LIVE Mountain bike, Olimpiadi Tokyo in DIRETTA: Pidcock imprendibile, Van der Poel frenato da una caduta

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DELLA GARA

9.47 Dunque con la medaglia d’oro di Thomas Pidcock, l’argento di Mathias Flueckiger e il bronzo di David Valero Serrano, oltre alla grande beffa di Mathieu Van der Poel, termina qui la nostra DIRETTA LIVE della prova olimpica di Tokyo 2020 riservata alla mountain bike maschile cross country. Buon proseguimento di giornata!

9.44 Possiamo comunque dire che, senza la caduta di Mathieu Van der Poel, uscito subito dai giochi con una caduta rovinosa sulla discesa rocciosa del Sakadura Drop, probabilmente la lotta per la medaglia d’oro sarebbe stata ancor più avvincente, e l’olandese avrebbe reso dura la vita allo stesso Pidcock. Il successivo ritiro del ‘predestinato’ è stato decisamente pesante. Non è bastata la super rimonta di cui si è reso protagonista dopo l’incidente. Da verificare comunque la condizione di Mathieu, che ha preso davvero una brutta botta nel momento in cui ha sbagliato bilanciamento nell’affrontare il ‘drop’, portandosi troppo avanti, e causando l’inevitabile impennata del posteriore che ha portato l’orange ad un capitombolo pauroso.

9.41 Bronzo incredibile e inaspettato per David Valero Serrano, che nell’ultimo giro è riuscito a riportarsi sul gruppetto di Schurter, per poi staccare lo svizzero, Koretzky e Cooper con un attacco poderoso. Passata la linea del traguardo si è lasciato andare in un pianto di gioia.

9.39 Mathias Flueckiger invece, ha dato tutto quello che aveva dimostrando ancora una volta la sua grandissima forma fisica che lo sta accompagnando in questo 2021 che, al momento, lo vede leader della classifica di Coppa del mondo.

9.37 Da sottolineare poi il fatto che Thomas è partito dalla quarta fila rimontando la bellezza di 29 posizioni. Incredibile. La mountain bike ha il suo nuovo giovane Re.

9.35 Ricordiamo che su strada milita per la Ineos Grenadiers, squadra con cui nella prima parte di questa stagione ha vinto la Freccia del Brabante, si è classificato secondo all’Amstel Gold Race, quinto alla Strade Bianche, sesto alla Freccia Vallone. Mentre nel 2020 ha conquistato il Giro d’Italia Under 23.

9.32 Che dire sul trionfo di Pidcock. Il britannico non è più di certo una sorpresa. E se c’era un po’ di scetticismo in merito all’infortunio subito alla clavicola, oggi il giovane 21enne di Leeds ha zittito tutti quanti sfoderando ancora una volta la sua classe immensa che riesce a mostrare in ogni disciplina: mountain bike, strada e ciclocross.

9.30 Primo azzurro Gerhard Kerschbaumer, 20esimo. 25° posto per Luca Braidot.

9.28 Ecco la top ten finale di questa prova olimpica:

1 GBR – PIDCOCK Thomas Finish 28.25 km 1:25:14 +0:00
2 SUI – FLUECKIGER Mathias Finish 28.25 km 1:25:34 +0:20
3 ESP – VALERO SERRANO David Finish 28.25 km 1:25:48 +0:34
4 SUI – SCHURTER Nino Finish 28.25 km 1:25:56 +0:42
5 FRA – KORETZKY Victor Finish 28.25 km 1:26:00 +0:46
6 NZL – COOPER Anton Finish 28.25 km 1:26:00 +0:46
7 ROU – DASCALU Vlad Finish 28.25 km 1:26:03 +0:49
8 RSA – HATHERLY Alan Finish 28.25 km 1:26:33 +1:19
9 FRA – SARROU Jordan Finish 28.25 km 1:26:50 +1:36
10 NED – VADER Milan Finish 28.25 km 1:27:21 +2:07

9.26 Medaglia d’argento per lo svizzero Mathias Flueckiger, bronzo in rimonta per lo spagnolo David Valero Serrano!

9.25 ED È SUA! THOMAS PIDCOCK È IL NUOVO CAMPIONE OLIMPICO DI MOUNTAIN BIKE!

9.24 Pochissimi metri dividono Pidcock dall’oro!

9.23 21″ di vantaggio per Pidcock su Flueckiger. Gli inseguitori accusano un ritardo di 55″.

9.21 La battaglia per il bronzo è ancora apertissima tra Serrano, Schurter, Cooper, Koretzky e Dascalu.

9.20 Al momento il primo azzurro è Gerhard Kerschbaumer, 20esimo.

9.18 Il ritardo di Flueckiger è aumentato a 21″. Gran recupero invece da parte dello spagnolo Valero Serrano, attualmente terzo a 58″, ma Schurter è attaccato.

