LIVE Tirreno-Adriatico, Camaiore-Follonica DIRETTA: Ackermann vince e allunga in classifica, Nibali presente. Le pagelle


CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLA TAPPA DI OGGI DEL TOUR DE FRANCE DALLE 13.15 (9 SETTEMBRE)

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLA TAPPA DI OGGI DELLA TIRRENO-ADRIATICO CON I MURI DALLE 10.30 (9 SETTEMBRE)

Loading...
Loading...

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

CONFERMATA LA FRATTURA ALLA CLAVICOLA DI DAVIDE FORMOLO

LE TOUR DU DIRECTEUR

LA CLASSIFICA DEGLI ITALIANI AL TOUR DE FRANCE

TUTTE LE CLASSIFICHE DEL TOUR DE FRANCE 2020

LE DICHIARAZIONI DI SAM BENNETT

LE PAROLE DI ELIA VIVIANI DOPO IL QUARTO POSTO ODIERNO

I POSSIBILI CANDIDATI DELL’ITALIA PER I MONDIALI DI IMOLA 2020

IL CONFRONTO TRA IL LIVELLO DEGLI SPRINTER DEL TOUR DE FRANCE E QUELLO DEI VELOCISTI DELLA TIRRENO-ADRIATICO

TOUR DE FRANCE 2020, SEGNALI DI RIPRESA PER ELIA VIVIANI. UN 4° POSTO CHE FA MORALE

LE DICHIARAZIONI DI ROGLIC

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

LA CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA

PASCAL ACKERMANN: “RETTA FINALE DELLA GIUSTA LUNGHEZZA”

LE PAGELLE DELLA SECONDA TAPPA

LA CRONACA DELLA DECIMA TAPPA

LA CLASSIFICA GENERALE DOPO LA DECIMA TAPPA

LE PAGELLE DELLA DECIMA TAPPA

Grazie a tutti per averci seguito e buon proseguimento di giornata. Rimanete con noi per cronaca, classifiche, video, approfondimenti e tanto altro ancora.

16.23 Domani la terza tappa, 217 km da Follonica a Saturnia. Il durissimo muro di Poggio Murella metterà a durissima prova tutti i big, la classifica generale verrà rivoluzionata. Si attendono risposte da Vincenzo Nibali e dagli altri uomini di punta.

16.21 Pascal Ackermann conserva saldamente la maglia azzurra di leader della classifica generale con 8” di vantaggio su Fernando Gaviria.

16.20 Tutti i big sono arrivati insieme in gruppo: Vincenzo Nibali, Chris Froome, Geraint Thomas, Jakob Fuglsang non hanno corso rischi e hanno risparmiato energie in questa giornata.

16.19 Quinto il belga Tim Merlier (Alpecin-Feni), sesto Davide Cimolai (Israel Start-Up Nation), settimo il francese Lorenzo Manzin (Total Direct Energie), ottavo Luca Pacioni (Androni Giocattoli-Sidermec).

16.18 Il colombiano Fernando Gaviria ha concluso in seconda posizione, l’uomo della UAE Emirates ha preceduto il tedesco Rick Zabel (Israel Start-Up Nation). Quarto il nostro Davide Ballerini (Deceuninck-Quick Step).

16.17 Pascal Ackermann è stato superlativo in un finale tiratissimo e ha beffato il treno della Deceuninck-Quick Step studiato per Ballerini.

16.17 PASCAL ACKERMANN! Bellissima volata del tedesco che ha trionfato in volata sul traguardo di Follonica! L’uomo della Bora-hansgrohe ha firmato il bis dopo il successo di ieri a Camaiore.

16.16 La Deceuninck-Quick Step è messa benissimo e prova a lanciare Davide Ballerini, c’è anche la Israel-Star Up Nation. ULTIMO CHILOMETRO.

