America’s Cup, Luna Rossa ama il vento leggero. Lo troverà a marzo? Il parere degli esperti

Ormai non è più un mistero: Luna Rossa ama il vento leggero. E’ una barca che è stata progettata proprio per eccellere in tali condizioni, sebbene nelle ultime settimane abbia compiuto dei notevoli passi avanti anche intorno ai 20 nodi. Insomma, l’imbarcazione italiana può definirsi oramai eclettica, tuttavia non si conosce ancora la reale forza di Emirates Team New Zealand e non è detto che il potenziale mostrato dalla flotta del Bel Paese durante la Prada Cup possa bastare per impensierire i temibili maori.

Tradotto: Luna Rossa non sa ancora se sarà in grado di giocarsela ad armi pari con Te Rehutai con vento medio-forte, ma è quasi certa che sarà in grado di farlo con brezza sotto i 12 nodi: sull’argomento si sono anche esposti esperti ed autorevoli uomini di vela. Ma che condizioni troveranno il Team Prada Pirelli ed Emirates Team New Zealand nel Golfo di Hauraki a partire dal 6 marzo, data di inizio dell’America’s Cup?

E’ difficile prevedere il meteo di domani, figuriamoci tra due settimane. Statisticamente speriamo di avere azzeccato noi (puntando sul vento leggero, ndr). Però i neozelandesi giocano in casa, stupidi non sono. Quindi se stanno lavorando per il vento forte, il dubbio ti viene…“, le parole di Francesco Mongelli, marinaio che si occupa dell’analisi dei dati, della progettazione e dello sviluppo elettronico su Luna Rossa.

Sull’argomento si è soffermato anche Ruggero Tita in un’intervista ad OA Sport: “Sono ottimista perché credo nelle grandissime potenzialità di Luna Rossa. Credo che col vento leggero abbiamo una marcia in più. Le condizioni in questa stagione ad Auckland stanno andando verso brezze più leggere”. 

Chi conosce il Golfo di Hauraki per aver preso parte alla Louis Vuitton Cup del 2003 con BMW Oracle è Tommaso Chieffi. L’ex-tattico del Moro di Venezia lascia comprendere bene quanto siano mutevoli le condizioni in Nuova Zelanda: “E’ un isola che veramente si trova nel mezzo dell’Oceano, tra l’altro nel vortice dell’Australia. Per cui il meteo cambia continuamente. Ricordo, perché lì ci ho regatato parecchio con Oracle, che la media del vento è 12-13 nodi, però spesso hai 6 nodi e altrettanto spesso più di 20“.

Foto: Luna Rossa Press

RUGGERO TITA: “NZ HA PUNTATO SU VELOCITA’ E AERODINAMICA, LUNA ROSSA HA TANTI PUNTI DI FORZA”

LUNA ROSSA E TEAM NEW ZEALAND, DUE FILOSOFIE AGLI ANTIPODI: VELOCITA’ VS MANOVRABILITA’

QUANTI SOLDI SPENDONO LUNA ROSSA E NEW ZEALAND? I BUDGET MILIONARI A CONFRONTO

MAX SIRENA: “VOLEVANO MANDARCI A CASA PIANGENDO, INVECE CI SIAMO CARICATI”

CHI E’ PIU’ FORTE TRA LUNA ROSSA E TEAM NEW ZEALAND? IL PARERE DEGLI ESPERTI

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

America’s Cup, Luna Rossa-New Zealand: due filosofie differenti. Velocità vs manovrabilità

America’s Cup, Ruggero Tita: “I neozelandesi vogliono vincere con la velocità”