Ginnastica artistica, la Virtus Pasqualetti Macerata vince lo scudetto maschile! Campioni d’Italia per la terza volta

La Virtus Pasqualetti Macerata si è laureata Campionessa d’Italia di ginnastica artistica maschile. La compagine marchigiana ha trionfato nella Finale della Serie A andata in scena al PalaVesuvio di Napoli e ha così conquistato il terzo scudetto della sua storia nel massimo campionato italiano a squadre dopo i sigilli del 2013 e del 2016. Si tratta di un tricolore giunto un po’ a sorpresa, ma ampiamente meritato da questa formazione di assoluto spessore tecnico.

La nuova formula a scontri diretti ha permesso a Macerata di sfoderare tutto il suo talento, nella semifinale di ieri aveva sconfitto la lanciatissima Ginnastica Salerno (vincitrice degli ultimi due campionati) e oggi ha avuto la meglio nell’atto conclusivo a tre: trionfo con 29 punti speciali, lasciandosi alle spalle la Pro Patria Bustese di Ludovico Edalli e Ares Federici (23 punti) e la Giovanile Ancona di Lay Giannini (20 punti, ieri i marchigiani avevano eliminato la quotata Spes Mestre e oggi si sono trovati un po’ a corto di uomini).

Filippo Castellaro (13.300 corpo libero, 13.000 agli anelli, 14.200 al volteggio), Paolo Principi (13.000 al quadrato, 13.150 al cavallo, 13.200 alle parallele, 13.250 alla sbarra), Matteo Levantesi (12.800 al cavallo, 13.400 alle parallele, 12.600 alla sbarra), Andrea Cingolani (13.300 agli anelli, 14.500 al volteggio) sono stati i grandi protagonisti del successo della Virtus Pasqualetti Macerata, con il quale si è conclusa questa tormentata stagione agonistica funestata purtroppo dall’emergenza sanitaria.

LA CRONACA DELLO SCUDETTO FEMMINILE VINTO DALLA BRIXIA BRESCIA

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto LM-LPS/Filippo Tomasi

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Moto2, il trionfo di Enea Bastianini e l’approdo in MotoGP. Luca Marini ha pagato la caduta di Le Mans

Nuoto, ISL 2020: Adam Peaty realizza il nuovo primato del mondo nei 100 rana in vasca corta a Budapest