LIVE Sci alpino, Slalom Zagabria in DIRETTA: rimonta vincente di Strasser, delude Noel. A punti Sala e Razzoli

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LIVE Sci alpino, Prova discesa St. Anton in DIRETTA: Sofia Goggia prova una pista molto impegnativa

LA CRONACA DELLA GARA: VINCE STRASSER, INFORCATA DI VINATZER

LA CLASSIFICA DELLA COPPA DEL MONDO DI SCI ALPINO

LA CLASSIFICA DELLA COPPA DEL MONDO DI SLALOM

IL VIDEO DELLA VITTORIA DI LINUS STRASSER

16.33 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di serata. Un saluto sportivo.

16.32 La classifica di slalom vede invece davanti a tutti Feller con 210 punti. Seguono Kristoffersen a 166 e Strasser a 153. Vinatzer è 7° a 110: pesa molto l’inforcata odierna.

16.30 Pinturault, 18°, porta a casa 13 punti e torna in vetta alla classifica generale a quota 475, +10 sul norvegese Kilde. 3° lo svizzero Odermatt 391, 4° Kristoffersen a 338. Sulla carta Pinturault potrebbe mettere la freccia ad Adelboden, dove si disputeranno ben 2 giganti ed 1 slalom.

16.29 Strasser vantava tre podi (di cui una vittoria) in Coppa del Mondo, tutti ottenuti nei City Event (ovvero in parallelo). Mai prima di oggi era salito sul podio in slalom. A 28 anni entra in una nuova dimensione.

16.27 A punti Tommaso Sala e Giuliano Razzoli, entrambi appena guariti dal Covid: chiudono 24° e 26°. Era impossibile chiedergli di più. L’Italia aveva già compromesso tutto con una pessima prima manche. Vinatzer aveva inforcato, così come Liberatore e Maurberger non avevano concluso la prova; Moelgg e Gross non erano riusciti a qualificarsi.

16.25 Miglior risultato in carriera in slalom per il croato Zubcic, quinto a 0.47. Completano la top10 i francesi Muffat-Jeandet e Noel, l’austriaco Gstrein, gli svizzeri Zenhaeusern e Yule, il norvegese Kristoffersen (10° a pari merito con Yule). 18° Pinturault, che è scivolato nella seconda manche.

16.23 Il tedesco Linus Strasser ha vinto lo slalom di Zagabria con 10 e 16 centesimi sugli austriaci Manuel Feller e Marco Schwarz. Quarto un altro austriaco, Michael Matt, risalito dalla 26ma piazza grazie al miglior tempo di manche nella discesa conclusiva.

16.22 Noel ha patito come non mai le buche. Non è riuscito a sciare come sa, commettendo una serie di errori a raffica. Il francese è il grande sconfitto di oggi. Va detto che la pista era in condizioni non all’altezza della Coppa del Mondo.

16.21 IRRICONOSCIBILE NOEL! Il francese è solo settimo a 0.54! VINCE STRASSER!

16.19 Foss-Solevaag patisce le buche e sprofonda in dodicesima posizione a 0.84. Strasser e Feller sicuri del podio. Manca solo Noel, parte con ben 96 centesimi da gestire. Sono tantissimi.

16.18 Feller rischia all’inverosimile, ma resta dietro per appena 10 centesimi! Strasser è sul podio! Era ottavo dopo la prima manche. Ora il norvegese Foss-Solevaag, 6 decimi da gestire.

16.15 Finale da brividi! Schwarz recupera 11 centesimi nel tratto finale, ma non basta! L’austriaco è secondo a 0.16 da Strasser, ormai ad un passo dal primo podio in carriera in slalom. Ora spettacolo assicurato con Feller!

16.14 Brusco ridimensionamento per Hadalin. Lo sloveno sprofonda ed è 12° al traguardo a 0.99. Ne mancano 4, la sensazione è che Strasser possa farcela per il podio. Tocca all’austriaco Schwarz, 0.18 di vantaggio.

16.12 Taglia troppo sul palo Muffat-Jeandet. All’arrivo è quarto a 0.53. Al comando Strasser con 0.46 su Matt e 0.47 su Zubcic (il croato non era mai entrato nella top10 in slalom nella sua carriera). Tocca allo sloveno Hadalin, solo 0.11 su Strasser.

