LIVE Atletica, Diamond League Zurigo in DIRETTA: Gianmarco Tamberi trionfa! “Voglio vincere tutto, i Mondiali 2022 mi aspettano”

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

GIANMARCO TAMBERI: “ERO SPAVENTATO, IL PUBBLICO MI HA AIUTATO. VOGLIO VINCERE TUTTO, ANCHE I MONDIALI”

QUANTI SOLDI HA GUADAGNATO GIANMARCO TAMBERI CON LA VITTORIA DELLA DIAMOND LEAGUE

VIDEO: LA VITTORIA DI GIANMARCO TAMBERI

22.20 La nostra diretta live termina qui, grazie per averci seguito fino a questo punto, buon proseguimento di serata con la cronaca dell’ultima giornata delle finali della Wanda Diamond League 2021, la “Champions League dell’atletica” che ha incoronato Gianmarco Tamberi nel salto in alto dopo l’oro olimpico di Tokyo.

22.18 Niente da fare per il campione svedese che deve rimandare di nuovo l’appuntamento con il record del mondo. Il classe 1999 si porta comunque a casa il diamante e l’assegno da 30.000 dollari (25.300 euro).

22.12 Duplantis abortisce il secondo tentativo, il terzo chiuderà questa Wanda Diamond League 2021.

22.10 Secondo tentativo per Armand Duplantis a 6.19 (record del mondo). Il secondo posto è andato allo statunitense Sam Kendricks (5.93), terzo il russo Timur Morgunov.

22.08 E’ stata un’estate memorabile per l’Italia dell’atletica, dopo i cinque impronosticabili ori a Tokyo è arrivato anche il primo successo azzurro di sempre in una finale della Diamond League, ora Gianmarco Tamberi va a prendersi tutti gli applausi del Letzigrund Stadion di Zurigo.

22.06 Primo errore per lo svedese a 6.19.

22.05 Nel frattempo Armand Duplantis ha ottenuto la vittoria nella finale dell’asta e ora proverà a battere il record del mondo (6.18) che già gli appartiene.

22.03 GIMBOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!! L’azzurro vola sopra i 2.34 al secondo tentativo, il classe 1992 è nella storia dello sport italiano, oro alle Olimpiadi e primo atleta del Bel paese a vincere la Diamond League!

22.01 Terzo posto per il russo Ilya Ivanyuk che si ferma a 2.32, ora l’azzurro proseguirà con 2.34.

21.59 GIANMARCO TAMBERI VINCE IL DIAMANTEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE! Andriy Protsenko sbaglia a 2.34 dopo due errori a 2.32.

21.57 Vince Kenneth Bednarek che in 19″70 precede l’oro olimpico Andre De Grasse (19″72), terzo Fred Kerley in 19″83.

21.55 Ora l’ultima finale su pista della giornata, i 200 maschili: Reais (Svizzera), Norwood, Lyles, Kerley, Bednarek (Usa), Makwala (Botswana), Brown, De Grasse (Canada).

21.52 GIANMARCO TAMBERI SUPERA I 2.32 AL SECONDO TENTATIVO! Secondo errore invece per Protsenko, che decide di passare a 2.34, e Ivanyuk. Eliminato invece Nedasekau con due errori a 2.32 dopo uno a 2.30.

21.49 Christine Mboma (Namibia) trionfa nei 200 in 21″78 (record mondiale Under 20 per la classe 2003), seconda la giamaicana Shericka Jackson in 21″81. Terza la britannica Dina Asher-Smith (dopo il secondo posto nei 100 di stasera) in 22″19.

21.48 Nell’asta Armand Duplantis supera al secondo tentativo 5.98 dopo il suo primo errore di serata su questa misura.

21.47 Inizia la penultima finale su pista della serata, i 200 femminili ai quali seguiranno quelli maschili.

21.46 Sbagliano tutti i quattro altisti rimasti in gara a 2.32 con Tamberi che incappa nel primo nullo di serata conservando la leadership.

21.43 Doppietta tedesca nel giavellotto con la vittoria di Johannes Vetter (89.11 al secondo lancio) davanti a Julian Weber (87.03 al quarto). Terzo il ceco Jakub Vadlejch con un 85.22 trovato in apertura.

21.42 Vince Karsten Warholm che si conferma dopo l’oro di Tokyo con record del mondo andandosi a prendere il diamante in 47″35. Secondo Alison dos Santos in 47″81, terzo Kyron McMaster in 48″24.

