LIVE Sci alpino, SuperG Kitzbuehel in DIRETTA: Innerhofer ancora quarto, infortunio a Cazzaniga. Vince Kriechmayr

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LE CLASSIFICHE DI COPPA DEL MONDO 

GRAVE INFORTUNIO PER DAVIDE CAZZANIGA

LE DICHIARAZIONI A FINE GARA DI CHRISTOF INNERHOFER

LA CRONACA DEL SUPER-G VINTO DA KRIECHMAYR

12.48 Dopo lo stop si conclude la gara. L’ultimo iscritto, il francese Matthieu Bailet piazza il colpaccio ed è ottavo a 1.34!

12.27 Devono partire solamente gli ultimi cinque iscritti. In caso si inseriranno ai piani alti della classifica ve lo comunicheremo immediatamente. Per il momento, comunque, la diretta live si chiude qui. Grazie per la cortese attenzione, buon proseguimento di giornata.

12.25 CLASSIFICA GENERALE

1 Alexis Pinturault 800
2 Marco Odermatt Svi 607
3 Aleksander Aamodt Kilde Nor 560
4 Marco Schwarz Aut 466
5 Matthias Mayer Aut 464
6 Filip Zubic Cro 462
7 Loic Meillard Svi 457

CLASSIFICA SUPERG

1 Vincent Kriechmayr Aut 241
2 Mauro Caviezel Svi 225
3 Aleksander Aamodt Kilde Nor 172
4 Matthias Mayer Aut 160
5 Marco Odermatt 158

12.23 Davvero un finale di gara che non volevamo vedere. Ad ogni modo Vincent Kriechmayr fa suo il superG di Kitzbuehel con il tempo di 1:12.58 con appena 12 centesimi di vantaggio sullo svizzero Marco Odermatt e 55 sull’austriaco Matthias Mayer. Quarto il nostro Christof Innerhofer ottimo ancora una volta a soli 59 centesimi, ed a soli 4 dal podio, quinto l’austriaco Christian Walder a 70, sesto il sorprendente canadese James Crawford a 1.11, settimo il tedesco Andreas Sander a pari merito con lo svizzero Loic Meillard a 1.41. Nono il tedesco Romed Baumann a 1.52, decimo il francese Alexis Pinturault a 1.56. Matteo Marsaglia è 22° a 2.11,  Dominik Paris è 24° a 2.18, mentre Emanuele Buzzi e Florian Schieder sono usciti di scena come Beat Feuz. Brutto infortunio per Davide Cazzaniga che cade e si fa male al ginocchio.

12.21 Parte il nostro Davide Cazzaniga, ma sbaglia in avvio, cade e finisce a terra tenendosi il ginocchio. Lo sciatore azzurro viene soccorso ma le immagini lo fanno vedere molto dolorante al ginocchio. Bruttissimo momento

12.20 Il nostro Matteo Marsaglia scatta bene con 28 centesimi di distacco in vetta, quindi passa a un secondo esatto al secondo intermedio. Nel tratto centrale accusa 1.66, quindi arriva al traguardo in 22a posizione a 2.11 esattamente davanti a Paris.

12.18 Con il numero 43 il canadese Jeffrey Read parte su ottimi crono ma perde un secondo nel solo secondo settore. Chiude 17° a 1.82.

12.17 Lo svizzero Nils Mani imita Schieder e esce di scena dopo pochi secondi

12.16 Noooooooooo!!!!!!!! Il nostro Florian Schieder parte con il miglior tempo in vetta ma esce saltando una porta!! Che beffa!!!!!!!!!

12.15 Il tedesco Dominik Schwaiger a sua volta inizia bene in alto con soli 22 centesimi da Kriechmayr. A metà gara accusa 1.39 e finisce 16° a 1.78.

12.14 L’austriaco Daniel Hemetsberger parte con 3 soli centesimi in vetta, quindi mezzo secondo a metà gara. Cede un secondo all’Hausbergkante e finisce 15° a 1.75.

12.12 Lo statunitense Bryce Bennett. commette un errore dietro l’altro e finisce 30° a 3.51.

12.11 Il francese Roy Piccard sbaglia malamente in avvio e non si ritrova più. Conclude la sua prova a metà discesa saltando una porta.

