Seguici su

Live Sport

LIVE Nuoto, Mondiali 2024 in DIRETTA: oro per Simona Quadarella! Razzetti e Martinenghi fanno sognare per domani

Pubblicato

il

Simona Quadarella

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

IL MEDAGLIERE DEI MONDIALI DI NUOTO

PROGRAMMA E ORARI DI BATTERIE E FINALI DI OGGI

19.00. per oggi è tutto, grazie per averci seguito, appuntamento a domattina alle 7.30 con la quarta sessione di batterie del Mondiale di Doha. Buona serata!

18.57: Per l’Italia sono arrivati altri risultati importanti, come l’accesso alla finale degli 800 stile libero in mattinata di Gregorio Paltrinieri e Luca De Tullio, addirittura con il miglior tempo. Nel pomeriggio bene Martinenghi e Cerasuolo che sono entrati con il secondo e il quinto tempo in finale nei 50 rana e con Alberto razzetti che ha centrato l’ingresso nella finale dei 200 farfalla con il miglior crono delle semifinali

18.55: L’Italia, dunque, conquista la sua terza medaglia a Doha, la prima d’oro in vasca con Simona Quadarella che domina letteralmente i 1500 stile libero, ottenendo la sesta medaglia iridata in carriera, la seconda d’oro dopo quella dei 1500 di Gwangju. Una cavalcata vincente con tanto di minimo per i Giochi Olimpici che ancora le mancava, per l’azzurra che si è fatta trovare pronta al momento giusto

18.53: Cina dominante al maschile e adesso anche al femminile con Qianting Tang che vince nettamente i 100 rana iridati, chiudendo una giornata di gare molto interessanti, illuminata per l’Italia dall’oro di Simona Quadarella.

18.52: Strepitosa prova della cinese Tang che va a vincere i 100 rana con 1’05″27, secondo posto per l’olandese Schouten in 1’05″82, terzo posto per la rappresentante di Hong Kong Haughey, sempre più sorprendente, con 1’05″92, quarta Teterevkova, quinta McSharry

18.51. Ai 50 Tang, Haughey, Yang

18.50: Ultima finale di serata, quella dei 100 rana donne. Pizzico di rammarico per l’assenza di Benedetta Pilato. Queste le protagoniste:

1 TETEREVKOVA Kotryna LTU 23 JAN 2002 1:06.61
2 HAUGHEY Siobhan Bernadette HKG 31 OCT 1997 1:06.41
3 YANG Chang CHN 16 SEP 2001 1:06.27
4 TANG Qianting CHN 14 MAR 2004 1:05.36
5 Mc SHARRY Mona IRL 21 AUG 2000 1:06.11
6 SCHOUTEN Tes NED 31 DEC 2000 1:06.30
7 ZMUSHKA Alina NIA 5 JAN 1997 1:06.53
8 ANGUS Sophie CAN 12 MAR 1999 1:06.66

18.48: In finale questi atleti: Razzetti, Honda, M. Chmielewski, Espernberger, Zirk, Clareburt, Sates, Marton

18.47: Squalificato K. Chmielewski che aveva vinto la seconda semifinale, dunque vittoria per Razzetti con 1’55″09, secondo Honda con 1’55″20, terzo Zirk con 1’55″64, quarto Burdisso con 1’55″68. Non riesce comunque ad entrare in finale Burdisso

18.45: C’è un controllo al VAR

18.44: Un buonissimo Razzetti chiude con 1’55″90 e si va a prendere la finale con il secondo posto e c’è anche il crono da qualificazione olimpica. Burdisso soffre nel finale e chiude al quinto posto con 1’56″67 ed è fuori dalla finale

18.43: Ai 100 Burdisso, Honda, Razzetti

18.40. Ci sono Alberto Razzetti e Federico Burdisso al via della seconda semifinale dei 200 farfalla. Finale non impossibile da conquistare sotto l’1’56” per entrambi. Questi i protagonisti:

1 GEMOV Ondrej CZE 12 JUN 1999 1:57.45
2 HONDA Tomoru JPN 31 DEC 2001 1:56.56
3 CHMIELEWSKI Krzysztof POL 8 JUN 2004 1:56.37
4 ZIRK Kregor EST 3 JUL 1999 1:55.58
5 HARTING Zach USA 27 AUG 1997 1:56.12
6 RAZZETTI Alberto ITA 2 JUN 1999 1:56.53
7 GONZALEZ Arbidel ESP 31 AUG 2002 1:57.20
8 BURDISSO Federico ITA 20 SEP 2001 1:57.48

18.38: Bel finale di M. Chmielewski che vince in 1’55″38, secondo l’austriaco Espenberger in 1’55″40, terzo Clareburt in 1’55″82, quarto Sates in 1’55″88

18.37: Ai 100 Marton, M. Chmielewski, Espernberger

18.34: Ci saranno Razzetti e Burdisso nella seconda semifinale dei 200 farfalla. Questi i protagonisti della prima semifinale:

1 LITCHFIELD Max GBR 4 MAR 1995 1:57.48
2 CHMIELEWSKI Micha POL 8 JUN 2004 1:56.83
3 SATES Matthew RSA 28 JUL 2003 1:56.40
4 CLAREBURT Lewis NZL 4 JUL 1999 1:56.10
5 ESPERNBERGER Martin AUT 20 DEC 2003 1:56.26
6 MARTON Richard HUN 7 OCT 1999 1:56.54
7 KESIL Denys UKR 26 OCT 2000 1:57.42
8 MITSIN Petar Petrov BUL 19 AUG 2005 1:57.52

18.27: Dopo la premiazione dei 100 dorso uomini, le due semifinali dei 200 farfalla con Razzetti e Burdisso

18.26: Queste le finaliste dei 200 stile libero donne: Fairweather, Haughey, Jack, Seemanova, Throssel, De Oliveira, Li, Padar. Eliminata la campionessa europea Steenbergen

18.25. La australiana Jack vince con 1’56″80 sopravanzando la compagna di squadra Throssell in 1’57″09, poi De Oliveira in 1’57″11, Li e Padar in 1’57″13, tutte qualificate

18.23: Ai 100 Jack, De Oliveira, Padar

18.20: Queste le protagoniste della seconda semifinale dei 200 stile donne:

1 SMITH Rebecca CAN 14 MAR 2000 1:59.00
2 THROSSELL Brianna AUS 10 FEB 1996 1:58.29
3 AI Yanhan CHN 7 FEB 2002 1:58.06
4 LI Bingjie CHN 3 MAR 2002 1:57.16
5 PADAR Nikolett HUN 30 MAR 2006 1:57.42
6 de OLIVEIRA da SILVA COSTA MF BRA 5 SEP 2002 1:58.22
7 JACK Shayna AUS 6 NOV 1998 1:58.40
8 SEGEL Janja SLO 17 JUN 2001 1:59.37

18.18: Rallenta come in batteria Haughey e si fa rimontare da Fairweather che vince con 1’55″75 davanti a Haughey e Seemanova, quarta Steenbergen

18.17. Ai 100 Haughey, Seemanova, Fairweather

18.13: Dopo la festa azzurra, di nuovo gare con la prima semifinale dei 200 stile libero donne. Queste le protagoniste di assoluta qualità:

1 GOLOVATY Daria ISR 30 AUG 2005 1:59.11
2 SAUICKIE Addison USA 26 JAN 2006 1:58.33
3 STEENBERGEN Marrit NED 11 JAN 2000 1:58.18
4 FAIRWEATHER Erika NZL 31 DEC 2003 1:57.40
5 HAUGHEY Siobhan Bernadette HKG 31 OCT 1997 1:57.62
6 SEEMANOVA Barbora CZE 1 APR 2000 1:58.25
7 DUMONT Valentine BEL 2 JUL 2000 1:58.40
8 van KOOTEN Janna NED 14 AUG 2004 1:59.41

18.07: C’è Simona Quadarella sul gradino più alto del podio dei 1500, tra poco l’Inno di Mameli

18.04: oro nonostante un arrivo lunghissimo per lo statunitense Hunter Armstrong con 52″68, tempo non straordinario, argento per lo spagnolo Gonzalez, uno da cui anche Ceccon si dovrà guardare, con 52″70, terzo Christou con 53″36, poi Makrygiannis e un deludente Coetze

18.03: E’ ancora oro per gli Stati uniti ma che battaglia tra Armstrng che la spunta e lo spagnolo Gonzalez che è ottimo argento, bronzo Christou per la Grecia

18.02: Ai 50 Gonzalez, Armstrong Christou

17.59: E’ il momento della finale dei 100 dorso. Mncano i due grandi protagonisti delle ultime due edizioni, l’azzurro Ceccon e lo statunitense Murphy. Si attende comunque una bellissima gara. Questi i protagonisti:

1 KNEDLA Miroslav CZE 18 JUL 2005 53.70
2 MITYUKOV Roman SUI 30 JUL 2000 53.64
3 GONZALEZ Hugo ESP 19 FEB 1999 53.22
4 ARMSTRONG Hunter USA 24 JAN 2001 53.04
5 COETZE Pieter RSA 13 MAY 2004 53.07
6 CHRISTOU Apostolos GRE 1 NOV 1996 53.62
7 MAKRYGIANNIS Evangelos GRE 18 JUN 2000 53.67
8 AIKINS Jack USA 11 OCT 2002 53.72

17.56: Bella prova di Claire Curzan che si inserisce tra le grandi interpreti di questa specialità con un crono di alto livello. L’Australia haun vivaio infinito e due atlete capaci di chiudere una seconda, Andersson e una quarta, Barclay, nei 100 dorso. Un po’ deludente il terzo posto di Wilm che poteva anche giocarsi qualcosa di molto importante ma terza al traguardo