16.10 Pinturault è 12° a 1″24. Non porterà a casa tanti punti, ma abbastanza per tornare in vetta alla classifica generale, superando Kilde. Altro francese ora: Muffat-Jeandet difende 0.07 su uno Strasser che sogna il podio.

16.10 Grave errore per Pinturault nella parte alta, di fatto è scivolato, salvandosi con un colpo di reni.

16.08 STRASSER AL COMANDO! Aveva ben 1″24 di vantaggio all’ultimo intermedio. Un tesoretto sufficiente per portarsi in testa con 0.46 su Matt. Ora ci si gioca la Coppa del Mondo generale, c’è il francese Pinturault! Parte con appena 0.04 di vantaggio.

16.06 Si parte con il tedesco Strasser. Deve difendere 1″28 su Matt: basteranno?

16.06 Matt ha già recuperato ben 17 posizioni. E’ al comando con 0.01 su Zubcic e 0.12 su Gstrein. 16° Sala a 1″48, 18° Razzoli a 1″91. Ora mancano 8 atleti.

16.05 L’austriaco Gstrein, partito con 1″25 di vantaggio, è terzo all’arrivo a 0.12. La pista è davvero in condizioni disastrose nella parte bassa.

16.03 PAZZESCO! Anche Zubcic perde ben 78 centesimi da Matt nella parte bassa e chiude secondo a 0.01! Il croato sventola comunque la bandiera del proprio Paese per ricordare le vittime del terremoto.

16.01 Oggi non riesce la rimonta a Kristoffersen. Il norvegese pasticcia tanto ed è terzo a 0.24, pari merito con Yule. Matt ha sicuramente sciato bene, ma la pista lo sta aiutando…

16.00 Yule perde un secondo nella parte bassa (piena di buche) ed è terzo a 0.24. Matt si affaccia alle porte della top10. Mancano 11 atleti, il prossimo è Kristoffersen! 1″21 il gap in favore del norvegese.

15.58 Si ribalta lo svedese Jakobsen e va a sbattere con il petto sulla neve. Aveva ben 0.85 di vantaggio all’ultimo intermedio! Poi si rialza e va a chiudere per onor di firma a 11″23 da Matt. Vediamo se lo svizzero Yule sposta gli equilibri: parte con 1″11 di vantaggio.

15.56 Niente da fare nemmeno per Zenhaeusern, che oggi ha patito molto un fondo molto segnato. Lo svizzero è secondo a 0.23 da Matt. Ora lo svedese Jakobsen, che può gestire 1″05.

15.55 Matt entra nella top15. Ora però sarà dura contro lo svizzero Zenhaeusern, che parte con ben 0.89 di vantaggio.

15.54 Il norvegese McGrath si è piantato sul piano, stava sciando benissimo. Chiude sesto a 0.78. Ha perso una grande occasione.

15.52 Mancano 15 atleti. Al comando Matt con 0.31 su Vidovic e 0.43 su Khoroshilov. Gli azzurri: 10° Sala a 1″48, 12° Razzoli a 1″91.

15.51 Anche il norvegese Haugan finisce distante da Matt. E’ sesto a 1″01.

15.49 Il veterano russo Khoroshilov è terzo a 0.43 da Matt. L’austriaco prosegue nella rimonta, era 26° dopo la prima manche. Ora la top15 è ad un passo.

15.48 Il croato Rodes è settimo a 1″45, appena 3 centesimi meglio di Sala. Ma cambia poco.

15.46 Inforcata per il veterano francese Grange. Mancano 18 atleti. Male che vada Sala chiuderà 25°, Razzoli 27°. Qualche punticino che fa morale.

15.46 Lo svizzero Simonet si inserisce al quinto posto a 1″05 da Matt.

15.44 Il croato Vidovic perde tanto nella parte bassa ed è secondo a 0.31 da Matt, che ha già recuperato 5 posizioni.

15.43 Fuori lo svizzero Nef. Al comando Matt con 0.51 su Kolega e 0.58 su Holzmann.

15.41 Il canadese Read è sesto a 1″65, alle spalle di Sala che è quinto a 1″48. 7° Razzoli a 1″91.

15.40 Il britannico Ryding finisce anche dietro agli azzurri. E’ ultimo a 1″93.

15.39 Il tedesco Holzmann è terzo a 0.58. Sala e Razzoli sono ultimi.

15.37 Si porta in testa l’austriaco Michael Matt con 0.51 su Kolega.

15.35 Razzoli quarto a 1″40. Anche l’emiliano è appena guarito dal Covid. Oggi è stata una giornata nera per l’Italia, bisognerà dimenticarla in fretta. Domenica nuova chance ad Adelboden.

