LIVE Atletica, Olimpiadi Tokyo in DIRETTA: Zane Weir in finale nel getto del peso, Paolo Dal Molin passa in semifinale nei 110 ostacoli!

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

15.17 Si chiude dunque anche la quinta giornata di gare di atletica leggera alle Olimpiadi di Tokyo. Grazie per averci seguito fino a questo punto, buon proseguimento di giornata da parte di OA Sport.

15.16 Cade l’asticella ma per Armand Duplantis sono solo applausi, primo oro olimpico per il classe 1999 svedese detentore del record del mondo.

15.14 Terzo tentativo per il nativo di Lafayette…

15.12 Figlio dell’astista statunitense Greg Duplantis e cittadino statunitense, dal 2015 Armand Duplantis ha optato per la nazionalità sportiva svedese della madre conservando, però, la sua doppia nazionalità.

15.11 Stavolta non sale lo svedese che ora avrà un ultimo tentativo.

15.09 Secondo tentativo per Duplantis…

15.06 SFIORA IL RECORD DEL MONDO DUPLANTIS! Tocca l’asticella con il petto in caduta lo svedese.

15.03 Il classe 1999 aveva realizzato il record a Glasgow il 15 febbraio 2020.

15.00 NON SI FERMA DUPLANTIS! Lo svedese proverà a migliorare il record del mondo di 6.18 che già gli appartiene.

14.58 ORO SVEZIA! Terzo errore per Christopher Nilsen ai 5.97, trionfa dunque Armand Duplantis, favorito numero uno fin dalla vigilia. Bronzo al brasiliano Thiago Braz che si ferma a 5.87.

14.55 Armand Duplantis supera al primo tentativo 6.02 e mette una seria ipoteca sulla medaglia d’oro.

14.52 ORO GIAMAICA! Elaine Thompson-Herah firma il bis dopo la vittoria nei 100 e trionfa anche nei 200 in 21″53, nuovo record nazionale, argento Namibia con Christine Mboma in 21″81, bronzo Usa con Gabrielle Thomas, 21″87. Resta fuori dal podio l’altra giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce che chiude quarta in 21″94 venendo rimontata nel finale.

14.50 Errore per Nilsen ai 6.02 nella finale di salto con l’asta.

14.48 Tra poco la finale dei 200 metri femminili, le partecipanti: Masilingi (Namibia), Kambundji (Svizzera), Ta Lou (Costa D’Avorio), Mboma (Namibia), Fraser-Pryce (Giamaica), Thomas (Usa), Miller-Uibo (Bahamas), Thompson-Erah (Giamaica).

14.45 ARMAND DUPLANTIS RISPONDE! Anche lo svedese supera 5.97 al primo tentativo. Bronzo al brasiliano Thiago Braz, tre errori a 5.92.

14.44 CHRISTOPHER NILSEN! Lo statunitense supera al primo tentativo 5.97 e si porta in testa nella finale di salto con l’asta.

14.41 ORO POLONIA! Anita Wlodarczyk si conferma dopo Londra 2012 e Rio 2016 e trionfa nella gara del lancio del martello femminile con 78.48, argento Cina con Zheng Wang (77.03), bronzo Polonia con Malwina Kopron (75.49).

14.39 Alle 14.50 italiane (le 21.50 locali) partirà la finale dei 200 metri femmili.

14.36 Si chiude l’Olimpiade del francese Renaud Lavillenie che sbaglia 5.92 dopo aver passato 5.87. Restano dunque solo in 3, lo svedese Duplantis, il brasiliano Braz (due errori a 5.92) e lo statunitense Nilsen che ha superato al secondo tentativo 5.92.

14.35 Armand Duplantis supera al primo tentativo i 5.92 nella finale di salto con l’asta, per ora lo svedese è l’unico ad esserci riuscito.

14.34 Nullo per Leonardo Fabbri che viene eliminato nel gruppo B delle qualificazioni del getto del peso.

14.32 Nella finale di lancio del martello femminile per ora in testa Anita Wlodarczyk con 78.48, seconda la polacca Kopron con 75.49, terza la cinese Wang con 75.30.

14.29 Primo errore per il brasiliano Braz a 5.92 nella finale di salto con l’asta.

14.26 ORO STATI UNITI! Athing Mu domina la gara degli 800 femminili in 1’55″21, record nazionale, argento Gran Bretagna con Keely Hodgkinson, 1’55″88, bronzo Stati Uniti con Raevyn Rogers in 1’56″81.

14.25 ZANE WEIR! Al terzo lancio l’azzurro supera la norma dei 21.20 con un 21.25 (nuovo personale) e si qualifica direttamente per la finale.