16.15 CHE DRENATA DI VAN DER POEL! Ha messo in crisi tutto il gruppo! Velocità impressionante. I treni si sono disuniti!

16.14 Mathieu van der Poel è in testa al gruppo all’ingresso degli ultimi tre chilometri. Il plotone si è sfilacciato.

16.13 Filippo Ganna spettacolare in testa al gruppo, l’uomo della Ineos lavora bene per tenere al riparo Froome e Thomas: allunga il gruppo con grande facilità.

16.12 Il gruppo ha tenuto sotto controllo l’attacco di Martens e lo è andato a riprendere con una certa facilità. Ultimi 4 km, è un discorso per velocisti.

16.11 ATTACCO DI PAUL MARTENS! L’uomo della Jumbo-Visma ha provato la rasoiata a 5 km dal traguardo: missione quasi impossibile.

16.10 Si procede spediti a 53 km/h, mancano 5 km al traguardo di Follonica.

16.09 I treni della Bora e della UAE Emirates sono i più strutturati per Ackermann e Gaviria.

16.07 Ovviamente si lotta anche per la maglia di leader della classifica generale, attualmente sulle spalle di Ackermann.

16.06 Lavora anche il Team Ineos per tenere Froome e Thomas fuori dai guai. Nibali guardingo con gli uomini della Trek-Segafredo.

16.04 Ultimi 10 km, gruppo lanciatissimo verso Follonica. Ora si cerca di prendere le posizioni, fase calda: bisogna stare attenti per evitare le cadute.

16.02 Siamo ancora in una fase di studio, il gruppo è arrivato in cima a Scarlino. Ora leggera discesa e poi lungo tratto in pianura per arrivare a Follonica.

16.01 Il gruppo è sul dentello di Scarlino, ma non incute timore a nessuno. Ultimi 13 km.

16.00 Attenzione anche al danese Magnus Cort (EF), al tedesco Paul Martens (Jumbo-Visma) e ai nostri Davide Cimolai (Israel Start-Up Nation) e Andrea Vendrame (AG2R La Mondiale), al belga Tim Merlier (Alpecin-Fenix).

15.59 L’Italia spera in Alberto Dainese, oggi il veneto ha a disposizione tutto il Team Sunweb visto che Michael Matthews non dovrebbe fare la volata.

15.58 I treni della Bora-hansgrohe e della UAE Emirates sono dunque in contrapposizione in questo finale.

15.57 Il tedesco Pascal Ackermann e il colombiano Fernando Gaviria sono i due grandi favoriti per la vittoria: il teutonico si è imposti ieri proprio davanti al sudamericano, che oggi cerca un pronto riscatto.

15.55 Il gruppo ha ripreso Umberto Orsini, ultimo fuggitivo di giornata. Plotone compatto a 17 km dal traguardo, ora si può davvero iniziare a preparare la volata.

15.53 Le squadre dei fuggitivi stanno preparando i treni, mancano 18 km al trguardo. Umberto Orsini ha ora 10” di margine e sta per essere ripreso dal gruppo.

15.52 Il gruppo fiancheggia il Golfo di Follonica. Tutti i big sono tranquilli nella pancia del gruppo, da Vincenzo Nibali a Chris Froome, passango per Jakob Fuglsang e Geraint Thomas.

15.50 Il circuito finale non ha difficoltà altimetriche, eccezion fatta per il semplice dentello di Scarlino. Sono 22 km praticamente piatti per ritornare sul traguardo di Follonica. Tutto sembra ormai pronto per una volata a ranghi compatti.

15.48 Umberto Orsini transita sul traguardo di Follonica per la prima volta. Inizia l’ultimo giro, mancano 22 km al traguardo. Il fuggitivo ha 22” di vantaggio.

15.45 Umberto Orsini entra nel centro di Follonica e tenta il tutto per tutto, ha una trentina di secondi sul gruppo.

15.42 Umberto Orsini ci prova! Scatta da solo a 26 km, lascia la compagnia dei due fuggitivi e ci vuole provare da solo. Il nipote di Andrea Tafi ha però soltanto una trentina di secondi di vantaggio sul gruppo principale. Mancano 25 km.