15.34 Sala si spegne nel finale ed è 3° a 0.97. E’ reduce dal Covid, è già stata un’impresa qualificarsi. Ora Razzoli, 0.16 di vantaggio su Kolega.

15.32 Digruber chiude a 0.87 da Kolega. Adesso gli unici due azzurri in gara: Sala e Razzoli. Sala parte con appena 0.15 di vantaggio su Kolega.

15.31 2’02″27 il tempo totale di Kolega, che ha badato prima di tutto a non sbagliare. Ora l’austriaco Digruber.

15.30 Il manto della neve è più compatto rispetto alla prima manche, le temperature si sono abbassate.

15.30 Iniziata la seconda manche con il croato Kolega.

15.25 La graduatoria di slalom è invece capeggiata dal norvegese Henrik Kristoffersen con 140 punti, seguito a sole 10 lunghezze dall’austriaco Manuel Feller, che potrebbe scavalcarlo. Alex Vinatzer è quarto a quota 110, ma perderà posizioni presumibilmente dopo l’inforcata odierna.

15.22 La classifica generale è guidata dal norvegese Aleksander Aamodt Kilde con 465 punti, seguito a sole 3 lunghezze dal francese Alexis Pinturault: a meno di inforcate, oggi il transalpino tornerà davanti.

15.20 Confermato lo start alle ore 15.30, il primo apripista partirà alle 15.25.

15.15 Tra gli italiani si sono qualificati per la seconda manche Giuliano Razzoli e Tommaso Sala, rispettivamente 27° e 28° dopo la prima discesa. Entrambi sono appena guariti dal Covid e chiaramente non sono al top della forma, ma potranno sfruttare il basso pettorale di partenza, scattando tra poco come terzo e quarto.

11.42 Saranno sette gli italiani in gara. Questi i loro pettorali: 11 Alex Vinatzer, 19 Manfred Moelgg, 25 Simon Maurberger, 28 Stefano Gross, 31 Giuliano Razzoli, 39 Federico Liberatore, 40 Tommaso Sala.

15.10 L’inversione dei migliori trenta della prima manche è in programma alle 15.30.

15.05 Buon pomeriggio e benvenuti alla diretta live testuale della seconda manche dello slalom di Zagabria, valido per la Coppa del Mondo di sci alpino.

13.30 Grazie per averci seguito, appuntamento alle 15.30 per la seconda manche. Un saluto sportivo.

13.28 Giornata negativa per l’Italia. Si qualificano solo i ‘reduci dal Covid’: 27° Razzoli a 2″34, 28° Sala a 2″35. Fuori Vinatzer (inforcata), Maurberger e Liberatore. Non qualificati Moelgg (32°) e Gross (33°). Bisogna resettare e pensare ad Adelboden.

13.27 E’ terminata la prima manche. Al comando Noel con 0.36 su Foss-Solevaag, 0.51 su Feller, 0.78 su Schwarz, 0.85 su Hadalin, 0.89 su Muffat-Jeandet, 0.92 su Pinturault, 0.96 su Strasser, 0.99 su Gstrein, 1.00 su Zubcic. I primi 10 sono dunque racchiusi in un secondo!

13.26 30° il croato Kolega a 2″50.

13.25 Il croato Matej Vidovic, pettorale n.52, è 21° a 2″05. Fuori dunque Manfred Moelgg.

13.21 Mancano 8 atleti e Moelgg è sempre 30°. Razzoli e Sala sono ormai certi della qualificazione. E dire che sono appena guariti dal Covid…

13.18 Pazzesco il norvegese McGrath, 15° a 1″44 con il pettorale n. 44! E’ fuori Gross, ora Moelgg è 30°.

13.17 Moelgg e Gross sono ormai quasi fuori: 29° e 30°. Dovrebbero farcela Razzoli e Sala, rispettivamente 25° e 26°.

13.15 Tommaso Sala è 25° a 2″35, appena 1 centesimo dietro Razzoli. E’ curioso notare come i migliori azzurri siano stati quelli appena guariti dal Covid…

13.14 E’ una debacle. Fuori Liberatore, che peraltro si stava superando: era dietro di soli 3 decimi al secondo intermedio.