14.23 Queste le partecipanti: Wang (Cina), Bell (Gran Bretagna), Rogers (Usa), Alemu (Etiopia), Reekie (Gran Bretagna), Goule (Giamaica), Hodgkinson (Gran Bretagna), Mu (Usa).

14.22 Tra poco al via la finale degli 800 metri femminili.

14.20 Passano in finale l’americano Crouser e il bosniaco Pezer che superano la norma di 21.20 rispettivamente con 22.05 e 21.33.

14.19 Leonardo Fabbri f

a 20.80 al secondo lancio e si porta al sesto posto nel gruppo B delle qualificazioni di getto del peso, dietro all’altro azzurro Zane Weir (20.84).

14.17 Sara Fantini chiude al dodicesimo posto nella finale del lancio del martello femminile non riuscendo ad andare oltre i 69.10.

14.15 Nella finale di salto con l’asta solo il brasiliano Braz e l’americano Nilsen hanno superato i 5.87 al primo tentativo.

14.14 Alle 14.25 italiane prenderà il via la finale degli 800 metri femminili. A seguire quella dei 200.

14.12 20.84 per Zane Weir al primo lancio nel gruppo B delle qualificazioni del getto del peso, l’azzurro ora è quarto. Dodicesimo Leonardo Fabbri con 19.42.

14.10 La polacca Wlodarczyk, favorita per l’oro nel lancio del martello, si migliora con un 77.44 ed è in testa dopo il terzo lancio. Eliminata invece Sara Fantin, undicesima.

14.08 Uno stratosferico Andre De Grasse vince in 19″73 la terza e ultima semifinale dei 200 metri, secondo Kenneth Bednarek in 19″83.

14.07 Errore per Renaud Lavillenie (che ha saltato i 5.80) al primo tentativo ai 5.87 nella finale di salto con l’asta.

14.04 Per il secondo posto della seconda semifinale dei 200 metri il liberiano Fahnbulleh beffa al fotofinish lo statunitense Lyles che con il 19″99 nutre comunque grandi possibilità di ripescaggio.

14.03 Anita Wlodarczyk si porta in testa nella finale del lancio del martello con un 76.01 al secondo lancio, 69.10 per Sara Fantini che ora si trova in coda.

14.01 Il canadese Brown trionfa nella seconda semifinale dei 200 metri in 19″99.

13.59 Al primo lancio Leonardo Fabbri fa 19.42 nel gruppo B delle qualificazioni del getto del peso.

13.56 Inizia la seconda semifinale dei 200 metri maschili.

13.54 La francese Tavernier si porta in testa alla finale di lancio del martello con 73.54.

13.51 Vince lo statunitense Knighton in 20″02, poi Dwyer (Giamaica) e Oduduru (Nigeria). Desalu chiude sesto in 20″43.

13.48 Tra due minuti l’avvio della prima semifinale dei 200 metri maschili con l’azzurro Eseosa Desalu.

13.47 Inizia il gruppo B delle qualificazioni del getto del peso dove saranno impegnati gli azzurri Leonardo Fabbri e Zane Weir.

13.46 Sarà Fantini inizia la propria finale con un 67.55.

13.44 Inizia con un nullo la gara della polacca Wlodarczyk, favorita numero 1 per l’oro.

13.43 La cinese Wang si porta provvisoriamente in testa con 73.21.

13.41 72.61 invece per la neozelandese Ratcliffe.

13.39 La statunitense Andersen fa 72.16 al primo lancio nella finale del lancio del martello.

13.37 Sta per iniziare anche il gruppo B delle qualificazioni di getto del peso maschile con gli azzurri Leonardo Fabbri e Zane Weir.

13.35 In pista si ripartirà invece alle 13.50 italiane (le 20.50 locali) con le semifinali dei 200 metri maschili.

13.34 Inizia nel frattempo la finale del lancio del martello femminile, dove sarà presente l’azzurra Sara Fantini.

13.32 In volata vince lo spagnolo Katir in 13’30″10, si qualificano poi Chelimo (Usa), Knight (Canada), Kiplimo e Cheptegei (Uganda).

13.31 L’ugandese Cheptegei comanda la batteria al passaggio dei 4000 in 10’59″7, spaccatura nel gruppo.

13.29 Ai 3000 della batteria dei 5000 passa in testa il tedesco Mohumed in 8’21″1, si alza il ritmo.

13.27 Armand Duplantis supera al primo tentativo i 5.80 nella finale di salto con l’asta.

13.25 Passaggio dei 2000 nella seconda batteria dei 5000, davanti il sudafricano Mashele in 5’36″1, gruppo ancora compatto.

