Seguici su

Ciclismo

LIVE Tour de France 2023 in DIRETTA: scatto poderoso di Pogacar, ancora staccato Vingegaard sul Grand Colombier

Pubblicato

il

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CLASSIFICA GENERALE DEL TOUR DE FRANCE

L’ORDINE D’ARRIVO DELLA TAPPA DI OGGI

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

L’ALTIMETRIA DELLA TAPPA DI DOMANI: SARA’ BATTAGLIA SULLE ALPI

17.24 Si chiude così la DIRETTA LIVE della tredicesima tappa del Tour de France 2023! Grazie per averci seguito e buon proseguimento!

17.22 Cambia così invece la top 10 della classifica generale. Bilbao scende al settimo posto, superato dai gemelli Yates, mentre Kuss recupera la decima posizione su Thibaut Pinot:

1 1 – VINGEGAARD Jonas Jumbo-Visma 25 11″ 53:48:50
2 2 – POGAČAR Tadej UAE Team Emirates 26″ 0:09
3 3 – HINDLEY Jai BORA – hansgrohe 18″ 2:51
4 4 – RODRÍGUEZ Carlos INEOS Grenadiers 4:48
5 6 ▲1 YATES Adam UAE Team Emirates 10″ 5:03
6 7 ▲1 YATES Simon Team Jayco AlUla 8″ 5:04
7 5 ▼2 BILBAO Pello Bahrain – Victorious 10″ 5:25
8 8 – PIDCOCK Thomas INEOS Grenadiers 5:35
9 9 – GAUDU David Groupama – FDJ 6:52
10 11 ▲1 KUSS Sepp Jumbo-Visma 7:11

17.20 Questa la top 10 della tredicesima tappa di questo Tour de France, con l’arrivo sul Grand Colombier:

1 KWIATKOWSKI Michał INEOS Grenadiers 210 100 3:17:33
2 VAN GILS Maxim Lotto Dstny 150 70 0:47
3 POGAČAR Tadej UAE Team Emirates 110 50 0:50
4 VINGEGAARD Jonas Jumbo-Visma 90 40 0:54
5 PIDCOCK Thomas INEOS Grenadiers 70 32 1:03
6 HINDLEY Jai BORA – hansgrohe 55 26 1:05
7 SHAW James EF Education-EasyPost 45 22 ,,
8 TEJADA Harold Astana Qazaqstan Team 40 18 ,,
9 YATES Simon Team Jayco AlUla 35 14 1:14
10 YATES Adam UAE Team Emirates 30 10 1:18

17.18 Al secondo posto un altro reduce della fuga, il belga Maxim Van Gils (Lotto-Dstny).

17.16 Alla fine la tattica della UAE era anche giusta per guadagnare anche il successo, ma alla fine sono riusciti comunque a strappare un terzo posto e un abbuouno importante per la generale…

17.14 Terzo Pogacar, che stacca di quattro secondi Vingegaard e ne guadagna otto in tutto! Ora lo sloveno è a 9” dalla gialla!

17.13 LO STACCA! POGACAR STACCA VINGEGAARD!! Lo sloveno prova a prendersi anche i secondi di abbouno!

17.13 Il Grand Colombier è di Michal Kwiatkowski! Bravissimo il polacco, campione del mondo nel 2014! E PARTE POGACAR, ma c’è Vingegaard a ruota!

17.12 Il polacco è vicinissimo a vincere la seconda tappa al Tour della sua carriera, dopo quella a La Roche-sur-Foron di tre anni fa!

17.11 ULTIMO CHILOMETRO PER KWIATKOWSKI!

17.10 E ovviamente si è frazionato il gruppo. Si vede anche Simon Yates nel gruppo dei migliori.

17.09 E invece SCATTA ADAM YATES! Gli va dietro Kuss, con Pogacar e Vingegaard a ruota! Poco dietro Carlos Rodriguez. Questa dunque la tattica della UAE Team Emirates, sfruttando il britannico.