21.40 Rosso per il turco Yasmani Copello.

21.39 Nuova falsa nei 400 ostacoli.

21.38 Nell’alto eliminato il canadese Lovett dopo il terzo errore a 2.30, Protsenko e Ivanyuk superano la misura al terzo tentativo mentre Nedasekau passa a 2.32.

21.37 Partenza falsa, giallo al brasiliano Alison dos Santos.

21.34 Parte la finale dei 400 ostacoli maschili: McAlister (Gran Bretagna), Angela (Paesi Bassi), Magi (Estonia), Copello (Turchia), McMaster (Isole Vergini Britanniche), dos Santos (Brasile), Warholm (Norvegia), Presi (Germania).

21.32 La tedesca Christin Hussong conquista il diamante (e l’assegno da 30.000 dollari) nel giavellotto femminile con un 65.26 all’ultimo tentativo, seconda Kelsey-Lee Barber (Australia) con un 62.68 al secondo, terza Nikola Ogrodnikova (Repubblica Ceca), 61.54 al terzo.

21.30 Sono rimasti in tre nella finale dell’asta a 5.93, Armand Duplantis (Svezia), senza errori, Sam Kendricks (Usa), un errore al primo tentativo a 5.93 e Timur Morgunov (Russia) con un errore a 5.73 e uno a 5.93.

21.28 Secondo errore a 2.30 per Protsenko (Ucraina), Ivanyuk (Russia) e Lovett (Canada) mentre Nedasekau ha deciso di passare a 2.32 dopo il primo nullo, Gianmarco Tamberi è dunque da solo al comando.

21.25 Vince l’olandese Femke Bol in 52″80 (record del meeting), seconda Shamier Little in 53″35, terza Anna Ryzhykova in 53″70.

21.24 Al via la finale dei 400 ostacoli femminili: Hailey, Little (Usa), Woodruff (Panama), Bol (Paesi Bassi), Ryzhykova, Tkachuk (Ucraina), Russell (Giamaica), Sprunger (Svizzera).

21.21 GIMBOOOOOOOO!!!!!!!! ll marchigiano supera al primo tentativo la misura che gli ha permesso di trionfare al meeting di Chorzow quattro giorni fa, ma che allora era riuscito a superare solo alla terza prova.

21.20 Sbaglia anche Maksim Nedasekau (Bielorussia), ora il primo tentativo per Gianmarco Tamberi.

21.18 Errori per Lovett (Canada), Ivanyuk (Russia) e Protsenko (Ucraina) al primo tentativo a 2.30 nell’alto.

21.15 Confermato il podio di Tokyo negli 800 maschili con la vittoria del kenyano Emmanuel Kipkurui Korir in 1’44″56 davanti al connazionale Ferguson Cheruiyot Rotich (1’44″96), Terzo lo statunitense Clayton Murphy in 1’45″21.

21.14 Arriva la prima eliminazione nell’alto maschile con il terzo errore del bahamense Thomas a 2.27, avanzano invece Lovett (Canada) e Ivanyuk (Russia) che superano la quarta misura di questa finale al terzo tentativo.

21.13 Parte la finale.

21.10 Tra tre minuti lo start degli 800 maschili: Harris, Murphy (Usa), Kinyamal, Rotich, Korir (Kenya), Giles (Gran Bretagna), Arop (Canada), Tuka (Bosnia), Sieradzki (lepre) (Polonia).

21.09 Maksim Nedasekau supera 2.27 al secondo tentativo.

21.08 Protsenko supera i 2.27 al secondo tentativo, secondo errore per Ivanyuk, Lovett e Thomas.

21.06 La britannica Keely Hodgkinson vince gli 800 in 1’57″98, seconda la statunitense Kate Grace in 1’58″34, terza Natoya Goule (Giamaica) in 1’58″34.

21.05 GIMBOOOOOOO!!!!!!!!!! Tamberi è l’unico nell’alto a superare 2.27 al primo tentativo!

21.03 Parte la finale.

21.02 Presentazione in corso degli 800 femminili: Bisset (Australia), Alemu (Etiopia), Reekie (Gran Bretagna), Lindh (Svezia), Goule (Giamaica), Nakaayi (Uganda), Hodgkinson (Gran Bretagna), Hoffmann (Svizzera), Yarigo (lepre) (Benin).