15.40 Il gruppo è sempre guidato principalmente dalla Bora-hansgrohe, l’andatura è ancora relativamente bassa.

15.38 I treni delle varie squadre dei velocisti si stanno iniziando a comporre, ora il gruppo può visionare gli ultimi 6 km del tracciato che porterà sul traguardo di Follonica.

15.36 Ultimi 30 km, i tre fuggitivi conservano 1′ di vantaggio sul gruppo.

15.34 Ieri Ackermann aveva vinto davanti a Gaviria e al andese Magnus Cort. Davide Cimolai e Andrea Vendrame possono dire la loro, da capire quello che vorrà fare Michael Matthews perché la Sunweb dovrebbe puntare su Dainese.

15.32 Ormai tutto sembra apparecchiato per il duello tra il tedesco Pascal Ackermann e il colombiano Fernando Gaviria in volata, ma attenzione anche ad Alberto Dainese e Tim Merlier.

15.30 Nicola Bagioli (Androni-Sidermec), Umberto Orsini (Bardiani-CSF-Faizanè) ed Edoardo Zardini (Vini Zabù-KTM) sono i tre fuggitivi, erano partiti proprio a inizio tappa e sono là davanti a 65 km.

15.28 Davanti al gruppo si vede anche la UAE Emirates. Il gruppo controlla i tre fuggitivi quando mancano 34 km al traguardo.

15.26 In volata ci proveranno anche Alberto Dainese e Tim Merlier. Mathieu van der Poel non dovrebbe dare l’assalto alla vittoria, ci proverà domani.

15.24 Dopo il bivio per Follonica, il gruppo potrà visionare per una prima volta i 6 km finali del circuito e potranno già pensare alla volata conclusiva.

15.22 Tutti gli uomini di classifica sono molto tranquilli nella pancia del gruppo: Vincenzo Nibali, Chris Froome, Geraint Thomas, Jakob Fuglsang e compagni non stanno sprecando energie e non corrono particolari rischi.

15.20 Ultimi 40 km di questa tappa pedalata a bassi ritmi. La media di 38 km/h è inferiore rispetto a quella che avevano previsto gli organizzatori. Si arriverà attorno alle 16.20.

15.18 Il gruppo ha concesso nuovamente un po’ di margine ai tre fuggitivi e il vantaggio è salito a 1’23”: il gatto gioca col topo.

15.16 Il circuito finale di 22,4 km prevede il passaggio per Puntone, poi ci sarà lo zampellotto di Scarlino (l’Impostino), poi il transito per Scarlino Scalo a 9 km dall’arrivo posto da Follonica. Tracciato ideale per i velocisti.

15.14 Il vantaggio dei tre battistrada è sceso sotto il minuto, sono state fatte retrocedere anche tutte le ammiraglie. Siamo nel pieno della Val Cornia, tratto totalmente pianeggiante per arrivare a Follonica.

15.12 Il guppo ora procede ad alta andatura e in fila indiana, vogliono andare a prendere presto i tre fuggitivi, magari già prima di entrare nel circuito finale di Follonica.

15.10 Nicola Bagioli (Androni-Sidermec), Umberto Orsini (Bardiani-CSF-Faizanè) ed Edoardo Zardini (Vini Zabù-KTM) proseguono di comune accordo, ma omai la fuga è destinata a tramontar: il vantaggio è di appena 1’05”. Sono appena passati sul ponte che sovrasta il fiume Cornia.

15.08 Il gruppo ha ora alzato l’andatura e si è portato a 1’30” dai tre battistrada. Mancano 50 km al traguado, la Bora-hansgrohe guida il plotone.

15.05 Siamo in Val Cornia, si passa accanto a Sassetta e Suvereto. Ci si dirige verso Follonica, ci sarà un primo passaggio sul traguardo per poi affrontarer un circuito finale di 22 km.

15.03 Zardini è ritornato sui due fuggitivi. Si ricompone un terzetto, ora hanno 1’40” di vantaggio sul gruppo.

15.00 Mancano 55 km al chilometri, i due fuggitivi hanno 2 minuti di vantaggio sul gruppo.

14.58 Ora Bagioli e Orsini si sono fermati, a Zardini ora è a 32” e sembra avere mollato per farsi riprendere dal gruppo.

