a disposizione. Il Team Penske ha preso le redini della competizione con l’americano Josef Newgarden #2 davanti all’australiano Will Power #12. 

La situazione non è cambiata nella fase centrale con il due volte campione Newgarden davanti a tutti senza problemi. All’inseguimento della Chevrolet #2 si è messo lo statunitense Colton Herta (Andretti #26), vincitore del GP di St. Petersburg 2021.

Il figlio di Bryan Herta ha iniziato a spingere sull’acceleratore ed a minacciare il due volte campione della serie. L’inseguimento della  giovane stella dell’IndyCar si è interrotto al giro 54 dei 70 previsti quando, in curva 1, Jimmie Johnson (Ganassi #48) ha innescato la seconda caution della serata. 

Dopo una nuova sospensione ad 11 giri dalla fine per un problema sulla monoposto di Romain52 Grosjean (Coyne #52), la corsa è ripresa con Herta che ha provato sin da subito ad attaccare il rivale di Penske. Il #26 del gruppo ha dovuto cedere il passo ad uno scatenato Pato O’Ward che nel giro di tre passaggi si è passato al comando dopo una strepitosa lotta con Newgarden. Secondo posto all’arrivo per l’alfiere di Penske che ha chiuso davanti allo spagnolo Alex Palou (Ganassi #10).

Prossima prova tra 7 giorni nell’iconica Road America.

Classifica finale IndyCar Belle Isle race-2

  1. Pato O’Ward
  2. Josef Newgarden
  3. Alex Palou
  4. Colton Herta
  5. Graham Rahal

 

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Roland Garros 2021, Stefanos Tsitsipas: “Ho dato tutto quello che avevo, Djokovic ha compiuto un altro capolavoro”

Roland Garros 2021, Djokovic respinge ancora una volta Tsitsipas. Una NextGen che sembra Godot