17.55: Dominio assoluto della statunitense Claire Curzan che chiude con un ottimo 58″29! Secondo posto per la sorprendente australiana Andersson in 59″12, terza la canadese Wilm in 59″18, poi Barclay e Cox

17.54: Ai 50 Curza, Anderson, Wilm

17.51: E’ il momento della terza finale di giornata, i 100 dorso femminili. Non c’è McKeown, la dominatrice della specialità, ma c’è comunque qualche atleta di altissimo livello. Queste le protagoniste:

1 DAWSON Kathleen GBR 3 OCT 1997 1:00.40
2 COX Lauren GBR 27 NOV 2001 1:00.03
3 BARCLAY Jaclyn AUS 27 DEC 2006 59.83
4 CURZAN Claire USA 30 JUN 2004 58.73
5 WILM Ingrid CAN 8 JUN 1998 59.55
6 ANDERSON Iona AUS 3 OCT 2005 59.94
7 TOUSSAINT Kira NED 22 MAY 1994 1:00.37
8 de WAARD Maaike NED 11 OCT 1996 1:00.68

17.44. Questi i finalisti dei 50 rana uomini: Williamson, Martinenghi, Fink, Peaty, Cerasuolo, Matzerath, Stevens, Schreuders

17.43: DUE AZZURRI IN FINALE! Williamson chiude con 26″41, miglior tempo in assoluto, secondo posto per Fink con 26″77, terzo Matzerath con 27″01. Fuori Andrews e anche Shymanovich

17.40: Questi i protagonisti della seconda semifinale dei 50 rana:

1 MATZERATH Lucas GER 3 MAY 2000 27.40
2 PETRASHOV Denis KGZ 1 FEB 2000 27.10
3 STEVENS Peter SLO 1 JUN 1995 26.79
4 FINK Nic USA 3 JUL 1993 26.66
5 WILLIAMSON Sam AUS 19 DEC 1997 26.69
6 ANDREW Michael USA 18 APR 1999 26.94
7 SCHREUDERS Mikel ARU 21 SEP 1998 27.18
8 KALUSOWSKI Jan POL 12 MAR 2000 27.50

17.37: Martinenghi vince la prima semifinale con 26″65, secondo posto per Peaty con 26″85, terzo posto per Cerasuolo con 26″98 (arrivo non perfetto) che speriamo basti per la finale

17.35: Ci sono Martinenghi e Cerasuolo al via della prima semifinale dei 50 rana. Questi i protagonisti:

1 REITSHAMMER Bernhard AUT 17 JUN 1994 27.47
2 CORBEAU Caspar NED 3 APR 2001 27.11
3 IMOUDU Melvin GER 27 JAN 1999 26.91
4 SHYMANOVICH Ilya NIA 2 AUG 1994 26.66
5 MARTINENGHI Nicolo ITA 1 AUG 1999 26.75
6 CERASUOLO Simone ITA 22 JUN 2003 27.00
7 PEATY Adam GBR 28 DEC 1994 27.23
8 ASPOUGALIS Arkadios GRE 21 FEB 2001 27.62

17.34: “Sapevo che sarebbe stato alla mia portata, non pensavo di fare questo tempo! Mi volevo prendere questo oro, ho provato ad aspettare, ho visto che non facevo troppa fatica ed ho provato a staccare le mie avversarie. La dedico a me stessa, ho pensato più volte se era la cosa giusta venirte a Doha, h deciso di venire e mettermi alla prova e ho avuto ragione” dichiara a caldo Quadarella

17.33. Ai 300 metri Simona ha cambiato ritmo, nella parte centrale ha scavato il solco sempre più ampio e nel finale ha gestito un vantaggio enorme senza troppi problemi. per l’Italia è la terza medaglia di questa spedizione che prende corpo, nonostante qualche delusione

17.32: Gara di alto livello per Simona Quadarella che si conferma grande interprete di questa specialità, solo federica Pellegrini prima d’ora era riuscita a vincere in due Mondiali diversi tra le donne italiane. Ora Quadarella entra nel club ristrettissimo

17.30: Per Simona Quadraella c’è il secondo oro mondiale della carriera, la sesta medaglia in cinque Mondiali, il quinto Mondiale a podio consecutivo, con il tempo di 15’46″99 che è anche minimo per i Giochi Olimpici

17.29. OROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO QUADARELLAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

17.28: Ai 1400 Quadarella ad un passo dal trionfo! A 9″45 Li, a 10″61 Gose

17.27: Ai 1300 Quadarella, a 9″81 Li, a 10″84 Gose

17.26: Ai 1200 Quadarella, a 9’06” Li, a 9″54 Gose

17.25: Al 1100 Quadarella, a 8″35 Li, a 8″43 Gose

17.24. Ai 1000 Quadarella, a 7″39 Gose, a 7″67 Li

17.23: Ai 900 Quadarella, a 6″19 Gose, a 6″79 Li

17.22: Agli 800 Quadarella in 8’22″49, a 4″69 Gose, a 5″63 Li

17.21: Ai 700 Quadarella in 7’19″24, a 3″67 Gose, a 4″54 Li

17.20: Ai 600 Quadarella, a 2″75 Gose, a 3″75 Li

17.19: Ai 500 Quadarella, a 1″93 Gose, a 2″43 Li

17.18: Ai 400 Quadarella, a 0″81 Gose, a 1″20 Li

17.17. Ai 300 Quadarella ha un piccolo vantaggio su Gose e Li

17.16: Ai 200 Quadarella, Gose, Li

17.15: Ai 100 Quadarella, Gose, Li

17.11: Ci siamo! C’è Simona Quadarella al via della finale dei 1500 stile libero, queste le protagoniste:

1 THOMAS Eve NZL 9 FEB 2001 16:16.43
2 KIRPICHNIKOVA Anastasiia FRA 24 JUN 2000 16:14.76
3 LI Bingjie CHN 3 MAR 2002 16:13.61
4 QUADARELLA Simona ITA 18 DEC 1998 16:02.96
5 GOSE Isabel GER 9 MAY 2002 16:10.60
6 GOUGH Maddy AUS 8 JUN 1999 16:14.48
7 YANG Peiqi CHN 10 MAY 2007 16:14.85
8 KOBRICH Kristel CHI 9 AUG 1985 16:16.62

17.10: E’ stata una finale convulsa, come ci si poteva attendere, alla fine Hwang ha tenuto le energie per la volata finale dopo essere partito forte

17.07: E’ partito forte ed è arrivato forte il corean Hwang che ha vinto con 1’44″75, secondo il lituano Rapsys con 1’45″05, terzo lo statunitense Hobson con 1’45″26, quanto Martens, quinto Miroslaw

17.07: ANCORA COREA DEL SUD! Hwang vince i 200 stile libero davanti a Rapsys e Hobson

17.06: Hobson davanti ai 150

17.05: A Metà gara Wang, Hobson, Miroslaw

17.02: Questi i protagonisti della incertissima finale dei 200 stile libero:

1 COSTA Guilherme BRA 1 OCT 1998 1:46.06
2 WINNINGTON Elijah AUS 5 MAY 2000 1:45.90
3 MARTENS Lukas GER 27 DEC 2001 1:45.21
4 RAPSYS Danas LTU 21 MAY 1995 1:44.96
5 HWANG Sunwoo KOR 21 MAY 2003 1:45.15
6 HOBSON Luke USA 25 JUN 2003 1:45.53
7 MIROSLAW Rafael GER 25 MAR 2001 1:45.95
8 SCOTT Duncan GBR 6 MAY 1997 1:46.24

17.00. L’ultima gara in programma sarà una finale dei 100 rana amara per l’Italia. Non c’è Benedetta Pilato che è uscita in semifinale e non c’è Ruta Meilutyte, uscita addirittura in batteria. La cinese Tang potrebbe iniziare il suo percorso sulle orme del connazionale Qin ma McSharry, Schouten e la stessa Haughey possono dire la loro

16.57: molto interessanti in chiave Italia le semifinali dei 200 farfalla. Razzetti punta dritto alla finale con una prova convincente e l’attesa è anche per Burdisso che non ha brillato in mattinata ma vuole andarsi a riprendere un’altra finale importante in carriera. Gara senza star assolute ma con un livello medio molto elevato

16.54: Non ci sono azzurre al via delle semifinali dei 200 stile libero che hanno una sola grande favorita, la rappresentante di Hong Kong Siobhan Haughey, a caccia di un oro che la lancia al meglio verso l’appuntamento olimpico. per lei dopo pochi minuti anche la sorprendente finale dei 100 rana. Padar, Li, Fairweather possono rappresentare valide alternative

16.51: L’assente di maggior peso nella finale dei 100 dorso è italiano, Thomas Ceccon ma si preannuncia battaglia e spettacolo in vasca, purtroppo senza azzurri: Armstrong e Cotze cercheranno di arginare l’onda mediterranea composta dall’eclettico spagnolo Gonzalez e dai due greci Christou e Makrygiannis

16.49. A seguire la finale dei 100 dorso senza tante protagoniste di primissimo livello. La statunitense Curzan è la favorita ma occhio alla canadese Wilm che vuole sfruttare la grande occasione

16.47: Dopo la finale dei 1500 ci sarà ancora Italia con le due semifinali dei 50 rana uomini, con Martinenghi e Cerasuolo che vanno a caccia di un posto nei primi otto per entrare nella finale di domani. Entrambi hanno buone possibilità di riuscirci

16.45. Si parte con la finale dei 200 stile libero. Grande equilibrio e tanti pretendenti all’oro. tutti e gli otto partenti hanno chances, compresi dalle corsie esterne Costa e Scott. Hwang potrebbe fare il colpaccio

16.43: C’è solo un’azzurra in finale ma ha ottime possibilità di centrare il podio, si tratta di Simona Quadarella nei 1500 stile libero libero. La mezzofondista romana va all’assalto del suo quinto podio consecutivo ai Mondiali, dopo aver portato a casa almeno una medaglia a Budapest 2017, Gwangju 2019, Budapest 2022, Fukuoka 2023. La rivale più pericolosa è la cinese Bingje Li, atleta capace di centrare grandi rimonte, attenzione anche a Gose, Gough e Kirpichnikova che però sembra un gradino sotto come condizione al momento

16.40: Buongiorno e benvenuti alla diretta live della terza giornata di semifinali e finali dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar.

