LIVE Giro d’Italia 2019, Dodicesima tappa in DIRETTA: Cuneo-Pinerolo, seguila in tempo reale su OA Sport

CLICCA QUI PER SEGUIRE IN TEMPO REALE SU OA SPORT LA TAPPA CUNEO-PINEROLO

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

IL PERCORSO, L’ALTIMETRIA E I FAVORITI DELLA TAPPA DI OGGI CUNEO-PINEROLO

I COMUNI E I PAESI ATTRAVERSATI NELLA CUNEO-PINEROLO

GRANA BAHREIN-MERIDA: IL DIRIGENTE ERZEN INDAGATO PER DOPING

GLI SCENARI TATTICI DELLA TAPPA DI OGGI CUNEO-PINEROLO: PUO’ SUCCEDERE DI TUTTO…

GLI ORARI DI PARTENZA E DI ARRIVO DELLA CUNEO-PINEROLO: COME VEDERLA IN TV E STREAMING

“LA FAGIANATA DI MAGRINI”: “DOMANI TAPPA SIMPATICA, I BIG POSSONO DARSI BATTAGLIA”

LA CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA DOPO LA CARPI-NOVI LIGURE

LA CRONACA DELL’UNDICESIMA TAPPA VINTA DA CALEB EWAN

DA DOMANI FINALMENTE LE MONTAGNE: IL PERCORSO E COSA CI ASPETTA FINO A DOMENICA

TUTTE LE CLASSIFICHE AGGIORNATE: GPM, PUNTI E GIOVANI

ELIA VIVIANI SI RITIRA: “NON HA SENSO CONTINUARE COSI’ “

RISULTATO E CLASSIFICA DELLA TAPPA

LA CLASSIFICA GENERALE DEI FAVORITI

SI RITIRA ANCHE CALEB EWAN

Grazie per averci seguito, restate su OA Sport per tutti gli approfondimenti sulla tappa odierna.

17.30 Valerio Conti (UAE-Team Emirates) resta sempre in maglia rosa. CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA GENERALE

17.29 Questa la top dell’undicesima tappa con cinque italiani piazzati: Viviani quarto, Cimolai quinto, Consonni sesto, Nizzolo ottavo e Mareczko nono.

17.26 VINCE EWAN! Successo netto dell’australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal), che prende perfettamente la ruota di Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe) e lo salta a doppia velocità nel finale. Secondo posto per Arnaud Démare (Groupama-FDJ), terzo per il tedesco. Nulla da fare nemmeno oggi per il campione italiano Elia Viviani (Deceuninck-Quick Step), che è rimasto chiuso nel momento chiave e chiude quarto.

17.25 Ultimo chilometro!

17.23 Superata l’ultima curva, ora il rettilineo finale di 2800 metri.

17.22 Durato pochissimo il suo tentativo, subito riassorbito dal gruppo.

17.21 Attacca Christian Knees (Team INEOS)!

17.20 5 km al traguardo, tre uomini della Deceuninck-Quick Step a diposizione di Viviani.

17.17 Si iniziano ad organizzare le squadre dei velocisti con i rispettivi treni, si sta alzando progressivamente il ritmo.

17.14 Il gruppo entra negli ultimo 10 km di corsa.

17.10 Vento contrario in questo tratto, ma dovrebbe essere traversale sul rettilineo finale.

17.06 15 km al traguardo, continua l’avvicinamento del gruppo verso lo sprint.

17.02 Fase molto concitata, tutti vogliono stare davanti e bisogna restare molto attenti.

16.58 L’ultima curva sarà posta a tre chilometri dall’arrivo, poi lunghissimo rettilineo finale di 2800 metri.

16.54 Il plotone si lancia quindi verso la volata finale. Oltre alle squadre dei velocisti, in testa troviamo anche quelle degli uomini di classifica.

16.50 Gruppo compatto! Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec) e Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè) vengono ripresi a 25 km dal traguardo.

16.45 Sta crollando ora il vantaggio dei fuggitivi, che è sotto i 30″.

16.41 Il traguardo volante di Pontecurone viene vinto da Maestri, che transita prima senza volata.

16.37 Marco Frapporti ha già fatto oltre 800 km di fuga in questo Giro d’Italia e infatti si trova anche al comando della relativa classifica.

16.33 La tappa odierna è dedicata a Fausto Coppi.

16.28 40 km al traguardo, ancora 1’45” di margine per i tre fuggitivi.

16.23 Ricordiamo che al comando ci sono Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec) e Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè), andati in fuga subito dopo il via.