14.56 Zardini si trova però a 15” di distacco e non è semplice rientrare, Bagioli e Orsini sono in posizione aerodinamica sul finale della discesa di Canneto.

14.55 Bagioli e Orsini stanno attendendo il rientro di Zardini, in tre hanno possibilità di fare più chilometri, anche se l’esito della fuga sembra già segnato: il gruppo controlla la situazione, tutto è pensato per l’arrivo in volata.

14.54 I due fuggitivi sono in discesa da Canneto, diretti verso Sassetta e Suvereto. Il gruppo è a 2’10”, nell’ultimo tratto di salita.

14.52 Sempre la Bora-hansgohe davanti al gruppo, ma l’andatura è davverro molto blanda. Bagioli e Orsini stanno andando via insieme, Zardini si è ormai staccato.

14.50 Bagioli aspetta ovviamente Orsini e proseguono la fuga, hanno 2’20” sul gruppo quando mancano 63 km al traguardo.

14.49 Bagioli si stacca di ruota Orsini e va a conquistare il traguardo volante di Canneto, conquistando i tre secondi di abbuono e ipotecando la maglia di miglior giovane.

14.48 Orsini si è esposto troppo presto, Bagioli è però decisamente più reattivo.

14.47 ORSINI TENTA L’ATTACCO. BAGIOLI GLI VA SUBITO DIETRO. Si infiamma la corsa tra i tre fuggitivi sulla salita di Canneto, Zardini si stacca.

14.46 La salita di Canneto presenta pendenze attorrno al 7-8%, finale al 10%. Non c’è GPM in cima, ma solo un traguardo volante. Le prime tre posizioni saranno ovviamente dei fuggitivi.

14.44 Il gruppo è guidato dagli uomini della Bora-hansgrohe: passo regolare, senza dannarsi l’anima più di tanto.

14.43 Il fuggitivo Bagioli punta alla conquista della maglia di migliore giovane. Il traguardo volante è importante in ottica abbuoni.

14.41 Il gruppo sta procedendo tranquillo, andatura attorno ai 31 km/h. I fuggitivi hanno appena incominciato la breve salita di Canneto, in cima c’è un traguardo volante.

14.40 Vincenzo Nibali viaggia nella pancia del gruppo, situazione sotto controllo dopo la caduta di ieri, che non ha avuto conseguenze.

14.39 I tre fuggitivi di giornata sono Nicola Bagioli (Androni-Sidermec), Umberto Orsini (Bardiani-CSF-Faizanè) ed Edoardo Zardini (Vini Zabù-KTM).

14.38 La situazione è per il momento ben delineata: mancano 70 km al traguardo, i tre fuggitivi hanno 2’25” di vantaggio. Fa caldo, ma si sta andando elativamente piano.

14.37 Per avere le prime vere salite bisognerà aspettare la tappa di domani con le ascese di Poggio Murella (due volte) e l’arrrivo sul muro di Saturnia.

14.36 Fernando Gaviria avrà la rivincita contro Pascal Ackermann, vincitore nella giornata di ieri?

14.35 Oggi si arriva a Follonica, tutto lascia pensare a un arrivo in volata a ranghi compatti. Difficilmente lo zampellotto di Scarlino a 13 km dal traguarrdo rimescolerà le carte in tavola.

14.32 Tra tre chilometri inizierà la salita di Canneto, in cima al quale è posto anche un traguardo volante.

14.29 La cartolina del giorno.

14.26 Il margine dei tre battistrada sul gruppo rimane stabile intorno ai 2′.

14.23 Mancano meno di 15 chilometri allo sprint intermedio di Canneto.

14.20 Ricordiamo i nomi dei tre fuggitivi, tutti italiani: Nicola Bagioli (Androni-Sidermec), Umberto Orsini (Bardiani-CSF-Faizanè), ed Edoardo Zardini (Vini Zabù-KTM).

