Seguici su

Live Sport

LIVE Pattinaggio artistico, Mondiali 2023 in DIRETTA: Shoma Uno concede il bis d’oro! Matteo Rizzo è nono, Daniel Grassl scende al 12mo posto

Pubblicato

il

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

13.29: Si chiude qui la nostra diretta, grazie per averci seguito e appuntamento alle prossime gare di pattinaggio artistico. Buona giornata!

13.27: Buona la prova di Matteo Rizzo che rimonta ben quattro posizioni ed è nono, terzo degli europei, mentre Daniel Grassl conclude la sua stagione con un risultato non all’altezza delle aspettative. Stagione particolare, speriamo stia gettando le basi per qualcosa di molto importante

13.26: Questa la classifica finale della gara maschile che ha chiuso il Mondiale di Saitama:

1. Shoma UNO JPN 1 1 301.14
2. Junhwan CHA KOR 3 2 296.03
3. Ilia MALININ USA 2 3 288.44
4. Kevin AYMOZ FRA 5 4 282.97
5. Jason BROWN USA 6 5 280.04
6. Kazuki TOMONO JPN 7 6 273.41
7. Keegan MESSING CAN 4 11 265.16
8. Lukas BRITSCHGI SUI 9 9 257.34
9. Matteo RIZZO ITA 13 7 256.04
10. Adam SIAO HIM FA FRA 12 8 253.11
11. Vladimir LITVINTSEV AZE 10 10 251.76
12. Daniel GRASSL ITA 8 14 244.43
13. Deniss VASILJEVS LAT 11 13 243.15
14. Mikhail SHAIDOROV KAZ 18 12 236.93
15. Sota YAMAMOTO JPN 17 15 232.39
16. Mark GORODNITSKY ISR 14 16 232.13
17. Mihhail SELEVKO EST 15 17 230.94
18. Andreas NORDEBACK SWE 20 18 223.52
19. Nikita STAROSTIN GER 16 19 217.87
20. Morisi KVITELASHVILI GEO 21 20 212.32
21. Andrew TORGASHEV USA 22 21 210.59
22. Boyang JIN CHN 19 23 204.22
23. Adam HAGARA SVK 24 22 203.26
24. Maurizio ZANDRON AUT 23 24 194.31

13.23: Oro numero tre al Giappone a Saitama, numero due consecutivo per Shoma Uno, allievo di Stephane Lambiel e del tecnico italiano Angelo Dolfini, argento per la Corea, per certi versi sorprendente, con Junhwan Cha, allievo di Brian Orser e bronzo per il giovane statunitense emergente Ilia Malinin

13.21: E’ ORO PER IL GIAPPONE, IL TERZO AI MONDIALI IN CASA! Il giapponese Shoma Uno totalizza nel programma libero un punteggio di 196.51 (103.13+93.38), totale di 301.14

13.18: Ha lottato alla grande il giapponese che non è al meglio della condizione. Ci sono diversi elementi da rivedere. Dovesse perdere una decina di punti metterebbe in pericolo l’oro

13.17: Bene il Quadruplo Toeloop ma non in sequenza con il Doppio Toeloop, bene il Quadruplo Toeloop ma in combinazione solo con il Toeloop singolo, bene la combinazione Triplo Axel+Doppio Axel+Doppio Axel

13.15: Bene il Quadruplo Loop, step out sul Quadruplo Salchow, bene il Quadruplo Flip, bene il Triplo Axel

13.14: Tocca ora al campione del mondo in carica, primo dopo il programma corto, il giapponese Shoma Uno, 25 anni, di Nagoya, Aichi dove vive. E’ allenato tra Aichi e Champery in Svizzera da Stephane Lambiel e Angelo Dolfini. E’ stato argento a Pyeongchang, tre volte argento Mondiale dal 2016 al 2018, quarto nella penultima edizione della rassegna iridata. Ha vinto il Four Continents nel 2019, bronzo ai Giochi Olimpici di Pechino e oro lo scorso anno ai Mondiali di Montpellier. Si esibisce su un mix: Air on the G String di Johann Sebastian Bach, interpretato da Hauser, Sanctus Petrus Et Sancta Maria Magdalena: Mea tormenta, properate! di Jakub Józef Orliński, Johann Adolf Hasse