16.18 A tirare in testa al gruppo sono sempre tre squadre: Deceuninck – Quick Step, Lotto Soudal e Groupama – FDJ

16.14 Aumentata notevolmente l’andatura in gruppo, 2’10” il ritardo a 50 km dal traguardo

16.09 Sta calando il gap, che è di 2’30” a 55 km dal traguardo.

16.04 Alcuni dati sullo sforzo di Mikkel Honoré (Deceuninck – Quick Step), che sta tirando in testa al gruppo.

15.57 Con i punti ottenuti al traguardo volante Démare balza al comando della classifica virtuale della maglia ciclamino, superando Ackermann.

15.53 65 km al traguardo, 3′ di vantaggio per il terzetto al comando.

15.43 Nel gruppo duello tra Pascal Ackermann e Arnaud Démare, vinto dal francese, ma il tedesco dimostra comunque che è in forma nonostante la caudata di ieri.

15.41 Damiano Cima vince il traguardo volante di San Zenone al Po e rafforza così la sua leadership nella relativa classifica.

15.37 I tre fuggitivi in azione.

15.31 Anche in giornata come queste gli uomini di classifica devono rimanere sempre attenti.

15.24 Giornata molto tranquilla anche per la maglia rosa Valerio Conti:

15.20 Pascal Ackermann è ben protetto dai suoi compagni di squadra della Bora-Hansgrohe dopo la brutta caduta in cui è rimasto coinvolto nella tappa di ieri.

15.16 Oltre al centenario dalla nascita di Fausto Coppi, il Giro ricorda il medesimo anniversario di Gianni Brera, nato a San Zenone al Po:

15.13 Victor Campenaerts in testa al gruppo. Il campione europeo a cronometro e nuovo record dell’ora sta lavorando a fondo per il velocista della Lotto Soudal Caleb Ewan.

15.10 Scende attorno ai 2’52” il vantaggio di Maestri, Cima e Frapporti.

15.06 Grande tranquillità in gruppo quando mancano ancora 95 km al traguardo.

15.03 Avvistato Ivan Santaromita con i pantaloncini stracciati sulla coscia destra. Con ogni probabilità è rimasto vittima di una caduta non segnalata.

14.57 100 km al traguardo. Il gruppo tiene ancora a debita distanza i tre battistrada.

14.52 3’40” di vantaggio per Maestri, Cima e Frapporti al passaggio da Piacenza.

14.48 Al km 147,8 è presente il primo sprint intermedio di giornata posizionato a San Zenone al Po.

14.44 Nessun tipo di difficoltà altimetrica per questa tappa, un lunghissimo rettilineo che collega l’Emilia-Romagna al Piemonte.

14.40 Ricordiamo che la tappa di oggi arriverà a Novi Ligure in onore di Fausto Coppi, nato esattamente 100 anni fa.

14.36 I fuggitivi si trovano nella zona del rifornimento, precisamente in località Cadeo.

14.32 Gruppo allungatissimo e costantemente comandato dalle squadre dei velocisti quali Groupama-FDJ, Lotto Soudal e Deceuninck-Quick Step.

14.28 4′ di vantaggio per i battistrada. Siamo a 120 km al traguardo.

14.25 Momento dedicato ai parenti per Jacopo Guanieri. Il velocista piacentino sta attraversando le strade di casa.

14.22 Questa undicesima tappa sarà l’ultima grande occasione per i velocisti, chi la spunterà tra i grandi favoriti? Ackermann, Viviani, Ewan o Démare?

14.18 Ricordiamo il profilo della tappa odierna, una frazione completamente pianeggiante, quasi transitoria:

14.15 Tappa decisamente tranquilla per il gruppo, che già da domani inizierà ad affrontare le prime vere salite del Giro 2019.

14.13 41,8 km/h la media al termine della seconda ora di gara.

14.09 135 km al traguardo e 3’40” di vantaggio per i battistrada.

14.06 Ricordiamo i nomi dei tre fuggitivi: il reggiano Mirco Maestri della Bardiani-CSF, e i due bresciani Damiano Cima della Nippo Vini Fantini e Marco Frapporti dell’Androni Giocattoli-Sidermec.

14.02 Finalmente un’altra giornata calda e soleggiata per il gruppo dopo una settimana passata sotto la pioggia del centro Italia.

13.59 Il gruppo ha diminuito leggermente l’andatura per evitare di andare a riprendere troppo presto la fuga.

13.56 Tantissimo pubblico quest’oggi sulle strade dell’Emilia-Romagna, terra dalla grande tradizione ciclistica:

13.52 145 km al traguardo per la fuga.