17.08 Non è in discussione la vittoria del polacco adesso, che si va a togliere una soddisfazione enorme.

17.06 ULTIMI TRE CHILOMETRI per Michal Kwiatkowski!

17.05 Rapporto lungo ora per Majka, sarà il momento dello scatto per Pogacar?

17.03 La UAE Team Emirates continua a fare un’andatura forte, ma regolare. Al momento Pogacar non sembra avere intenzione di scattare…

17.01 Altro trattino di falsopiano per Kwiatkowski, ora Majka sta facendo l’andatura ed ha portato il gruppo maglia gialla a 2’18”. ULTIMI CINQUE CHILOMETRI!

17.00 Cambio in testa al gruppo! Va Rafal Majka in testa, dopo che Pogacar gli ha detto qualcosina…

16.58 Non sembrano esserci ostacoli tra Kwiatkowski e la vittoria di tappa. In questi ultimi 6 chilometri la salita non è così dura… Rimasti una ventina nel gruppo principale.

16.56 Scende sotto i tre minuti il vantaggio di Kwiatkowski sul gruppo, ora a 2’50”. Il polacco torna a salire su pendenze al 10%. Pacher intanto è stato ripreso.

16.54 Si sposta Carlos Soler, ora è Grosschartner a tirare in gruppo!

16.53 E aumenta il vantaggio di Michal Kwiatkowski, che ha 50” su Harold Tejada (Astana-Qazaqstan), Maxim Van Gils (Lotto-Dstny) e James Shaw (EF Education Easypost).

16.51 Da segnalare anche il ritiro di Ben Turner (Ineos-Grenadiers).

16.50 Il polacco entra ora in un tratto di leggero falsopiano che durerà fino ai -7 dal traguardo. Si stacca intanto Romain Bardet (DSM-firmenich).

16.47 Il gruppo ha guadagnato ora una trentina di secondi su Kwiatkowski, che ha ora 3’05” di vantaggio.

16.45 Continua l’andatura non troppo sostenuta del gruppo, che rimane a 3’35” dalla fuga. Si aspetta il momento buono per attaccare, ma gli uomini in avanscoperta rischiano di arrivare al traguardo…

16.43 Intanto nella fuga rientra Kwiatkowski, e addirittura va via da solo!

16.42 Il gruppo inizia a perdere pezzi, si staccano Ben O’Connor (AG2R-Citroen) ed Egan Bernal (Ineos-Grenadiers).

16.40 Shaw, Tejada e Van Gils si sono riportati su Pacher, quartetto in testa a 12,5 chilometri dal traguardo!

16.38 E il vantaggio della fuga aumenta ancora, 3’50” ora. La UAE Team Emirates non vuole andare a chiudere la corsa…

16.36 Dietro a Pacher si forma un terzetto con Harold Tejada (Astana-Qazaqstan), Maxim Van Gils (Lotto-Dstny) e James Shaw (EF Education Easypost).

16.34 La UAE Team Emirates invece per ora non sta facendo un ritmo indiavolato.

16.33 Sta salendo con un bel passo il francese. Ma la salita è lunghissima, mancano 15 chilometri…

16.32 Intanto ha preso un pochino di margine in avanti Quentin Pacher (Groupama-FDJ).

16.31 Il gruppo guadagna immediatamente 30”, ora è a 3’30” dai fuggitivi.

16.30 E inizia la salita finale anche per il gruppo!

16.27 Bettiol sta lavorando alacremente per James Shaw, mentre dietro a dare l’ultima tirata è Matteo Trentin. Si staccano Mozzato e Stuyven.

16.25 Inizia il Grand Colombier per i 17 fuggitivi!

16.24 Ora anche la Ineos a fare l’andatura in gruppo, che potrebbe prendere la salita a tutta…

16.22 Rimasti in 17 in testa: Michal Kwiatkowski (INEOS Grenadiers), Quentin Pacher (Groupama – FDJ), Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost ), James Shaw (EF Education-EasyPost), Kasper Asgreen (Soudal – Quick Step), Matej Mohorič (Bahrain – Victorious), Fred Wright (Bahrain – Victorious), Jasper Stuyven (Lidl – Trek), Mike Teunissen (Intermarché – Circus – Wanty), Georg Zimmermann (Intermarché – Circus – Wanty) Nelson Oliveira (Movistar Team), Hugo Houle (Israel – Premier Tech), Luca Mozzato (Team Arkéa Samsic), Pascal Eenkhoorn (Lotto Dstny), Maxim Van Gils (Lotto Dstny), Harold Tejada (Astana Qazaqstan Team), Anthon Charmig (Uno-X Pro Cycling Team).