9.17 Ci sbilanciamo, Thomas Pidcock è ormai involato verso la medaglia d’oro!

9.16 Il ritiro di Ondrej Cink è stato causato da una brutta foratura alla ruota posteriore.

9.14 CI SIAMO. ULTIMO GIRO!

9.13 Sale a 14″ il gap tra Pidcock e Flueckiger. Il britannico sta avanzando magistralmente.

9.10 Mentre arriva il ritiro di Ondrej Cink! Top ten olimpica sfumata per il ceco!

9.09 Flueckiger ha 17″ di ritardo da Pidcock, esattamente 100 metri, mentre il gruppo Schurter ben 500 metri.

9.08 Ecco i passaggi al traguardo a due giri dal termine:

1 29 GBR
PIDCOCK Thomas In Lap  6  21.78 km 1:05:09 +0:00
2 2 SUI
FLUECKIGER Mathias In Lap  6  21.78 km 1:05:21 +0:12
3 1 1 SUI
SCHURTER Nino In Lap  6  21.78 km 1:06:04 +0:55
4 1 13 NZL
COOPER Anton In Lap  6  21.78 km 1:06:05 +0:56
5 7 FRA
KORETZKY Victor In Lap  6  21.78 km 1:06:05 +0:56
6 2 14 ESP
VALERO SERRANO David In Lap  6  21.78 km 1:06:22 +1:13
7 10 RSA
HATHERLY Alan In Lap  6  21.78 km 1:06:25 +1:16
8 1 11 ROU
DASCALU Vlad In Lap  6  21.78 km 1:06:31 +1:22
9 1 4 FRA
SARROU Jordan In Lap  6  21.78 km 1:06:33 +1:24
10 4 5 CZE
CINK Ondrej In Lap  6  21.78 km 1:06:39 +1:30

9.06 Il testa a testa per il bronzo sarà, con ogni probabilità, tra Schurter, Cooper e Koretzky.

9.04 L’oro è ormai una questione tra Pidcock e Flueckiger. Gli inseguitori hanno ancora 55″ da recuperare.

9.02 RIMONTA SFUMATA PER VAN DER POEL! IL FENOMENO OLANDESE ALZA BANDIERA BIANCA E SI RITIRA!

9.01 Due giri al termine e 11″ di vantaggio per Pidcock su Flueckiger.

8.59 PIDCOCK A TUTTO GAS! ADESSO IL BRITANNICO HA 12″ DI VANTAGGIO SULLO SVIZZERO!

8.57 Il gap tra il leader della corsa Thomas Pidcock e il suo inseguitore Mathias Flueckiger si è stabilizzato a 5″.

8.55 Ci troviamo a 9,8 chilometri al termine della gara. Esattamente al 56esimo minuto di corsa.

8.54 Intanto il neozelandese Anton Cooper si prende il terzo posto provvisorio davanti al campione olimpico uscente, lo svizzero Nino Schurter.

8.53 Ecco la situazione attuale in vista dei tre giri conclusivi:

1 29 GBR
PIDCOCK Thomas Lap 4  16.7 km 49:46 +0:00
2 2 SUI
FLUECKIGER Mathias Lap 4  16.7 km 49:52 +0:06
3 1 13 NZL
COOPER Anton Lap 4  16.7 km 50:24 +0:38
4 1 1 SUI
SCHURTER Nino Lap 4  16.7 km 50:24 +0:38
5 1 7 FRA
KORETZKY Victor Lap 4  16.7 km 50:24 +0:38
6 1 5 CZE
CINK Ondrej Lap 4  16.7 km 50:31 +0:45
7 10 RSA
HATHERLY Alan Lap 4  16.7 km 50:44 +0:58
8 4 14 ESP
VALERO SERRANO David Lap 4  16.7 km 50:58 +1:12
9 1 3 BRA
AVANCINI Henrique Lap 4  16.7 km 50:59 +1:13
10 1 8 NED
VADER Milan Lap 4  16.7 km 50:59 +1:13