13.23 Vari errori a 5.80 nella finale del salto con l’asta, sbagliano Nilsen (Usa), Braz (Brasile) e Lita Baehre (Germania).

13.21 Al passaggio dei 1000 della seconda batteria dei 5000 maschili comanda l’ugandese Cheptegei in 2’50″8.

13.19 Il greco Karalis è il primo a superare 5.80 (record personale) nella finale del salto con l’asta, inizia intanto la seconda batteria (di fatto semifinale) dei 5000 metri maschili.

13.16 Nel getto del peso si qualifica anche l’egiziano Hassan che trova un 21.23 al terzo lancio. Eliminato Nick Ponzio che con 20.28 finisce decimo nel gruppo A.

13.13 Yeman Crippa chiude quindicesimo in 13’47″12. L’azzurro è apparso in grande difficoltà dopo il cambio di ritmo degli ultimi giri.

13.11 Vince Kimeli (Kenya) in 13’38″87, poi poi Ahmed (Canada), Kincaid (Usa), Chelimo (Uganda) e Balew (Bahrain). Crippa cede nel finale.

13.10 Ora l’azzurro è decimo e sembra abbastanza sofferente.

13.09 Ai 4000 guidano i keniani Kimeli ed Ebenyo, si alza ora il ritmo, Crippa resta nel gruppo dei primi.

13.06 Ai 3000 Ebenyo si porta in testa al gruppo in 8’34”, poi Ahmed, Hay, Kimeli e Crippa, gruppo compatto.

13.05 Caduta per Ebenyo ma il ritmo della batteria è lento e il kenyano riesce a rientrare.

13.03 Al passaggio dei 2000 si porta davanti il canadese Ahmed, poi Hay (Francia), Ebenyo (Kenya) e Crippa.

13.00 Ora l’azzurro si mette davanti a condurre al passaggio dei 1000 precedendo l’americano Kincaid e l’etiope Melak.

12.58 Crippa si mette subito nel gruppo dei primi nella batteria dei 5000.

12.56 I primi cinque classificati delle due batterie si qualificheranno per la finale, per la quale verranno ripescati cinque ulteriori tempi.

12.54 Ora il via della prima batteria dei 5000 metri maschili con l’azzurro Yeman Crippa.

12.51 Nonostante una caduta fuori dal materasso durante il riscaldamento il francese Renaud Lavillenie supera al primo tentativo i 5.70 nella finale del salto con l’asta.

12.49 20.28 per Nick Ponzio al secondo lancio delle qualificazioni del getto del peso, l’azzurro è per ora ottavo nel gruppo A.

12.47 Il brasiliano Romani si prende la qualificazione diretta nel getto del peso superando la norma di 21.20 con un 21.31 al secondo lancio.

12.45 Ora le batterie dei 5000 maschili dove sarà protagonista l’azzurro Yeman Crippa. Per la finale servirà chiudere tra i primi cinque oppure entrare nei cinque tempi di ripescaggio.

12.43 QUALIFICATO DAL MOLIN! L’azzurro è quarto e passa in semifinale con un 13″44, vince la batteria l’americano Allen in 13″21, passano direttamente anche il francese Martinot-Lagarde e il giapponese Kanai.

12.40 Ora l’ultima batteria dei 110 ostacoli.

12.39 20.58 per il portoghese al secondo lancio nelle qualificazioni del getto del peso.

12.37 Ora la quinta e ultima batteria dove sarà presente Paolo Dal Molin, primatista nazionale, per accedere in semifinale servirà terminare tra i primi 4 o chiudere in meno di 13″61.

12.36 Il francese Manga vince la quarta batteria dei 110 ostacoli in 13″24, si qualificano il giapponese Izumiya, il brasiliano Pereira e il cinese Xie.

12.35 Inizia il secondo giro del gruppo A delle qualificazioni del getto del peso maschile, dopo il primo in testa il brasiliano Romani con 21.00.

12.33 Ora al via la quarta batteria dei 110 ostacoli maschili, a seguire la quinta con l’azzurro Dal Molin.

12.32 Duplantis supera agevolmente 5.55 al primo tentativo nella finale del salto con l’asta maschile.

12.29 Lo statunitense Holloway vince la terza batteria con un 13″03 in scioltezza, si qualificano poi il giamaicano Parchment, l’australiano Hough e il polacco Czykier.

12.28 Il russo Shubenkov non prenderà il via nella terza batteria dei 110 ostacoli.

12.27 Nullo il primo lancio dell’azzurro Nick Ponzio.

12.25 Il brasiliano Romani fa 21.00 al primo lancio nel gruppo A delle qualificazioni del getto del peso.

12.23 Lo spagnolo Martinez vince la seconda batteria dei 110 ostacoli in 13″32, poi Roberts (USA), Thomas (Giamaica) e Trajkovic (Cipro). Eliminato l’azzurro Fofana che chiude ultimo in 13″70.

