Judo, 57 kg: Dorjsuren leader, Monteiro e Matsumoto protagoniste

Judo-Kaori-Matsumoto-IJF.jpg

La quinta puntata dedicata ai bilanci di fine anno delle quattordici categorie del judo internazionale è dedicata alla categoria 57 kg femminile. Per le puntate precedenti:

LE PROTAGONISTE
L’anno 2015 si conclude con la leadership della ventiquattrenne mongola Sumiya Dorjsuren, medagliata di bronzo ai Campionati Mondiali di Astana. La sua stagione è stata ricca di successi, con ben tre medaglie d’oro collezionate nei Grand Prix (Tbilisi, Ulaanbaatar e Qingdao), alle quali vanno aggiunte quella d’argento del Grand Slam di Parigi e quella di bronzo del Grand Slam di Tokyo, oltre all’importante titolo del World Masters di Rabat. Vincitrice anche delle Universiadi di Gwangju, prova non valida per il ranking mondiale, Dorjsuren è dunque un’atleta che raramente fallisce l’appuntamento con la zona medaglie, oltre ad essere una delle judoka che disputa più tornei in assoluto.
La ventinovenne rumena Corina Căprioriu si è confermata anche quest’anno tra le migliori della categoria, come dimostra il suo secondo posto nel ranking mondiale. La vicecampionessa olimpica di Londra 2012 ha raggiunto per la prima volta una finale iridata, vincendo l’argento ad Astana. Il suo successo più importante dell’anno è stato quello del Grand Slam di Baku, collezionando un totale di sette medaglie, compreso il bronzo del World Masters.
Chi ha scritto una nuova pagina di storia è la portoghese Telma Monteiro, trent’anni proprio il 27 dicembre, che a Baku ha ottenuto la sua undicesima medaglia individuale a livello europeo, conquistando anche il quinto titolo continentale. La veterana lusitana ha inoltre vinto la medaglia d’oro al Grand Slam di Parigi per la seconda volta in carriera.
La campionessa mondiale è invece la giapponese Kaori Matsumoto, che ad Astana è tornata a vincere un titolo iridato cinque anni dopo il primo trionfo. La ventottenne, che detiene anche il titolo olimpico, ha dimostrato di essere tornata quella di Londra 2012, anche se negli altri tornei non ha ottenuto grandi risultati, collezionando il bronzo al Grand Prix di Ulaanbaatar e venendo eliminata agli ottavi di finale dal tabellone del Grand Slam di Tokyo, battuta dalla brasiliana Rafaela Silva, iridata nel 2013 ma oramai scivolata al diciassettesimo posto mondiale.
Nonostante la medaglia di bronzo dei Mondiali, la francese Automne Pavia si merita invece il “premio” di delusione dell’anno per questa categoria: le sue prestazioni hanno addirittura messo a repentaglio la sua partecipazione a Rio 2016, visto che al momento si trova alle spalle della connazionale Hélène Receveaux, meno talentuosa ma più costante nei risultati.

LE AZZURRE
Quarantasettesima nel ranking mondiale, Giulia Quintavalle resta la miglior italiana in questa categoria. La campionessa olimpica di Pechino 2008 si è classificata quinta al Grand Slam di Tjumen’ ed ha contribuito alla conquista della medaglia di bronzo a squadre ai Giochi Europei di Baku, ma al momento la sua situazione in ottica qualificazione olimpica è tutt’altro che rosea. Nel ranking qualificativo, infatti, è quarantesima a quasi cinquecento lunghezze dall’olandese Sanne Verhagen, che al momento detiene l’ultimo pass virtuale.
La livornese, inoltre, deve guardarsi le spalle dall’arrembante Maria Centracchio, ventunenne che si è messa in luce vincendo l’African Open di Casablanca ad inizo anno. La figlia d’arte incalza oramai la leadership di Quintavalle con il suo cinquantesimo posto nel ranking mondiale, seguita anche dalla neocampionessa nazionale Martina Lo Giudice (53ma). L’Italia, tra l’altro, può vantare una buona densità in questa categoria, dove militano anche Valentina Giorgis (71ma) ed Anna Righetti (73ma).

TOP 30 RANKING MONDIALE
1 DORJSUREN Sumiya MGL 2600 –
2 CAPRIORIU Corina ROU 2244 –
3 MONTEIRO Telma POR 1904 –
4 MATSUMOTO Kaori JPN 1766 –
5 KIM Jan-di KOR 1619 –
6 MALLOY Marti USA 1490 –
7 BEAUCHEMIN-PINARD Catherine CAN 1470 –
8 RECEVEAUX Helene FRA 1394 –
9 KARAKAS Hedvig HUN 1390 –
10 FILZMOSER Sabrina AUT 1374 –
11 LIEN Chen-ling TPE 1370 –
12 PAVIA Automne FRA 1346 –
13 ROPER Miryam GER 1290 –
14 SMYTHE DAVIS Nekoda GBR 1230 –
15 YOSHIDA Tsukasa JPN 1216 –
16 SILVA Rafaela BRA 1167 –
17 UDAKA Nae JPN 1082 –
18 VERHAGEN Sanne NED 1028 –
19 ZABLUDINA Irina RUS 1022 –
20 WAECHTER Viola GER 968 –
21 OHAI Loredana ROU 821 –
22 BLOT Laetitia FRA 792 –
23 ROGIC Jovana SRB 706 –
24 LIU Yang CHN 678 –
25 GJAKOVA Nora KOS 659 –
26 TAMAOKI Momo JPN 640 –
27 MANUEL Darcina NZL 630 –
28 BEDETI Vlora SLO 624 –
29 JLASSI Nesria TUN 618 –
30 ILIEVA Ivelina BUL 579 –

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top