Show Player

LIVE Parigi-Nizza 2020, Quinta tappa in DIRETTA: vince un superlativo Niccolò Bonifazio! 2° Cortina, 3° Sagan



CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DELLA QUINTA TAPPA

Loading...
Loading...

LA CLASSIFICA GENERALE DELLA PARIGI-NIZZA

VIDEO HIGHLIGHTS: LA VITTORIA DI BONIFAZIO

16:35 Oa Sport vi ringrazia per aver seguito con noi questa spettacolare tappa della Parigi-Nizza 2020 e vi augura un buon proseguimento di giornata, invitandovi a rimanere collegati con noi e a non perdervi nemmeno un minuto dello sport a livello globale.

16:33 Splendida, nell’intervista a fine corsa, la dedica della vittoria all’Italia, colpita dal Coronavirus, da parte di Bonifazio.

16:29 Nessuna variazione per la classifica generale, dove Max Scachmann rimane leader indisturbato a 58″ di vantaggio su Soren Kragh Andersen.

Questa invece la Top-10 della tappa odierna:

  1. Niccolò Bonifazio
  2. Ivan Cortina
  3. Peter Sagan
  4. Nacer Bouhanni
  5. Hugo Hofstetter
  6. Andrea Pasqualon
  7. John Degenkolp
  8. Elia Viviani
  9. Bryan Coquard
  10. Marc Sarreau

16:25 Si conclude quindi con la seconda vittoria italiana in pochi giorni questa quinta tappa della Parigi-Nizza 2020. Ad alzare le braccia al cielo è Niccolò Bonifazio che ha anticipato tutti gli altri velocisti a 200 m dal traguardo e ha scavalcato lo slovacco Jan Tratnik, ultimo superstite di una fuga di 4 uomini che ha animato gran parte della corsa. Alle spalle del velocista del Tricolore giungono Ivan Cortina e Peter Sagan.

16:23 Secondo lo spagnolo Ivan Cortina. Terzo il pluricampione del mondo slovacco Peter Sagan.

16:22 Pazzesca intuizione dell’azzurro che è partito per andare a scavalcare Tratnik a 200m dal traguardo e si è ritrovato in testa da solo.

16:21 CLAMOROSOOOOOO! Vince Niccolò Bonifazio che anticipa tutti in volata e trova una successo inaspettato.

16:20 Ultimo chilometro per Tratnik! Potrebbe riuscire nell’impresa l’uomo della Bahrain Mc-Laren.

16:19 Rottura della catena per Caleb Ewan. Sfortunatissimo l’australiano che era uno dei favoriti.

16:19 Tratnik in leggera difficoltà ora. 20″ a 2.4 km dal traguardo.

16:18 Meno di 3 km alla volata. Iniziano a crearsi i treni per i velocisti.

16:17 Attenzione perchè ora ci crede lo slovacco, che si trova a 5 km dal traguardo.

16:15 Non ce la fa Gougeard. Se ne va Tratnik!

16:13 Ripresi i cinque controattaccanti. 7.3 km alla conclusione della frazione.

16:11 Sempre 20″ di vantaggio per i due battistrada sui 5 inseguitori. Gruppo che prova a rientrare.

16:08 Cinque uomini all’inseguimento della testa della corsa ora. Con Jungels-Bilbao anche Kasper Asgreen e Jasper Stuyven.

16:06 Partito ora il belga Bob Jungels con il basco Pello Bilbao. Deceuninck Quick-Step che, senza il proprio velocista Sam Bennett, ci sta provando con azioni da lontano.

16:05 Subito a chiudere il solito Scachmann in maglia gialla. Si allunga il gruppo di testa.

16:04 Scatta Julian Alaphilippe! Lo segue Ivan Cortina. Si infiamma la corsa.

16:02 Si staccano intanto Ryan Mullen (Trek-Segafredo) e Anthony Turgis (Direct Energie). Restano in due in testa alla corsa!

16:01 19 km alla conclusione. 55″ il vantaggio rimasto ai 4 battistrada.

15:58 Sembra pressochè impossibile resistere al ritorno del plotone per i fuggitivi.

15:55 Da segnalare che sia il tasmaniano Richie Porte (TFS) che il francese Romain Bardet (ALM) si sono recati alle proprie ammiraglie per ricevere assistenza.

15:51 Sembra essere in buona condizione il velocista azzurro, ancora a caccia del primo successo in questo 2020.

15:47 Cofidis ora davanti a tirare per il campione europeo Elia Viviani.