13.48 La forte andatura del gruppo ha favorito un leggero avvicinamento ai tre fuggitivi.

13.45 Anche un uomo della Deceuninck-Quick Step in testa al gruppo in favore di Elia Viviani.

13.41 I fuggitivi e il gruppo si trovano in prossimità di Ponte Taro, da qui in poi un lungo rettilineo sulla Via Emilia.

13.39 La bellezza del ciclismo:

13.36 La situazione in corsa:

13.33 Al comando del gruppo troviamo la Groupama-FDJ di Arnaud Démare e la Lotto Soudal di Caleb Ewan, i grandi favoriti del giorno.

13.30 Vantaggio di 5′ per i tre battistrada che stanno uscendo dal centro della città di Parma.

13.28 Ricordiamo la composizione del terzetto all’attacco: Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec), Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè) e Mirco Maestri (Bardiani-CSF). Il loro vantaggio è di 4’50” in questo momento.

13.24 Passaggio nei pressi di Parma per la fuga e per il gruppo principale, meno di 170 km al traguardo e situazione ampiamente sotto controllo da parte delle formazioni dei velocisti.

13.22 Ecco le parole di Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep) alla partenza di questa mattina da Carpi, il campione italiano è ancora a caccia della prima vittoria in questo Giro d’Italia 2019.

13.18 Deceuninck-QuickStep, Groupama-FDJ e Lotto Soudal sono le formazioni in testa al gruppo impegnate nel tenere sotto controllo il distacco dei tre attaccanti di giornata: 5’05” il loro vantaggio.

13.15 Distacco del gruppo principale di 5’30” in questo frangente, situazione decisamente tranquilla.

13.12 Mentre arrivano le prime immagini dalla corsa, ecco qualche scatto del gruppo principale.

13.10 Ecco qualche dato della prestazione fornita da Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec) nei primi 25 km.

13.06 Poco più di 40 km percorsi nella prima ora di questa undicesima tappa, il gruppo non ha ancora cominciato a fare sul serio mentre Maestri, Frapporti e Cima procedono con cadenza regolare con l’intento di gestire al meglio le energie.

13.02 L’arrivo di Novi Ligure potrebbe anche vedere una nuova Maglia Ciclamino. La classifica al momento vede al comando il tedesco Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe) con 155 punti, seguito da Arnaud Démare (Groupama-FDJ) a 154 punti. Distante invece Caleb Ewan (Lotto Soudal) a quota 109.

12.58 Come nella giornata di ieri, le possibilità degli attaccanti sono davvero ridotte al minimo. Soltanto un clamoroso colpo di scena potrebbe impedire al gruppo principale di ricompattare la corsa prima della volata conclusiva.

12.55 Sembra stabilizzarsi intorno ai sei minuti il margine dei battistrada: 5’48” per la precisione in questo momento.

12.53 Diversi velocisti dovrebbero abbandonare il Giro dopo la tappa di oggi, tra questi l’australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal) ha già annunciato la propria intenzione di salutare la corsa prima delle montagne. Resterà da capire quanti rimarranno in gara per giocarsi l’ultima volata in programma giovedì 30 maggio con l’arrivo a Santa Maria di Sala.

12.49 Maestri, Cima e Frapporti aumentano ancora il proprio margine che raggiunge 6’00” in questa prima parte della frazione.

12.46 Ecco la planimetria dell’undicesima tappa del Giro d’Italia 2019.

12.43 Superato il cartello dei 200 km al traguardo di Novi Ligure il gruppo ha già un ritardo intorno ai 5’00” rispetto agli attaccanti di giornata: Marco Frapporti, Damino Cima e Mirco Maestri.

12.40 Nella parte finale della tappa le previsioni atmosferiche annunciano vento di intensità significativa e possibili rovesci temporaleschi. Sicuramente la pioggia complicherebbe la conclusione della frazione.

12.37 Ecco una prima immagine dalla corsa, il gruppo sta procedendo a ritmo decisamente tranquillo in questa prima fase di corsa.

12.34 Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec), Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè) e Mirco Maestri (Bardiani-CSF) sono tre autentici specialisti delle fughe. Nella classifica dei chilometri percorsi all’attacco occupano nell’ordine le prime tre posizioni con 620 km, 564 km e 374 km.

12.30 Dopo una prima settimana caratterizzata dal freddo e dalla pioggia, il sole splende finalmente sulla Corsa Rosa. La temperatura è di 22° e la mancanza di vento eviterà anche possibili rischi per il gruppo.

