Pagelle Tirreno-Adriatico 2020, seconda tappa: Ackermann semplicemente esemplare, Team Sunweb rimandato



Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe) si dimostra ancora una volta il velocista più forte della Tirreno-Adriatico 2020. Il tedesco della Bora-Hansgrohe infatti, è riuscito a conquistare anche la seconda tappa della Corsa dei due Mari, con arrivo in volata a Follonica, battendo nuovamente Fernando Gaviria (UAE Team Emirates). Terzo posto per Rick Zabel (Israel Start-Up Nation). Quarto, e primo degli azzurri, Davide Ballerini (Deceuninck-Quick Step). Ackermann consolida così il primato in classifica generale. Ma adesso andiamo a dare i voti ai protagonisti di questa tappa.

PAGELLE SECONDA TAPPA TIRRENO-ADRIATICO 2020

Pascal Ackermann, 10: semplicemente impeccabile. Due su due per il teutonico, che dopo la magnifica volata di ieri a Lido di Camaiore, quest’oggi ha trovato la strada pulita per lanciarsi verso una magnifica doppietta. Tempistica perfetta, impostazione giustissima, e una Bora-Hansgrohe sempre attenta nel difendere la sua punta per le volate. Eccellente.

Loading...
Loading...

Fernando Gaviria, 7,5: ieri sarebbe bastato un colpo di reni per tagliare per primo il traguardo, quest’oggi l’ha fatto ma Ackermann è stato più scaltro di lui. Il colombiano non ha nulla da recriminarsi, semplicemente Ackermann ha una marcia in più. Sicuramente due secondi posti regalano una certa dose di amaro, quindi attenzione, perchè il riscatto è dietro l’angolo.

Rick Zabel, 8: ottima volata per il tedesco, figlio d’arte di Erik Zabel. Non ha con sé la squadra meglio attrezzata, eppure la sua Israel Start-Up Nation si è comportata al pari delle big. È sicuramente la sorpresa del giorno. Per lui questo terzo posto è il risultato migliore ottenuto finora in questo 2020. Rick sta trovando il feeling giusto.

Davide Ballerini, 6,5: un gran peccato per il giovane azzurro, che era sicuramente l’uomo meglio pilotato per lo sprint finale con una Deceuninck-Quick Step che ha cercato di fare il massimo per lanciarlo. Purtroppo la loro volata è iniziata troppo presto, e il canturino si è ritrovato da solo. Comunque sia è un buon risultato sicuramente stimolante per le prossime tappe.

Tim Merlier, 6,5: il campione belga è in ripresa dopo la brutta caduta di ieri. Deve ringraziare Mathieu Van der Poel che ha cercato di sgretolare il gruppo nel finale di tappa e di mandar fuori alcuni sprinter. Tim è un ragazzo non ancora ‘conosciuto’ tra i grandi delle volate, ma è soltanto questione di tempo, e poi lo vedremo sulle grandi scene internazionali del circuito Word Tour.

Alberto Dainese e Michael Matthews, 5: in sintesi, Team Sunweb al di sotto delle aspettative. Con due uomini così, la vittoria, diciamo che non era scontata, ma quasi. Matthews ha mollato troppo presto uscendo subito dalla partita, mentre Dainese è rimasto intruppato piantandosi nella volata finale. Hanno svolto un ottimo lavoro per tutta la tappa, ma poi non è stato finalizzato.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top