14.17 Superate ormai le tre ore di corsa. La velocità media registrata finora è di 38.9 km/h.

14.13 Il gruppo riduce il gap dai tre di testa: meno di due minuti ora.

14.10 La situazione riepilogata dall’account Twitter della corsa.

14.06 Mancano 26 chilometri a Canneto e poco più di 90 al traguardo.

14.03 Qualche immagine dal gruppo.

13.59 Ora Canola ha 1’15” di ritardo dai battistrada, mentre il gruppo si sta avvicinando e marcia a 2’20” di distanza.

13.56 Canola si è staccato dalla testa della corsa per non consumare troppe energie in vista di domani. Rimangono in tre i fuggitivi.

13.53 Amarezza per Canola, che ha conquistato solo 3 punti e non è riuscito ad agganciare in testa alla classifica dei GPM Nathan Haas, che dunque conserverà la maglia di miglior scalatore anche per oggi.

13.50 A passare per primo è Nicola Bagioli! Il corridore della Androni-Sidermec batte di misura Marco Canola (Gazprom) e ottiene i cinque punti previsti per il primo classificato.

13.48 I fuggitivi accelerano per il GPM di Castellina Marittima. E’ una vera e propria volata!

13.46 Foratura della ruota posteriore per Nathan Haas (Cofidis). Non un grosso problema in questa fase della gara, dal momento che il gruppo sta ancora viaggiando a basse velocità.

13.43 Fase statica della corsa: rimane stabile il vantaggio dei quattro battistrada (3’05”).

13.39 Rifornimenti appena arrivati per i corridori della Ineos.

13.36 Oggi era una giornata molto attesa al Tour de France, dove arrivava l’esito dei tamponi: su 650 test effettuati sono risultati positivi solamente quattro membri dello staff, più il direttore della corsa Christian Prudhomme. Clicca qui per maggiori dettagli.

13.33 A lavorare in testa al gruppo ci sono gli uomini della Bora-Hansgrohe e quelli del Team Ineos.

13.29 I corridori si stanno dirigendo in località Pomaia, sede di un centro spirituale buddhista piuttosto noto.

13.26 La fuga non preoccupa particolarmente il gruppo, che sta gestendo la situazione da lontano.

13.23 Il backstage della tappa odierna.

13.19 Il gruppo ha aumentato un po’ l’andatura per ricucire la distanza dagli attaccanti.

13.16 Ecco un’immagine dei quattro battistrada, tutti rappresentanti del Bel Paese.

13.12 Sono stati percorsi i primi 79 chilometri dei 201 in programma. La velocità media registrata finora è di 40.5 km/h.

13.08 Ricordiamo che ieri, nella frazione inaugurale, si è imposto Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe), che ha sconfitto in volata Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) e ha preso possesso della maglia azzurra. Il tedesco andrà a caccia del bis in quel di Follonica.

13.04 Il vantaggio dei fuggitivi si attesta ora a 3′.

13.00 Riepiloghiamo i nomi dei quattro battistrada: Nicola Bagioli (Androni-Sidermec), Umberto Orsini (Bardiani-CSF-Faizanè), Marco Canola (Gazprom) e Edoardo Zardini (Vini Zabù-KTM).

12:54 Pizzicati in questo frangente a rifocillarsi gli uomini della Jumbo-Visma. Scelta necessaria ed indispensabile per affrontare al meglio una frazione così lunga ed impegnativa.

12:51 Ricapitoliamo quindi la situazione della tappa odierna che vede in testa sin dai primi chilometri di corsa un drappello di 4 corridori con un vantaggio che, negli ultimi minuti, è rimasto sempre stabile intorno ai 4’00”.

12:48 Fresca notizia dell’ultim’ora intanto il risultato dei 650 tamponi effettuati al Tour de France che hanno evidenziato la positività di 4 individui, tra cui compare anche il nome del direttore di corsa francese Christian Prudhomme, che dovrà quindi ora effettuare ora una quarantena forzata.

12:44 Ecco le immagini del plotone nel quale, lo ricordiamo, sono ancora presenti tutti gli sprinter favoriti per la vittoria odierna.