12.26 Numerosi tifosi alla partenza hanno preso d’assalto la Maglia Rosa di Valerio Conti (UAE Emirates). Nella giornata di oggi il giovane corridore laziale non dovrebbe avere difficoltà a difendere il simbolo del primato, mentre più complesso sarà il compito domani con la Cuneo-Pinerolo dove ci sarà il primo GPM di prima categoria del Giro d’Italia 2019.

12.23 Sale rapidamente il margine della fuga: gruppo a 2’20” dopo 10 km di corsa. Si profila una prima parte di corsa decisamente tranquilla in attesa che le formazioni dei velocisti si organizzino per l’inseguimento.

12.20 Maestri, Cima e Frapporti hanno ricomposto quindi il terzetto già in fuga nella quarta tappa, quando ad imporsi sul traguardo di Frascati dopo la caduta che ha costretto al ritiro l’olandese Tom Dumoulin (Sunweb) era stato Richard Carapaz (Movistar).

12.18 Ancora una volta all’attacco tre corridori italiani appartenenti alle squadre Professional invitate al Giro d’Italia dal comitato organizzatore. La Corsa Rosa rappresenta sicuramente una vetrina fondamentale per queste formazioni.

12.15 Tutto come da pronostico: Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec) e Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè) all’attacco, il gruppo lascia fare e il vantaggio sale già a 1’20”.

12.12 PARTITA L’UNDICESIMA TAPPA, vedremo se ci sarà subito accordo per dare vita alla fuga di giornata.

12.10 Tra le formazioni che hanno corso in maniera molto coperta questa prima settimana c’è sicuramente il Team INEOS che ha molti giovani su cui puntare nelle tappe più impegnative.

12.08 Breve sosta alle ammiraglie per Davide Cimolai (Israel Cycling Academy) e Giacomo Nizzolo (Dimension Data). Ricordiamo che il gruppo deve essere compatto perché venga data la partenza ufficiale della tappa.

12.05 Le speranze azzurre sono riposte naturalmente in Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep). Il campione nazionale italiano ha conquistato tre secondi posti e aveva vinto la volata di Orbetello prima della penalizzazione, anche tanta sfortunato per il veronese in questo Giro d’Italia.

12.02 Nonostante la tappa disegnata su misura per un arrivo in volata, sarà come al solito fondamentale per gli uomini di classifica tenersi alla larga da eventuali situazioni critiche come cadute, forature, guasti meccanici.

11.59 Da sinistra a destra la Maglia Azzurra di Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), la Maglia Rosa di Valerio Conti (UAE Emirates), la Maglia Ciclamino di Pascl Ackermann (BORA-hansgrohe) e la Maglia Bianca di Nans Peters (AG2R La Mondiale).

11.56 La corsa ha preso il via da Carpi, ricordiamo che la tappa di oggi prevede un percorso di 221 km completamente pianeggiante con arrivo a Novi Ligure, nei pressi della villa del campionissimo Fausto Coppi. 5.3 km la lunghezza del tratto di trasferimento.

11.54 Conclusa la procedura di incolonnamento, il gruppo si appresta a lasciare il Villaggio di Partenza per cominciare il tratto di trasferimento, al termine del quale sarà data la partenza ufficiale della undicesima tappa.

11.52 Ecco qualche altra immagine dalla partenza. Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) si augura una giornata tranquilla prima della tappa di domani con la quale cominceranno davvero le prime salite del Giro d’Italia 2019.

11.49 L’attuale portatore della Maglia Ciclamino potrebbe però lasciare spazio, visto le numerose escoriazioni riportate dopo la caduta di ieri, al connazionale e compagno di squadra Rudiger Selig, ottimo terzo sul traguardo di Modena.

11.47 Poche sorprese tra coloro che possono ritenersi favoriti per l’arrivo di Novi Ligure. Il francese Arnaud Démare (Groupama-FDJ) proverà a ripetersi dopo la vittoria di ieri, mentre Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep) è ancora alla ricerca del primo acuto. Attenzione anche all’australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal) e al tedesco Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe).

11.44 Il gruppo si appresta a vivere un’altra giornata teoricamente tranquilla. Il profilo altimetrico è completamente pianeggiante e lo scenario più probabile sarà quello di una fuga piuttosto ridotta che prenderà il largo con il consenso delle squadre dei velocisti che avranno tutto il tempo per organizzare l’inseguimento nella seconda parte della corsa.