13.12: Lo statunitense Ilia Malinin totalizza un punteggio nel programma libero 188.06 (107.08+80.98) totale di 288.44 che significa secondo posto, c’è delusione al kiss&cry, arriverà comunque la prima medaglia della carriera

13.10: Tanti elementi sotto review! Era una follia e Malinin ha raccolto la sfida, a gara di salti vince a mani basse ma c’è anche la componente artistica e allora potrebbe cambiare tutto

13.08: MOSTRUOSO! Bene la combinazione Quadruplo Lutz+Euler+Triplo Salchow, bene la combinazione Quadruplo Toeloop+Triplo Toeloop, bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Axel

13.07: Bene il Quadruplo Axel, il primo nella storia dei mondiali! Step out sul Quadruplo Flip ma si salva dalla caduta, atterraggio non perfetto sul Quadruplo Lutz, bene il Quadruplo Salchow

13.05: In gara il secondo classificato del programma corto, il giovane statunitense Ilia Malinin, 18 anni di Fairfax. E’ di stanza a Reston (Usa) dove si allena agli ordini di Tatiana Malinina, Rafael Arutiunian, Roman Skorniakov. Lo scorso anno è stato nono ai Mondiali di Montpellier. Si esibisce su Euphoria di Labrinth

13.04: Il coreano Junhwan Cha totalizza nel programma libero un punteggio di 196.39 (105.65+90.74) per un totale di 296.03 è primo con distacco e può festeggiare la prima medaglia mondiale sua e di un coreano al Mondiale

13.01: CHE LIVELLO!!!! Il coreano non sbaglia praticamente niente, ha portato a casa tutti gli elementi di salto, punteggio tecnico enorme al momento. Potrebbe esserci anche lui in lotta per l’oro. Arriverà la seconda medaglia per la Corea a Saitama

13.01: Bene il Triplo Flip, Bene la combinazione Triplo Axel+Doppio Axel, bene il Triplo Axel bene la combinazione triplo Lutz+Euler+doppio Salchow

12.58: Bene il Quadruplo Salchow, bene il Quadruplo Toeloop, bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Loop

12.57: Sul ghiaccio il coreano Junhwan Cha, 21 anni, di Seoul, dove è allenato da Brian Orser e Hyun Jung Chi, soprendente terzo dopo il programma corto. E’ il vincitore della scorsa edizione dei Four Continents, è stato 15mo a PyeongChang, decimo ai Mondiali di Stoccolma e ottimo quinto ai Giochi Olimpici di Pechino. Si esibisce su un medley tratto dalla colonna sonora di No time to die James Bondo 007: Gun Barrel, Square Escape, Message from an Old Friend, No Time to Die, Final Ascent

12.56: Il canadese Keegan Messing nel programma libero totalizza un punteggio di 166.41 (80.80+85.61) per un totale di 265.16 che significa quarto posto provvisorio

12.53: Mancano punti con la trottola per un errore sull’atterraggio, oltre che il mancato triplo Axel, per il canadese che nel finale è tornato in carreggiata ma sarà quasi certamente dietro ai primi due della classifica

12.52: Problema sulla trottola. Bene il Triplo Axel, bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Toeloop, bene anche il Triplo Flip,

12.49: Bene la combinazione Quadruplo Toeloop+Doppio Toeloop, bene il Quadruplo Toeloop, Solo singolo l’Axel ma in combinazione con Euler+Triplo Salchow, bene il Triplo Loop

12.48: Tocca ora al canadese Keegan Messing, 21 anni da poco compiuti nato a Girdwood negli Usa. Vive ad Anchorage (Usa) dove si allena sotto la guida di Ralph Burghart, ottimo quarto dopo il programma corto. E’ stato 12mo a PyeongChang, sesto ai Mondiali di Sotccolma, 14mo ai Mondiali dello scorso anno a Montpellier, 11mo ai Giochi Olimpici di Pechino e argento quest’anno ai Four Continents. Si esibisce su un mix: Home di Drew Pearson, Greg Holden, Lullaby for an Angel di Karl Hugo.