12.10 Il canadese Brodie Seger con il numero 36 chiude 17° a 2.03.

12.09 Lo svedese Felix Monsen inizia alla grane con soli 7 decimi al secondo intermedio, quindi commette qualche errore di troppo ed è 14° a 1.73.

12.08 Lo sloveno Martin Cater parte male e finisce anzitempo, uscendo di scena con un errore grossolano.

12.07 Lo svizzero Ralph Weber non rischia e finisce 25° a 3.12.

12.05 L’austriaco Stefan Babinsky è ottimo settimo a 1.19! Il padrone di casa recupera nel finale a Kriechmayr ed è il migliore sulla Hausbergkante! Ora la visibilità fa la differenza!

12.03 Con il numero 31 l’austriaco Raphael Haaser sbaglia ed esce di scena anzitempo.

12.00 Vincent Kriechmayr vince il superG di Kitzbuehel con il tempo di 1:12.58 con 12 centesimi sullo svizzero Marco Odermatt e 55 sull’austriaco Matthias Mayer. Quarto il nostro Christof Innerhofer ottimo a soli 59 centesimi, ed a 4 al podio, quinto l’austriaco Christian Walder a 70, sesto il sorprendente canadese James Crawford a 1.11, settimo il tedesco Andreas Sander a pari merito con lo svizzero Loic Meillard a 1.41. Nono il tedesco Romed Baumann a 1.52, decimo il francese Alexis Pinturault a 1.56. Dominik Paris al momento è 17° a 2.18, mentre Emanuele Buzzi è uscito di scena come Beat Feuz.

11.59 Lo sloveno Bostjan Kline sfrutta il sole in alto! Arriva con soli 79 centesimi al secondo intermedio, quindi crolla a 1.52 nel tratto più tecnico. Conclude 22° a 2.70.

11.58 Il francese Adrien Theaux conclude 18° a 2.21. Ora lo sloveno Bostjan Kline chiude il gruppo dei 30.

11.56 Che zampata per il classe 1997 canadese!! La pista è ottima, si può ancora piazzare il tempo! Gli altri italiani devono crederci!

11.55 Il canadese James Crawford parte volando con 4 centesimi in vetta e 54 al secondo intermedio. Arriva con 97 centesimi a metà gara, quindi prosegue bene e conclude sesto!!!!!! 1.11 per lui! Che gara!!!

11.54 Lo svizzero Gilles Roulin chiude 21° a 3.14

11.53 Al via ora lo svizzero Gilles Roulin

11.52 Il tedesco Simon Jocher parte bene, quindi commette un grave errore su un salto ed esce di scena.

11.50 Il tedesco Josef Ferstl chiude in decima posizione a 1.60 ma si mangia le mani perchè fino a metà discesa era su tempi davvero notevoli.

11.47 Il francese Brice Roger è 11° a 1.97 con una gara davvero interessante,

11.46 Lo sloveno Mina Hrobat è 18° a 3.08

11.45 Lo svizzero Stefan Rogentin è 16° a 2.25

11.43 L’austriaco Daniel Danklmaier non ingrana sin dall’avvio e si ferma in 17a posizione a 3.37

11.42 Ottimo Christof Innerhofer, come detto, meno Emanuele Buzzi e Dominik Paris. Il primo è uscito di scena dopo una buona metà gara, il secondo ha commesso un errore netto in avvio, inclinandosi troppo e quasi uscendo di scena.

11.40 In attesa della ripartenza, che non dovrebbe tardare molto, confermiamo come Vincent Kriechmayr sia davvero ad un passo dal successo. L’austriaco ha disputato una gara perfetta con condizioni di visibilità impeccabili. Pochi minuti dopo il sole è sparito e per tutti si sono complicate le cose.

11.38 Ancora qualche istante di attesa prima del ritorno alla gara. Scatterà l’austriaco Daniel Danklmaier.

11.35 Al momento i colori azzurri sono difesi da Christof Innerhofer che, dopo il quarto posto di ieri in discesa, si conferma ai piedi del podio anche in superG, a soli 4 centesimi dal terzo posto di Matthias Mayer! Che beffa!

11.32 Spettacolare la caduta di Allegre ma, per fortuna, senza conseguenze. Sciatore già in piedi e inservienti che riparano il danno. Ci vorrà ancora qualche minuto.

