Seguici su

Ciclismo

Giro d’Italia 2022, la guida completa: percorso, favoriti, altimetria, programma, tv, orari delle 21 tappe

Pubblicato

il

Il Giro d’Italia 2022 si correrà da venerdì 6 maggio a domenica 29 maggio: tre settimane di passione, 21 tappe da disputare, quasi 3500 chilometri di sudore e di fatica per i ciclisti che si cimenteranno sulle strade del Bel Paese. La Corsa Rosa, giunta alla sua 106ma edizione, si preannuncia più spettacolare che mai, caratterizzata da un percorso particolarmente impegnativo con grandi salite, due cronometro e da diverse frazioni a disposizione dei velocisti.

‘La Fagianata’ di Riccardo Magrini: “Yates favorito, Nibali ci proverà per la classifica, Fortunato da 6° posto”

OA Sport vi propone una guida completa sul Giro d’Italia 2022 per sapere davvero tutto sulla Corsa Rosa: le tappe, il percorso, i favoriti, le analisi sulle stelle, come seguire le gare, il calendario, tutte le analisi sulle varie frazioni e tanto altro ancora.

GUIDA COMPLETA GIRO D’ITALIA 2022

IL CALENDARIO DEL GIRO D’ITALIA 2022

PRIMA TAPPA (venerdì 6 maggio): Budapest-Visegrad, 195 km (**)

SECONDA TAPPA (sabato 7 maggio): Budapest, Budapest, 9,2 km di cronometro individuale (***)

TERZA TAPPA (domenica 8 maggio): Kaposvar-Balatonfuered, 201 km (*)

GIORNO DI RIPOSO 1 (lunedì 9 maggio)

QUARTA TAPPA (martedì 10 maggio): Avola-Etna, 166 km (****)

QUINTA TAPPA (mercoledì 11 maggio): Catania-Messina, 172 km (**)

SESTA TAPPA (giovedì 12 maggio): Palmi-Scalea, 192 km (**)

SETTIMA TAPPA (venerdì 13 maggio): Diamante-Potenza, 198 km (****)

OTTAVA TAPPA (sabato 14 maggio): Napoli-Napoli, 149 km (**)

NONA TAPPA (domenica 15 maggio): Isernia-Blockhaus, 187 km (*****)

GIORNO DI RIPOSO 2 (lunedì 16 maggio)

DECIMA TAPPA (martedì 17 maggio): Pescara-Jesi, 194 km (***)

UNDICESIMA TAPPA (mercoledì 18 maggio): Sant’Arcangelo di Romagna-Reggio Emilia, 201 km (*)

DODICESIMA TAPPA (giovedì 19 maggio): Parma-Genova, 186 km (****)

TREDICESIMA TAPPA (venerdì 20 maggio): Sanremo-Cuneo, 157 km (**)

QUATTORDICESIMA TAPPA (sabato 21 maggio): Santena-Torino, 153 km (****)

QUINDICESIMA TAPPA (domenica 22 maggio): Rivarolo Canavese-Cogne, 177 km (****)

GIORNO DI RIPOSO 3 (lunedì 23 maggio)

SEDICESIMA TAPPA (martedì 24 maggio): Salò-Aprica, 200 km (*****)

DICIASSETTESIMA TAPPA (mercoledì 25 maggio): Ponte di Legno-Lavarone (****)

DICIOTTESIMA TAPPA (giovedì 26 maggio): Borgo Valsugana-Treviso, 146 km (*)

DICIANNOVESIMA TAPPA (venerdì 27 maggio): Marano Lagunare-Castelmonte, 178 km (****)

VENTESIMA TAPPA (sabato 28 maggio): Belluno-Marmolada/Passo Fedaia, 167 km (*****)

VENTUNESIMA TAPPA (domenica 29 maggio): Verona-Verona, 17,1 km di cronometro individuale (***)

 

LA STARTING LIST, TUTTE LE SQUADRE E I CICLISTI DEL GIRO D’ITALIA

Richard Carapaz e Simon Yates sono i due grandi favoriti della vigilia per la conquista della maglia rosa. Attenzione al fuoriclasse Mathieu van der Poel. L’Italia ha poche chance, spiccano Vincenzo Nibali, Lorenzo Fortunato e Giulio Ciccone.