12.47: Il francese Kevin Aymoz totalizza un punteggio nel programma libero di 187.41 (96.66+90.75) per un totale di 282.97 è primo e al kiss&cry succede di tutto con le grida e le lacrime di Silvia Fontana! Bravissimo il francese

12.45: Il miglior Aymoz di sempre! Il francese trova la sequenza perfetta, tutti i salti precisi e anche lui pone la sua candidatura per il podio

12.44: bene la combinazione Triplo Flip+Euler+Triplo Sanchow, bene il Triplo Axel e bene anche il Triplo Lutz

12.41: Bene il Quadruplo Toeloop, bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Toeloop, bene la combinazione Triplo Axel+Doppio Axel, bene il Triplo Loop

12.40: Si prosegue con il francese Kevin Aymoz, 25 anni, di Echirolles, quinto dopo il programma corto. Si allena tra Grenoble e Wesley Chapel negli States sotto la guida di John Zimmerman, Françoise Bonnard e dell’ex azzurra Silvia Fontana. E’ stato quarto agli Europei 2019, 26mo alla rassegna continentale 2020, nono ai Mondiali del 2021, settimo agli Europei di Tallinn, 12mo ai Giochi di Pechino e 11mo ai Mondiali 2022, quarto quest’anno agli Europei di Espoo. Si esibisce su un mix: Original Composition di Maxime Rodriguez, Now We Are Free (dalla colonna sonora de Il Gladiatore) di Lisa Gerrard, Hans Zimmer, Klaus Badelt, Honor Him (dalla colonna sonora de Il Gladiatore) di Lisa Gerrard, Hans Zimmer, Klaus Badelt, Epic Deliverance di Karl Hugo

12.39: Lo statunitense Jason Brown totalizza un punteggio nel programma libero di 185.87 (90.03+95.84) per un totale di 280.04. Attenzione perchè l’assalto al podio c’è e vedremo cosa accade da adesso in poi

12.36: Invecchiando migliora lo statunitense! Nessun errore, tutti i salti perfetti, spettacolo di altissimo livello, sembra quasi un’esibizione. Ha raggiunto una serenità incredibile e si diverte. Ovazione dell’Arena

12.36: Bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Toeloop, bene la combinazione Triplo Flip+Euler+Triplo Salchow, bene il Doppio Axel, bene anche il Triplo Flip

12.33: Bene la combinazione Triplo Axel+Doppio Axel, bene il Triplo Axel, bene il Triplo Loop

12.31: Si riparte con uno degli atleti più atleti ed amati dal grande pubblico, protagonista di un grande programma corto dove ha chiuso al sesto posto, lo statunitense Jason Brown, 27 anni, di Los Angeles. Vive e si allena a Toronto (Canada) sotto la guida di Tracy Wilson e Brian Orser. E’ stato settimo ai Mondiali di Stoccolma, sesto ai Giochi Olimpici di Pechino. Si esibisce su The Impossible Dream interpretato da Josh Groban

12.25: Questa la classifica quando mancano i 6 atleti dell’ultimo gruppo:

1. Kazuki TOMONO JPN 7 1 273.41
2. Lukas BRITSCHGI SUI 9 4 257.34
3. Matteo RIZZO ITA 13 2 256.04
4. Adam SIAO HIM FA FRA 12 3 253.11
5. Vladimir LITVINTSEV AZE 10 5 251.76
6. Daniel GRASSL ITA 8 8 244.43
7. Deniss VASILJEVS LAT 11 7 243.15
8. Mikhail SHAIDOROV KAZ 18 6 236.93
9. Sota YAMAMOTO JPN 17 9 232.39
10. Mark GORODNITSKY ISR 14 10 232.13
11. Mihhail SELEVKO EST 15 11 230.94
12. Andreas NORDEBACK SWE 20 12 223.52
13. Nikita STAROSTIN GER 16 13 217.87
14. Morisi KVITELASHVILI GEO 21 14 212.32
15. Andrew TORGASHEV USA 22 15 210.59
16. Boyang JIN CHN 19 17 204.22
17. Adam HAGARA SVK 24 16 203.26
18. Maurizio ZANDRON AUT 23 18 194.31

12.22: Il giapponese Kazuki Tomono totalizza un punteggio di 180.73 (93.86+87.87) per un totale di 273.41 che gli garantisce il primo posto con ampio margine. La pressione su chi segue è alta!