LA CRONACA DELLE BATTERIE DEL MATTINO

9.17: per il momento è tutto, l’appuntamento è per le 17.00 con la terza sessione di finali del Mondiale di Doha, per l’Italia solo Simona Quadarella in finale ma con la possibilità di centrare la terza medaglia azzurra in vasca. A più tardi, buona giornata!

9.15: Benissimo Luca de Tullio che entra in finale con il primo tempo e migliora il personale negli 800 stile libero, che vedranno in finale anche un Gregorio Paltrinieri un po’ “sonnacchioso” ma bravo a salvarsi, a differenza di qualche rivale eccellente come Wellbrock e Hafnaoui. male invece Giulia D’Innocenzo che arrivava con buone prospettive a questo appuntamento, il primo di questo livello per lei, è si è fermata immediatamente nei 200 stile libero

9.13. mattinata tutto sommato positiva per i colori azzurri, la terza del Mondiale. Bene Martinenghi e Cerasuolo che entrano nelle semifinali dei 50 rana con ottime prospettive, bene Razzetti che supera brillantemente il primo scoglio del suo Mondiale entrando in semifinale senza troppo dispendio di energie nei 200 farfalla, dove in semifinale c’è anche Burdisso che invece dovrà cambiare marcia per centrare l’accesso in finale

9.11: Due azzurri in finale, eliminato, invece, Wellbrock, assieme ad Hafnaoui, autore di un’altra prova nettamente al di sotto dei suoi standard. Questi i finalisti: De Tullio, Wiffen, Schwrz, Johansson, Rasovszky, Romanchuk, Paltrinieri, Winnington

9.10: DUE AZZURRI IN FINALE NEGLI 800! Vince l’ultima batteria in rimonta Schwarz con 7’46″95, Rasovszky secondo con 7’47″19, terzo Romanchuk con 7’47″20

9.09: Ai 700 Rasovszky, Schwarz, Romanchuk

9.08: Ai 600 Rasovszky, Schwarz, Tuncelli

9.07: Ai 500 Rasovszky, Schwarz, Tuncelli

9.06: Rasovszky in testa ai 400 con 3’51″84, Schwarz e Tuncelli

9.05: Ai 300 Winnington, Rasovszky, Hafnaoui

9.04. Winnington, Hafnaoui, Rasovszky ai 200

9.03: Winnington, Hafnaoui, Schwarz ai 100

9.00: De Tullio vince la batteria con 7’46″52, nuovo personale, e si mette al sicuro per la finale, secondo Wiffen in 7’46″90, poi Johansson in 7’47″04 e Paltrinieri è quarto in 7’47″38, quinto Wellbrock in 7’48″17

8.59. Ai 700 de Tullio, Paltrinieri, Johansson

8.58: Ai 600 Wiffen, De Tullio, Wellbrock, Paltrinieri

8.57. Ai 500 Wiffen, Wellbrock, Paltrinieri

8.56: A metà gara Wellbrock, Paltrinieri, Wiffen, tutti sulla stessa linea

8.55: Ai 300 Wellbrock, Wiffen, Paltrinieri

8.54: Ai 200 Wellbrock, Wiffen, Paltrinieri

8.53: Ai 100 Wellbrock, Paltrinieri, Wiffen, De Tullio

8.51: Johnston vince la terza batteria in 7’48″20, secondo Garach Benito con 7’50″56. Già fuori Olivier e Auboeck. Ora Paltrinieri e De Tullio con Wiffen, Wellbrock e Costa

8.49: Ai 600 Johnston, Fei, Garach Benito

8.47: A metà gara Johnston, Fei, Garach Benito

8.42: Al via la terza batteria degli 800 con Olivier, Clark, Auboeck

8.41: Markos si aggiudica la seconda batteria con 7’49″97, secondo posto per Henveaux con 7’52″10

8.37: A metà gara Markos, Henveaux, Porges Avila

8.32. Al via la seconda batteria con Henveaux

8.31: Il marocchino El Fallaki vince con 8’27″22 la prima batteria degli 800 stile libero

8.22: Al via la prima di cinque batterie degli 800 stile libero maschili. Nella quarta Paltrinieri e Luca De Tullio

8.20. Questi i semifinalisti dei 200 farfalla: Zirk, Clareburt, Harting, Espernberger, K. Chmielewski, Sates, Razzetti, Marton, Honda, M. Chmielewski, Gonzalez, Kesil, Gemov, Litchfield, Burdisso. Spareggio tra Horomura e Mitsin