11.30 Nils Allegre parte a tutta ma sbaglia e finisce nelle reti con una scivolata notevole! Tutto ok per il francese, ma ora gli inservienti devono ricomporre le protezioni.

11.29 Se non cambieranno le condizioni di visibilità i primi saranno quasi intoccabili. Davanti a tutti c’è Vincent Kriechmayr in 1:12.58 con 12 centesimi sullo svizzero Marco Odermatt e 55 sull’austriaco Matthias Mayer. Quarto il nostro Christof Innerhofer a 59, quinto l’austriaco Christian Walder a 70, sesto il tedesco Andreas Sander a pari merito con lo svizzero Loic Meillard a 1.41. Dominik Paris al momento è 14° a 2.18, mentre Emanuele Buzzi è uscito di scena come Beat Feuz.

11.28 Beat Feuz inizia la sua gara con 44 centesimi di distacco già in vetta, quindi un errore pesante e 1.13 al secondo intermedio. Lo svizzero non riesce nell’impresa di ribadire quanto fatto in discesa e termina il suo superG anzitempo con un errore nel finale. Ora il francese Nils Allegre.

11.26 L’austriaco Hannes Reichelt a sua volta commette un errore dietro l’altro e non va oltre la 16a posizione a 2.30. Occhio a Beat Feuz ora!

11.25 Peccato per i due azzurri che, per un motivo o per un altro, si sono fatti male da soli. Buzzi con un pasticcio nel tratto più tecnico, Paris finendo quasi out dopo 4 porte!

11.23 Dominik Paris parte decisissimo dal cancelletto, si presenta al primo rilevamento cronometrico con ben 84 centesimi per colpa di un errore che lo vede inclinarsi e quasi finire fuori gara dopo poche porte. Il gap aumenta, diventa di 1,21 quindi 1.47 a metà gara. Prova a contenere ma la velocità è bassa, “Domme” spinge ma crolla a oltre 2 secondi. Finisce 14° a 2.16, peccato! Al cancelletto Hannes Reichelt.

11.21 Emanuele Buzzi dà il via al suo superG presentandosi al primo rilevamento con un distacco di soli 15 centesimi. Qualche imprecisione lo porta a 63 centesimi, quindi diventano 2.49 nel tratto centrale per un errore di linea enorme, che quasi lo mandava per le terre… sbaglia tutto e decide di fermarsi. Peccato! Al via ora Dominik Paris!

11.19 Lo statunitense Travis Ganong con il pettorale numero 15 è a 89 centesimi al secondo intermedio. Non recupera più e conclude perdendo terreno in 14a posizione a 2.24. Ed ora ecco il nostro Emanuele Buzzi!

11.17 Il francese Blaise Giezendanner non ingrana nemmeno dai primi metri e taglia il traguardo 13° a 2.16. Al via lo statunitense Travis Ganong.

11.14 Il tedesco Andreas Sander pasticcia in avvio con 57 centesimi di ritardo, quindi arriva con un secondo a metà gara. Conclude la sua gara comunque sesto a 1.41. E’ il momento del francese Blaise Giezendanner.

11.12 Il tedesco Romed Baumann è ottimo in avvio con gli stessi tempi di Kriechmayr. Arriva al secondo intermedio con 27 centesimi dopo un errore di linea, nel tratto più tecnico perde un secondo e non si ritrova più. Chiude in calando ed è settimo a 1.52. Tocca ora al suo connazionale Andreas Sander.

11.09 Alexis Pinturault arriva al primo rilevamento con 17 centesimi di distacco (la visibilità non è più quella dei primi numeri) quindi 64 al secondo. A metà gara accusa 1.23, quindi taglia il traguardo settimo a 1.56 senza una grande velocità nello schuss finale. Al via ora il tedesco Romed Baumann. Attenzione!

11.07 In attesa di Alexis Pinturault, ricordiamo che davanti a tutti c’è Vincent Kriechmayr in 1:12.58 con 12 centesimi sullo svizzero Marco Odermatt e 55 sull’austriaco Matthias Mayer. Quarto il nostro Christof Innerhofer a 59, quinto l’austriaco Christian Walder a 70, sesto lo svizzero Loic Meillard a 1.41.

11.05 Lo svizzero Loic Meillard inizia con 34 centesimi nella parte alta, quindi 75 al secondo intermedio. Tanta fatica per l’elvetico che si accontenta del sesto posto a 1.41.