15:44 Scoccata ora la quinta ora di corsa. Scende sotto i 2′ il vantaggio dei battistrada

15:40 Tratto totalmente pianeggiante ora che favorisce l’inseguimento dei fuggitivi da parte dei grandi team. Diminuito di altri 20″ il gap.

15:37 Iniziano a muoversi le squadre delle ruote veloci in testa al gruppo. Il plotone si trova a 2’33” e prova a recuperare qualcosa.

15:33 Ricordiamo che il tratto finale di tappa, completamente pianeggiante e con solo una curva a 600 m dal traguardo, si presta al meglio ad un arrivo in volata.

15.30 Al momento mancano 40 km al traguardo con i quattro fuggitivi che conservano 2’30” si vantaggio sul plotone.

15.27 Confermata la caduta di Michael Wood in coda al gruppo.


15.24 Il vantaggio di  Ryan Mullen (Trek-Segafredo), Alexis Gougeard (Ag2R), Jan Tratnik (Bahrain-McLaren) e Anthony Turgis (Direct Energie) scende sotto i 3′.

15.21 Brutta caduta per Woods quando mancano 46 km al traguardo.

15.17 I fuggitivi continuano a collaborare, quando mancano 50 km al traguardo conservano 3’25” di vantaggio sul gruppo.

15.14 Il francese Cyril Gautier (B&B Hotels-Vital Concept) è alla guida del gruppo, a lavoro per il Bryan Coquard.

15.11 Nella tappa di oggi i corridori dovranno superare quasi 2600 metri di dislivello.

15.08 La velocità media nella terza ora di gara è stata di 42,5 km / h per una velocità media complessiva di 41,25 km / h.

15.05 Il passaggio al GPM di terza categoria di Cote de Treves:  Turgis 4 punti, Tratnik 2 punti e Gougeard 1 punto.

15.01 Nonostante il finale vallonato le squadre dei velocisti sono a lavoro per chiudere sui fuggitivi e portare il plotone alla volata.

14.58 I fuggitivi continuano a spingere anche se il destino dell’attacco sembra segnato.

14.55 Il gruppo continua a controllare la situazione. Il plotone si è riportato a 3’30” dai fuggitivi quando mancano 70 km al traguardo.


14.51 A differenza di quanto accaduto nei giorni scorsi, oggi il vento sembra aver dato una tregua ai corridori.

14.48 Il direttore del team Cofidis Alain Deloeuil ha dichiarato che la sua squadra lavorerà per portare Viviani allo sprint.

14.45 Al km 145 di gara Ryan Mullen (Trek-Segafredo), Alexis Gougeard (Ag2R), Jan Tratnik (Bahrain-McLaren) e Anthony Turgis (Direct Energie) conservano 4′ di vantaggio sul gruppo.

14.42 Secondo i bookmakers i favoriti di giornata sono Julian Alaphilippe e Maximilian Schachmann.

14.39 La Cofidis di Elia Viviani torna a guidare le operazioni di inseguimento.

14.35 I fuggitivi conservano circa 5′ di vantaggio sul plotone.

14.31 Le immagini dei quattro fuggitivi protagonisti della tappa odierna.

14.27 Il vantaggio dei battistrada scende sotto i cinque minuti.

14.23 Ricordiamo che ci sono stati diversi ritiri importanti oggi. Infatti, oggi hanno lasciato la Parigi-Nizza Pascal Ackermann, Diego Rosa ed Oliver Naesen.

14.18 La Cofidis di Elia Viviani fa sul serio: A 100 km dalla fine il vantaggio dei battistrada è sceso a 5’30”.

14.15 Ricordiamo i nomi dei quattro battistrada che sono: Ryan Mullen (Trek-Segafredo), Jan Tratnik (Bahrain-McLaren), Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale) e Anthony Turgis (Direct Energie)

14.10 Durante la terza ora di gara il gruppo è andato a 43 km/h.

14.05 6’45” di vantaggio per i battistrada a 110 km dal traguardo.

14.00 La Cofidis di Elia Vivani tira in testa al gruppo.

13.55 Ora il vantaggio dei battistrada è sceso sotto i 7′.

13.51 Ricordiamo che, al momento, il tedesco Maximilian Schachmann guida la classifica generale con ben 58″ di vantaggio sul danese Soren Kragh Andersen.

13.46 Ritiro per l’azzurro Diego Rosa (Arkea-Samsic) e per Frederik Backaert (Cofidis).

13.42 125 km al traguardo, 7′ per i battistrada sul gruppo.

