Seguici su

Ciclismo

Ciclocross: la Coppa del Mondo 2022 si chiude a Hoogerheide con il GP Adrie Van Der Poel

Pubblicato

il

Lo spettacolo della Coppa del Mondo di Ciclocross arriva al suo capitolo conclusivo domenica 23 gennaio con l’ultima tappa a Hoogerheide, nei Paesi Bassi. Il tradizionale percorso del Brabante Settentrionale ospiterà il GP Adrie Van der Poel, teatro degli ultimi appuntamenti per Uomini e Donne Elite, mentre la Coppa del Mondo per le categorie Junior e Under 23 si è conclusa la scorsa settimana con le gare francesi di Flamanville.

La corsa di Hoogerheide è una delle più prestigiose del panorama internazionale, ma con le classifiche generali di Coppa che hanno sostanzialmente già espresso tutti i verdetti stagionali, è inevitabile che entrambe le gare verranno corse con un occhio già puntato verso l’appuntamento più importante dell’anno, i Mondiali di disciplina della settimana prossima a Fayetteville.

Il programma inizierà alle 13:40 con la gara femminile, la cui entrylist per ora presenta tutti i nomi più importanti del lotto. Occhi puntati quindi soprattutto su Lucinda Brand, già vincitrice della classifica generale, nonché campionessa del mondo e d’Europa in carica. La neerlandese ha trionfato qui nelle ultime due occasioni, nel 2019 e nel 2020, mentre lo scorso anno la tappa è stata cancellata a causa di problematiche legate alla pandemia. La grande sfidante, tanto in questa gara quanto nella corsa iridata sarà la connazionale Marianne Vos. La regina delle due ruote ha vinto qui quattro volte, l’ultima nel 2017, ed è chiaramente alla ricerca della migliore forma per provare a centrare l’ottavo sigillo mondiale.

Il resto del plotone orange proverà a dare battaglia, guidato da Denise Betsema, seconda nella generale, seguita dalle giovani Fem Van Empel, già due volte a bersaglio quest’anno, Puck Pieterse e Shirin Van Anrooij. Chi sta provando a risalire di colpi è l’ungherese Kata Blanka Vas, autrice di uno straordinario inizio di stagione, seguito da una lunga pausa. La ventenne magiara è stata l’unica a tenere il passo delle fortissime neerlandesi, centrando anche un successo nella gara di Overijse. Tra le azzurre Silvia Persico proverà a dare continuità allo splendido quinto posto di Flamanville nella sua prima uscita con la maglia tricolore. Assente Alice Maria Arzuffi, ai soliti nomi di Eva Lechner, Gaia Realini e Lucia Bramati si aggiungeranno le giovanissime Valentina Corvi e Federica Venturelli, splendide protagoniste della stagione in classe Junior, al loro esordio al massimo livello tra le Elite. 

Alle 15:05 sarà invece la volta della gara maschile. Anche in questo caso la entrylist vede la presenza dei migliori interpreti della disciplina, data la nota assenza di Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel. Saranno in tanti a darsi battaglia in terra olandese, per cercare una vittoria importante e per testare la condizione per un’ultima volta prima di partire per gli Stati Uniti per la rassegna iridata. La lista dei favoriti non può che partire da Eli Iserbyt, già vincitore della Coppa del Mondo con un distacco enorme sui rivali. Il belga, tornato alla vittoria a Flamanville, non ha fatto segreto delle sue ambizioni mondiali e la condizione stellare di inizio stagione sembra essere tornata nelle ultime settimane. Il principale sfidante sarà il britannico Tom Pidcock, già due volte vincitore in Coppa quest’anno in sole cinque apparizioni. L’oro olimpico nella MTB di Tokyo potrebbe chiudere un anno solare straordinario diventando il primo atleta proveniente dal Regno Unito ad indossare la maglia iridata nel Ciclocross.

Ciclocross, Mondiali 2022 senza Van Aert e Van der Poel. Pronostico più incerto che mai, ma zero sogni per l’Italia

Non mancano le ambizioni di certo a Michael Vanthourenhout e Toon Aerts. I due belgi sono ancora in lotta per la seconda piazza nella generale (Vanthourenhout è davanti di soli 8 punti) ed entrambi hanno già vinto in stagione e non sembrano certo intenzionati a fermarsi. Il primo ha definito il mondiale privo dei due giganti come “l’occasione della vita”, mentre il secondo sa bene cosa significa non avere Van der Poel e Van Aert da battere, essendo arrivato due volte sul terzo gradino del podio mondiale dietro a loro. Da tenere d’occhio anche il belga Quinten Hermans, sempre tra i primi sei in stagione e il neerlandese Lars Van der Haar, campione d’Europa in carica e unico tra i presenti ad aver già vinto su questo percorso, nel 2017. Gli azzurri in entrylist sono ben 7, guidati dal campione italiano Elite Jakob Dorigoni, alla prima uscita con la maglia tricolore. Con lui ci saranno Gioele Bertolini, il campione italiano U23 Davide Toneatti, Lorenzo Samparisi, Nicolas Samparisi, Lorenzo Masciarelli e Samuele Leone. 

Di seguito la planimetria del tracciato di Hoogerheide, nei Paesi Bassi, teatro dell’ultima tappa di Coppa del Mondo di Ciclocross 2021/22: 

Foto LiveMedia/DPPI/Fabien Boukla

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online