8.50 Nel frattempo Pidcock guadagna 6″ di vantaggio su Flueckiger, mentre Schurter accusa già un ritardo di 38″.

8.48 Cala nuovamente la prestazione di Braidot, attualmente 30esimo, mentre avanza Kerschbaumer, 22esimo provvisorio.

8.47 Nel frattempo, ottimo recupero per Van der Poel che si porta al 14esimo posto, ma il gap è ancora di 1’31”.

8.46 FLUECKIGER SI PORTA A SOLI 2″ DA PIDCOCK!

8.45 Ondrej Cink cerca di chiudere il gap su Flueckiger, Schurter e Cooper.

8.43 SI CREA UN BUCO TRA IL LEADER PIDCOCK E I SUOI PIU’ DIRETTI AVVERSARI! ADESSO PUO’ FARE LA DIFFERENZA!

8.41 Cala nuovamente Braidot, che attualmente occupa la 13esima posizione a 39″27 dal leader Pidcock.

8.39 Ma Pidcock riprende subito il comando della gara!

8.38 Ecco i passaggi al traguardo quando mancano quattro giri alla conclusione:

1 1 1 SUI
SCHURTER Nino Lap 3  12.85 km 38:29 +0:00
2 1 2 SUI
FLUECKIGER Mathias Lap 3  12.85 km 38:29 +0:00
3 2 29 GBR
PIDCOCK Thomas Lap 3  12.85 km 38:30 +0:01
4 13 NZL
COOPER Anton Lap 3  12.85 km 38:30 +0:01
5 5 CZE
CINK Ondrej Lap 3  12.85 km 38:36 +0:07
6 7 FRA
KORETZKY Victor Lap 3  12.85 km 38:36 +0:07
7 3 BRA
AVANCINI Henrique Lap 3  12.85 km 38:42 +0:13
8 10 RSA
HATHERLY Alan Lap 3  12.85 km 38:48 +0:19
9 11 ROU
DASCALU Vlad Lap 3  12.85 km 38:59 +0:30
10 1 4 FRA
SARROU Jordan Lap 3  12.85 km 39:00

8.36 Si forma dunque un quartetto in testa a tutti comandato da Pidcock, Schurter, Flueckiger e Cooper.

8.34 MENTRE ARRIVA L’INEVITABILE SORPASSO DI THOMAS PIDCOCK CHE SI PORTA IN TESTA!

8.32 Cala invece la prestazione azzurra con Braidot che cerca di difendere la decima posizione tallonato dal rumeno Dascalu.

8.30 24esima posizione per Van der Poel e ancora 1’06” da recuperare per l’olandese.

8.28 Ed ecco i passaggi all’inizio del terzo giro:

1 1 2 SUI
FLUECKIGER Mathias Lap 2  9.0 km 26:41 +0:00
2 2 29 GBR
PIDCOCK Thomas Lap 2  9.0 km 26:42 +0:01
3 2 1 SUI
SCHURTER Nino Lap 2  9.0 km 26:42 +0:01
4 2 7 FRA
KORETZKY Victor Lap 2  9.0 km 26:45 +0:04
5 2 13 NZL
COOPER Anton Lap 2  9.0 km 26:46 +0:05
6 1 3 BRA
AVANCINI Henrique Lap 2  9.0 km 26:53 +0:12
7 1 12 ITA
BRAIDOT Luca Lap 2  9.0 km 26:53 +0:12
8 1 8 NED
VADER Milan Lap 2  9.0 km 26:54 +0:13
9 5 CZE
CINK Ondrej Lap 2  9.0 km 26:58 +0:17
10 10 RSA
HATHERLY Alan Lap 2  9.0 km 27:01 +0:20

8.27 ED ECCO THOMAS PIDCOCK! IL BRITANNICO SI PORTA IN SECONDA POSIZIONE! ADESSO E’ FLUECKIGER IN TESTA ALLA CORSA!

8.26 Avancini, Koretzky e Braidot si riportano in fila ai primi!

8.24 Si è dunque creata una frattura tra i primi quattro e il resto del gruppo. Abbiamo quindi davanti Schurter, Flueckiger, Cooper e Pidcock. Avancini cerca di chiudere il gap.

8.22 Svizzera saldamente al comando, ma attenzione, perchè Pidcock è già in quarta posizione, ed era partito in fondo alla griglia.

8.21 L’altro azzurro, Nadir Colledani, è 30°, praticamente davanti a Van der Poel che deve ancora recuperare ben 1’03” al leader Schurter. Sarà molto difficile.

8.20 Perde invece posizioni l’azzurro Kerschbaumer, mentre Braidot si porta in settima piazza!

8.18 Segue Avancini, sesto il super favorito del momento Pidcock.

8.16 Nel frattempo rilancia proprio il campione olimpico uscente Schurter che si porta al comando davanti al connazionale Flueckiger.