13.37 Ricordiamo i nomi dei quattro battistrada che sono: Ryan Mullen (Trek-Segafredo), Jan Tratnik (Bahrain-McLaren), Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale) e Anthony Turgis (Direct Energie).

13.32 Quella odierna è la tappa più lunga della Parigi-Nizza. Misura ben 227 km.

13.28 135 km al traguardo, i quattro fuggitivi hanno 7’10” sul gruppo.

13.23 Anche Jan Tratnik è un corridore forte sul passo. Allo stesso tempo, però, se la cava su salite brevi. In carriera ha vinto due titoli sloveni a cronometro e uno in linea. Da U23, nel 2012, fu campione d’Europa in linea. Il 2018 è stata la sua stagione migliore, vinse le cronometro della settimana internazionale Coppi & Bartali e del CCC Tour, la maglia di campione nazionale delle prove contro il tempo e la Volta Limburg Classic, una bella corsa di un giorno neerlandese. Inoltre, fu secondo, alle spalle di Andrea Pasqualon, al Giro del Lussemburgo. L’anno passato ha ottenuto un solo successo: il prologo del Giro di Romandia.

13.18 Mullen è uno specialista delle cronometro. Fu 3° agli Europei ne 2017 e 5° ai Mondiali nel 2016. Nel 2018 batté nella cronometro della Vuelta a San Juan Filippo Ganna. In carriera ha vinto anche due titoli nazionali in linea.

13.11 Turgis, cresciuto alternando la strada al fango del ciclocross e secondo di tre fratelli ciclisti (gli altri due sono stati ambedue costretti al ritiro da problemi fisici. Il più giovane, Tanguy, era un grandissimo talento), è un corridore esplosivo. E’ capace di regolare allo sprint gruppetti poco numerosi. L’anno scorso ha vinto la Paris – Chauny e il GP la Marseaillaise. Ma il suo risultato più importante fu il secondo posto, alle spalle di Mathieu van der Poel, alla Dwars door Vlaanderen.

13.05 Indubbiamente davanti c’è un quartetto di qualità. Ve li presentiamo partendo da Gougeard, corridore francese che in carriera ha vinto un tappa alla Vuelta del 2015. Quello fu il periodo migliore della sua carriera, dato che poche settimane più tardi conquisto cronometro e classifica generale al Tour de l’Eurométropole. E’ un corridore forte sul passo, due volte campione nazionale delle prove contro il tempo da junior. Il suo ultimo successo è stato il Circuit de la Sarthe l’anno scorso.

12.57 Ricordiamo i nomi dei quattro battistrada che sono: Ryan Mullen (Trek-Segafredo), Jan Tratnik (Bahrain-McLaren), Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale) e Anthony Turgis (Direct Energie).

12.51 Ecco i vari passaggi al primo traguardo volante di giornata:

12.46 Segnaliamo anche il ritiro di Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe), apparso in netta difficoltà in questa prima parte di tappa.

12.39 Anthony Turgis passa per primo anche al traguardo volante di Col du Beau Louis.

12.34 Van Garderen ha lasciato la corsa per tornare negli Stati Uniti, prima dell’entrata in vigore del blocco dei collegamenti con l’Europa indetto dal presidente Donald Trump.

12.31 Segnaliamo un altro ritiro, quello di Oliver Naesen (AG2R La Mondiale).

12.26 Intanto vi ricordiamo l’altimetria della frazione odierna:

12.21 Ricordiamo che non ha preso il via Tejay Van Garderen (EF Pro Cycling).

12.17 Ecco i passaggi al GPM di Cheval Rigon:

12.13 Attualmente Mullen, Tratnik, Gougeard e Turgis hanno 7’10” di vantaggio sul gruppo.

12.10 Juraj Sagan (Bora-Hansgrohe) e Sander Armee (Lotto-Soudal) guidano il gruppo.

12.07 Anthony Turgis passa per primo anche al secondo GPM di giornata.

12.00 Segnaliamo il ritiro di Julien El Fares (Nippo Delko One Provence), caduto malamente nel finale della tappa dell’altro ieri.