12.20: Un ottimo programma sporcato però dalla caduta sul secondo quadruplo, manca qualcosa per la rimonta in chiave podio. resta comunque una prestazione soddisfacente

12.20: Bene il Triplo Loop, bene la combinazione Triplo Axel+Euler+Triplo Salchow, bene la combinazione Triplo Flip+Doppio Axel, bene il Triplo Axel

12.18: Bene la combinazione Quadruplo Toeloop+Doppio Toeloop, caduta sul Quadruplo Toeloop, bene il Quadruplo Salchow

12.16: E’ il momento del giapponese Kazuki Tomono, 23 anni fra poco più di un mese, di Sakai, settimo dopo il programma corto. Vive ad Osaka dove è allenato da Taijin Hiraike, Yukako Sugita, Misha Ge. E’ stato quinto ai Mondiali del 2018 e argento al Four Continents di Tallinn lo scorso anno, sesto ai Mondiali di Montpellier dopo un programma corto che lo aveva posto in terza posizione. Si esibisce su Die Fledermaus Overture by Johann Strauss II

12.15: L’azzurro Daniel Grassl totalizza un punteggio nel programma libero di 157.93 (79.45+78.48) penalizzato dalle review, totale di 244.83 ed è quinto, finirà al 12mo posto a meno di sorprese

12.12. Sceglie di non rischiare il quarto quadruplo e alla fine viene premiato, l’atterraggio sul triplo Axel non ha funzionato. Adesso saranno rivisti i salti, potrebbe calare qualcosa

12.11: Atterraggio su due piedi nel Triplo Axel, bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Toeloop, bene il Triplo Lutz

12.10: Bene il Quadruplo Lutz, bene il Quadruplo Loop, bene la combinazione Triplo Flip+doppio Axel, bene la combinazione Triplo Axel+Euler+Triplo Salchow

12.07: CI SIAMO! Sul ghiaccio tra poco c’è Daniel Grassl, ottavo dopo il programma corto! L’azzurro, 20 anni, di Merano, allenato tra Egna, Fondo e Pralognon da Lorenzo Magri, Angelina Turenko, Alisa Mikonsaari e Eva Martinek. Prima dell’argento continentale ottenuto a Tallinn lo scorso anno, era stato quarto all’Europeo 2020, 12mo al Mondiale dello scorso anno. Ai Giochi di Pechino si è piazzato al settimo posto e settimo anche ai Mondiali di Montpellier, sesto agli Europei di gennaio ad Espoo. Si esibisce su un mix: Struggling Brain di Guy Skornik & Zab Skornik, arrangiato da Cedric Tour, Korea Town di Danny Bensi, Saunder Jurriaans, arrangiato da Cedric Tour, Hour of the Ruler di Joseph Alexander, arrangiato da Cedric Tour, Dans la maison di Philippe Rombi, arrangiato da Cedric Tour

12.07: Lo svizzero Lucas Britschgi totalizza un punteggio nel programma libero di 171.16 (88.27+82.89) per un totale di 257.34, migliora i suoi primati personali e va in testa alla classifica

12.04: Prestazione solida dello svizzero che ha rinunciato al secondo quadruplo e ha sbagliato pochissimo in tutto il programma, potrebbero bastare i 7 punti di vantaggio su Rizzo nel corto

12.03: Bene il Triplo Axel, bene la combinazione Triplo Flip+Euler+Triplo Salchow, bene il Triplo Lutz,

12.01: Bene la combinazione Quadruplo Toeloop+solo doppio Toeloop, solo triplo il Toeloop, bene la combinazione Triplo Axel+Dopio Toeloop, bene il Triplo Loop

11.59: E’ la volta dello svizzero Lucas Britschgi, 25 anni da poco, di Schaffhausen, nono dopo il programma corto. E’ allenato a Oberstdorf da Michael Huth. E’ stato 15mo ai Mondiali 2021, 21mo ai Giochi Olimpici di Pechino e 11mo ai Mondiali dello scorso anno e medaglia di bronzo agli Europei di Espoo. Vanta anche un 15mo posto agli Europei 2020. Si esibisce su un mix: An Honorable Choice di Saunder Jurriaans, Danny Bensi, Sacrifice Of Tradition (Ghost of Tsushima-Music from the video game) di Ilan Eshkeri, Trap di OBC9LHKA, Knight, Promises di Saunder Jurriaans, Danny Bensi