21.01 Nel salto con l’asta Armand Duplantis supera al primo tentativo 5.83 dopo aver passato la misura precedente.

21.00 In pista si proseguirà ora con 800 femminili (21.03) e maschili (21.13).

20.58 Donald Thomas (Bahamas) supera al terzo tentativo i 2.24 nella finale dell’alto.

20.55 Il kenyano Benjamin Kigen vince in 8’17″45 i 3000 siepi precedendo il campione olimpico Soufiane El Bakkali (Marocco, 8’17″70), terzo il kenyano Abraham Kiwibot in 8’18″16. L’azzurro Ahmed Abdelwahed chiude ottavo in 8’25″06.

20.53 Tamberi supera al primo tentativo anche i 2.24 come Lovett, Protsenko, Ivanyuk e Nedasekau, due errori per il bahamense Thomas.

20.52 Al secondo chilometro la lepre fa segnare un 5’38″08.

20.49 2’46″62 il passaggio di Kones ai 1000 metri.

20.46 Partoni i 3000 siepi: Tindouft (Marocco), Bor (Usa), Bett, Kibiwot, Kigen (Kenya), Abdelwahed (Italia), Wale, Takele (Etiopia), El Bakkali (Marocco), Kones (lepre) (Kenya).

20.45 Tamberi supera al primo tentativo i 2.20 come anche Ivanyuk (Russia) e Nedasekau (Bielorussia).

20.43 La prossima finale della pista sarà quella dei 3000 siepi (20.46) con l’azzurro Ahmed Abdelwahed.

20.42 nell’alto Lovett (Canada), Thomas (Bahamas) e Protsenko (Ucraina) superano al primo tentativo 2.20.

20.39 Vince Fred Kerley, lo statunitense si impone in 9’87”, secondo il canadese Andre De Grasse in 9’89”, terzo Ronnie Baker (Usa) in 9’91”.

20.37 Nonostante l’assenza di Jacobs ci sarà comunque un po’ di Italia in questa finale con Yupun Abeykoon Mudiyanselage, atleta sri-lankese classe 1994 che vive e si allena nel Bel Paese dal 2015.

20.36 In corso la presentazione dei 100 metri maschili.

20.35 Gianmarco Tamberi supera al primo tentativo la prima misura (2.16) insieme a Ivanyuk, Lovett, Nedasekau e Protsenko, errore solo per Thomas.

20.32 Alle 20.38 la finale dei 100 metri dove non ci sarà Marcell Jacobs, che ha deciso di chiudere la stagione dopo il doppio oro olimpico, questi gli sprinter al via: Mudiyanselage (Sri Lanka), Browning (Australia), Rodgers, Baker, Kerley, Bromell (Usa), De Grasse (Canada), Simbine (Sudafrica), Wicki (Svizzera).

20.30 Elaine Thompson-Herah si conferma dopo l’oro a Tokyo e vince in 10″65 (record del meeting). Seconda Dina Asher-Smith in 10″87. Terza la svizzera Ajla Del Ponte in 10’93”.

20.28 Ora la finale dei 100 metri femminili: Morrison (Giamaica), Oliver (Usa), Asher-Smith (Gran Bretagna), Thompson-Herah (Giamaica), Kambundji (Svizzera), Del Ponte (Svizzera), Ta Lou (Costa d’Avorio), Neita (Gran Bretagna).

20.25 Parte la finale del salto in alto maschile che sarà priva del qatariota Mutaz Essa Barshim, con cui Gianmarco Tamberi si era diviso l’oro olimpico a Tokyo con 2.37. Questi gli altisti finalisti: Thomas (Bahamas), Lovett (Canada), Protsenko (Ucraina), Ivanyuk (Russia), Nedasekau (Bielorussia), Tamberi (Italia).

20.23 Il kenyano Timothy Cheruiyot vince i 1500 in 3’31″37 superando nel testa a testa del rettilineo finale il norvegese Jakob Ingebrigtsen (3’31″45), terzo l’australiano Stewart McSweyn in 3’32″14.