8.19: Ci sono due azzurri in semifinale nei 200 farfalla. L’ultima batteria va all’estone Zirk con 1’55″58, secondo l’austriaco Espenberger con 1’56″26

8.16: Quarto posto per un Burdisso che non è piaciuto particolarmente. Tempo di 1’57″48, nono posto complessivo per lui. Vince K. Chmielevski con 1’56″37, secondo M. Chmielevski con 1’56″83, terzo Kesil con 1’57″42

8.13: Prestazione in tranquillità di Razzetti che chiude terzo in 1’56″53 ma non c’era bisogno di spingere. Si impone Clareburt in 1’56″10, secondo Harting in 1’56″12, terzo Razzetti con 1’56″53, quarto Marton con 1’56″54. Ora Burdisso

8.09: Il britannico Litchfield, iscritto senza tempo, vince la seconda batteria con 1’57″48. Ora Alberto Razzetti con Marton e Harting

8.06: Il kazako Skazobtsov si impone nella prima batteria dei 200 farfalla con 2’05″49

8.03: Queste le semifinaliste dei 200 stile libero donne: Li, Fairweather, Padar, Haughey, Ai, Steenbergen, De Oliveira, Seemanova, Throssell, Sauickie, Jack, Dumont, Smith, Golovaty, Segel, Van Kooten

8.02: Padar vince l’ultima batteria con 1’57″42 davanti a Haughey che frena nel finale e chiude in 1’57″62

8.01: E’ fuori dalla semifinale Giulia D’Innocenzo che chiude 18ma. delusione forte per l’azzurra che si va ad aggiungere alla lista delle occasioni perse in casa Italia. In un Mondiale con tante assenti, in semifinale D’Innocenzo doveva esserci

7.58: Al momento è undicesima Giulia D’Innocenzo. Ha vinto la penultima batteria la brasiliana De Oliveira con 1’58″22, poi Seemanova con 1’58″25, terza Throssell con 1’58″29

7.55: Prova appena sufficiente di Giulia D’Innocenzo che è sesta con 1’59″57. Sesto posto globale al momento ma mancano due batterie. Vince Li con 1’57″16, seconda Fairweather con 1’57″40, terza Ai con 1’58″06. La rimonta finale dell’azzurra (che era settima ai 150) è stata respinta dalla britannica Hope

7.51: La spagnola Daza Garcia si impone nella seconda batteria con 2’00″42. Nella terza batteria D’Innocenzo con Fairwether e Li

7,47. La rappresentante dello Sri Lanka con 2’10″00 vince la prima delle cinque batterie dei 200 stile libero

7.44: Questi gli atleti qualificati per l e semifinali dei 50 rana: Fink, Shymanovich, Williamson, Martinenghi, Stevens, Imoudu, Andrew, Cerasuolo, Petrashov, Corbeau, Schreuders, Peaty, Matzerath, reitshammer, Kalusowski, Aspougalis

7.43: Quarto posto nell’ultima batteria per Cerasuolo che con 27″00 si qualifica per la semifinale. Vince Shymanovich con 26″66, secondo Williamson con 26″69, terzo Andrew con 26″94

7.41: Lo statunitense Fink scatenato, sulle ali dell’entusiasmo! 26″66 per lui. Ora Cerasuolo

7.38: Martinenghi piazza subito un 26″75 di primo mattino per vincere la quarta batteria. L’azzurro c’è, secondo posto per Stevens con 26″79, terzo Imoudu con 26″91

7.37: Wuilliez di Antigua e Barbuda si aggiudica la terza batteria con 28″35. Ora Martinenghi nella quarta batteria

7.35: Il padrone di casa Al-Obaidly vince la seconda batteria con 28″62

7.33: Altarmoom di Kuwait vince la prima batteria in 29″95

7.32: Si parte con la prima di sei batterie dei 50 rana uomini, nella quarta Martinenghi, nella sesta Cerasuolo. I primi 16 si qualificano per la semifinale

7.29: Negli 800 mancano alcuni mostri sacri, mentre il campione del mondo in carica, il tunisino Hafnaoui, sembra non essere al massimo della forma. Tuttavia, Gregorio Paltrinieri dovrà comunque affrontare alcuni dei grandi interpreti della specialità, come il primatista europeo Daniel Wiffen dall’Irlanda, il tedesco Schwarz, oltre agli avversari tradizionali come l’ucraino Romanchuk e il tedesco Wellbrock. Tra i partecipanti mancano all’appello anche nuotatori di calibro come Short e Finke. La competizione si preannuncia quindi intensa e piena di sfide interessanti.

7.26: La sessione mattutina si conclude con le cinque batterie degli 800 stile libero, segnando il debutto in vasca di Gregorio Paltrinieri. Il nuotatore italiano ha già conquistato la sua medaglia mondiale in questa disciplina, mantenendo una straordinaria continuità di successi nell’arco di otto campionati iridati consecutivi. Tuttavia, Paltrinieri desidera mettersi alla prova anche nella distanza degli 800 stile libero, riconoscendo che l’evoluzione dei tempi potrebbe rappresentare una sfida per la sua competitività in questa specialità.