11.03 Matthias Mayer a sua volta cede 15 centesimi in vetta, al secondo intermedio si ferma a 22 con una buona conduzione. A metà gara commette un grave errore e si trova a 61 centesimi prima della Hausbergkante e chiude terzo a 55 centesimi da Kriechmayr, con un buon finale. Scatta Loic Meillard!

11.01 L’austriaco Max Franz parte con 15 centesimi di ritardo in vetta, ma diventano subito 70. Il padrone di casa prosegue con qualche difficoltà e accusa 1.45 a metà gara. Non va oltre la sesta posizione a 2.02. Ed ora attenzione a Matthias Mayer, un altro dei grandi favoriti!

10.59 Il norvegese Kjetil Jansrud incomincia con 14 centesimi di distacco ma buone linee, quindi esce di scena in concomitanza del secondo intermedio. Davvero pessima trasferta di Kitz per lui. E’ il momento dell’austriaco Max Franz.

10.57 Lo svizzero Gino Caviezel parte con ben 38 centesimi di ritardo che diventano un secondo in breve tempo. Non sembra a proprio agio in nessun momento, tanto che termina sesto e ultimo a 2.04. Al cancelletto ora Kjetil Jansrud.

10.55 L’austriaco Vincent Kriechmayr inizia sui tempi di Odermatt, quindi passa in vantaggio per 15 centesimi al secondo intermedio. Pennella nel tratto centrale e passa a 29 centesimi di vantaggio, quindi perde tutto all’Hausbergkante ma riesce ad andare in vetta in 1:12.58 per 12 centesimi. Forse poteva fare qualcosa in più. Tocca allo svizzero Gino Caviezel.

10.52 Il francese Johan Clarey inizia con 28 centesimi di ritardo con un grave errore che lo porta a 8 decimi al secondo intermedio. Non è deciso, ma recupera qualcosa nel tratto centrale. Arriva all’Hausbergkante con un ritardo pesantissimo e chiude ultimo a 1.58. Attenzione ora a Vincent Kriechmayr!

10.50 Lo svizzero Marco Odermatt parte volando con 25 centesimi su Innerhofer nel tratto alto. Diventano 29 al secondo, spinge a tutta e conferma 27 centesimi al terzo. Nel tratto finale è ottimo, tocca i 131 kmh e centra il primo posto in 1:12.70 con 47 centesimi su Innerhofer! Che gara per lo svizzero! Ora Johan Clarey.

10.48 Christof Innerhofer inizia con 14 centesimi di ritardo nella parte alta con un piccolo errore, quindi arriva con 6 al secondo intermedio, va viaggiare gli sci e si porta in leggerissimo vantaggio al terzo. Prosegue bene all’Hausbergkante e va a concludere in vetta in 1:13.17 con 11 centesimi su Walder! Parte Marco Odermatt.

10.46 Christian Walder ci permette di vedere come la neve sia davvero una lastra di ghiaccio, tracciatura non complicata, si raggiungono alte velocità, specialmente dopo la Hausbergkante! Tempo di 1:13.28 e ora subito Christof Innerhofer!

10.45 SI PARTE! SCATTA IL SUPERG! L’austriaco Christian Walder è sul tracciato!

10.43 Gli atleti si preparano alla postazione di partenza. Neve ghiacciata e condizioni ideali. La Streif è pronta a regalarci il terzo grande spettacolo di questa edizione!

10.41 I primi 5 a partire: Christian Walder 1, Christof Innerhofer 2, Marco Odermatt 3, Johan Clarey 4, Vincent Kriechmayr 5.

10.40 Gli italiani al via: Christof Innerhofer 2, Emanuele Buzzi 16, Dominik Paris 17, Florian Schieder 41, Matteo Marsaglia 44, Davide Cazzaniga 45

10.39 Cosa possiamo attenderci dai nostri portacolori? Innerhofer parte rinfrancato dal quarto posto di ieri, con la voglia di stupire. Paris cerca una gara perfetta per puntare al podio, mentre per tutti gli altri l’obiettivo è la top10, per svoltare in una annata senza troppe gioie. Nel complesso questa stagione ha visto solo due podi per i nostri portacolori, urge una inversione di tendenza!