12.22 Al primo lancio delle qualificazioni del getto del peso il serbo Sinancevic fa 20.50.

12.20 Tra poco la seconda batteria dei 110 ostacoli con l’azzurro Fofana.

12.19 Al primo lancio delle qualificazioni del getto del peso l’indiano Toor fa 19.99.

12.17 Presentazione in corso per la finale del salto con l’asta che inizierà alle 12.20 italiane, le 19.20 locali.

12.16 Per qualificarsi in finale servirà raggiungere la norma di 21.20 oppure finire tra i migliori dodici.

12.15 Inizia nel frattempo il gruppo A delle qualificazioni di getto del peso dove sarà impegnato l’azzurro Nick Ponzio.

12.13 Ora la seconda batteria dei 110 ostacoli dove sarà impegnato l’azzurro Fofana, ricordiamo che in semifinale si qualificheranno i primi quattro delle cinque batterie e i quattro migliori tempi esclusi.

12.11 Vince il giamaicano Levy in 13″17, poi lo svizzero Joseph, l’ungherese Szucs e il britannico Pozi si qualificano. Si ferma invece il francese Belocian per squalifica, tra i possibili protagonisti alla vigilia.

12.09 Inizia la sessione serale con la prima batteria dei 110 ostacoli maschili, gli azzurri saranno presenti nella seconda (Fofana) e nella quinta (Dal Molin).

12.05 Si partirà con le batterie dei 110 ostacoli maschili dove saranno di scena gli azzurri Paolo Dal Molin e Hassane Fofana, a seguire gruppo A delle qualificazioni del getto del peso maschile con Nick Ponzio e finale del salto con l’asta maschile.

12.00 Tempo nuvoloso a Tokyo con 31°.

11.55 La prima finale a prendere il via sarà quella del salto con l’asta maschile, dove non saranno presenti atleti azzurri, il favorito per l’oro sarà lo svedese Armand Duplantis, numero 1 del ranking che può vantare un 6.18 personale e 6.10 stagionale.

11.50 In mattinata Antonio Infantino non è riuscito a centrare la qualificazione alle semifinali dei 200 metri, chiudendo quinto nella sua batteria, vinta dal canadese Brown, in 20″90.

11.45 Ci saranno vari azzurri in gara in questa sessione serale, Paolo Dal Molin e Hassane Fofana tenteranno l’assalto alle semifinali dei 110 ostacoli, Leonardo Fabbri, Nick Ponzio e Zane Weir saranno di scena nelle qualificazioni del getto del peso, Sara Fantini sarà impegnata nella finale del lancio del martello, infine Yeman Crippa ed Eseosa Desalu saranno presenti rispettivamente in 5000 metri e semifinali dei 200 metri.

11.40 Ci saranno poi le batterie dei 110 ostacoli maschili (12.10), le qualificazioni del getto del peso maschile (12.20), le batterie dei 5000 metri (12.56) e semifinali dei 200 metri maschili (13.50).

11.35 Si assegneranno ben quattro titoli a partire dalle 12 italiane (le 19 giapponesi): salto con l’asta maschile (12.20), lancio del martello femminile (13.35) e infine 800 e 200 metri femminili che chiuderanno il programma odierno a partire dalle 14.25.

11.30 Buongiorno e bentrovati alla DIRETTA LIVE testuale della sessione serale della quinta giornata di gare dell’atletica leggera alle Olimpiadi di Tokyo.

VIDEO: IL MOSTRUOSO RECORD DEL MONDO DI WARHOLM NEI 400 HS

5.30 La nostra DIRETTA LIVE della sessione mattutina della quinta giornata dell’atletica leggera alle Olimpiadi di Tokyo finisce qui. Grazie per averci seguito e rimanete con noi per seguire lo spettacolo e le emozioni della rassegna olimpica. Un caro saluto e una buona giornata a tutti!

5.29 Bilancio italiano che comunque tutto sommato è positivo: due su tre nel salto triplo con Ihemeje e Dallavalle in finale e l’eliminazione di Bocchi. Nei 200 metri Desalu controlla e vola in semifinale, mentre esce Infantino. Per Sibilio l’obiettivo era già abbondantemente raggiunto, essendo arrivato a giocarsi questa finale.

5.27 Finale di livello monstre! Dos Santos che ha preso il bronzo ha corso sei centesimi sotto il record olimpico, Benjamin addirittura sei decimi! Davvero spettacolo puro a Tokyo.