13.13 Ora Liberatore e Sala, ultimi italiani in gara.

13.10 Lo svizzero Simonet è 19°, continuano a perdere posizioni gli azzurri. E’ concreto il rischio che nessun italiano prende parte alla seconda manche.

13.09 Buona prova per il croato Rodes, 17° a 1″90.

13.07 Razzoli, addirittura in vantaggio a 0.06 al primo intermedio, è 22° a 2″34, appena davanti a Moelgg e Gross. Nel finale, come prevedibile, la fatica si è fatta sentire per l’emiliano.

13.05 Noel guida con 0.36 su Foss-Solevaag e 0.51 su Feller. Seguono Schwarz e Hadalin, rispettivamente a 0.78 e 0.85. Solo 11° Kristoffersen a 1″03: il norvegese non ha saputo sfruttare il pettorale n.1. Italia a picco per ora: out Vinatzer, Moelgg e Gross a forte rischio qualificazione. Tocca a Giuliano Razzoli, appena guarito dal Covid. E’ rimasto fermo 3 settimane, impossibile attendersi miracoli.

13.04 Sono scesi i primi 30 atleti. Francia padrona al momento: non solo Noel è al comando, ma ben tre transalpini si sono installati nella top7 (6° Muffat-Jeandet e 7° Pinturault).

13.03 Il canadese Read è 19° a 2″15.

13.02 Il norvegese Nordbotten è il primo a finire alle spalle di Moelgg e Gross.

13.01 Moelgg e Gross sono rispettivamente penultimo ed ultimo. L’Italia rischia di non qualificare atleti per la seconda manche…

13.00 Niente da fare, è una giornata storta. Gross è 22° a 2″62. L’altoatesino è apparso involuto rispetto alle prime uscite. La sosta natalizia non sembra aver fatto bene agli italiani.

12.59 Fuori anche il norvegese Braathen, che era vicinissimo al primo rilevamento (+0.11). Vediamo se Stefano Gross risolleverà l’Italia.

12.58 E dire che il tracciato odierno è stato disegnato da Jacques Theolier, allenatore francese dell’Italia. Il responso della pista dice che non ha agevolato gli azzurri, per niente…

12.57 Il norvegese Haugan è 15° a 1″59.

12.56 Giornata nera per l’Italia, capita. Maurberger stava sciando abbastanza bene, era dietro di 0.88 al terzo intermedio. Poi si è sbilanciato ed è uscito.

12.54 Hadalin sogna per i primi due intermedi (0.06 di vantaggio al secondo), poi si difende ed è quinto a 0.85. Grandissima sorpresa! Vediamo Maurberger.

12.53 Subito fuori l’austriaco Pertl. Ora lo sloveno Hadalin, poi Maurberger.

12.50 I prossimi azzurri a scendere: 25 Maurberger, 28 Gross, 31 Razzoli, 39 Liberatore, 40 Sala. Gli azzurri devono provare ad invertire la rotta dopo l’inforcata di Vinatzer e la brutta prestazione di Moelgg.

12.49 Fuori l’austriaco Hirschbuehl.

12.48 16° a 2″12 il giovane svizzero Nef. Moelgg è ultimo, sarà durissima qualificarsi.

12.47 Si difende l’austriaco Gstrein ed è ottavo a 0.99. Ottima gara, la pista consente ancora di rimanere sotto il secondo di distacco.

12.45 Manfred Moelgg, dietro di 0.28 al secondo intermedio, perde un secondo secco sul piano. All’arrivo è 17° a 2″61, a rischio qualificazione. Sin qui una Epifania da incubo per l’Italia.

12.43 Il veterano francese Grange è 14° a 1″90.

12.42 Nel finale anche Jakobsen perde un’enormità ed è 11° a 1″19.

12.41 Ha smesso di nevicare. Lo svedese Jakobsen è in vantaggio di 3 centesimi al primo rilevamento.

12.40 Il croato Zubcic disputa la miglior manche della carriera in slalom. Al terzo intermedio era dietro di appena 0.12. Poi ha commesso un errore gravissimo, evitando l’uscita con un colpo di reni. E’ ottavo ad un secondo secco.