20.21 Alle 20.25 inizierà invece la finale di salto in alto maschile dove il favorito sarà Gianmarco Tamberi.

20.18 Iniziano le finali di 1500 maschili, salto con l’asta maschile e lancio del giavellotto maschile e femminile.

20.16 YULIMAR ROJAS! La venezuelana stravince nel triplo femminile con un 15.48 all’ultimo salto, seconda Shanieka Ricketts (Giamaica) con un 14.64 sempre in chiusura, terza l’altra giamaicana Kimberly Williams con un 14.47 trovato nel corso del quinto turno in pedana.

20.14 Pedro Pichardo fa segnare un 17.70 all’ultimo salto portandosi a casa il diamante nel triplo, secondo Hugues Fabrice Zango (Burundi) con 17.20 al quinto tentativo, terzo Yasser Mohamed Triki (Algeria) che precede Tobia Bocchi (16.71 in chiusura) con un 17.03 al sesto e ultimo salto.

20.12 La kenyana Faith Kipyegon vince i 1500 in 3’58″33, seconda l’olandese Sifan Hassan in 3’58″55, terza la statunitense Josette Norris in 4’00″41.

20.11 Risponde l’algerino Mohamed Yasser Triki con un 17.03 che vale la terza posizione, Bocchi chiude dunque al quarto posto la sua finale.

20.09 TOBIA BOCCHI! L’azzurro classe 1997 trova un 16.71 all’ultimo salto nella finale del triplo migliorandosi rispetto al 16.53 fatto segnare in apertura e portandosi al terzo posto in classifica!

20.06 Parte la finale dei 1500 femminili.

20.04 Tobia Bocchi trova un 16.29 al quinto salto nel triplo non migliorandosi e restando al quinto posto.

20.01 Vince lo statunitense Devon Allen in 13″06 che precede al photo-finish il giamaicano Ronald Levy. Terzo l’altro giamaicano Hansle Parchment in 13″17 poi Daniel Roberts (Usa, 13″31) e quinto un ottimo Paolo Dal Molin in 13″43.

19.59 E’ stato Jason Joseph ad anticipare lo sparo, cartellino rosso e squalifica per lo svizzero.

19.58 Partenza falsa.

19.56 Parte la finale dei 110 ostacoli dove sarà in pista l’azzurro Paolo Dal Molin, questi i suoi avversari: Smet (Paesi Bassi), Roberts, Allen (Usa), Parchment, Levy (Giamaica), Joseph, Gaio (Svizzera).

19.55 Questa la situazione del triplo maschile dopo il quinto salto: 1. Pichardo (Portogallo) 17.26, 2. Zango (Burundi) 17.20, 3. Triki (Algeria) 16.67, 4. Pereira (Portogallo) 16.61, 5. Bocchi (Italia) 16.53, 6. Scott (Usa) 16.22.

19.52 E’ lo svedese Daniel Stahl a portarsi a casa il diamante nel disco maschile con un 66.49 al primo lancio. Secondo lo sloveno Kristjan Ceh con un 65.39 al quinto, terzo Fedrick Dacres (Giamaica), 65.33 al quinto turno in pedana.

19.50 Vince la nigeriana Tobi Amusan in 12″42 (nuovo record africano), seconda l’olandese Nadine Visser in 12″51 (nuovo record nazionale), terza la giamaicana Megan Tapper in 12″55 che precede la statunitense Payton Chadwick alla quale non basta il nuovo record nazionale (12″62).

19.49 Cartellino verde per tutte le finaliste.

19.48 Partenza falsa.

19.45 Parte la finale dei 100 ostacoli.

19.43 La statunitense Valarie Allman vince la gara del disco femminile bissando l’oro di Tokyo con un 69.20 al quinto lancio. Seconda Sandra Perkovic (Croazia) con 67.22 all’ultimo tentativo. Terza cubana Yaimè Perez con un 64.83 al quinto.

19.40 Alle 19.46 la finale dei 100 ostacoli femminili: Robinson, Cunningham, Chadwick (Usa), Amusan (Nigeria), Visser (Paesi Bassi), Visser (Paesi Bassi), Tapper (Giamaica), Sember (Gran Bretagna), Kozak (Ungheria), Kambundji (Svizzera).

19.38 Altro nullo per Tobia Bocchi nel quarto salto della finale del triplo.

19.35 Vince Norah Jeruto in 9’07″33, poi la connazionale Hyvin Kiyeng in 9’08″55 e la statunitense Courtney Frerichs in 9’08″74.