5.25 Sul podio salgono anche Rai Benjamin con 46.17 e Alison dos Santos con 46.72. Purtroppo indietro Alessandro Sibilio: 48.77 ed ultima posizione.

5.23 WARHOLMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! DEMOLITO IL RECORD DEL MONDOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!! 45.94, UN ORO PERENTORIO PER IL NORVEGESE!!!!!!!! NON E’ UMANO WARHOLM!!!

5.21 COMINCIA LA FINALE DEI 400 OSTACOLI MASCHILI!

5.19 A brevissimo comincia la finale dei 400 metri ad ostacoli maschile con il nostro Alessandro Sibilio impegnato. L’azzurro scatterà dalla corsia 2, corsia 3 per Copello, corsia 4 per McMaster, corsia 5 per Benjamin, corsia 6 per Warholm, corsia 7 per dos Santos, corsia 8 per Samba, corsia 9 per Magi.

5.16 Mihambo ha preso la bandiera della Germania per fare il giro sotto la tribuna stampa a festeggiare la sua prima medaglia d’oro olimpica.

5.14 STACCA TROPPO PRESTO REESE CHE E’ SECONDA!! MIHAMBO CON 7.00 E’ OROOOOOO!!! CAMPIONESSA OLIMPICA DOPO LA VITTORIA AI MONDIALI!

5.12 6.90 per Brume: la nigeriana è sul podio ed ha condotto una gara costante e lineare.

5.11 LA ZAMPATA DI MIHAMBO!!! 7.00 TONDI!! VA AL COMANDO LA TEDESCA!

5.10 Spanovic è troppo impicciata e rimane dov’é. La serba è quarta, ma nel finale poteva fare qualcosa in più.

5.09 Quinto nullo su sei colpi per Bekh-Romanchuk: l’ucraina chiude quinta a 6.88 con un unico salto.

5.06 Il salto di Tara Davies è valido: 6.71 per la statunitense che resta in sesta posizione.

5.05 Niente da fare neanche per Stratton che conclude settimo. Ora c’è Tara Davis.

5.03 Nullo per Sawyers che quindi chiude questa gara in ottava posizione.

5.02 6.95 PER REESE! E’ SUA LA SECONDA MIGLIOR MISURA! Prima del sesto giro è avanti l’americana.

5.00 Nullo anche per Brume, adesso ultimo salto della quinta serie: c’è Reese. Momento cruciale nell’economia della gara.

4.58 NULLO PER MIHAMBO! Rimane solo un tentativo alla tedesca per assaltare la prima posizione.

4.56 20.18 per Lyles che è in semifinale. Qualificati anche Matsenjwa e Amoah.

4.54 Settima ed ultima batteria dei 200 metri maschili: occhio a Noah Lyes in corsia sette.

4.51 Brume al comando della gara con 6.97! Dopo quattro serie, non si rompe il muro dei sette.

4.49 NULLO PER MIHAMBO E BEKH-ROMANCHUK! Tara Davies fa 6.84: è sesta.

4.46 20.01 per Bednarek! Secondo Martinez, terzo c’è Desalu che stacca un 20.29 che è il record personale stagionale.

4.42 Sesta e penultima batteria dei 200 metri maschili che vede il debutto atteso di Fausto Desalu, a caccia di un accesso in semifinale.

4.39 CROLLA NEL FINALE INFANTINO! 20.90 E QUINTA POSIZIONE. Si qualificano per la semifinale il canadese Brown (20.38), il liberiano Fahnbulleh e lo svizzero Reais.

4.36 Nella quinta batteria dei 200 metri maschili ci sarà il primo italiano in gara: Antonio Infantino.

4.34 Entra in classifica Bekh-Romanchuk! 6.88: quinta posizione! Le prime cinque sono racchiuse in nove centimetri.

4.32 E’ ANDATO A SPASSO KNIGHTON! Sul rettilineo ha lasciato andare il gas e poi ha gestito: 20.54. In semifinale anche il panamense Edward e il belga Vanderbemden.

4.30 Terza batteria dei 200 metri maschili: debutto per il 17enne Erriyon Knighton che ha sbriciolato i record giovanili di Usain Bolt.

4.28 Brutta rincorsa per Mihambo che non si migliora al terzo salto.

4.27 REESE!! L’AMERICANA E’ PRIMA CON 6.97 EX-AEQUO CON BRUME!

4.25 Ogunode è primo con il tempo di 20.37 e si qualifica insieme al turco Guliyev e al canadese De Grasse.

4.23 ESPULSO MATSENJWA! Ha dato l’impulso troppo presto l’atleta di Eswatini.

4.22 Falsa partenza! Tutti fermi!

4.21 Nella terza batteria dei 200 metri maschili vediamo Andre De Grasse, bronzo nei 100 metri vinti da Marcell Jacobs domenica scorsa.