16.20 Si arrende Caleb Ewan! Radio Corsa segnala il ritiro del velocista della Lotto-Dstny.

16.18 Si è creato il trenone della Jumbo-Visma, per difendere al meglio Vingegaard. Pogacar un po’ più dietro.

16.15 Il gruppo ora è segnalato a 4′ dai fuggitivi. Fra 10 chilometri inizia la salita…

16.13 UAE Team Emirates in testa al gruppo a tirare intanto.

16.11 L’uomo della TotalEnergies è dato infatti a 35” di ritardo dagli altri fuggitivi.

16.08 Ha perso un po’ di margine Pierre Latour, dopo che Bettiol e Shaw si sono messi a fare l’andatura in discesa.

16.06 Intanto la Lotto-Dstny prova a salvare Caleb Ewan, mettendogli a disposizione Frederik Frison.

16.04 Siamo in un tratto di discesa che durerà fino ai -30 dall’arrivo. Buono il ritmo della fuga al momento.

16.01 Meno di 42 chilometri al traguardo, meno di 25 all’attacco della Grand Colombier!

15.59 Caleb Ewan passa solo ora allo sprint intermedio. Ha già oltre 7 minuti di ritardo dal gruppo, ben 10 dalla testa della corsa.

15.58 Ricordiamo la composizione della fuga, che ora conta 18 elementi: Michal Kwiatkowski (INEOS Grenadiers), Quentin Pacher (Groupama – FDJ), Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost ), James Shaw (EF Education-EasyPost), Kasper Asgreen (Soudal – Quick Step), Matej Mohorič (Bahrain – Victorious), Fred Wright (Bahrain – Victorious), Jasper Stuyven (Lidl – Trek), Mike Teunissen (Intermarché – Circus – Wanty), Georg Zimmermann (Intermarché – Circus – Wanty) Nelson Oliveira (Movistar Team), Hugo Houle (Israel – Premier Tech), Luca Mozzato (Team Arkéa Samsic), Pascal Eenkhoorn (Lotto Dstny), Maxim Van Gils (Lotto Dstny), Harold Tejada (Astana Qazaqstan Team), Anthon Charmig (Uno-X Pro Cycling Team) e Pierre Latour (TotalEnergies)

15.55 Completate le prime due ore di corsa. Il tratto di alita ha inevitabilmente abbassato la velocità media che rimane comunque superiore ai 46 km/h.

15.54 Continuano ad alternarsi Mikkel Bjerg e Matteo Trentin in testa al gruppo per la UAE. Alle loro spalle sempre la BORA di Jai Hindley.

15.51 Anche il gruppo transita al traguardo di Hauteville-Lompnes. Il distacco è ora di 2’25”.

15.49 Mike Teunissen scatta e si prende i 20 punti in palio allo sprint intermedio. Dietro di lui Matej Mohoric e Anthon Charmig.

15.47 Si avvicina lo sprint intermedio.

15.46 50 KM AL TRAGUARDO!

15.44 Il ritardo del gruppo era sceso nuovamente a 1’45”. L’accelerazione nel gruppo dei fuggitivi ha riportato il distacco sopra i due minuti.

15.41 Inizia a muoversi qualcosa nel gruppo dei fuggitivi: Matej Mohoric prova ad allungare, mentre Petit e Bol sono i primi a staccarsi sull’accelerazione.

15.39 Anche il gruppo è in salita ed iniziano infatti le difficoltà per Caleb Ewan. Sarà un lunghissimo weekend per il velocista australiano…

15.38 Dopo aver “diretto il traffico”, Wout van Aert va anche a a prendere borracce per tutti i propri compagni. Un vero campione, non solo in sella.

15.36 Inizia il tratto di salita verso Hauteville. Pendenze abbastanza impegnative nonostante non sia un GPM.

15.34 L’account ufficiale della Maglia a Pois ci dà una statistica interessante: nei quattro precedenti passaggi sul Grand Colombier, chiunque abbia scollinato per primo ha poi vinto la classifica degli scalatori a fine Tour.