12.38 Dopo i primi 15 è in testa il francese Noel con 0.36 sul norvegese Foss-Solevaag e 0.51 sull’austriaco Feller. Seguono Schwarz a 0.78, Muffat-Jeandet a 0.89, Pinturault a 0.92. Solo ottavo Kristoffersen a 1″03. Purtroppo ha inforcato Alex Vinatzer.

12.37 Delude l’austriaco Matt, 13° a 2″24.

12.35 Feller aveva addirittura mezzo secondo di vantaggio su Noel al secondo intermedio! Nel finale ha pagato dazio nei confronti del francese, chiudendo comunque in terza posizione a 0.51. E’ in lotta per la vittoria.

12.34 Benissimo il francese Muffat-Jeandet, quarto a 0.89. La pista sta tenendo molto meglio del previsto. Attenzione all’austriaco Feller…Intanto ha iniziato a nevicare.

12.32 Bene il tedesco Strasser, quinto a 96 centesimi da Noel.

12.30 Alex Vinatzer ha inforcato. Al primo intermedio aveva solo 7 centesimi di ritardo da Noel. L’azzurro passa sempre vicinissimo ai pali, il rischio purtroppo c’è. Peccato, uno ‘zero’ pesantissimo in chiave classifica di slalom.

12.29 Dopo un buon avvio, Ryding chiude 9° a 2″19. Ora Vinatzer. Stare sotto il secondo da Noel sarebbe ottimo.

12.28 Khoroshilov non è quello di un tempo. Il russo è ottavo a ben 1″72. E’ il momento del britannico Ryding, a seguire Alex Vinatzer.

12.26 Fuori lo svizzero Meillard: aveva 19 centesimi di vantaggio su Noel al secondo intermedio! E’ il turno del russo Khoroshilov.

12.25 E’ TORNATO NOEL! Il francese dà spettacolo e si porta in testa con 0.36 su Foss-Solevaag. Il francese era dietro di 0.44 all’ultimo intermedio.

12.24 In pista il francese Noel, che vinse a Zagabria nel 2020.

12.24 Sesto a 0.99 Zenhaeusern. La pista inizia già a presentare il conto…

12.22 Bene fino a metà pista Yule, poi lo svizzero rimane vittima di qualche rimbalzo di troppo. E’ quinto a 0.77. Tocca ad un altro elvetico, Zenhaeusern. La neve è davvero marcia.

12.20 Pinturault era dietro di 1″01 al terzo intermedio. All’arrivo è terzo a 0.56. Tutti recuperano sul norvegese, che ha pagato dazio nel tratto conclusivo. Ora lo svizzero Yule.

12.19 Legnosa l’azione di Schwarz, ma recupera ben 6 decimi a Foss-Solevaag nel finale. E’ secondo a 0.42. Il norvegese ha fatto la differenza nei primi tre intermedi, poi ha commesso un gravissimo errore a pochi pali dalla fine, rischiando anche di uscire. Tocca al francese Pinturault.

12.17 Errore ancora più marcato per Foss-Solevaag nello stesso punto dove ha sbagliato Kristoffersen. Ciò nonostante si porta in testa con 0.67 sul connazionale. Kristoffersen ha sciato in maniera troppo prudente, benché pulita. Ora l’austriaco Schwarz.

12.16 1’00″48 per Kristoffersen. Fluida l’azione del norvegese, che tuttavia nel finale ha perso velocità a causa di un errore. In quel frangente ha lasciato qualche decimo. Ora il connazionale Foss-Solevaag, secondo a Campiglio. C’è un po’ di nebbia nella parte alta.

12.15 Iniziato lo slalom con Kristoffersen!

12.12 Ci siamo, Kristoffersen è quasi pronto al cancelletto di partenza.

12.10 Kristoffersen avrà il grande vantaggio di partire con il pettorale n.1. Un’occasione da sfruttare per lo scandinavo.

12.07 La graduatoria di slalom è invece capeggiata dal norvegese Henrik Kristoffersen con 140 punti, seguito a sole 10 lunghezze dall’austriaco Manuel Feller. Alex Vinatzer è quarto a quota 110.