10.38 Tra i possibili outsider va considerata anche la pattuglia svizzera (di Beat Feuz abbiamo già tessuto le lodi) con Gino Caviezel, Loic Meillard e Marco Odermatt pronti a brillare.

10.37 Sulla pista di casa bisognerà fare ovviamente particolare attenzione agli austriaci. Su tutti Matthias Mayer e Vincent Kriechmayr che sembrano i grandi favoriti. Non andranno dimenticati, però, anche i vari Max Franz e Hannes Reichelt.

10.34 LA START-LIST DEL SUPERG

1 54009 WALDER Christian 1991 AUT Salomon
2 293006 INNERHOFER Christof 1984 ITA Rossignol
3 512269 ODERMATT Marco 1997 SUI Stoeckli
4 191740 CLAREY Johan 1981 FRA Head
5 53980 KRIECHMAYR Vincent 1991 AUT Head
6 511852 CAVIEZEL Gino 1992 SUI Dynastar
7 421483 JANSRUD Kjetil 1985 NOR Head
8 53817 FRANZ Max 1989 AUT Fischer
9 53902 MAYER Matthias 1990 AUT Head
10 512182 MEILLARD Loic 1996 SUI Rossignol
11 194364 PINTURAULT Alexis 1991 FRA Head
12 51215 BAUMANN Romed 1986 GER Salomon
13 200379 SANDER Andreas 1989 GER Atomic
14 194298 GIEZENDANNER Blaise 1991 FRA Atomic
15 530874 GANONG Travis 1988 USA Atomic
16 6290985 BUZZI Emanuele 1994 ITA Head
17 291459 PARIS Dominik 1989 ITA Nordica
18 50742 REICHELT Hannes 1980 AUT Salomon
19 511383 FEUZ Beat 1987 SUI Head
20 194858 ALLEGRE Nils 1994 FRA Salomon
21 54157 DANKLMAIER Daniel 1993 AUT Atomic
22 512038 ROGENTIN Stefan 1994 SUI Fischer
23 561310 HROBAT Miha 1995 SLO Atomic
24 194190 ROGER Brice 1990 FRA Rossignol
25 202059 FERSTL Josef 1988 GER Head
26 202762 JOCHER Simon 1996 GER Head
27 512039 ROULIN Gilles 1994 SUI Head
28 104531 CRAWFORD James 1997 CAN Head
29 192746 THEAUX Adrien 1984 FRA Head
30 561216 KLINE Bostjan 1991 SLO Nordica
31 54445 HAASER Raphael 1997 AUT Fischer
32 54371 BABINSKY Stefan 1996 AUT Head
33 511981 WEBER Ralph 1993 SUI Head
34 561255 CATER Martin 1992 SLO Stoeckli
35 501987 MONSEN Felix 1994 SWE Atomic
36 104272 SEGER Brodie 1995 CAN Atomic
37 194650 PICCARD Roy 1993 FRA Rossignol
38 6530104 BENNETT Bryce 1992 USA Fischer
39 53975 HEMETSBERGER Daniel 1991 AUT Fischer
40 202345 SCHWAIGER Dominik 1991 GER Head
41 6291625 SCHIEDER Florian 1995 ITA Atomic
42 511847 MANI Nils 1992 SUI Stoeckli
43 104468 READ Jeffrey 1997 CAN Atomic
44 293550 MARSAGLIA Matteo 1985 ITA Fischer
45 6290393 CAZZANIGA Davide 1992 ITA Atomic
46 934643 GOLDBERG Jared 1991 USA Head
47 202525 SCHMID Manuel 1993 GER Rossignol
48 422403 ROEA Henrik 1995 NOR Nordica
49 221117 GOWER Jack 1994 GBR Salomon
50 6190176 BAILET Matthieu 1996 FRA Salomon

10.31 Nei tre precedenti stagionali disputati in superG abbiamo assistito alle vittorie di Mauro Caviezel (out per infortunio) in Val d’Isere, di Aleksander Aamodt Kilde in Val Gardena (il norvegese purtroppo ha chiuso anzitempo la sua stagione) quindi Ryan Cochran-Siegle (ancora decisamente malconcio dopo la caduta nella prima discesa di venerdì) a Bormio. In poche parole, vedremo un nuovo vincitore nella specialità!