11.55 Siamo ai piedi dell’ascesa di terza categoria di Cheval Rigon, 5,7 chilometri al 3,9%.

11.50 La Bora-Hansgrohe e la Lotto Soudal si sono portate in testa al gruppo del leader Maximilian Schachmann.

11.45 Ecco la situazione in corsa:

11.40 Anthony Turgis scollina per primo alla Côte de Busset.

11.36 Siamo sulla prima salita di giornata, la Côte de Busset. Un GPM di 2^ categoria lungo 3,4 km al 5,9% di pendenza.

11.31 Dopo 20 km il vantaggio dei quattro al comando sale a 5’30”.

11.27 Jan Tratnik è il migliore in assoluto tra i quattro fuggitivi, per quanto riguarda la classifica generale. Ma non è un problema per i big e la maglia gialla Schachmann, visto e considerato che si trova al 99° posto, a 18’10” dal leader.

11.22 Il gruppo lascia fare, e il quartetto guadagna un vantaggio di circa 3′.

11.16 Provano ad allungare Ryan Mullen (Trek-Segafredo), Jan Tratnik (Bahrain-McLaren), Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale) e Anthony Turgis (Direct Energie).

11.13 Pronti, partenza, via, ed ecco i primo scatti in testa al gruppo.

11.08 Il gruppo ha appena lasciato la località di Gannat.

11.04 Saranno ben 227 i chilometri che il gruppo dovrà percorrere da Gannat a La Côte-Saint-André, per la frazione più lunga di questa edizione della breve corsa a tappe francese.

11.00 Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della quinta tappa della Parigi-Nizza 2020.

La cronaca della quarta tappaLe pagelle della quarta tappaLa classifica attuale 

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quinta tappa della Parigi-Nizza 2020. La frazione odierna, con partenza da Gannat e arrivo a La Côte-Saint-André, è la tappa più lunga di questa edizione della breve corsa a tappe francese, con ben 227 km totali. Frazione mossa dall’inizio alla fine, caratterizzata da continui saliscendi che potrebbero favorire qualche colpo di mano e attacchi da lontano; ma non è da escludere una volata, magari a ranghi ristretti. Il primo GPM di giornata è piazzato al chilometro 23,5. La Côte de Busset, di seconda categoria, misura 3,4 chilometri al 5,9%, ed è subito seguita al chilometro 39 dall’ascesa di terza categoria di Cheval Rigon, 5,7 chilometri al 3,9%. Probabilmente la tappa entrerà nel vivo in questa fase anche in prospettiva del traguardo volante, al chilometro 51, del Col du Beau Louis. La frazione proseguirà tra continui saliscendi sino agli altri due GPM di giornata di terza categoria della Côte de Tréves (3 km al 5,2%) al chilometro 167, e la Côte de Saint-Prim (1,4 km all’8,3%) al chilometro 183. La battaglia per la vittoria di tappa si innescherà in questi frangenti, ma ancor di più al traguardo volante di Saint-Julien-de-L’Herms, uno zampellotto a 17 chilometri dal traguardo. Il finale è totalmente pianeggiante.

La coppia formata da Pascal Ackermann e Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) sarà sicuramente la più temuta di tutti. Il tracciato e la lunghezza della tappa sembrano favorire l’ex maglia iridata. Elia Viviani (Cofidis) è carico nel voler centrare la prima vittoria di questo 2020 dopo un periodo non eccelso e due tentativi negativi nelle scorse tappe. Finora la terra di Francia ha portato fortuna a Giacomo Nizzolo (NTT Pro Cycling) e Ivan Garcia Cortina (Bahrain-McLaren), che non mancheranno all’appello. Ottime chance anche per Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) e Andrea Pasqualon (Circus-Wanty Gobert).

Sono attesi dei possibili attacchi da lontano da parte di Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), Nils Politt (Israel Start-Up Nation), Philippe Gilbert (Lotto Soudal) e Dylan Teuns (Bahrain-McLaren), vista la cronometro da dimenticare per tutti quanti; mentre Maximilian Schachmann (Bora-Hansgrohe) dovrà limitarsi a difendere un primato più che saldo. Atteso anche il riscatto da parte di tutta la Deceuninck-Quick Step che, oltre ad Alaphilippe, avrà altre carte da giocare, ossia: Bob Jungels, Yves Lampaert e Kasper Asgreen. Chiudiamo con altri possibili outsider come il campione del mondo Mads Pedersen (Trek-Segafredo) e Niki Terpstra (Direct Energie).

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE della quinta tappa della Parigi-Nizza 2020 dalle ore 11.00, per non perdervi nemmeno un secondo della breve corsa a tappe francese. Buon divertimento!

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Mathilde L’Azou / Cofidis

Loading...

Lascia un commento

scroll to top