11.58: L’azero Vladimir Litvintsev totalizza un punteggio nel programma libero di 169.05 (91.40+77.65) per un totale di 251.76, doppio record personale ma non basta per superare l’azzurro e il francese ed è terzo

11.56: Spettacolare la prestazione dell’azero che di fatto non ha sbagliato niente, espressivo, divertente e preciso nelle rotazioni. Nessuna sbavatura sui salti

11.56: Bene il Triplo Axel, bene la combinazione Triplo Flip+Euler+Triplo Salchow, bene anche il Triplo Lutz

11.53: Bene la combinazione Quardruplo Toeloop+Triplo Toeloop, bene il Quadruplo Toeloop, bene la combinazione Triplo Axel+Doppio Toeloop, bene il Triplo Loop

11.51: Ora in gara l’azero Vladimir Litvintsev, 20 anni, di Ukhta Komi Republic, decimo dopo il programma corto. Si allena a Mosca sotto la guida di Viktoria Butsaeva a Mosca. E’ stato nono agli europei 2020, ottavo a Tallinn lo scorso anno, 27mo ai Mondiali di Stoccolma e 16mo ai Mondiali di Montpellier, 18mo ai Giochi Olimpici di Pechino. Si esibisce sulla colonna sonora di Joker di Hildur Gudnadottir

11.50: Il lettone Deniss Vasiljevs totalizza nel programma libero un punteggio di 160.78 (76.83+83.95) per un totale di 243.15 che lo colloca in terza posizione

11.48: Serviva il programma perfetto per il lettone, non è arrivato. Interpretazione come sempre accattivante ma qualche errore di troppo per riuscire a stare davanti all’azzurro

11.47: Bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Toeloop, atterraggio su due piedi sul Triplo Flip, combinazione Triplo Lutz+Euler+solo doppio Salchow

11.45: Mano a terra e step out sul Quadruplo Salchow, bene la combinazione Triplo Axel+Doppio Axel, bene il Triplo Loop, bene il Triplo Axel

11.43: Momento atteso, quello della discesa sul ghiaccio del lettone Deniss Vasiljevs, 23 anni, di Daugavpils, undicesimo dopo il programma corto. E’ allenato da Stephane Lambiel e Angelo Dolfini a Champery. E’ stato bronzo europeo lo scorso anno a Tallinn, 18mo ai Mondiali 2021, 13mo ai Giochi di Pechino, 13mo ai Mondiali di Montpellier e quinto agli Europei di Espoo. Si esibisce su Symphony No. 9 in E Minor, Op. 95 From the New World di Antonin Dvorak, New York Philharmonic & Alan Gilbert.

11.42: Il francese Adam Siao Him Fa totalizza nel programma libero un punteggio di 173.33 (89.54+84.79) per un totale di 253.11 che lo inserisce al secondo posto provvisorio

11.40: Tante difficoltà in avvio del programma libero, poi si è sciolto il francese. Non è la stessa versione del campionato Europeo però ha combattuto alla grande. Ottima reazione ma non dovrebbe superare Rizzo

11.40: Bene la combinazione Triplo Axel+Doppio Axel, bene la sequenza Triplo Lutz+Euler+Triplo Salchow, bene il Triplo Flip

11.37: Step out sul Quadruplo Toeloop, niente combinazione con Triplo Toeloop, problemi sull’atterraggio del Quadruplo Toeloop in zombinazione con doppio Toeloop, caduta sul Triplo Axel, bene il Quadruplo Salchow

11.35: Tocca ora al campione europeo in carica, il francese Adam Siao Him Fa, 22 anni da poco compiuti, nato a Bordeaux, vive a Courbevoie e si allena da quest’anno tra Tolone, Courmayeur e Nizza, sotto la guida di Cédric Tour, Rodolphe Marechal. Solo 12mo dopo il primo segmento di gara. E’ stato 12mo agli Europei 2019 e 11mo agli Europei 2020. Ha chiuso con un buon 14mo posto la prova ai Giochi Olimpici di Pechino ed è stato ottavo ai Mondiali dello scorso anno. Quest’anno è letteralmente esploso agli Europei con un oro di alto spessore. Si esibisce su un mix: Horizons di Cédric Tour, Horizons Into Battleegrounds di Woodkid, Minus Sixty One di Woodkid, Run Boy Run di Woodkid

