Show Player

‘Sognando l’Olimpo’: Marco Suppini, astro nascente del tiro a segno italiano



Marco Suppini è l’astro nascente del tiro a segno italiano per quanto concerne la carabina. Il 21enne di Vergato (Bologna) rappresenta forse la principale speranza di medaglia per la Nazionale azzurra di questo sport, in ottica Tokyo 2020. Considerando che le qualificazioni olimpiche non si sono ancora concluse, le possibilità di medaglia a cinque cerchi per il bolognese potrebbero aumentare ulteriormente nel caso ottenesse il pass una donna nella carabina, visto che la coppia automaticamente parteciperebbe alla gara riservata ai Mixed Team.

Suppini, tesserato per le Fiamme Oro, nonostante la sua giovane età, ha dimostrato in questi ultimi anni di essere tra i migliori tiratori al mondo. Nel 2019 appena concluso (prima stagione disputata nella categoria senior), ha dimostrato che il passaggio dalla categoria junior è stato ben assorbito: sono arrivati risultati strepitosi in Coppa del Mondo, tra i quali il sesto posto a Monaco nella carabina 10 metri che è valso il pass olimpico (non nominale). Tra l’altro, già nella prima tappa di Coppa a Nuova Delhi Suppini era stato sfortunatissimo perché avrebbe potuto ottenere il pass nella specialità della carabina libera 3 posizioni 50 metri maschile, ma una rottura della sua arma gli ha impedito di affrontare l’ultima serie dei tiri di finale, retrocedendo dal quarto posto provvisorio fino all’ottavo nella gara che però ha dato il pass a Marco De Nicolo (sempre non nominale).

Loading...
Loading...

Nel 2014 Marco ha esordito con la Nazionale junior, disputando tra l’altro i Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino ed ottenendo il settimo posto nella carabina 10 metri aria compressa maschile. Nel 2015 sono arrivati altri risultati di prestigio per il bolognese, come il terzo posto nella 3 posizioni alla Coppa del Mondo junior di Suhl ed il titolo italiano junior nella stessa specialità. Il 2016 è cominciato per l’azzurrino con il terzo posto nella carabina 10 metri nella Competizione Internazionale di Monaco, seguito dal titolo italiano junior sempre nell’aria compressa. Dopo un 2017 un po’ in ombra, ad inizio 2018 Marco ha ottenuto subito un bronzo a squadre nella carabina 10 metri agli Europei di Gyor, ma, soprattutto, in estate sono arrivati risultati eclatanti: primo posto nella 3 posizioni nella Coppa del Mondo di Suhl e titolo iridato juior nella carabina 10 metri mista a Changwon (assieme a Sofia Benetti), con tanto di record mondiale di categoria.

Detto già delle eclatanti performance di Suppini nel 2019 in Coppa, bisogna anche aggiungere i due titoli italiani assoluti nella carabina 10 metri e 50 metri 3 posizioni, oltre alla medaglia d’argento nella carabina 10 metri mista (in coppia con Petra Zublasing) agli Europei 10 metri di Osijek, con tanto di record europeo nella fase di qualificazione (840,5), punteggio che la dice lunga sulle grosse possibilità che avrebbe questa coppia di salire sul podio a cinque cerchi. 

La costante crescita ed evoluzione tecnica che sta dimostrando il giovane bolognese, ci fanno inoltre pensare che potrebbe essere un outsider di lusso in entrambe le discipline che disputerebbe finora a Tokyo 2020. Forse nella specialità a fuoco sarebbe, ad oggi, un gradino sotto nelle potenzialità, visto che l’esperienza risulta determinante soprattutto nella posizione a terra (suo attuale punto debole). L’età però è tutta dalla sua parte, sperando di ritrovare, a Tokyo 2020 (o Parigi 2024), il successore di un certo Niccolò Campriani.

Possibilità di podio a Tokyo 2020 (da 1 a 5 stelle): **

Maurizio Contino

NELLE PUNTATE PRECEDENTI…

Prima puntata: Marco Lodadio
Seconda puntata: Simona Quadarella
Terza puntata: Gianmarco Tamberi
Quarta puntata: Stefanie Horn
Quinta puntata: Gerhard Kerschbaumer
Sesta puntata: Diana Bacosi
Settima puntata: Luca Curatoli
Ottava puntata: Rachele Bruni

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISSF

Loading...

Lascia un commento

scroll to top