Giro d’Italia 2022: chi parteciperà? Carapaz e Yates i favoriti, Van der Poel e Valverde a caccia di tappe

Saranno 184 i corridori al via del Giro d’Italia, ben 45 saranno italiani. Le 23 squadre al via avranno dunque a disposizione 8 uomini ciascuna. Di seguito la startlist completa.

Giro d’Italia 2022: la startlist e l’elenco dei partecipanti. Presenti Nibali, Simon Yates, Carapaz e Joao Almeida. Van der Poel al debutto

 

IL PERCORSO DEL GIRO D’ITALIA: TUTTI I DETTAGLI SULLE 21 TAPPE

Il percorso del Giro d’Italia 2022 prevede 21 tappe. I ciclisti saranno chiamati a percorrere 3410,3 chilometri e quasi 51.000 metri di dislivello nel corso di tre settimane, dal 6 al 29 maggio. Il computo prevede nel dettaglio: 7 frazioni per velocisti, 6 di media montagna, 6 di alta montagna e 2 cronometro individuali (soltanto 26,3 chilometri complessivi contro il tempo, mai così pochi dal 1962).

Giro d’Italia 2022: percorso, altimetria delle 21 tappe, stellette di difficoltà

La Grande Partenza sarà in Ungheria, dove andranno in scena le prime tre giornate di gara. La prima tappa partirà da Budapest e giungerà a Visegrad dopo 195 km: tracciato sostanzialmente pianeggiante (ma leggermente vallonato) con gli sprint intermedi di Szekesferhervar e Eszteorgom, ma attenzione perché l’arrivo è posto in salita, al termine di un’ascesa di 5 km al 5% di pendenza media dove verrà assegnata la prima maglia rosa.

Giro d’Italia 2022: le Regioni, le Province e ed i Comuni attraversati

La classifica generale subirà un grosso scossone in occasione della seconda tappa: una cronometro individuale di 9,2 km a Budapest. Gli uomini che puntano al Trofeo Senza Fine si daranno battaglia contro il tempo nella capitale (partenza a Buda e arrivo a Pest). Da tenere in seria considerazione gli ultimi 1300 metri, perché saranno in salita e nella parte iniziale avremo pendenze che toccheranno il 14%.

Giro d’Italia 2022: gli orari di partenza e arrivo delle 21 tappe

La terza tappa sarà invece dedicata ai velocisti: 201 km completamente pianeggianti da Kaposvar a Balatonfuered, lungo il sempre affascinante Lago Balaton e con i traguardi volanti fissati a Nagykanizsa e Badacsony. La carovana lascerà l’Ungheria lunedì 9 maggio per tornare in Italia. Si ripartirà dalla Sicilia, dove si disputeranno due tappe e dove assisteremo a uno spartiacque importante per la classifica generale.

Giro d’Italia 2022: il percorso e quante tappe saranno per scalatori, velocisti, cronomen e cacciatori

L’arrivo sull’Etna, nei pressi del rifugio Sapienza, è ormai diventato un classico ma la salita è parzialmente inedita nella sua composizione: si approccia a Ragalna (come nel 2018), poi ci si sposta sul versante classico di Nicolosi (come nel 2011) per gli ultimi 14 chilometri. Si tratta complessivamente di 25,4 km di ascesa al 5,6% di pendenza media, con gli ultimi 14 al 6,2% e punte in doppia cifra soltanto nel tratto iniziale. A seguire una tappa per velocisti, ovvero la Catania-Messina: 172 km che propongono nel mezzo la salita di Portella Mandrazzi, ma si preannuncia una arrivo con gruppo a ranghi compatti.

Giro d’Italia 2022, tutte le salite: Mortirolo, Marmolada, Blockhaus e tanto altro. Che abbuffata di montagne!

Il giorno successivo si inizierà a risalire lo Stivale attraverso la Calabria: 192 km da Palmi a Scalea, lungo la costa tirrenica (giusto qualche ondulazione nella parte iniziale nei pressi di Vibo Valentia, previsto l’arrivo in volata). La settima tappa si preannuncia decisamente impegnativa: venerdì 13 maggio andrà infatti in scena la Diamante-Potenza (tra Calabria e Basilicata). Si parla di ben 4490 metri di dislivello: Passo Colla, Monte Sirino (prima categoria, torna dopo 23 anni), Monte Scuro e La Sellata prima dell’arrivo.