11.12: Questa la classifica dopo i primi due gruppi:

1. Matteo RIZZO ITA 13 1 256.04
2. Mikhail SHAIDOROV KAZ 18 2 236.93
3. Sota YAMAMOTO JPN 17 3 232.39
4. Mark GORODNITSKY ISR 14 4 232.13
5. Mihhail SELEVKO EST 15 5 230.94
6. Andreas NORDEBACK SWE 20 6 223.52
7. Nikita STAROSTIN GER 16 7 217.87
8. Morisi KVITELASHVILI GEO 21 8 212.32
9. Andrew TORGASHEV USA 22 9 210.59
10. Boyang JIN CHN 19 11 204.22
11. Adam HAGARA SVK 24 10 203.26
12. Maurizio ZANDRON AUT 23 12 194.31

11.10: E’ PRIMO L’AZZURRO! L’italiano Matteo Rizzo totalizza un punteggio nel programma libero di 176.76 (91.38+85.38) per un totale di 256.04. Record personale per l’italiano nel programma libero!

11.07: Peccato per le due imprecisioni nei due salti finali che costano tanti punti a Matteo Rizzo che comunque ha disputato la solita prova solida che è piaciuta al pubblico. Dovrebbe andare in testa, qualità alta in tanti elementi del programma

11.07: bene la combinazione Triplo Axel+Doppio Axel, atterraggio su due piedi sul Quadruplo Toeloop, step out sul Triplo Axel

11.05: Bene la combinazione Quadruplo Toeloop+Doppio Toeloop, bene il Quadruplo Loop, bene la combinazione Triplo Flip+Euler+Triplo Salchow, bene il Triplo Salchow

11.03: E’ IL MOMENTO DELL’ITALIA! Tocca a Matteo Rizzo, nato a Roma 22 anni fa. Si allena a Bergamo sotto la guida di Franca Bianconi, Valter Rizzo, Ondrej Hotarek. Deluso dal 13mo posto dopo il corto, prova a risalire la china. E’ stato bronzo europeo nel 2019, undicesimo ai Mondiali del 2021, 16mo ai Giochi Olimpici di Pechino e decimo ai Mondiali di Montpellier. Argento europeo ad Espoo a gennaio, è chiamato ad una riconferma. Si esibisce su un medley di Bruno Mars: Talking to the Moon, That’s What I Like

11.00: L’israeliano Mark Gorodnitsky totalizza un punteggio nel programma libero di 154.24 (77.52+76.72) per un totale di 232.13 che lo colloca al terzo posto. record personale nel libero

10.59: programma più “povero” tra gli ultimi che si sono esibiti per l’israeliano che poteva fare poco di meglio rispetto a quello che ha fatto. Manca qualcosa per la perfezione ma la performance è sicuramente positiva anche sarà impossibile difendere la posizione. Problemi con le trottole da risolvere

10.58: Bene la sequenza Doppio Axel+Euler+triplo Salchow, bene il Triplo Flip, bene il Triplo Loop

10.57: Combinazione Triplo Axel+solo doppio Toeloop, bene il Triplo Axel, bene il Triplo Lutz, bene la combinazione Triplo Flip+Triplo Salchow

10.55: Tocca ora all’israeliano Mark Gorodnitsky, 20 anni, nato a Richmond Hill in Canada, dove risiede, 14mo dopo il corto. E’ allenato ad Onatario da Andrei Berezentsev e Inga Zusev. E’ stato 17mo agli Europei 2020 e 25mo ai Mondiali dello scorso anno a Montpellier, 13mo agli Europei di Espoo. Si esibisce su un medley di Eternal Eclipse: Shape Of Lies e True Love’s Last Kiss

10.54: L’estone Mikhail Selevko totalizza un punteggio nel programma libero di 154.13 (77.81+76.32) per un totale di 230.94 che significa terzo posto. Record personale per l’atleta estone

10.51: Riesce a riprendersi dopo una partenza da incubo con i primi due elementi di salto non di buona qualità, poi nel finale manca una rotazione al Loop. Niente di eccezionale

10.50: Bene la combinazione Triplo Axel+Euler+Triplo Salchow, bene il Triplo Axel, Loop solo doppio

