Volley, SuperLega 2017-2018 – 14^ giornata, i migliori italiani: Juantorena disarmante, Zaytsev colosso, Sabbi trascina, Lanza risolve

Volley-maschile-Civitanova-Juantorena-2-Origo-V.jpg

Ieri si è disputata la quattordisima giornata di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile. Vediamo quali sono gli italiani che si sono meglio comportati.

 

OSMANY JUANTORENA. Ha fatto una partita tutta sua, si è comportato da vero fenomeno, ha dominato la scena e ha trascinato Civitanova al successo su Vibo Valentia. Un match da vero fenomeno: la Pantera mette a segno addirittura 21 punti con il 52% in attacco, sforna addirittura 7 aces e in ricezione chiude con il 59%. Letteralmente pazzesco.

IVAN ZAYTSEV. Partita di assoluta qualità da parte dello Zar, Perugia espugna Padova e lo schiacciatore ci mette il suo zampino sia nell’allungo del terzo set che in avvio di quarto parziale, quando si decide l’incontro: 16 punti con il 55% in attacco, 39% in ricezione e 3 aces per il top scorer della capolista.

GIULIO SABBI. Si carica Modena sulle spalle dopo il ko con Padova e il caso Ngapeth, mette tranquillità a tutta la squadra ed è il grande protagonista del successo sul campo di Castellana Grotte: 15 punti e un notevol 62% in attacco, ci voleva.

LUIGI RANDAZZO. Il tabellino parla per lui con 18 punti e il 57% in attacco, lo schiacciatore di Padova non ha sfigurato contro Perugia ma manca ancora quel pizzico di verve in più fondamentale per incidere nei momenti clou dei big match.

FILIPPO LANZA. Il suo ingresso dà la giusta carica a Trento: sotto 0-2 i dolomitici ribaltano Milano e portano a casa la settima vittoria consecutiva in campionato. Show del capitano che garantisce solidità in ricezione (54%) e punge in attacco mettendo a segno 12 punti con il 59%.

 






Lascia un commento

scroll to top