10.28 Il fine settimana di Kitzbuehel ha visto la doppietta di Beat Feuz in discesa. Lo svizzero sarà in grado di completare un tris storico? L’obiettivo è ambizioso quanto non semplice dato che i rivali non mancheranno e il superG non è esattamente il suo habitat preferito.

10.27 I dati tecnici della gara odierna: il superG di Kitz è stato tracciato dallo svizzero Reto Nydegger, propone 37 porte totali, partenza fissata ai 1.345 metri, arrivo a 805, lunghezza della prova di 2.150 metri.

10.25 LA CLASSIFICA DI SPECIALITA’, SUPERG

1 Mauro Caviezel Svizzera 225
2 Aleksander Aamodt Kilde Norvegia 172
3 Vincent Kriechmayr Austria 141
4 Kjetil Jansrud Norvegia 140
4 Adrian Smiseth Sejersted Norvegia 140

10.24 Iniziamo l’avvicinamento alla gara con la CLASSIFICA DI COPPA DEL MONDO GENERALE

1 Alexis Pinturault Francia 778
2 Aleksander Aamodt Kilde Norvegia 560
3 Marco Odermatt Svizzera 527
4 Marco Schwarz Austria 466
5 Filip Zubčić Croazia 462
6 Loïc Meillard Svizzera 428
7 Henrik Kristoffersen Norvegia 420
8 Matthias Mayer Austria 404
9 Beat Feuz Svizzera 378
10 Manuel Feller Austria 348

10.23 Non è ancora tempo di salutare le nevi austriache per la Coppa del Mondo di sci alpino, dato che domani si disputerà lo slalom in notturna di Schladming.

10.21 Il lungo, anzi lunghissimo a questo punto, fine settimana dell’Hahnenkamm (il rinvio della seconda discesa da sabato a domenica ha dilatato i tempi) si conclude oggi con il superG che prenderà il via alle ore 10.45.

10.20 Buongiorno a tutti amici di OA Sport! Siamo ancora una volta a Kitzbuehel, pronti per il superG sulla Streif!

I PETTORALI DI PARTENZA DEL SUPERG

La classifica della Coppa del MondoLe parole di InnerhoferLe dichiarazioni di ParisLa cronaca della discesa #2

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE del supergigante di Kitzbuehel (Austria) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2020-2021. Va a concludersi, dunque, il lungo fine settimana della Streif che si è spinto fino ad oggi, visto il rinvio della discesa da sabato alla giornata di ieri. Oggi quindi, dalle ore 10.45, vedremo in azione gli “Uomini-Jet” per l’ultima volta sulle nevi austriache, in vista di una gara quanto mai interessante.

Dopo la doppietta di Beat Feuz nelle due discese dell’Hahnenkamm, chi la spunterà in superG? Nei tre precedenti stagionali disputati abbiamo assistito alle vittorie di Mauro Caviezel in Val d’Isere, di Aleksander Aamodt Kilde in Val Gardena (il norvegese purtroppo ha chiuso anzitempo la sua stagione) quindi Ryan Cochran-Siegle (ancora decisamente malconcio dopo la caduta nella prima discesa di venerdì) a Bormio. Una specialità quanto mai livellata e senza un dominatore certo nel corso di questa stagione con il risultato tutto da scrivere.

In casa Italia non partiamo con troppi sogni di gloria, ma con la consapevolezza che, sia Dominik Paris, sia Christof Innerhofer possono sempre inserirsi nei discorsi inerenti a podi e vittorie. “Domme” cercherà di rifarsi dopo il settimo posto di ieri, mentre il suo conterraneo proverà a rilanciarsi dopo l’ottimo quarto di ieri. Per gli altri azzurri, da Florian Schieder (quattordicesimo nella discesa #2), Matteo Marsaglia, Davide Cazzaniga e Emanuele Buzzi, si attende la grande giornata per sbloccarsi.

Il superG di Kitzbuehel scatterà alle ore 10.45. OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE scritta della gara, per dare l’arrivederci nel migliore dei modi alla Streif.


Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Classifica Coppa del Mondo sci alpino: Pinturault comanda la generale, Kriechmayr in testa in quella di superG

Sci alpino, le pagelle di oggi. Kriechmayr fa tutto nel verso giusto, Innerhofer cresce di condizione