Ginnastica, Europei 2016 – Il ruggito della Zarina: Mustafina dorata alla trave! Ponor eterna di bronzo, sorpresone Boyer

Aliya-Mustafina.jpg

http://brightwallpapers.com/


Aliya Mustafina realizza uno dei più bei ritorni degli ultimi anni e si laurea Campionessa d’Europa alla trave al termine di una Finale di pregevole fattura dove a brillare è stata la sua classe, contraddistinta da caparbietà, tenacia, precisione, pulizia, eleganza.

La Zarina, assente dalle pedane da un anno, si mette al collo la medaglia a lei più gradita: quella d’oro. Con uno sbalorditivo 15.100 (6.3) è stata ineguagliabile da tutte le avversarie, lontane anni luce dal suo livello.

Per la 21enne tartara si tratta del primo titolo continentale sui 10cm dopo l’argento di Birmingham 2010 e il bronzo di Sòfia 2014, sull’attrezzo a lei mai gradito ma che clamorosamente le regalò il titolo mondiale ad Anversa 2013. Quella volta i dubbi sul suo punteggio furono parecchi, non oggi dove invece è stata impeccabile e meritevole del primato.

Seconda medaglia consecutiva per Aliya Mustafina dopo il bronzo di poco fa alle parallele, si riscatta prontamente per la delusione avuta sui suoi amati staggi e mette in fila tutte le rivali. Per la Campionessa del Mondo all-around 2010, una delle poche atlete capace di conquistare medaglie iridate in tutte le specialità, arriva il secondo oro alla Post Finance Arena di Berna dopo quello conquistato con la squadra.

 

Medaglia d’argento a sorpresa per la francese Marine Boyer (14.600) che ha eseguito un esercizio perfetto, il migliore della sua giovane carriera. Dopo lo storico bronzo di ieri con la squadra sale sul podio per la seconda volta in questa rassegna continentale.

Onore al merito a Marine che ha fatto il risultato solo sul suo merito, senza approfittare più di tanto degli errori avversari.

Bronzo per l’eterna Catalina Ponor (14.266). La 27enne rumena mancava agli Europei da ben quattro anni, dall’edizione di Bruxelles 2012 quando vinse l’oro con la squadra e alla trave, nell’edizione pre Olimpiadi di Londra 2012. La Reginetta di Constanza, Campionessa Olimpica 2004 proprio sui 10cm, si era poi ritirata ed è tornata alle gare lo scorso anno per andare a caccia di una qualificazione ai Giochi di Rio con la squadra, missione fallita miseramente. Lei però rimane in corsa per un pass individuale e questo risultato potrebbe aiutarla visto che Larisa Iordache è ancora ai box.

Sfuma per soli 33 millesimi il sogno della svizzera Ilaria Kaeslin (14.233), beniamina di casa che conclude al quarto posto. Solo quinta l’attesa russa Angelina Melnikova (14.100), meno pulita del solito. Seste a parimerito la belga Gaelle Mys, la francese Marine Brevet e la britannica Rebecca Downie con 14.066.

 

Articoli correlati:

Europei 2016 – Steingruber, tris d’oro al volteggio! Campionessa, suda ma Downie dietro. Busato stupenda quarta

Europei 2016 – Impresa di Downie! Sconfitta la Russia, Spiridonova e Mustafina si inchinano. Ultima Rizzelli

Europei 2016 – La Zarina ruggisce ancora! Mustafina Campionessa alla trave, Ponor rientro di bronzo

Europei 2016 – Epica Steingruber: 2 ori in 2 ore, Campionessa al corpo libero. Fragapane si scoglie, Ponor terza

Lascia un commento

Top