15.32 Davanti sempre 20 corridori, con due italiani: Michal Kwiatkowski (INEOS Grenadiers), Quentin Pacher (Groupama – FDJ), Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost ), James Shaw (EF Education-EasyPost), Kasper Asgreen (Soudal – Quick Step), Matej Mohorič (Bahrain – Victorious), Fred Wright (Bahrain – Victorious), Jasper Stuyven (Lidl – Trek), Adrien Petit (Intermarché – Circus – Wanty), Mike Teunissen (Intermarché – Circus – Wanty), Georg Zimmermann (Intermarché – Circus – Wanty) Nelson Oliveira (Movistar Team), Hugo Houle (Israel – Premier Tech), Luca Mozzato (Team Arkéa Samsic), Pascal Eenkhoorn (Lotto Dstny), Maxim Van Gils (Lotto Dstny), Cees Bol (Astana Qazaqstan Team), Harold Tejada (Astana Qazaqstan Team), Anthon Charmig (Uno-X Pro Cycling Team) e Pierre Latour (TotalEnergies).

15.29 Wout van Aert indica alla motocicletta di allontanarsi dalla testa del gruppo. La battaglia tra Jumbo e UAE è talmente tesa che anche queste piccole contano, anche un minimo aiuto nell’inseguimento, anche una goccia di energia risparmiata può fare la differenza.

15.26 In testa al gruppo c’è ora Matteo Trentin, che ha dato un cambio al compagno Mikkel Bjerg.

15.24 Dopo un’ora e mezza di corsa la media oraria è ancora superiore ai 50 km/h. Si arriverà molto rapidamente al durissimo finale.

15.21 Tra pochi chilometri il percorso proporrà la salita verso Hauteville-Lompnes, dove sarà piazzato lo sprint intermedio. Il tratto iniziale sarà abbastanza impegnativo, con 8 km sempre intorno al 5%. Curiosamente la salita non è stata classificata come GPM.

15.18 Metà del tracciato superata proprio in questo momento. Il ritardo del gruppo è ora di 1’57”.

15.15 70 km al traguardo. Ci avviciniamo alla metà del percorso.

15.13 Oggi si arriva sul Grand Colombier. La grande salita del Massiccio del Giura sarà sede d’arrivo solo per la seconda volta nella storia del Tour. La prima volta, nel 2020, fu Tadej Pogacar a vincere, seppur solo in volata su Primoz Roglic.

15.10 Fin qui, nelle tre occasioni precedenti in cui Pogacar e Vingegaard si sono sfidati, ad avere la meglio è sempre stato quello che aveva sfruttato il lavoro dei compagni del rivale. Chissà se oggi lo sloveno riuscirà ad invertire la tendenza.

15.07 Alle spalle della fila degli UAE si è schierata la BORA hansgrohe. Poi c’è la INEOS Grenadiers, seguita dalla Jumbo-Visma della Maglia Gialla Jonas Vingegaard.

15.05 Il lavoro continuato della UAE non lascia spazio a molte interpretazioni: Tadej Pogacar vuole puntare alla tappa.

15.02 80 km al traguardo.

15.00 Ricordiamo la composizione della fuga: Michał Kwiatkowski (INEOS Grenadiers), Quentin Pacher (Groupama – FDJ), Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost ), James Shaw (EF Education-EasyPost), Kasper Asgreen (Soudal – Quick Step), Matej Mohorič (Bahrain – Victorious), Fred Wright (Bahrain – Victorious), Jasper Stuyven (Lidl – Trek), Adrien Petit (Intermarché – Circus – Wanty), Mike Teunissen (Intermarché – Circus – Wanty), Georg Zimmermann (Intermarché – Circus – Wanty) Nelson Oliveira (Movistar Team), Hugo Houle (Israel – Premier Tech), Luca Mozzato (Team Arkéa Samsic), Pascal Eenkhoorn (Lotto Dstny), Maxim Van Gils (Lotto Dstny), Cees Bol (Astana Qazaqstan Team), Harold Tejada (Astana Qazaqstan Team), Anthon Charmig (Uno-X Pro Cycling Team) e Pierre Latour (TotalEnergies).