12:40 Ricordiamo poi che molte squadre si stanno preservando in vista delle prossime tre frazioni, che saranno piene di insidie e metri di dislivello e che, giocoforza, ridisegneranno la classifica generale.

12:37 Comprensibile, tuttavia, l’intento del gruppo, che vede davanti a sè altri 145 km di corsa e ritiene di avere ancora strada sufficiente per rientrare agevolmente sugli uomini al comando.

12:34 Tornato ad aumentare il distacco. Grande intesa tra i quattro davanti che continuano a darsi cambi regolari e ora hanno da amministrare 4’40” di margine.

12:30 Meteo che non sta creando particolari problemi ai corridori. La giornata è soleggiata e la temperatura è praticamente ottimale per stare in bici.

12:27 Bora che intanto in questo frangente ha sensibilmente aumentato l’andatura in gruppo per cercare di recuperare qualcosa sugli attaccanti. Margine che è sceso per la prima volta sotto i 4’30”.

12:24 Prima ora di corsa conclusa. Media oraria che è stata di 40.102 km/h.

12:20 Distacco tra fuga e gruppo che, dopo essersi stabilizzato per qualche chilometro, sta ora lentamente iniziando a scendere.

12:16 Quattro uomini al comando che stanno entrando in questo momento a Pisa, con circa 4’40” di vantaggio sulla carovana controllata dalla Bora Hansgrohe.

12:13 Non riuscendo a tenere il passo dei suoi compagni di fuga, si è già staccato intanto il francese Geoffrey Bouchard, che è stato rapidamente riassorbito dal gruppo.

12:09 60 i chilometri che separano la carovana dalla salita di Castellina Marittima, unico GPM di giornata e sola asperità degna di nota in programma per oggi.

12:05 Da segnalare quest’oggi le dichiarazioni del fuoriclasse britannico del Team Ineos Chris Froome che ieri ha ammesso di aver compreso al 100% le ragioni che hanno portato il suo team ad escluderlo dal Tour de France, dichiarando di tenere molto alla Corsa dei Due Mari, che gli sarà fondamentale, insieme alle due settimane di altura in programma, per preparare la Vuelta di Spagna.

12:01 Plotone guidato ora dalla Bora Hansgrohe, che sembra avere intenzioni tutt’altro che bellicose. Ritmo blando e fuga segnalata a 4’50”.

11:57 Margine dei fuggitivi che in questo frangente sta continuando ad aumentare ed ora si assesta sui 4’30”.

11:54 Riepiloghiamo la situazione di corsa in questo avvio: al comando ci sono Geoffrey Bouchard (Ag2r La Mondiale), Nicola Bagioli (Androni-Sidermec), Umberto Orsini (Bardiani-CSF-Faizanè), Marco Canola (Gazprom) e Edoardo Zardini (Vini Zabù-KTM), con un vantaggio considerevole sul plotone che li insegue.

11:51 Queste le immagini degli attaccanti, che hanno avuto vita facile fino ad ora nel guadagnare un buon tesoretto di secondi di vantaggio nei confronti del gruppo.

11:48 Vantaggio del drappello di testa che sta aumentando a vista d’occhio. Il margine è già superiore ai 2′.

11:45 Cinque in questo momento gli uomini al comando: si tratta del francese Bouchard e degli azzurri Bagioli, Orsini, Canola e Zardini.

11:42 Iniziano a fioccare dei tentativi di attacco nelle prime posizioni del gruppo, con il plotone che sembra lasciare spazio alla fuga.

11:39 Terminata intanto la breve salita in programma, con il gruppo che ora affronta compatto la discesa. Poi per molti chilometri la strada sarà totalmente pianeggiante.

11:36 Molto probabile che quest’oggi degli attaccanti potrebbero sfuggire al controllo del gruppo maglia azzurra. Sarà poi compito delle squadre dei velocisti, eventualmente, riprenderli nel finale.

