Seguici su

Ciclismo

Giro d’Italia 2023, Sepp Kuss: “Abbiamo avuto gli spettri del Tour 2020”

Pubblicato

il

Un trionfo da parte di Primoz Roglic. Lo sloveno ha battuto Geraint Thomas e ha ribaltato il Giro d’Italia nella cronoscalata del Monte Lussari. Un successo che è arrivato anche grazie a Sepp Kuss, suo scudiero prezioso specie nella tappa di crisi del Monte Bondone: un contributo fondamentale per la vittoria finale.

Queste le parole dello statunitense ai microfoni di Eurosport: “È stata una giornata davvero stressante. Quando Roglic ha avuto quel problema con la bici ci sono venuti i fantasmi della cronometro del Tour de France 2020 ed è stato ancora più stressante“.

Questo è Primoz… Lui torna sempre e nell’avversità torna sempre più forte. Ha fatto un finale incredibile. È stato bellissimo, davanti alla sua gente… Sono davvero felice per lui”. Il riferimento verte alla ventesima tappa della Grande Boucle 2020, quando Tadej Pogacar strappò la Maglia Gialla al connazionale nel corso dell’impegnativa cronometro de La Planches des Belles Filles, che aveva una conformazione simile a quella di ieri.

Sapevamo che Roglic avrebbe potuto colpire al momento giusto e sapevamo che c’era una cronometro dura ieri che poteva fare la differenza. Roglic l’ha fatta sia su Thomas che su Almeida. Sono davvero fiero di lui e sono onorato di aver corso con lui e per lui”.

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online