14.57 Resta invariata la situazione: venti al comando, gruppo con la UAE Emirates a 1’30”.

14.54 Media della prima ora che sarà eccezionale, superiore ai 50 km/h.

14.52 Se la UAE Emirates riuscirà a gestire la situazione in questa maniera non ci sono chance per la fuga.

14.49 Si fa vedere davanti al gruppo anche la Bora-hansgrohe.

14.47 Il più vicino in classifica generale è Tejada, 40mo a 54’55”.

14.45 Vantaggio che resta stabile: 1’25”.

14.43 La lista completa dei fuggitivi: Michał Kwiatkowski (INEOS Grenadiers), Quentin Pacher (Groupama – FDJ), Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost ), James Shaw (EF Education-EasyPost), Kasper Asgreen (Soudal – Quick Step), Matej Mohorič (Bahrain – Victorious), Fred Wright (Bahrain – Victorious), Jasper Stuyven (Lidl – Trek), Adrien Petit (Intermarché – Circus – Wanty), Mike Teunissen (Intermarché – Circus – Wanty), Georg Zimmermann (Intermarché – Circus – Wanty) Nelson Oliveira (Movistar Team), Hugo Houle (Israel – Premier Tech), Luca Mozzato (Team Arkéa Samsic), Pascal Eenkhoorn (Lotto Dstny), Maxim Van Gils (Lotto Dstny), Cees Bol (Astana Qazaqstan Team), Harold Tejada (Astana Qazaqstan Team), Anthon Charmig (Uno-X Pro Cycling Team) e Pierre Latour (TotalEnergies).

14.40 100 chilometri al traguardo.

14.39 Gruppo in lunga fila indiana che non si rialza: la UAE Emirates vuol tenere molto vicini i fuggitivi.

14.37 I fuggitivi con il relativo distacco in classifica generale:

1
24
KWIATKOWSKI Michał 1:18:58
2
36
PACHER Quentin 1:39:32
3
43
BETTIOL Alberto 1:51:15
4
47
SHAW James 1:40:19
5
52
ASGREEN Kasper 2:07:05
6
67
MOHORIČ Matej 1:47:57
7
69
WRIGHT Fred 2:14:31
8
88
STUYVEN Jasper 1:35:49
9
115
PETIT Adrien 2:45:39
10
117
TEUNISSEN Mike 2:07:48
11
118
ZIMMERMANN Georg 1:33:08
12
137
OLIVEIRA Nelson 1:24:43
13
154
HOULE Hugo 1:39:25
14
177
MOZZATO Luca 2:42:50
15
184
EENKHOORN Pascal 1:40:22
16
187
VAN GILS Maxim 1:20:56
17
192
BOL Cees 2:59:19
18
198
TEJADA Harold 54:55
19
203
CHARMIG Anthon 2:19:14
20
216
LATOUR Pierre 1:51:05

14.36 Si rialza Coquard che viene raggiunto dal gruppo guidato dalla UAE Emirates.

14.35 Problema meccanico per Giulio Ciccone.

14.34 E ora reagisce la UAE Emirates: Tadej Pogacar vuole vincere la tappa.

14.32 Tra gli attaccanti ed il gruppo c’è Bryan Coquard che farà fatica a rientrare. Il plotone si è rialzato.

14.30 Definitivamente andata via la fuga.

14.29 Venti corridori davanti, ci sono anche Bettiol e Mozzato.

14.28 110 chilometri al traguardo.

14.26 Rientrano diversi corridori da dietro.

14.23 Il gruppo fa fatica a reagire.

14.20 Un quartetto ha preso il comando delle operazioni: Pacher, Oliveira, van Gils e Teunissen.

14.18 Remi Cavagna (Soudal-QuickStep) scatenato davanti.

14.16 Si è sganciato un drappello con un paio di uomini della Ineos Grenadiers. Gruppo che reagisce.

14.15 120 chilometri al traguardo.

14.13 I corridori stanno facendo una gran fatica, media altissima.

14.11 VENTAGLI! C’è vento laterale e ora si rompe il gruppo!

14.09 Evadono in due: Latour e Abrahamsen.

14.06 130 chilometri al traguardo.