4.19 6.67 per Tara Davies che si migliora di appena cinque centimetri.

4.18 Due nulli per Bekh-Romanchuk! L’ucraina rischia di non entrare nelle otto che si giocheranno altri tre tentativi.

4.16 6.95 per Malaika Mihambo! Seconda posizione per la teutonica che bussa alla porta di Brume. La nigeriana resta al comando anche dopo la seconda serie.

4.15 Jereem Richards si prende il primo posto con il tempo di 20.52. Si qualificano anche il sudafricano Maswanganyi e la neerlandese Burnet.

4.13 Seconda batteria dei 200 metri maschili: attenzione a Richards e Sani Brown.

4.11 6.91 per Spanovic! Seconda posizione a soli sei centimetri dalla nigeriana Brume che è in testa alla gara.

4.10 Si migliora Brittney Reese nel salto in lungo: 6.81 e terzo posto parziale per la statunitense.

4.09 Il giamaicano Dwyer anticipa Ododuru con il tempo di 20.31. Qualificato in semifinale anche il sudafricano Jobodwana.

4.07 Prima batteria dei 200 metri maschili: da seguire il nigeriano Divine Odoruru, capace di andare quest’anno sotto i venti secondi.

4.05 6.58 per Sagnia che si mette in sesta posizione provvisoria.

4.04 Nullo per la britannica Sawyers, la prima serie verrà chiusa dalla svedese Khaddi Sagnia.

4.02 Lascia diversi centimetri sull’asse di battuta, ma Tara Davies effettua comunque un discreto salto: 6.62.

4.01 6.50 per Chantel Malone: buona la rincorsa, non perfetto lo slancio.

4.00 Stesso errore per Irozuru. La britannica comincia con un salto nullo.

3.59 Nullo per Bekh-Romanchuk! L’ucraina dovrà sistemare qualcosina in fase di rincorsa.

3.58 6.97 PER BRUME!! ASSE DI BATTUTA PERFETTA! La nigeriana impatta benissimo con questa gara,

3.56 MIHAMBO! 6.83! Apre bene la tedesca che ha concesso anche un po’ troppo sull’asse di battuta.

3.54 6.71 per Ivana Spanovic che quindi provvisoriamente si issa al comando.

3.52 Brutto il primo salto di Gittens: 6.30 per l’atleta di Trinidad & Tobago. Meglio Reese: 6.60.

3.50 In corso la presentazione di tutte le protagoniste di questa finale.

3.45 Nel salto in lungo femminile, possiamo annoverare fra le favorite la tedesca Malaika Mihambo e la serba Ivana Spanovic. Curiosità anche per Tara Davies, apparsa estremamente allegra in questi giorni.

3.40 Fra una decina di minuti cominceranno la finale del salto in lungo femminile e il Gruppo B di qualificazione del lancio del giavellotto femminile.

3.35 Suona l’inno nazionale degli Stati Uniti nello Stadio Olimpico di Tokyo.

3.33 In corso la cerimonia di premiazione del lancio del disco femminile: bronzo per la cubana Yaime Perez, argento per la tedesca Kristin Pudenz, oro per Valarie Allman, statunitense.

3.30 Le ripescate per la semifinale sono de Witte, Abrams, Pipi, Constantine, Bokesa e Artimata.

3.27 50.07 per Paulino! A otto centesimi dal suo record personale! Davvero ottima impressione per la dominicana. Si qualificano anche l’americana Jonathas e l’olandese Klaver.

3.24 Batterie non particolarmente brillanti fino a questo momento: le atlete probabilmente stanno pagando condizioni climatiche quasi estreme a causa delle alte temperature.

3.22 Sesta ed ultima batteria dei 400 metri femminili: impegnate la dominicana Marileidy Paulino e la statunitense Wadeline Jonathas.

3.19 50.89 per McPherson che è in semifinale precedendo Kaczmarek e la messicana Moran. Manca solo una batteria.

3.16 Quinta e penultima batteria dei 400 metri femminili: da seguire la giamaicana McPherson e la campionessa europea 2018, la polacca Kaczmarek.

3.13 Terzo nullo per Kolak che chiude le qualificazioni del lancio del giavellotto senza misure. Gara disastrosa per la croata.

3.11 McLeod in surplus vince questa batteria con il tempo di 51.09. La raggiungono in semifinale Brossier che fa il record francese e la britannica Yeargin.