7.23: Tomoru Honda, attualmente leader mondiale stagionale, emerge come il favorito principale per l’oro nella competizione, soprattutto considerando le assenze di nuotatori di spicco come Milak e Marchand, entrambi destinati a fare grandi prestazioni a Parigi. È importante tenere d’occhio anche i fratelli Krszysztof e Micha Chmielewski, che continuano la gloriosa tradizione polacca nella disciplina della farfalla, insieme al sudafricano Matthew Sates, esperto nelle gare di vasca corta ma altrettanto competitivo in quelle di lunga distanza. Altri contendenti da non sottovalutare includono il nuotatore ungherese Marton e lo spagnolo Gonzalez.

7.21: Per l’Italia i 200 farfalla sono una delle gare più attese. In vasca a Doha debutta Alberto Razzetti che tanto bene ha fatto tra novembre e dicembre, conquistando il pass per i Giochi oltre a diversi record italiani. L’azzurro, se avrà conservato la forma di fine 2023 sarà uno dei grandi favoriti per il podio ma attenzione anche a Federico Burdisso che, oltre ad un posto in finale, punta anche al minimo per Parigi che è fissato in 1’55″09, tempo alla sua portata.

7.19: C’è grande interesse in Italia per il debutto di Giulia D’Innocenzo nei 200 stile libero in vasca lunga con la Nazionale. La nuotatrice pugliese sembra aver completato con successo il suo percorso, non privo di sfide, dalla giovane promessa all’atleta senior di alto livello. Questo è un momento cruciale per lei per mettersi in mostra, soprattutto considerando la concorrenza di alto livello in questa gara. Siobhan Haughey emerge come la favorita principale dopo il suo quarto posto a Fukuoka. Tra le altre contendenti per il podio ci sono Shayna Jack, Marrit Steenbergen, che sembra in ripresa dopo un periodo difficile, e Erika Fairweather, già affermata vincitrice nei 400 stile libero. Da non sottovalutare anche Barbora Seemanova, che ha dimostrato recentemente di essere in forma competitiva.

7.17: Dopo la finale di ieri nei 100, torna in vasca Nicolò Martinenghi che punta in alto dopo aver vinto su questa distanza gli Europei in vasca corta a Otopeni, assieme a Simone Cerasuolo, argento europeo in carica e bronzo sempre nella gara di Otopeni. La speranza è vedere due azzurri in finale in una gara dove c’è il primatista del mondo ilya Shymanovich che sulla distanza più breve, nonostante sia al rientro, può dire la sua, c’è un Adam Peaty ritrovato, un Nic Fink che è campione del mondo in carica e un Arno Kamminga che rappresenta sempre una minaccia, anche in questa specialità.

7.15: E’ una giornata importante per l’Italia del nuoto, la terza del Mondiale di Doha, che vede l’esordio di due pezzi da novanta della spedizione azzurra, Gregorio Paltrinieri che sarà impegnato nelle batterie degli 800 stile libero che qualificano direttamente per la finale e Alberto Razzetti che inizia la sua avventura in Qatar, dopo le splendide prestazioni di Riccione e Otopeni, con le batterie dei 200 farfalla. Si parte con un’altra gara molto interessante in chiave azzurra, le batterie dei 50 rana maschili.

7.13: Prosegue la prima grande manifestazione di un anno, il 2024, dove non mancheranno certo gli appuntamenti per il grande nuoto internazionale, con il clou a luglio quando si disputeranno i Giochi olimpici a Parigi. Ancora una volta la squadra italiana si è già confermata fra le grandi grande protagoniste di una kermesse iridata snobbata da molti grandi interpreti del nuoto mondiale, che non vogliono distogliere la loro attenzione dalla preparazione olimpica. Nonostante questo a Doha diversi campioni sono in acqua e si sta assistendo ad un bello spettacolo da seguire molto attentamente: per l’Italia al momento sono arrivate due medaglie d’argento, con la 4×100 stile libero e Nicolò Martinenghi nei 100 rana

7.10: Buongiorno e benvenuti alla diretta live della terza giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar.

Programma, Orari, Tv e streaming del 13 febbraio ai Mondiali di nuoto di Doha I favoriti gara per garaLe favorite gara per garaIl programma dei Mondiali di DohaLe speranze di medaglia dell’Italia a DohaLa presentazione della terza giornataIl medagliere dei Mondiali di DohaLa cronaca della prima giornataLa cronaca della seconda giornata

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar. Prosegue la prima grande manifestazione di un anno, il 2024, dove non mancheranno certo gli appuntamenti per il grande nuoto internazionale, con il clou a luglio quando si disputeranno i Giochi olimpici a Parigi. Ancora una volta la squadra italiana si è già confermata fra le grandi grande protagoniste di una kermesse iridata snobbata da molti grandi interpreti del nuoto mondiale, che non vogliono distogliere la loro attenzione dalla preparazione olimpica. Nonostante questo a Doha diversi campioni sono in acqua e si sta assistendo ad un bello spettacolo da seguire molto attentamente: per l’Italia al momento sono arrivate due medaglie d’argento.