14.05 Cambio di bici per il campione francese Valentin Madouas.

14.04 Si muovono Alaphilippe e Philipsen. Ma gli scatti qui saranno tantissimi.

14.02 Oggi la prima ora sarà percorsa a velocità assurda.

14.00 Si muove anche Alberto Bettiol, spesso all’attacco anche ieri.

13.58 Scatti e controscatti, vediamo dopo quanto andrà via la fuga.

13.56 Ci prova subito la Lotto Dstny con Campenaerts.

13.54 PARTE UFFICIALMENTE LA TREDICESIMA TAPPA!

13.51 Foratura per Amador nel tratto di trasferimento.

13.48 L’Italia spera di vedere all’attacco Giulio Ciccone, unica chance di vincere oggi. L’abruzzese purtroppo però ieri è finito a terra.

13.45 Iniziato il tratto di trasferimento.

13.42 Occhio che oggi potrebbe arrivare anche la fuga se Jumbo-Visma e UAE Emirates decideranno di non controllare la corsa. Visti i pochi chilometri da affrontare diventerà difficilissimo chiudere.

13.39 Lo sloveno nel 2020 vinse sulle rampe dell’ascesa finale e vuole ripetersi, magari ribaltando la situazione e guadagnando i 17” di ritardo che ha ora dal danese.

13.38 L’attesa oggi è tutta per lo scontro tra la Maglia Gialla Jonas Vingegaard e la Maglia Bianca Tadej Pogacar. Atto quarto di questo duello spettacolare.

13.36 Partenza ufficiale 13.45.

13.33 Completate le operazioni al foglio firma, corridori che si stanno dirigendo verso il via. Solito tratto di trasferimento iniziale.

13.31 Oggi è il 14 luglio, Festa Nazionale francese. Sicuramente i padroni di casa vorranno dare spettacolo.

13.28 Andiamo a scoprire il percorso odierno:

137,8 chilometri, prima parte di circa 80 chilometri pianeggiante, poi si inizia a salire verso il traguardo volante. Leggera discesa e spazio alla salita finale, il punto principale della giornata. 17,4 chilometri a 7,1% di pendenza media con arrivo in vetta a 1501 metri di altitudine. Ascesa che presenta tratti duri (oltre il 10%) e altri di respiro, ma che sicuramente farà la differenza.

13.25 Appuntamento con la Châtillon-sur-Chalaronne – Grand Colombier di 138 chilometri. Nuovo arrivo in salita.

13.23 Buongiorno e benvenuti alla Diretta Live della tredicesima tappa del Tour de France 2023.

Buongiorno a tutti e benvenuti alla DIRETTA LIVE della tredicesima tappa del Tour de France, la Châtillon-sur-Chalaronne – Grand Colombier di 138 chilometri. Una frazione breve, finalizzata perlopiù all’ultima salita che promette battaglia, l’ennesima, tra i due grandi protagonisti di questa Grande Boucle, Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) e la maglia gialla Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma).

Si andrà in pianura per almeno 75 chilometri, dove magari il gruppo lascerà andare la fuga di giornata. Poi si inizia a salire, in maniera nemmeno troppo leggera, verso il traguardo volante di Hauteville-Lompnes (km 97,3); tratto in discesa fino al chilometro 111, otto chilometri di pianura e si arriva ai piedi della salita di giornata.

Il Grand Colombier sarà protagonista degli ultimi 17,4 chilometri, con pendenza media del 7,1%. Ma è una salita che va a tratti: per i primi 7000 metri si è sempre sul 7%, con un picco al 12% nel quinto chilometro; un tratto di salita più leggera e si torna con il naso all’insù per quattro chilometri, toccando di nuovo il 12%. Tratto in falsopiano e si va su fino al traguardo, con l’ultima rampa di 400 metri al 10%.

Sarà dunque una giornata che potrà vedere nuova lotta tra i migliori di classifica. La frazione partirà alle ore 13.45, con la DIRETTA LIVE di OA Sport che partirà alle ore 13.30 per non perdere nemmeno una pedalata. BUON DIVERTIMENTO!

Foto: LaPresse

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online