America’s Cup, velocità di New Zealand a 110 km/h? Gabriele Bruni: “Assolutamente falso”

Occorrerà attendere ancora per assistere all’attesissima America’s Cup. Le prime regate tra Luna Rossa ed Emirates Team New Zealand, originariamente previste per il 6 e 7 marzo, sono state rinviate. Gli organizzatori sperano che si possa partire il prossimo 10 marzo e chiederanno anche al Governo una deroga per poter eventualmente gareggiare anche a porte chiuse e con un livello 3 di lockdown.

I team potranno continuare ad allenarsi, mentre con ogni probabilità verranno rinviate le operazioni di stazza a mercoledì 3 marzo. Di sicuro abbiamo assistito ad un deciso cambio di rotta da parte dell’ACE. Sino a 10 giorni fa i neozelandesi avevano pesantemente insultato Luna Rossa per aver stabilito di gareggiare ad ogni costo anche in assenza di pubblico, come d’altronde previsto dal regolamento. Ora invece i neozelandesi non escludono l’ipotesi che le regate possano svolgersi in totale assenza di spettatori.

Il rinvio della competizione non farà altro che accrescere ulteriormente l’attesa e le voci sulla presunta superiorità di una delle due barche continueranno a rincorrersi. Nelle ultime settimane si sta favoleggiando sulle velocità supersoniche che Te Rehutai è in grado di sviluppare. C’è chi ha parlato di 55 nodi, altri 60, il blogger britannico Magnus Wheatley addirittura 62! Si tratta di quasi 115 km/h! E dire che Max Sirena, skipper di Luna Rossa, aveva dichiarato che questi AC75 avrebbero raggiunto facilmente i 60 nodi, ma solo nella prossima edizione.

Sull’argomento è intervenuto Gabriele Bruni, fratello di Francesco, co-timoniere del Team Prada Pirelli. Sempre molto attivo sui social network, il velista siciliano ha preso posizione in maniera netta: “E’ assolutamente falsa la notizia che New Zealand ha toccato i 110 km/h di velocità. Lo spacciatore di notizie false è lo stesso giornalista inglese che aveva scritto che Ineos ci avrebbe fatto piangere (riferendosi a Wheatley, ndr)”.

Foto: Luna Rossa Press

RINVIATA L’AMERICA’S CUP! DI SICURO NON SI GAREGGIA IL 6-7 MARZO! IL NUOVO PROGRAMMA

I KIWI PERDONO LA FACCIA: DALLE OFFESE A LUNA ROSSA ALL’IPOTESI DI GAREGGIARE CON ALLERTA 3!

OPERAZIONI DI STAZZA VERSO IL RINVIO A MERCOLEDI’ 3 MARZO

ARRIVA LA DEROGA DEL GOVERNO: LUNA ROSSA E NEW ZEALAND POSSONO ALLENARSI

LONGANESI CATTANI: “LUNA ROSSA VUOLE TORNARE IN ACQUA IL PRIMA POSSIBILE”

VIDEO: L’ALLENAMENTO DI TEAM NEW ZEALAND CON 7 NODI

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Perché è stata rinviata la America’s Cup? Le cause del posticipo di Luna Rossa-New Zealand

America’s Cup, quanti casi Covid-19 hanno provocato il rinvio? Positività al minimo, massima precauzione