Giro d’Italia 2022, presenti solo due cronometro (brevi). Sarà una corsa per scalatori?

Il secondo weekend del Giro d’Italia 2022 presenta due momenti iconici. Sabato la tappa con partenza e arrivo a Napoli: circuito impegnativo di 19 km tra Bacoli e Monte Procida da percorrere cinque volte. Domenica, invece, il micidiale arrivo in salita al Blockhaus: prima il Passo Larciano (prima categoria) e poi il traguardo in quota come nel 2017 (13,6 km all’8,4% di pendenza media).

Dopo il secondo giorno di riposo si ripartirà con la Pescara-Jesi, che propone nel finale i classici muri marchigiani (Sant’Ignazio di Montelupone, Recanati, Filottrano, Santa Maria Nova e Monsano). I velocisti aspettano mercoledì 18 maggio per la Santarcangelo di Romagna-Reggio Emilia: un tavoliere di 201 km senza nemmeno una difficoltà altimetria, volatone scontato.

Siamo dunque giunti in Emilia-Romagna e ci si dirige verso la Liguria. La Parma-Genova appare disegnata per le fughe: primi 97 km in costante ascesa per giungere al Passo del Bocco, poi lunga discesa verso Chiavari, per poi affrontare la salita di Ruta e quella decisamente impegnativa di Monte Becco collegata a Monte Fasce, 15 km prima del traguardo nel capoluogo ligure. A seguire la semplice Sanremo-Cuneo, che propone in maniera inversa il percorso della Milano-Sanremo 2020: si tocca Imperia, si sale al Colle di Nava e si vira verso il Piemonte (lunga 157 km).

Il terzo weekend è in montagna, ma potrebbe essere meno selettivo del previsto. I 153 km da Santena a Torino non offriranno respiro: 3470 metri di dislivello complessivo, da percorrere per due volte e mezza un circuito che propone il Colle della Maddalena, il Bric del Duca (Superga) e lo strappo di Santa Brigida. Nella Rivarolo Canavese-Cogne si farà sul serio sulle Alpi Occidentali: il Pila fino a Le Fleurs (riproposto dopo una trentina di anni), il Verrogne (prima categoria, già visto nel 2019) e l’arrivo in salita a Cogne (seconda categoria) per complessivi 4030 metri di dislivello, 46 km degli ultimi 80 saranno in salita (ascese lunghe, ma senza eccessive pendenze).

I POSSIBILI SCENARI TATTICI TRA SALITE E CRONOMETRO

LE TAPPE CHIAVE CHE DECIDERANNO IL GIRO D’ITALIA

IL REGOLAMENTO COMPLETO DEL GIRO D’ITALIA: ABBUONI, BONUS, PENALITA’…

Dopo l’ultimo giorno di riposo, la terza settimana si apre con un tappone assolutamente imperdibile e che potrebbe risultare decisivo. Bisognerà affrontare la Salò-Aprica, la ribattezzata Sforzato Wine Stage che propone 5440 metri di dislivello in 200 km e con salite semplicemente mitiche. Si ripercorre il Goletto di Cadino a 24 anni di distanza dall’ultima volta (Marco Pantani nel giorno della sua cavalcata verso Montecampione), poi il leggendario Mortirolo dal versante di Monno (12,6 km al 7,6% di pendenza media ma con gli ultimi 2,5 km al 9,6%), discesa per passare a Teglio e il successivo Valico di Santa Cristina (prima categoria non si passa dal 1999, sono 13,5 km all’8% di pendenza media), dalla cui cima mancheranno 6 km al traguardo.

Le fatiche si faranno sentire nelle gambe e non sarà semplice affrontare la frazione successiva. La Ponte di Legno-Lavarone propone il Passo del Tonale subito in apertura, ma poi ci saranno 70 km in discesa. Si attraverserà l’Adige, si passa Pergine Valsugana e poi l’inedito Passo del Vetriolo prima della salita del Menador con i suoi tornanti stretti e le gallerie tipiche delle strade intagliate nella roccia per ragioni belliche, dalla cui cima mancheranno 8 km all’arrivo.