11:32 Queste le dichiarazioni di Fernando Gaviria, uno dei grandi attesi della vigilia. Il colombiano vorrebbe rifarsi sin da subito dopo la beffa di ieri.

11:28 Frazione odierna che pone subito i corridori davanti alla breve ascesa di Montemagno, che permetterà alla carovana di lanciarsi poi verso Pisa.

11:25 PARTITA UFFICIALMENTE LA SECONDA TAPPA!

11:21 Ricordiamo che come alla Grande Boucle, anche qui alla Tirreno-Adriatico i protocolli per combattere il Covid-19 sono severissimi. Proprio in questi minuti, tra l’altro, tutte le squadre del Tour de France sono con il fiato sospeso in attesa di scoprire un eventuale positività di un loro corridore dopo i tamponi a tappeto effettuati questa mattina.

11:17 So intravede anche la maglia azzurra di Ackermann nel tratto che porta all’azzeramento.

11:14 Tutti gli atleti disposti per la partenza, sembrano non mancare che pochi istanti al via.

11:11 L’olandese Mathieu Van der Poel potrebbe risultare uno dei grandi favoriti per il successo finale di oggi. Occhi aperti poi su Fernando Gaviria, Magnus Cort Nielsen e sul vincitore di ieri e leader della generale Pascal Ackermann.

11:09 Seconda frazione consecutiva con possibile arrivo in volata che non deve però ingannare chi ci segue. Già da domani infatti, le ruote veloci del gruppo potrebbero uscire di scena dalla Corsa dei Due Mari, che nelle prossime tappe offrirà arrivi quasi esclusivamente adatti a scalatori e cacciatori di tappe.

11:06 Squadre che si recano al consueto appuntamento del foglio firme, in attesa di disporsi per il via ufficiale di questa seconda frazione.

11:03 Mancano intanto meno di 5 minuti all’avvio della frazione odierna che, lo ricordiamo, sarà veramente lunga, con un totale di 201 km da percorrere.

 

10:59 Dopo che la frazione di ieri ha visto imporsi, con una volata imperiosa, il tedesco Pascal Ackermann, quest’oggi l’arrivo sembra nuovamente strizzare l’occhio agli sprinter del gruppo, pronti a ridarsi battaglia.

10:55 Amici ed amiche di OA Sport buongiorno e benvenuti nella DIRETTA LIVE della seconda tappa della Tirreno-Adriatico 2020.

Percorso e favoriti di oggiLa startlist della Tirreno-Adriatico La classifica generale

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla  DIRETTA LIVE della seconda frazione della Tirreno-Adriatico 2020, che si articolerà da Camaiore a Follonica per un totale di 201 chilometri complessivi. Il percorso sarà quasi totalmente pianeggiante per i primi 180 chilometri, dopodichè i corridori entreranno nel circuito finale in cui dovranno affrontare lo strappo dell’Impostino che, a così pochi metri dal traguardo, potrebbe anche ingolosire qualche finisseur.

In attesa delle grandi sfide tra gli ex-compagni di squadra Vincenzo Nibali e Jakob Fuglsang, che se la dovranno vedere con la terribile coppia del Team Ineos Grenadiers formata dai britannici Chris Froome e Geraint Thomas, la frazione di oggi potrebbe anche vedere favorite le ruote veloci del plotone, per un secondo arrivo in volata.

Occhio quindi a ciò che potranno inventarsi Davide Ballerini (Deceuninck Quick-Step), Fernando Gaviria (UAE Team Emirates), l’olandese volante Mathieu Van der Poel (Alpecin Fenix), che potrebbe anche provare a partire a qualche metro in più dal traguardo, il sempre pericoloso Michael Matthews (Team Sunweb) ed il velocissimo teutonico Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe).

La nostra DIRETTA LIVE della seconda tappa della Tirreno-Adriatico avrà inizio alle ore 11.00, per non perdervi neanche un giro di pedale della magnifica Corsa dei Due Mari.

IL BORSINO DELLA TAPPA DI OGGI AL TOUR DE FRANCE

michele.giovagnoli@oasport.it

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top