3.08 Quarta batteria dei 400 metri femminili: attesa per la giamaicana McLeod, capace di correre in meno di 50 secondi questa distanza.

3.05 Nel giavellotto, la croata Sara Kolak ha l’occasione di far segnare una misura al terzo tentativo dopo due nulli.

3.03 Allyson Felix fa segnare un 50.84: per lei c’è la semifinale insieme alla giamaicana McGregor e alla ceca Vondrova.

3.01 Terza batteria dei 400 metri femminili: da attenzionare la statunitense Felix e la giamaicana McGregor.

2.58 Nel lancio del giavellotto femminile, nessuna si qualifica dopo Andrejczyk. Little e Palameika molto vicini al 63.00 che regala direttamente la finale.

2.55 50.99 per Jodie Williams che arriva davanti e vola in semifinale insieme a Hayes e Azvedo. Si ritira l’atleta di Grenada, Rodney.

2.53 Seconda batteria dei 400 metri femminili: tra le più attese la britannica Williams e l’americana Hayes.

2.51 Si qualificano quindi alla finale del salto triplo maschile: Pichardo, Er, Zhu, Napoles, Triki, Scott, Dallavalle, Claye, Ihemeje, Fang, Raffin e Zango.

2.48 In controllo totale Miller-Uibo che corre l’ultimo rettilineo in totale decontrazione. Qualificate anche la cubana Gomez e l’atleta delle Barbados, Williams.

2.45 Iniziano le batterie dei 400 metri femminili: nella prima c’è la bahamense Miller-Uibo.

2.43 In questo momento abbiamo tre italiani nei primi dodici: Tobia Bocchi si trova proprio in dodicesima posizione, sull’orlo del precipizio. Speriamo che l’azzurro si possa migliorare.

2.41 Chiude con 16.88 Ihemeje, mentre per Tobia Bocchi c’è ancora l’ultimo tentativo.

2.38 La prima e sin qua unica qualificata alla finale del lancio del giavellotto femminile è la polacca Maria Andrejczyk (65.24).

2.36 Decide di non saltare più Dallavalle: l’azzurro ha fatto un 16.99 che gli dà garanzie in ottica qualificazione.

2.34 CHE VOLO DI PABLO PICHARDO! 17.71 NONOSTANTE LA RINCORSA SBAGLIATA! Pazzesco il portoghese.

2.31 Ottengono il pass per la finale il britannico Heyward (3:36.14) davanti all’etiope Lemi, l’australiano McSweyn, il norvegese Ingebrigtsen, il tedesco Farken e lo spagnolo Mechaal.

2.27 Ecco che debutta il grande protagonista dei 1500 metri maschili: Jakob Ingebrigtsen nella terza batteria. Occhio anche al marocchino dominatore delle siepi: El Bakkali.

2.26 Anche Ihemeje non si migliora al secondo tentativo: nullo il suo salto.

2.24 Si qualificano per la finale il keniano Kipsang (3:40.68), lo statunitense Centrowitz, il britannico Wightman, il francese Habz, l’etiope Zeleke, il lussemburghese Grethen. Per ora fuori Lewandowski, a meno di ricorsi.

2.21 COLPO DI SCENA! CADE LEWANDOWSKI! Il polacco era rimasto incastonato nel gruppo ed è finito per terra.

2.20 Non si migliora Dallavalle al secondo tentativo: 16.59 la misura fatta segnare.

2.19 Bene Tobia Bocchi! 16.78 e il primo salto è discreto anche per questo azzurro. Tutti e tre i nostri rappresentanti sono partiti con il piede giusto.

2.16 Seconda batteria dei 1500 metri maschili: da monitorare il keniano Kipsang e il polacco Lewandowski, bronzo mondiale di Doha.

2.14 16.98 per Pablo Pichardo, uno dei favoriti della gara. Non ha forzato particolarmente il portoghese in questo primo salto.

2.12 Ihemeje comincia il suo percorso con un 16.88: l’azzurro è secondo del suo gruppo, anche lui molto vicino alla qualificazione.

2.10 Si qualificano alla semifinale il belga Debjani (1:36.00), il keniano Cheruiyot, l’australiano Hoare, lo statunitense Hocker, il marocchino Sadiki, il polacco Rozmys.

2.07 Interessante anche la presenza del keniano Cheruiyot, capofila stagionale su questa distanza.

2.05 In partenza la prima batteria dei 1500 metri piani maschili: presente Filip Ingebrigtsen, fratello del ben più noto Jakob.

2.03 16.99 per Dallavalle! Ad appena sei centimetri dalla qualificazione! Non male l’inizio dell’azzurro che al massimo ha raggiunto 17.35.