12.05 La classifica generale è guidata dal norvegese Aleksander Aamodt Kilde con 465 punti, seguito a sole 3 lunghezze dal francese Alexis Pinturault: a meno di inforcate, oggi il transalpino tornerà davanti.

12.01 Sono due gli azzurri in attività ad aver vinto a Zagabria: Giuliano Razzoli nel 2010 e Manfred Moelgg nel 2017. Quest’ultima resta al momento l’ultima affermazione di un azzurro in slalom in Coppa del Mondo.

11.58 Proprio il francese Clement Noel, nonostante un avvio di stagione non esaltante, resta uno dei grandi favoriti per la vittoria. Oggi il transalpino proverà a sbloccarsi su una pista che lo vide imporsi nell’ultima edizione.

11.55 Alex Vinatzer colse il suo primo podio in Coppa del Mondo proprio a Zagabria nel 2020. L’altoatesino giunse terzo a 0.29 dal francese Clement Noel, mentre lo svizzero Ramon Zenhaeusern fu secondo a 0.07.

11.48 La punta di diamante del Bel Paese sarà Alex Vinatzer, reduce dal quarto posto in Alta Badia e dal podio a Madonna di Campiglio. Partirà con il pettorale n.11: non sarà facile, perché la pista si rovinerà molto. Ha piovuto in Croazia e la neve è stata salata. I primi a scendere saranno avvantaggiati.

11.45 L’Italia riabbraccia Giuliano Razzoli e Tommaso Sala, guariti dal Covid. Chiaramente non potranno essere al top della forma.

11.42 Saranno sette gli italiani in gara. Questi i loro pettorali: 11 Alex Vinatzer, 19 Manfred Moelgg, 25 Simon Maurberger, 28 Stefano Gross, 31 Giuliano Razzoli, 39 Federico Liberatore, 40 Tommaso Sala.

11.35 I pettorali di partenza dello slalom di oggi:

1 KRISTOFFERSEN Henrik 1994 NOR Rossignol
2 FOSS-SOLEVAAG Sebastian 1991 NOR Voelkl
3 SCHWARZ Marco 1995 AUT Atomic
4 PINTURAULT Alexis 1991 FRA Head
5 YULE Daniel 1993 SUI Fischer
6 ZENHAEUSERN Ramon 1992 SUI Rossignol
7 NOEL Clement 1997 FRA Dynastar
8 MEILLARD Loic 1996 SUI Rossignol
9 KHOROSHILOV Alexander 1984 RUS Fischer
10 RYDING Dave 1986 GBR Dynastar
11 VINATZER Alex 1999 ITA Nordica
12 STRASSER Linus 1992 GER Rossignol
13 MUFFAT-JEANDET Victor 1989 FRA Salomon
14 FELLER Manuel 1992 AUT Atomic
15 MATT Michael 1993 AUT Rossignol
16 ZUBCIC Filip 1993 CRO Atomic
17 JAKOBSEN Kristoffer 1994 SWE Fischer
18 GRANGE Jean-Baptiste 1984 FRA Rossignol
19 MOELGG Manfred 1982 ITA Fischer
20 GSTREIN Fabio 1997 AUT Atomic
21 NEF Tanguy 1996 SUI Fischer
22 HIRSCHBUEHL Christian 1990 AUT Rossignol
23 PERTL Adrian 1996 AUT Voelkl
24 HADALIN Stefan 1995 SLO Rossignol
25 MAURBERGER Simon 1995 ITA Atomic
26 HAUGAN Timon 1996 NOR Head
27 BRAATHEN Lucas 2000 NOR Atomic
28 GROSS Stefano 1986 ITA Voelkl
29 NORDBOTTEN Jonathan 1989 NOR Head
30 READ Erik 1991 CAN Atomic
31 RAZZOLI Giuliano 1984 ITA Fischer
32 MARCHANT Armand 1997 BEL Salomon
33 RODES Istok 1996 CRO Atomic
34 SIMONET Sandro 1995 SUI Rossignol
35 DIGRUBER Marc 1988 AUT Atomic
36 POPOV Albert 1997 BUL Head
37 LIZEROUX Julien 1979 FRA Salomon
38 ROCHAT Marc 1992 SUI Nordica
39 LIBERATORE Federico 1995 ITA Voelkl
40 SALA Tommaso 1995 ITA Dynastar
41 STROLZ Johannes 1992 AUT Head
42 HOLZMANN Sebastian 1993 GER Rossignol
43 GINNIS A. 1994 GRE Fischer
44 McGRATH Atle Lie 2000 NOR Head
45 RITCHIE Benjamin 2000 USA Dynastar
46 ZABYSTRAN Jan 1998 CZE Atomic
47 AERNI Luca 1993 SUI Fischer
48 WINTERS Luke 1997 USA Rossignol
49 RAUCHFUSS Julian 1994 GER Rossignol
50 SEYMOUR Jett 1998 USA
51 KOYAMA Yohei 1998 JPN Head
52 VIDOVIC Matej 1993 CRO Head
53 KOLEGA Samuel 1999 CRO
54 FOURNIER Simon 1997 CAN Rossignol
55 LAINE Tormis 2000 EST Kaestle