10.49: Quadruplo Toeloop con atterraggio su due piedi Combinazione Salchow solo doppio+Triplo Toeloop, Bene la Combinazione Triplo Filp+Triplo Toeloop, Bene il Triplo Lutz

10.47: Sul ghiaccio ora l’estone Mikhail Selevko, 20 anni di Tallinn, dove si allena (oltre a Oberstdorf e Baselga di Pinè) agli ordini di Irina Kononova, 15mo dopo il programma corto. Lo scorso anno è stato sesto ai Mondiali juniores e 15mo agli Europei di casa e quest’anno ottavo agli Europei di Espoo. Si esibisce su un mix: What Could Have Been (Orchestral version) di Samuel Kim, What Could Have Been di Sting, Ray Chen

10.46: Il tedesco Nikita Starostin nel programma libero totalizza un punteggio di 142.34 (69.61+73.73) arriva il primato personale, totale di 217.87 che lo inserisce al quarto posto provvisorio

10.43: Non c’erano quadrupli e dunque serviva il programma perfetto per tenere il ritmo di chi lo ha preceduto. Purtroppo mancano un paio di elementi all’appello e qualcosa andrà controllato. Rischia di perdere qualche posizione il tedesco

10.42: Qualche problema sulla combinazione Triplo Salchow+Doppio Axel+Doppio Axel, bene il Triplo Loop, bene il Triplo Lutz

10.41: Bene la combinazione Triplo Axel+Doppio Toeloop, caduta erovinosa sul Triplo Axel, bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Toeloop, bene il Triplo Flip

10.39: Sul ghiaccio c’è il tedesco Nikita Starostin, 20 anni, nato a San Pietroburgo, di stanza fra Pressath e Anversa, 16mo dopo il programma corto. E’ allenato tra Dortmund e Anversa da Adam Solya e Jorik Hendrickx. Ha chiuso 13mo a Tallinn dove era al debutto europeo, 22mo al Mondiale di Montpellier e 15mo all’Europeo di Espoo. Si esibisce su un mix: Corner Of The Earth dei Jamiroquai, Jay Kay, Rob Harris, Canned Heat dei Jamiroquai, Wallis Buchanan, Jay Kay, Derrick McKenzie, Simon Katz, Toby Smith, Sola Akingbola

10.38: Il giapponese Sota Yamamoto nel programma libero totalizza un punteggio di 156.91 (78.06+78.85) per un totale di 232.39 che lo pone al secondo posto provvisorio

10.35: Troppi gli errori commessi per supportare le ambizioni dell’atleta giapponese che comunque dimostra grande carattere perchè riesce a completare positivamente tutti gli elementi di salto della seconda parte, mentre nella prima parte ha indovinato solo il quadruplo Toeloop

10.34: Bene il Triplo Axel, bene il Triplo Flip+Doppio Axel, bene il Triplo Lutz

10.33: Caduta sul Quadruplo Salchow, Mano a terra sull’atterraggio del Quadruplo Toeloop in combinazione con il  Toeloop solo doppio, bene il Quadruplo Toeloop, combinazione farraginosa Triplo Axel+Euler+Salchow solo singolo

10.31: E’ il momento di Sota Yamamoto, primo dei giapponesi in gara, 23 anni di Kishiwada, Osaka, deludente 17mo dopo il programma corto. Vive ad Aichi dove è allenato da Machiko Yamada , Yuko Hongo, Yukiko Murakami. E’ al debutto assoluto a livello internazionale, Si esibisce su Piano Concerto No.2 di Sergei Rachmaninov, interpretato da David Garrett

10.30: Il kazako Mikhail Shaidorov totalizza un punteggio nel programma libero di 161.52 (90.75+70.77) per un totale di 236.93 che significa primo posto provvisorio

10.29: Gli elementi di salto funzionano quasi tutti, manca la parte artistica ma in questo momento paga questa impostazione di gara e quindi bene così. Atleta di grandi prospettive il kazako

10.28: Non perfetta la sequenza Quadruplo Toeloop+Euler+Triplo Salchow, bene Triplo Axel+Doppio Axel, Bene il Triplo Lutz

10.25: Bene la combinazione Quadruplo Toeloop+Triplo Toeloop, Bene il Quadruplo Salchow, bene il Triplo Axel, bene il Triplo Flip

10.23: Ad aprire il secondo gruppo c’è il kazako Mikhail Shaidorov, 18 anni di Almaty. Vive a Sochi, dove è allenato da Alexei Urmanov, 18mo dopo il programma corto. E’ stato 32mo ai Mondiali del 2021, quinto nelle ultime due edizioni del Four Continents. Si esibisce su Carmina Burana di Carl Orff.