E’ una giornata importante per l’Italia del nuoto, la terza del Mondiale di Doha, che vede l’esordio di due pezzi da novanta della spedizione azzurra, Gregorio Paltrinieri che sarà impegnato nelle batterie degli 800 stile libero che qualificano direttamente per la finale e Alberto Razzetti che inizia la sua avventura in Qatar, dopo le splendide prestazioni di Riccione e Otopeni, con le batterie dei 200 farfalla. Si parte con un’altra gara molto interessante in chiave azzurra, le batterie dei 50 rana maschili. Dopo la finale di ieri nei 100, torna in vasca Nicolò Martinenghi che punta in alto dopo aver vinto su questa distanza gli Europei in vasca corta a Otopeni, assieme a Simone Cerasuolo, argento europeo in carica e bronzo sempre nella gara di Otopeni. La speranza è vedere due azzurri in finale in una gara dove c’è il primatista del mondo ilya Shymanovich che sulla distanza più breve, nonostante sia al rientro, può dire la sua, c’è un Adam Peaty ritrovato, un Nic Fink che è campione del mondo in carica e un Arno Kamminga che rappresenta sempre una minaccia, anche in questa specialità.

C’è curiosità in casa Italia per vedere all’opera Giulia D’Innocenzo nei 200 stile libero: la pugliese è al debutto in un Mondiale in vasca lunga con la Nazionale e sembra completato il suo percorso, non breve, di passaggio da giovane di eccellenza a senior di qualità. L’occasione è ghiotta per mettersi in mostra in una gara comunque ben frequentata. Siobhan Haughey è la favorita numero uno dopo il quarto posto di Fukuoka. Le altre pretendenti al podio sono Shayna Jack, Marrit Steenbergen, in ripresa dopo un periodo di difficoltà, ed Erika Fairweather, già vincitrice sui 400, oltre a Barbora Seemanova rivista ultimamente su  buoni livelli. Per l’Italia i 200 farfalla sono una delle gare più attese. In vasca a Doha debutta Alberto Razzetti che tanto bene ha fatto tra novembre e dicembre, conquistando il pass per i Giochi oltre a diversi record italiani. L’azzurro, se avrà conservato la forma di fine 2023 sarà uno dei grandi favoriti per il podio ma attenzione anche a Federico Burdisso che, oltre ad un posto in finale, punta anche al minimo per Parigi che è fissato in 1’55″09, tempo alla sua portata. Tomoru Honda, leader mondiale stagionale, è forse il favorito numero uno per l’oro di una gara che risente di assenze importanti come quelle di Milak e Marchand, destinati a fare faville a Parigi. Attenzione ai fratelli Krszysztof e Micha Chmielewski che rinnovano la grande tradizione polacca della farfalla, al sudafricano Matthew Sates, specialista della vasca corta ma efficace anche in lunga, all’ungherese Marton e allo spagnolo Gonzalez.

La mattinata si chiude con le cinque batterie degli 800 stile libero che vedono l’esordio in vasca di Gregorio Paltrinieri che la sua medaglia mondiale (nell’ottava rassegna iridata consecutiva) l’ha già conquistata ma si vuole testare nella distanza dove, vista l’evoluzione cronometrica, potrebbe rischiare di non essere più competitivo, gli 800 stile libero. Mancano alcuni mostri sacri, il tunisino Hafnaoui, campione del mondo in carica, sembra non essere in forma ma Paltrinieri dovrà affrontare alcuni dei grandi interpreti della specialità come il primatista europeo, l’irlandese Daniel Wiffen, il tedesco Schwarz, gli avversari di sempre l’ucraino Romanchuk e il tedesco Wellbrock e qualche emergente. All’appello, tra i big, mancano Short e Finke. Nel pomeriggio l’Italia punta su Simona Quadarella che potrebbe salire sul podio per il quinto Mondiale consecutivo. L’azzurra si è qualificata con il miglior tempo alla finale e ora prova ad andarsi a prendere il secondo oro iridato in carriera in una gara orfana di alcune fra le migliori specialista mondiali, una su tutte Katie Ledecky. Chi non è d’accordo è la cinese Bingje Li che proverà a rendere difficile la vita all’azzurra.  Attenzione anche a Gose, sempre pericolosa su questa distanza. Nel pomeriggio si assegnano anche i titoli dei 100 rana donne, dei 100 dorso uomini e donne e dei 200 stile libero uomini.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE terza giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar: cronaca in tempo reale e aggiornamenti costanti. Si comincia alle 7.30 con le batterie e si prosegue alle 17.00 con la sessione dedicata a semifinali e finali. Buon divertimento!