19.33 Ai 2000 conduce la kenyana Jeruto in 6’08″10.

19.30 Passaggio dei 1000 nei 3000 siepi dove la lepre, la kenyana Cherono, guida in 3’00″23.

19.28 SIDOROVA! La russa supera con margine 5.01 al terzo tentativo dopo essersi assicurata il diamante nell’alto femminile.

19.26 Parte la gara, intanto nel disco femminile Valarie Allman (Usa) si è migliorata con un 69.20 al quinto lancio.

19.24 Alle 19.26 la finale dei 3000 siepi femminili, queste le atlete allo start: Chepngetich, Chespol, Kirui, Jeruto, Kiyeng, Cherono (lepre) (Kenya), Yavi (Bahrain), Krause (Germania), Abebe (Etiopia), Frerichs (Usa), Chemutai (Uganda)

19.22 Nullo per l’azzurro Tobia Bocchi al terzo salto nella finale del triplo.

19.19 Si butta sul traguardo lo statunitense Michael Cherry che vince in 44″41, secondo Kirani James (Grenada) in 44″42, terzo Deon Lendore (Trinidad e Tobago) in 44″81. Davide Re chiude ottavo in 46″64.

19.17 Cartellino giallo per l’olandese Liemarvin Bonevacia.

19.16 Partenza falsa.

19.14 Partono i 400 maschili con Davide Re in prima corsia.

19.13 Nell’alto femminile dopo aver vinto Anzhelika Sodorova decide di proseguire superando al primo tentativo 4.96 (record stagionale).

19.12 Tobia Bocchi scende al quarto posto dopo il secondo salto nel triplo, guida il portoghese Pichardo (17.26), poi Zango (Burundi, 16.87) e Triki (Algeria, 16.64).

19.09 Alle 19.15 scatteranno i 400 piani maschili con l’azzurro Davide re, questi i suoi avversari: Petrucciani (Svizzera), Bonevacia (Paesi Bassi), Cherry (Usa), James (Grenada), Lendore (Trinidad e Tobago), Makwala (Botswana), Norwood (Usa).

19.07 Vittoria per la russa Anzhelika Sidorova nel salto con l’asta femminile, secondo errore per Katerina Stefanidi a 4.91 dopo uno a 4.84.

19.06 Vince la statunitense Quanera Hayes in 49″88, seconda Marileidy Paulino (Repubblica Dominicana) in 49″96, terza Sada Williams (Barbados) in 50″24.

19.04 Scatta la finale dei 400 metri piani femminili, favorita Marileidy Paulino (Repubblica Dominicana) su Stephanie Ann McPherson (Giamaica).

19.03 Nel triplo maschile non si migliora Tobia Bocchi che fa 16.03 al secondo salto dopo i 16.53 del primo.

19.01 Nell’alto la russa Sidorova supera al primo tentativo 4.84, la greca Stefanidi decide di passare la misura e di piazzare l’asticella direttamente a 4.91.

19.00 Nullo per Yulimar Rojas al secondo salto nel triplo femminile.

18.57 Nell’alto femminile errore per la greca Stefanidi al primo tentativo a 4.84.

18.54 Alle 19.04 scatterà la prima finale della pista, ovvero i 400 femminili, queste le atlete al via: Klaver (Paesi Bassi), Whitney (Usa), Kaczmarek (Polonia), McPherson (Giamaica), Paulino (Repubblica Dominicana), Williams (Barbados), Hayes (Usa), McLeod (Giamaica).

18.51 Tobia Bocchi è terzo nel salto triplo dopo il primo giro di salti con 16.53 dietro al portoghese Pedro Pichardo (17.26) e all’algerino Yasser Mohamed Triki (16.64).

18.49 Nell’alto femminile eliminata anche Holly Bradshaw che chiude quarta con il terzo errore a 4.77. Terza la slovena Tina Sutej. A giocarsi il diamante saranno dunque Anzhelika Sidorova (Russia) e Katerina Stefanidi (Grecia).

18.48 Tobia Bocchi apre con un 16.53 la sua gara nel triplo facendo meglio del portoghese Tiago Pereira (16.40).

18.47 Terzo errore ed eliminazione per Tina Sutej (Slovenia).

18.46 Nell’alto femminile secondo errore anche per Holly Bradshaw (Gran Bretagna) a 4.77.

18.44 Yulimar Rojas apre con uno sfavillante 15.27 nel triplo femminile (record del meeting) e si porta subito in testa.

18.43 Secondo errore per Tina Sutej a 4.77.

18.40 Nell’alto Sidorova (Russia) e Stefanidi (Grecia) superano 4.77 al primo tentativo, errori invece per Sutej (Slovenia) e Bradshaw (Gran Bretagna).

