Tuffi, Mondiali Budapest 2017: Bertocchi e sincro misto, Italia a caccia di medaglie

Il giorno clou: Elena Bertocchi in finale da 1 metro (quarta in eliminatoria, fuori una delle due cinesi in gara), Noemi Batki e Maicol Verzotto a caccia del podio nel sincro misto dalla piattaforma. Le poche cartucce da medaglia che l’Italia ha al Mondiale di tuffi di Budapest le può sparare oggi, sabato 15 luglio. Sarà un pomeriggio di fuoco.

BERTOCCHI PER IL PODIO – Eliminatoria in scioltezza, con qualche sbavatura e nove punti di distanza dal terzo posto. Ma Elena Bertocchi (263.05) è in piena corsa per vincere (almeno) il bronzo da 1 metro. E’ alla prima finale individuale mondiale della carriera ma da due anni sale sul podio agli Europei e sa come gestire la tensione. E, soprattutto, l’asticella della prestazione richiesta per andare a medaglia sembra essersi abbassata: i 282.80 punti dell’oro di Kiev due anni fa a Kazan valevano il quinto posto, oggi potrebbero bastare per qualcosa di più. In testa c’è l’australiana Maddison Keeney, ma i suoi super coefficienti sono sempre un rischio. E la Cina ha perso un’atleta: dentro Chen Yiwen (ieri seconda senza impressionare), fuori Chang Yani. C’è spazio per inserirsi, facendo comunque attenzione alla malese Jun Hoong Cheong che parte dalla terza posizione dell’eliminatoria. Ma la campionessa del Vecchio Continente sarà temuta: Bertocchi ha buone chance e lo sa: “La cinese Chang Yani è uscita; l’altra, Chen Yiwen, non mi sembra irraggiungibile. Ad eccezione dell’australiana Maddison Keeney, ritengo le altre battibili“. (Ore 16 su Rai Due ed Eurosport)

BATKI-VERZOTTO, CREDERCI – Se in virtù l’oro europeo vinto a Kiev a giugno Elena Bertocchi si poteva già considerare tra le papabili per il podio da 1 metro, Noemi Batki e Maicol Verzotto nel sincro misto 10 metri in Ucraina si sono messi al collo il bronzo. Ora la concorrenza aumenta, ma la coppia azzurra è tra le più affiatate – salta insieme dall’introduzione della specialità da parte della Fina – e punta molto su questa gara. Finale diretta con 16 nazioni: serviranno nervi molto saldi per rimanere concentrati a lungo. A Kazan 2015 Batki e Verzotto chiusero sesti, perdendo il podio all’ultimo tuffo. La Cina rimane favorita, Gran Bretagna, Australia e Russia sembrano avere qualcosa di più, ma i giochi sono aperti. (Ore 13 su Rai Due ed Eurosport)

E DOMANI TOCCI… – Ma il weekend dei sogni azzurri non si esaurirà stasera, perché domani alle 15.30 Giovanni Tocci gareggerà nella finale da 1 metro. Terzo dopo l’eliminatoria, sfiderà rivali di lusso (e qui i due cinesi sembrano imbattibili) ma non troverà il sette volte campione d’Europa Illya Kvasha, che non si è qualificato. Il 22enne di Cosenza può essere un outsider di lusso per la medaglia.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

Foto: Renzo Brico

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuoto sincronizzato, Mondiali 2017: programma, orari e tv di sabato 15 luglio. Tutti gli azzurri in gara

Mondiali Budapest 2017: il borsino e le speranze di medaglia dell’Italia di sabato 15 luglio