Judo, 48 kg: lotta tra Pareto e Munkhbat. Moscatt da ritrovare

Judo-Paula-Pareto.jpg

Iniziamo quest’oggi il nostro viaggio di fine anno tra le quattordici categorie del judo internazionale. La prima puntata è dedicata a quella più leggera, la 48 kg femminile.

LE PROTAGONISTE
La stagione 2015 si archivia con il primo posto in classifica della mongola Urantsetseg Munkhbat, venticinquenne già campionessa mondiale due anni fa. L’asiatica ha conquistato quest’anno la medaglia d’oro al Grand Slam di Parigi ed al Grand Prix di Tashkent, ma soprattutto ha trionfato al World Masters di Rabat, l’appuntamento più importante dell’anno dopo i Mondiali. Delusa dalla propria prestazione individuale proprio in sede iridata, Munkhbat ha comunque ottenuto il bronzo a squadre con la sua nazionale, mentre ai Campionati Asiatici si è fermata all’argento.
La campionessa mondiale in carica è invece l’argentina Paula Pareto, ventinovenne che aveva già raggiunto la finale iridata un anno fa. La sudamericana ha sorpreso tutti ad Astana, anche se aveva già vinto i Grand Prix di Samsun e Budapest, ma nessuno si aspettava la sua vittoria dopo che si era dovuta accontentare dell’argento sia ai Giochi Panamericani che ai Campionati Panamericani. Anche a Rabat, tra l’altro, si era classificata seconda, battuta in finale da Munkhbat.
Grande rivelazione della scorsa stagione, la giapponese Ami Kondo non è riuscita a difendere il suo titolo mondiale, ma ha comunque ottenuto una medaglia di bronzo che arricchisce la sua già nutrita collezione a soli vent’anni. Battuta dalla compagna-rivale Haruna Asami, attuale numero sette del mondo, ai Campionati Giapponesi, Kondo si è rifatta a fine anno vincendo per il terzo anno consecutivo il Grand Slam di Tokyo.
In una categoria poco favorevole alle europee, la migliore nel ranking è attualmente la russa Irina Dolgova, quarta, ma il titolo continentale è stato conquistato a Baku dalla belga Charline van Snick, che invece occupa la quinta posizione.

L’AZZURRA
La ventottenne Valentina Moscatt è attualmente sedicesima nel ranking mondiale della categoria, ma una parte finale di stagione sotto tono l’ha fatta scivolare indietro nel ranking olimpico, dove è attualmente diciannovesima. Stando così le cose, Moscatt sarebbe la prima esclusa dalla qualificazione diretta, a 72 punti di distanza da Otgontsetseg Galbadrakh, la mongola che da quest’anno rappresenta il Kazakistan, ma potrebbe comunque beneficiare del rispescaggio su base continentale. Medagliata di bronzo al Grand Prix di Zagabria, Moscatt è stata performante fino a giugno, quando si è classificata settima ai Giochi Europei di Baku, ma ha poi subito un netto calo nella seconda parte dell’anno. Per il 2016, sarà necessario ritrovare la miglior Valentina, altrimenti la qualificazione a cinque cerchi rischierà di sfuggirle come le è già accaduto in passato.

TOP 30 RANKING MONDIALE
1 MUNKHBAT Urantsetseg MGL 3190 –
2 PARETO Paula ARG 2950 –
3 KONDO Ami JPN 1682 –
4 DOLGOVA Irina RUS 1682 –
5 VAN SNICK Charline BEL 1519 –
6 CSERNOVICZKI Eva HUN 1517 –
7 ASAMI Haruna JPN 1510 –
8 FIGUEROA Julia ESP 1494 –
9 LIMA Taciana GBS 1438 –
10 LOKMANHEKIM Dilara TUR 1383 –
11 UNGUREANU Monica ROU 1352 –
12 CHERNIAK Maryna UKR 1274 –
13 JEONG Bo kyeong KOR 1240 –
14 MENEZES Sarah BRA 1209 –
15 SAHIN Ebru TUR 1206 –
16 MOSCATT Valentina ITA 826 –
17 CARRILLO Edna MEX 802 –
18 BRIGIDA Nathalia BRA 799 –
19 RISHONY Shira ISR 798 –
20 MESTRE ALVAREZ Dayaris CUB 745 –
21 RUMYANTSEVA Kristina RUS 719 –
22 GALBADRAKH Otgontsetseg KAZ 680 –
23 KONDRATYEVA Nataliya RUS 678 –
24 RAYNER Chloe AUS 666 –
25 KIM Sol mi PRK 658 –
26 YAMAGISHI Emi JPN 632 –
27 BUCHARD Amandine FRA 622 –
28 PAYET Laetitia FRA 620 –
29 LABORDE Maria celia CUB 604 –
30 XIE Shishi CHN 544 ▲ 1

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top