18.39 Nel disco maschile dopo il primo lancio guida lo svedese Daniel Stahl con 66.49.

18.36 Queste le atlete al via nel triplo femminile dove la favorita numero sarà la venezuelana Yulimar Rojas (oro a Tokyo con il nuovo record del mondo, 15.67): Lafond (Dominica), Minenko (Israele), Williams e Ricketts (Giamaica), Mamona (Portogallo), Rojas (Venezuela).

18.35 nell’alto femminile Bradshaw (Gran Bretagna) supera 4.67 al terzo tentativo.

18.33 Alle 18.40 scatteranno triplo maschile e femminile, questi gli uomini in gara tra i quali ci sarà anche l’azzurro Tobia Bocchi: Bocchi (Italia), Pereira (Portogallo), Scott (Usa), Triki (Algeria), Zango (Burundi), Pichardo (Portogallo).

18.31 Nell’alto femminile secondo nullo per Holly Bradshaw a 4.67.

18.30 Nel disco femminile dopo il primo turno di lanci in testa c’è la statunitense Valarie Allman con un 66.48.

18.29 Anche Sidorova (Russia) e Stefanidi (Grecia) superano la misura, errore invece per Bradshaw (Gran Bretagna).

18.26 Tina Sutej (Slovenia) prosegue invece nel suo percorso netto e supera al primo tentativo anche 4.67.

18.23 ELIMINATA KATIE NAGEOTTE! La statunitense commette il terzo errore a 4.57 ed è fuori dalla gara. Il salto con l’asta femminile perde dunque una delle sue papabili protagoniste, ossia l’oro olimpico di Tokyo (4.90).

18.22 Queste invece le donne al via: Tolj (Croazia), Caballero (Cuba), Ca (Portogallo), Perkovic (Croazia), Perez (Cuba), Allman (Usa).

18.20 Questi partecipanti al maschile: Dacres (Giamaica), Gudzius (Lituania), Ceh (Slovenia), Weisshaidinger (Austria), Pettersson e Stahl (Svezia).

18.17 Alle 18.20 prenderanno il via le gare di lancio del disco maschile e femminile.

18.14 Terzo errore a 4.57 ed eliminazione per Iryna Zhuk (Bielorussia) che chiude sesta.

18.11 ATTENZIONE! Secondo errore per Katie Nageotte a 4.57, la campionessa olimpica in carica rischia.

18.10 Katerina Stefanidi (Grecia) supera la seconda misura della finale al secondo tentativo.

18.09 Secondo errore per la bielorussa Zhuk a 4.57.

18.07 Entrano in gara anche Anzhelika Sodorova (Russia) e Katie Nageotte (Usa), rispettivamente argento e oro a Tokyo, la prima supera la misura mentre la statunitense apre con un nullo.

18.05 Errore anche per la greca Stefanidi mentre la britannica Bradshaw supera 4.57 al primo tentativo.

18.03 Altro errore per la bielorussa Zhuk alla seconda misura dopo il primo a 4.47 in apertura.

18.01 4.57 al primo tentativo per Sutej (Slovenia).

17.58 Iryna Zhuk supera la prima misura di questa finale al secondo tentativo.

17.56 Stefanidi (Grecia) e Bradshaw (Gran Bretagna) superano 4.47 al primo salto di giornata.

17.55 Subito un errore invece per la bielorussa Zhuk mentre Sidorova (Russia) e Nageotte (Usa) decidono di passare la misura.

17.53 4.47 al primo tentativo per la slovena Tina Sutej.

17.50 Inizia l’ultima giornata di gare della Wanda Diamond League 2021 a Zurigo con la finale del salto con l’asta femminile.

17.45 La prima gara del programma sarà il salto con l’asta femminile, queste le atlete partecipanti che si giocheranno il Diamond Trophy e l’assegno da 30.000 dollari (25.300 euro): Sutej (Slovenia), Zhuk (Bielorussia), Stefanidi (Grecia), Bradshaw (Gran Bretagna), Sidorova (Russia), Nageotte (Usa).

