Show Player

F1, Charles Leclerc: “Ho buttato via tutto, chiedo scusa a Vettel. È solo colpa mia”



Già di suo la SF1000 fa acqua da tutte le parti, aggiungiamo poi che gli aggiornamenti portati in questo fine settimana non hanno sortito effetti clamorosi alle prestazioni della vettura ed il fatto che i rapporti all’interno del team Ferrari siano ormai ai minimi storici. Tutto quello che non doveva succedere per la scuderia di Maranello doveva essere una e solo una cosa: la ripetizione di quanto visto ad Interlagos a novembre, ovvero l’incidente tra le due Rosse.

All’epoca sulla Reta Oposta del circuito brasiliano la colpa andò in maniera maggiore a Sebastian Vettel. Oggi, in curva 3 del Gran Premio della Stiria, invece, dubbi non ci sono. La “frittata” l’ha compiuta tutta Charles Leclerc. Un chilometro dopo la partenza il monegasco ha tentato un attacco davvero forzatissimo alla Remus Kurve, andando a centrare il tedesco, eliminando entrambe le monoposto con il Cavallino Rampante.

Loading...
Loading...

Un disastro sportivo, senza usare mezzi termini, che Charles Leclerc analizza a mente fredda: “Per prima cosa arrivato nel paddock ho voluto chiedere scusa a Sebastian Vettel – spiega ai microfoni di Sky Sport – Quando uno commette un errore simile deve essere anche onesto ed ammetterlo. Oggi proprio non mi sono piaciuto, non trovo altre parole, sono molto deluso da me stesso”. 

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELL’INCIDENTE TRA VETTEL E LECLERC

Il monegasco prosegue nel “Mea Culpa” andando ad analizzare la sua situazione nel complesso: “Ad inizio anno mi ero ripromesso di non perdere una opportunità. Oggi forse potevamo risalire, sentivo bene la macchina ma, ovviamente, non è che potessimo lottare per la vittoria. Peggio di quello che è successo non si poteva fare, comunque. Per questo mi assumo ogni responsabilità, mi dispiace davvero tanto per il team che aveva lavorato tanto e ci aveva messo anche a disposizione nuove parti. Non che ci avessero permesso di rivoluzionare le prestazioni, ma qualcosa in più potevamo fare”. 

Ultima battuta per il classe 1997 che prova a spiegare cosa sia successo in curva 3: “Eravamo nel gruppo, avevo voglia di fare bene sfruttando le gomme soft. Anzi, forse avevo troppa voglia di fare bene, ma non è certo una scusante. Sono stato troppo ottimista nell’attaccare. Ho visto un buco e ho provato. Ovviamente avrei dovuto pensare di più in macchina, per di più perché ho colpito Sebastian, il mio compagno di squadra. Queste cose non si fanno”. 

VIDEO: L’INCIDENTE ASSURDO TRA LECLERC E VETTEL

CHARLES LECLERC: “E’ SOLO COLPA MIA, HO BUTTATO VIA TUTTO. CHIEDO SCUSA A VETTEL”

VETTEL: “NON MI ASPETTAVO UN ATTACCO DI LECLERC IN QUEL PUNTO”

ORDINE D’ARRIVO DEL GP DI STIRIA 2020 DI F1

PAGELLE GP STIRIA 2020: FERRARI VOTO 2

VIDEO: HIGHLIGHTS E SINTESI DELLA GARA

LA CRONACA DELLA GARA

LA CLASSIFICA PILOTI

LA CLASSIFICA COSTRUTTORI

STROLL E RICCIARDO SOTTO INVESTIGAZIONE

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SULLA FORMULA UNO

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top