8.14 Ecco l’attuale top ten dopo 14′ di corsa:

1 3 BRA
AVANCINI Henrique In Lap  1  3.65 km 10:39 +0:00
2 8 NED
VADER Milan In Lap  1  3.65 km 10:40 +0:01
3 1 SUI
SCHURTER Nino In Lap  1  3.65 km 10:41 +0:02
4 3 7 FRA
KORETZKY Victor In Lap  1  3.65 km 10:42 +0:03
5 1 29 GBR
PIDCOCK Thomas In Lap  1  3.65 km 10:44 +0:05
6 2 6 ITA
KERSCHBAUMER Gerhard In Lap  1  3.65 km 10:45 +0:06
7 2 2 SUI
FLUECKIGER Mathias In Lap  1  3.65 km 10:47 +0:08
8 1 13 NZL
COOPER Anton In Lap  1  3.65 km 10:48 +0:09
9 2 12 ITA
BRAIDOT Luca In Lap  1  3.65 km 10:49 +0:10
10 11 ROU
DASCALU Vlad In Lap  1  3.65 km 10:50 +0:11

8.12 Adesso il gap tra il leader Avancini e un acciaccato Van der Poel è di ben 58″!

8.10 CADUTA CLAMOROSA PER VAN DER POEL!!!!!! TERMINA QUI IN MANIERA INASPETTATA IL SOGNO DI GLORIA OLIMPICO DEL FENOMENO OLANDESE! CHE CAPITOMBOLO IN DISCESA!

8.09 Nel frattempo cerca di avanzare anche l’altro azzurro Luca Braidot.

8.07 Si porta dunque al comando il brasiliano Avancini, che recupera 5 posizioni, seguito dall’olandese Vader e dal campione olimpico uscente, lo svizzero Schurter. Quarto il britannico Pidcock, ottavo il fenomeno olandese Van der Poel, ottavo l’azzurro Kerschbaumer.

8.05 Alla prima tornata passa davanti Vader, e avanza in maniera netta l’azzurro Gerhard Kerschbaumer.

8.03 Ma viene presto rimbalzato dall’olandese Vader!

8.02 Ottima la partenza del francese Koretzky!

8.00 Partiti in questo momento!

7.50 Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della prova olimpica di Tokyo 2020 riservata alla mountain bike maschile.

Benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della prova olimpica di Tokyo 2020 riservata alla mountain bike maschile. I 38 corridori al via (trenta di questi posti sono assegnati tramite il ranking UCI per nazioni) si sfideranno su di un tracciato molto selettivo, insidioso, e dove il caldo potrebbe fare la differenza.

La prova si svolgerà all’Izu Mountain Bike Course, a circa 120 km da Tokyo e non lontano dal Monte Fuji. Il percorso misura 28,25 chilometri, e prevede un anello di 1300 metri, che andrà sommato a sette giri di 3,85 chilometri ciascuno. Ad ogni tornata i corridori affronteranno 150 metri di dislivello: si tratta di una delle prove più toste mai viste ai Giochi Olimpici.

È inevitabile pensare che questa prova a cinque cerchi vedrà sfidarsi, su tutti, i due principali candidati alla medaglia d’oro, nonché i due più grandi fenomeni del momento, Mathieu van der Poel e Thomas Pidcock. L’olandese e il britannico sono i primi corridori, nella storia, capaci di esprimersi ad altissimi livelli, con continuità, in tre discipline diverse, vale a dire strada, ciclocross e, appunto, mountain bike.

Il predestinato Van der Poel, è sicuramente il più grande fenomeno di sempre. Ha un talento, una classe senza eguali, una potenza e una cattiveria agonistica che non sorprendono più. Teniamo poi conto del suo avvicinamento a Tokyo studiato alla perfezione. Pidcock invece, non è più una sorpresa, nonostante la sua giovane età. Ha delle qualità tecniche e caratteriali semplicemente sopraffine, ma andrà comunque tenuto conto della brutta parentesi della rottura della clavicola.

Nel ruolo di terzo incomodo troviamo lo svizzero Mathias Flueckiger, attuale leader della Coppa del Mondo. L’elvetico sta vivendo una stagione spettacolare, costante, che in quel di Tokyo potrebbe suggellare con un podio totalmente alla sua portata. Con lui il connazionale, e campione olimpico uscente, nonché argento a Londra 2012, Nino Schurter. Il veterano del gruppo è sempre capace di sorprendere.

Ma anche i nostri azzurri sono attesi per una prestazione importante, e stiamo parlando di Luca Braidot, che in quel di Rio nel 2016 si rese protagonista di una gran performance che gli valse il settimo posto, Gerhard Kerschbaumer, tredicesimo a Londra 2012, e il più giovane italiano e possibile sorpresa del giorno, il campione nazionale Nadir Colledani.

Tra gli outsider figura anche il campione del mondo in carica, il francese Jordan Sarrou, un atleta molto abile, ma che potrebbe un po’ subire le temperature nipponiche, poi il ceco Ondrej Cink, il transalpino Victor Koretzky, il brasiliano Henrique Avancini e il rumeno Vlad Dascalu.

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE della prova olimpica di Tokyo 2020 riservata alla mountain bike maschile dalle ore 8.00. Buon divertimento!

Foto: Romeo Deganello

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Canoa slalom, Olimpiadi Tokyo: nel C1 maschile si impone Benjamin Savsek

Softball: Italia senza vittorie alle Olimpiadi di Tokyo, Canada travolgente nel finale