17.40 Saranno 5 gli azzurri in gara stasera in Svizzera, il più atteso è Gianmarco Tamberi, favorito numero 1 nel salto in alto dopo l’oro olimpico. Gareggeranno poi Davide Re nei 400 piani, Paolo Dal Molin nei 110 ostacoli, Ahmed Abdelwahed nei 3000 siepi e Tobia Bocchi nel salto triplo.

17.35 Al Letzigrund Stadion di Zurigo si assegneranno gli ultimi 25 titoli del maggiore circuito internazionale di atletica leggera, questo il programma:

17.50 Salto con l’asta (femminile)

18.20 Lancio del disco (femminile)

18.20 Lancio del disco (maschile)

18.40 Salto triplo (femminile)

18.40 Salto triplo (maschile)

19.04 400 metri (femminile)

19.15 400 metri (maschile)

19.26 3000 metri siepi (femminile)

19.46 100 metri ostacoli

19.58 110 metri ostacoli

20.06 1500 metri femminile

20.17 1500 metri maschile

20.21 Salto con l’asta (maschile)

20.22 Tiro del giavellotto (maschile)

20.22 Tiro del giavellotto (femminile)

20.25 Salto in alto (maschile)

20.29 100 metri femminile

20.38 100 metri maschile

20.46 3000 metri siepi (maschile)

21.03 800 metri (femminile)

21.13 800 metri (maschile)

21.25 400 metri ostacoli (femminile)

21.35 400 metri ostacoli (maschile)

21.44 200 metri (femminile)

21.52 200 metri (maschile)

17.30 Buonasera amiche e amici di OA Sport e benvenute/i alla DIRETTA LIVE testuale della seconda giornata delle finali della Wanda Diamond League 2021.

Finali Diamond League: il programma di giovedì 9 settembreFinali Diamond League: la cronaca di mercoledì 8 settembreAtletica, Tamberi: “Voglio il numero 1 del ranking”Atletica: la risposta di Filippo Tortu a Marcell Jacobs

Buongiorno amiche e amici di OA Sport, e benvenute/i alla DIRETTA LIVE testuale della seconda giornata delle finali della Wanda Diamond League 2021. Al Letzigrund Stadion di Zurigo si assegneranno i restanti 25 titoli sui 32 in palio dopo i 7 di ieri nella Sechseläutenplatz.

Atto conclusivo della Diamond League, sarà una giornata corposa per il massimo circuito itinerante di atletica leggera dopo l’antipasto di ieri. Saranno cinque gli italiani in gara in Svizzera con i riflettori puntati su Gianmarco Tamberi. Il marchigiano, oro olimpico a Tokyo, sarà il favorito numero 1 nel salto in alto, dove sarà assente il qatariota Mutaz Essa Barshim con il quale il classe 1992 si era diviso il gradino più alto del podio in Giappone. “Gimbo” proverà a portarsi a casa il diamante oltre a chiudere al primo posto nel ranking mondiale, obiettivo dichiarato dell’altista delle Fiamme Oro.

Gli altri azzurri protagonisti saranno Davide Re nei 400 metri piani, Paolo Dal Molin nei 110 ostacoli, Ahmed Abdelwahed nei 3000 siepi e Tobia Bocchi nel salto triplo. Nei 100 metri, seppur qualificato, non ci sarà Lamont Marcell Jacobs, che ha deciso di chiudere la stagione dopo Tokyo, sarà però ai blocchi di partenza Yupun Abeykoon Mudiyansalage, sprinter sri-lankese che vive e si allena in Italia dal 2015. Tra i big in gara a Zurigo saranno presenti lo svedese Armand Duplantis nel salto con l’asta e il norvegese Karsten Warholm, fresco di record del mondo nei 400 ostacoli alle Olimpiadi.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE testuale della seconda e ultima giornata delle finali della Wanda Diamond League 2021. Si assegneranno 25 titoli al Letzigrund Stadion di Zurigo con il programma che partirà dalle ore 17.50 con il salto con l’asta femminile, buon divertimento con la nostra cronaca in tempo reale.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Gianmarco Tamberi: “Non volevo fare figuracce, ero spaventato. Voglio vincere tutto, anche i Mondiali 2022”

Sport in tv oggi (venerdì 10 settembre): orari e programma completo. Come vedere gli eventi in streaming