11.42 La tappa di oggi omaggia un triplice centenario: la nascita di Fausto Coppi e la prima vittoria al Giro d’Italia di Costante Girardengo, entrambi legati nella loro storia alla cittadina piemontese di Novi Ligure. Il traguardo volante di San Zenone al Po ricorderà invece la nascita di Gianni Brera, leggendaria penna del giornalismo italiano.

11.39 La situazione di classifica è sempre la stessa dopo la cronometro di San Marino, con Valerio Conti (UAE Emirates) in Maglia Rosa seguito da Primoz Roglic (Jumbo-Visma), che ha un ritardo di 1’50’’. Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) si trova a 3’34’’ dalla testa, ma il suo distacco dal corridore sloveno sembra assolutamente recuperabile nelle prossime tappe di montagna.

11.37 Subito un aggiornamento del reparto infermiera dopo la brutta caduta avvenuta ieri nel gruppo di testa entrando nell’ultimo chilometro che ha coinvolto diversi nomi di primo piano. Il giovane velocista italiano Matteo Moschetti (Trek-Segafredo) è stato costretto al ritiro, mentre il tedesco Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe), leader della classifica a punti, proverà a partire questa mattina.

11.34 Ecco un filmato di presentazione della tappa di oggi. La partenza è prevista alle 11.55.

11.32 La seconda settimana della 102a edizione della Corsa Rosa prende il via con due frazioni dedicate ai velocisti. Dopo la volata di Modena vinta ieri da Arnaud Démare, sarà ancora lo sprint a decretare il vincitore di giornata? Il tracciato completamente pianeggiante sembrerebbe suggerire un simile scenario, ma visto quanto successo nei giorni scorsi la tappa potrebbe anche riservare sorprese.

11.30 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della undicesima tappa del Giro d’Italia 2019, una frazione di 221 km con partenza da Carpi ed arrivo a Novi Ligure.

La classifica generale dopo dieci tappePercorso, altimetria e favoriti della undicesima frazione – L’elenco dei paesi attraversati dalla tappa – Le condizioni di Pascal AckermannTutte le puntate de “La Fagianata del Magro”La programmazione televisiva della giornata

Buon pomeriggio amici di OA Sport e appassionati di ciclismo e benvenuti alla DIRETTA LIVE della undicesima tappa del Giro d’Italia 2019! Non esistono davvero giornate tranquille in questa 102a edizione della Corsa Rosa: nella frazione di ieri è stata una terribile caduta nella parte iniziale del gruppo a sconvolgere il finale, poco prima dell’annunciata volata vinta dal francese Arnaud Démare (Groupama-FDJ). Tra gli uomini sfortunatamente coinvolti anche il tedesco Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe), in testa alla classifica della Maglia Ciclamino e sulla carta uno dei protagonisti più attesi anche nella tappa di oggi, ed il giovane velocista italiano Matteo Moschetti (Trek-Segafredo), che ha dovuto lasciare la corsa pur non riportando gravi conseguenze.

L’undicesima tappa costituisce una delle ultime occasioni a disposizione dei velocisti per provare a lasciare il segno. La partenza sarà da Carpi, mentre l’arrivo si troverà a Novi Ligure dopo 221 km, distanza sicuramente più considerevole rispetto a quella della frazione di ieri anche se il profilo altimetrico si presenta sostanzialmente identico. La frazione omaggia un duplice centenario: la nascita di Fausto Coppi e la prima vittoria al Giro d’Italia di Costante Girardengo, due autentiche leggende che hanno legato la loro storia alla cittadina piemontese. Il profilo completamente pianeggiante non dovrebbe concedere alternative alla volata. Il principale favorito sarà Arnaud Démare (Groupama-FDJ), perfetto sul traguardo di Modena nel precedere Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep), il tedesco Rudiger Selig (BORA-hansgrohe) e l’australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal). Nel novero dei favoriti rientrerebbe anche Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe), ma le sue condizioni dopo la caduta saranno da valutare.

L’undicesima tappa del Giro d’Italia 2019 prenderà il via da Carpi alle 11.55 e si concluderà a Novi Ligure intorno alle 17.30. OA Sport vi proporrà la consueta DIRETTA LIVE testuale integrale, con aggiornamenti in tempo reale per non perdere davvero nulla. Buon divertimento! (Foto LaPresse)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2019, la tappa di domani Pinerolo-Ceresole Reale: paesi, Comuni e Province attraversati. Quando passa il Giro sotto casa tua?

Giro d’Italia 2019, Caleb Ewan saluta la corsa: “Finite le tappe per noi velocisti, ho travato ottime sensazioni per il Tour de France”