11.32 La gara prenderà il via alle 12.15. La seconda manche è in programma alle 15.30.

11.30 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta Live dello slalom di Zagabria, valido per la Coppa del Mondo di sci alpino.

La startlist e i pettorali di partenzaLa presentazione della garaI convocati dell’Italia

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE dello slalom maschile di Zagabria, prova valida per la Coppa del Mondo 2021 di sci alpino. Finalmente si torna sulla neve: prima gara del nuovo anno per gli uomini, pronti a regalare grande spettacolo sul pendio che sovrasta la capitale della Croazia. Si scenderà su una pista iconica e di grande tradizione, anche se non molto complicata e su un tracciato che spesso nasconde poche insidie. Le ragazze vi hanno gareggiato appena tre giorni fa, la neve era primaverile e a farla da padrona è stato il caldo. Potremmo assistere a una gara ricca di colpi di scena e infarcita di imprevedibilità.

Gli specialisti dei pali stretti tornano a gareggiare a due settimane di distanza dallo slalom di Madonna di Campiglio. L’Italia si stringe tutta attorno ad Alex Vinatzer, definitivamente esploso proprio sul finire del 2020. Il 21enne, che scenderà col pettorale numero 11, è reduce dal terzo posto di Campiglio e dalla quarta piazza in Alta Badia il giorno prima. L’azzurro ha tutte le carte in regola per fare saltare il banco, sicuramente uscirà dal cancelletto di partenza per puntare al podio e sognare la prima vittoria nel massimo circuito itinerante.

Rivedremo all’opera Giuliano Razzoli, che ritorna in gara dopo essere guarito dal Covid-19. Il Campione Olimpico di Vancouver 2010 si rimetterà in gioco col pettorale numero 31 e proverà a ottenere un buon risultato, proprio come l’altro veterano Manfred Moelgg (19) e il giovane Simon Maurberger (25). In gara anche Stefano Gross (28), Federico Liberatore (39) e Tommaso Sala (40).

Il francese Alexis Pinturault occupa il secondo posto in classifica generale a tre punti di distacco dal norvegese Aleksander Kilde, dunque vorrà operare il sorpasso. Attenzione però anche all’altro norvegese Henrik Kristoffersen, reduce dal trionfo di Campiglio e desideroso di imporsi nuovamente in modo da riavvicinarsi in classifica generale (è invece leader della graduatoria di specialità, scenderà col pettorale numero 1). Potranno dire la loro anche l’austriaco Manuel Feller, lo svizzero Ramon Zenhaeusern, il norvegese Sebastian Foss-Solevaag, l’austriaco Marco Schwarz, il francese Clement Noel, l’elvetico Daniel Yule, ma anche il tedesco Linus Strasser, lo svizzero Loic Meillard, il britannico Dave Ryding, gli altri transalpini Jean-Baptiste Grange e Victor Muffat-Jeandet.

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE dello slalom maschile di Zagabria, prova valida per la Coppa del Mondo 2021 di sci alpino: cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, discesa dopo discesa, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle ore 12.15 con la prima manche, poi si ritornerà alle ore 15.30 per la seconda manche. Buon divertimento a tutti.

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LIVE Ciclocross Sant’Elpidio in DIRETTA: Fabio Aru ottavo. “Sono contento, andrò ai Nazionali”. E si candida ai Mondiali

Tournée 4 Trampolini 2021: Kamil Stoch trionfa anche a Bischofshofen e conquista la terza Aquila d’Oro in carriera