Giovedì 26 maggio l’ultima occasione per i velocisti. L’ultima volata di gruppo sarà a Treviso: vero che si dovrà scalare il Muro di Ca’ del Poggio, ma è a 48 km dal traguardo e non dovrebbe riservare sorprese (partenza da Borgo Valsugana, lunghezza di 146 km). Da non sottovalutare la Marano Lagunare-Santuario di Castelmone: da scalare il Passo di Tanamea prima dello sconfinamento in Slovenia dove si dovrà affronterà l’inedito Monte Kolovrat (10 km al 10% di pendenza media), poi rientro in Italia e arrivo in salita a Castelmonte (7,1 km al 7,8% di pendenza media).

L’ultima tappa di montagna sarà la Belluno-Marmolada: Passo San Pellegrino, Passo Pordoi (Cima Coppi con i suoi 2239 metri s.l.m., 11,8 km al 6,8%) e l’arrivo in quota al Passo Fedaia (2057 metri s.l.m, 14 km al 7,6% ma con gli ultimi 6 all’11%). A chiudere il Giro d’Italia sarà una cronometro di 17,1 chilometri a Verona, con la salita delle Torricelle e l’arrivo a Verona. Di seguito il percorso completo, tutte le date, il calendario, le tappe, le stellette di difficoltà del Giro d’Italia 2022.

 

FAVORITI, SCALATORI, VELOCISTI, CRONOMEN, OUTSIDER

IL BORSINO DEI FAVORITI: ULTIMI AGGIORNAMENTI E GRIGLIA DI PARTENZA

TUTTI I GRANDI FAVORITI DEL GIRO D’ITALIA: CARAPAZ, YATES, LOPEZ…

GLI SCALATORI AL VIA DELLA CORSA ROSA: JAI HINDLEY, EGAN BERNAL E SIMON YATES IN TESTA

TUTTI I VELOCISTI: CAVENDISH AL VIA DOPO NOVE ANNI

I CRONOMEN PRESENTI AL GIRO D’ITALIA: OCCASIONE PER EDOARDO AFFINI

I CACCIATORI DI TAPPE: MATHIEU VAN DER POEL ILLUMINA LA SCENA

GLI OUTSIDER: TOM DUMOULIN CI RIPROVA

SORPRESE E POSSIBILI RIVELAZIONI

 

FOCUS SUGLI ITALIANI: TUTTI I PARTENTI E LE AMBIZIONI

L’Italia si presenterà al via con 45 corridori, ma senza particolari velleità. Vincenzo Nibali, Lorenzo Fortunato, Giulio Ciccone, Domenico Pozzovivo sembrano poter lottare per le posizioni di rincalzo della classifica (difficile anche una top-10). Si cercherà di puntare sulla conquista di qualche tappa.

Giro d’Italia 2022: perché non ci sarà Damiano Caruso. Sarebbe stato un uomo da podio per l’Italia

Sarà un Giro d’Italia di rimessa per i nostri portacolori, salvo imprevedibili exploit. Potrebbe provarci Giacomo Nizzolo in qualche volata, magari Alessandro De Marchi e Diego Ulissi con degli attacchi. Da seguire alcuni giovani, Alessandro Covi in testa.

Giro d’Italia 2022: cosa aspettarsi dagli italiani. Chance di classifica risicate, realistico pensare a qualche tappa

ANALISI, PERCORSO E ALTIMETRIA DI TUTTE LE TAPPE

PRIMA TAPPA (venerdì 6 maggio): Budapest-Visegrad, 195 km (**)

SECONDA TAPPA (sabato 7 maggio): Budapest, Budapest, 9,2 km di cronometro individuale (***)

TERZA TAPPA (domenica 8 maggio): Kaposvar-Balatonfuered, 201 km (*)

GIORNO DI RIPOSO 1 (lunedì 9 maggio)

QUARTA TAPPA (martedì 10 maggio): Avola-Etna, 166 km (****)

QUINTA TAPPA (mercoledì 11 maggio): Catania-Messina, 172 km (**)

SESTA TAPPA (giovedì 12 maggio): Palmi-Scalea, 192 km (**)

SETTIMA TAPPA (venerdì 13 maggio): Diamante-Potenza, 198 km (****)

OTTAVA TAPPA (sabato 14 maggio): Napoli-Napoli, 149 km (**)

NONA TAPPA (domenica 15 maggio): Isernia-Blockhaus, 187 km (*****)

GIORNO DI RIPOSO 2 (lunedì 16 maggio)

DECIMA TAPPA (martedì 17 maggio): Pescara-Jesi, 194 km (***)