2.02 Il primo qualificato è Yaming Zhu: 17.11 per il cinese che è già in finale.

2.00 Piove sullo Stadio Olimpico di Tokyo, ma le gare si possono disputare regolarmente. L’intensità non arriva a quella di ieri sera che metteva a serio rischio l’incolumità degli atleti.

1.57 La giornata si chiuderà con le finali degli 800 metri e dei 200 metri femminili. Due chiare favorite: Mu per gli 800 e Thompson-Herah nei 200.

1.54 In serata ci saranno ben quattro finali: si comincerà dal salto con l’asta maschile e dal lancio del martello femminile. Nel primo caso la medaglia d’oro sembra già assegnata: Armand Duplantis appare come irraggiungibile per tutti gli altri. Nel secondo, è sfida aperta tra Wlodarczyk e Price.

1.51 Non solo 400 ostacoli maschili questa mattina, ma anche il salto in lungo femminile assegnerà le medaglie. Favorite la tedesca Mihambo e la serba Spanovic, ma occhio anche alla statunitense Reese.

1.48 Questa Olimpiade per l’ostacolista napoletano sta palesando l’ottimo potenziale di questo atleta che, con un pizzico di maturità in più, può arrivare pronto a Parigi fra tre anni a recitare un ruolo di primario protagonista.

1.45 Infine, alle 5.20, andrà in scena la finale dei 400 metri ad ostacoli: Alessandro Sibilio è presente dopo la mastodontica prestazione in semifinale, dove ha ottenuto il sesto tempo assoluto e il pass per un atto conclusivo che potrebbe fare da preludio a degli sviluppi di carriera assai interessanti.

1.41 Il programma italiano poi si fermerà fino alle 4.40 quando ci saranno due azzurri nelle batterie dei 200 metri piani: Antonio Infantino e Eseosa “Fausto” Desalu. Quest’ultimo è particolarmente atteso dopo un tempo alto a Rio de Janeiro.

1.38 La giornata comincerà con le qualificazioni del salto triplo maschile: per l’Italia ci sono Tobia Bocchi, Andrea Dallavalle ed Emanuel Ihemeje. La quota per ottenere la qualificazione diretta alla finale è 17.05.

1.35 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quinta giornata di gare dell’atletica leggera in questi Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Il borsino e le speranze di medaglia di martedì 3 agostoIl riepilogo delle gare del 2 agosto

Buongiorno o buonanotte amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quinta giornata di gare dell’atletica leggera nei Giochi Olimpici di Tokyo. Ben 13 italiani impegnati oggi nelle competizioni della disciplina regina delle Olimpiadi.

Si comincerà domani mattina alle 2.00: Tobia Bocchi, Andrea Dallavalle ed Emanuel Ihemeje si disimpegneranno nelle qualificazioni del salto triplo. Intorno alle 4.40 andranno in scena due batterie dei 200 metri maschili: a rappresentare i colori italiani sono presenti Antonio Infantino e Eseosa Desalu, attesissimo al debutto olimpico. A culminare la mattinata giapponese ci sarà Alessandro Sibilio nella finale dei 400 metri ad ostacoli dopo essersi qualificato con il sesto tempo assoluto nelle semifinali. Oltre a questa finale ci sarà anche l’atto conclusivo del salto in lungo femminile nel quale manca la nostra Larissa Iapichino che ha rinunciato alla rassegna a cinque cerchi a causa di un infortunio.

Nella sessione serale, gli appuntamenti degli italiani saranno molto serrati: nel getto del peso maschile avremo Nick Ponzio alle 12.15 e alle 13.40 Leonardo Fabbri e Zane Weir. Nelle batterie dei 110 metri ad ostacoli fra le 12.20 e le 12.40 si sottolineano le presenze del primatista nazionale Paolo Dal Molin e di Hassane Fofana. Nella prima batteria dei 5000 metri maschili, alle 12.56, sarà presente Yeman Crippa, mentre in finale del lancio del martello femminili ci sarà Sara Fantini. In programma ci sono anche le finali del salto con l’asta maschile con Armand Duplantis strafavorito e le finali degli 800 metri e dei 200 metri femminili.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE integrale della quinta giornata di gare dell’atletica leggera in questi Giochi Olimpici di Tokyo. La sessione mattutina avrà inizio alle 2.00, mentre la sessione serale alle 12.10. Buon divertimento!

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Baseball, Olimpiadi Tokyo: la Repubblica Dominicana supera Israele e spera nel podio

Boxe, Olimpiadi Tokyo. Roniel Iglesias campione nei pesi Welter, Batyrgaziev e La Cruz in finale di piuma e massimi