UNDICESIMA TAPPA (mercoledì 18 maggio): Sant’Arcangelo di Romagna-Reggio Emilia, 201 km (*)

DODICESIMA TAPPA (giovedì 19 maggio): Parma-Genova, 186 km (****)

TREDICESIMA TAPPA (venerdì 20 maggio): Sanremo-Cuneo, 157 km (**)

QUATTORDICESIMA TAPPA (sabato 21 maggio): Santena-Torino, 153 km (****)

QUINDICESIMA TAPPA (domenica 22 maggio): Rivarolo Canavese-Cogne, 177 km (****)

GIORNO DI RIPOSO 3 (lunedì 23 maggio)

SEDICESIMA TAPPA (martedì 24 maggio): Salò-Aprica, 200 km (*****)

DICIASSETTESIMA TAPPA (mercoledì 25 maggio): Ponte di Legno-Lavarone (****)

DICIOTTESIMA TAPPA (giovedì 26 maggio): Borgo Valsugana-Treviso, 146 km (*)

DICIANNOVESIMA TAPPA (venerdì 27 maggio): Marano Lagunare-Castelmonte, 178 km (****)

VENTESIMA TAPPA (sabato 28 maggio): Belluno-Marmolada/Passo Fedaia, 167 km (*****)

VENTUNESIMA TAPPA (domenica 29 maggio): Verona-Verona, 17,1 km di cronometro individuale (***)

MONTEPREMI E STIPENDI: QUANTI SOLDI GUADAGNANO I CICLISTI

Il montepremi per il Giro d’Italia 2020 sarà di 1,5 milioni di euro. Il vincitore della Corsa Rosa guadagnerà 265.000 euro, sono previsti premi per i primi 20 della classifica generale oltre a lauti riconoscimenti per le singole tappe: vincere una frazione assicura 11.010 euro.

Giro d’Italia 2022: il montepremi. Quanto si guadagna per maglia rosa, vittorie di tappa, podi e tanto altro

Richard Carapaz sarà il ciclista più pagato al Giro d’Italia 2022. L’ecuadoriano percepisce infatti 2,2 milioni di euro a stagione dalla Ineos-Grenadiers. Subito alle spalle di Richard Carapaz troviamo Vincenzo Nibali. Lo Squalo guadagna 2,1 milioni di euro all’anno dalla Astana Qazaqstan.

Quanto guadagnano i corridori al Giro d’Italia 2022? La classifica degli stipendi: Carapaz precede Nibali

COME VEDERE IL GIRO D’ITALIA IN TV: PALINSESTO E PROGRAMMA

Dalla partenza fino alle ore 14.00 il Giro d’Italia sarà trasmesso su RaiSport e a commentare le azioni dei ciclisti saranno Francesco Pancani (prima voce), Alessandro Petacchi e Giada Borgato (commento tecnico), Fabio Genovesi (quarta voce storico-culturale-geografica).

Giro d’Italia 2022 in tv: su che canale vederlo, programmi, le rubriche giornaliere su RAI ed Eurosport

Dalle ore 14.00, invece, la Corsa Rosa si trasferirà su Rai Due. Su Eurosport, invece, confermatissima la coppia formata da Luca Gregorio (prima voce) e Riccardo Magrini (commento tecnico). DIRETTA LIVE scritta su OA Sport: diretta integrale delle tappe dal chilometro 0. Completamente stravolto il Processo alla Tappa con la conduzione di Alessandro Fabretti affiancato da Stefano Garzelli, presenti sei cicliste di primissimo piano (Elisa Balsamo, Elisa Longo Borghini, Letizia Paternoster, Tatiana Guderzo, Marta Bastianelli, Marta Cavalli) e Sonny Colbrelli.

Giro d’Italia 2022, Processo alla Tappa rivoluzionato: cambia il conduttore, Balsamo e 6 cicliste sul palco, c’è Colbrelli

CURIOSITÀ SUL GIRO D’ITALIA 2022

LA CLASSIFICA DELLE NAZIONI CON PIU’ PARTECIPANTI

LE MAGLIE E I COLORI DELLE CLASSIFICHE

LE PREVISIONI METEO PER IL MESE DI MAGGIO

L’ALBO D’ORO DEL GIRO D’ITALIA

LA DIRETTA LIVE DELLA PRIMA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA DALLE 12.40

Foto: Lapresse