10.16: Questa la classifica dopo il primo gruppo:

1. Andreas NORDEBACK SWE 20 1 223.52
2. Morisi KVITELASHVILI GEO 21 2 212.32
3. Andrew TORGASHEV USA 22 3 210.59
4. Boyang JIN CHN 19 5 204.22
5. Adam HAGARA SVK 24 4 203.26
6. Maurizio ZANDRON AUT 23 6 194.31

10.15: Il cinese Boyang Jin totalizza un punteggio nel programma libero di 129.18 (57.09+74.09) totale di 204.22 che significa quarto posto provvisorio

10.13: Troppi errori per l’atleta cinese che sei anni fa saliva sul podio iridato e ora non riesce più a tenere questi livelli. Perderà qualche posizione

10.12: Solo singolo l’Axel in combinazione con Doppio Toeloop, solo doppio il Loop con step out, combinazione Triplo Lutz+solo doppio Toeloop

10.10: Caduta sul Quadruplo Lutz, caduta anche sul Quadruplo Toeloop, discreta la combinazione Triplo Axel+Euler+Triplo Salchow, bene il triplo Triplo Flip

10.08: Chiude il primo gruppo l’unico cinese in gara, 19mo dopo il programma corto, Boyang Jin, 26 anni, di Harbin ma risiede a Pechino dove si allena in alternanza con Toronto agli ordini di Brian Orser, Tracy Wilson. E’ stato 22 agli ultimi Monidali, nono ai Giochi di Pechino e settimo un mese fa al rientro al Four Continents. Si esibisce su un mix: This di Ed Sheeran, Gordon Mills, Precious Lost Love di Karl Hugo.

10.07: Lo svedese Andreas Nordeback totalizza un punteggio nel programma libero di 150.07 (74.04+76.03) per un totale di 223. 52 che lo proietta al primo posto con margine

10.04: Largo ai giovani! Dopo Harada un altro atleta della nuova generazione piazza un ottimo programma libero al momento giusto e potrebbe scavare un solco fra sè e chi lo ha preceduto, provando anche una bella rimonta. Qualche sbavatura c’è stata

10.03: Bene il Triplo Flip, Bene il Triplo Lutz, bene il Doppio Axel

10.02: Bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Toeloop, non perfetta la combinazione Triplo Axel+Euler+Triplo Salchow, bene la combinazione Triplo Flip+Doppio Axel, bene il Triplo Axel

10.00: E’ la volta di un giovanissimo, lo svedese Andreas Nordeback, 19 anni appena compiuti, di Stoccolma, dove vive ed è allenato da Mélanie Joseph, ventesimo dopo il corto. E’ stato decimo ai Mondiali juniores dello scorso anno, nono agli Europei di Espoo. Si esibisce su un medley tratto da Notre Dame de Paris: Tu vas me détruire di Richard Cocciante interpretato da Daniel Lavoie, Danse mon Esmeralda di Richard Cocciante interpretato da Garou

9.59: Il georgiano Morisi Kvitelashvili totalizza un punteggio nel pro0gramma libero di 139.27 (65.30+73.07) per un totale di 212.32 che significa primo posto provvisorio ma è lontano dai suoi livelli abituali

9.57: Qualche problema anche nella sequenza di passi finale per il georgiano che è sicuramente in crescita rispetto alle prestazioni precedenti. Ha piazzato due quadrupli ed è già tanto per le traversie di quest’anno. La condizione fisica non c’è e si vede

9.55: Bene il Quadruplo Toeloop, Step out nel Triplo Flip+Euler che compromette la combinazione con il Triplo Salchow, step out nel Triplo Flip

9.54: Bene la combinazione Quadruplo Salchow+Triple Toeloop, bene il Triplo Axel, solo doppio Toeloop+Doppio Axel, step out sul Triplo Loop

9.52: E’ il momento di Morisi Kvitelashvili, georgiano nato a Mosca 27 anni fa, deludente 21mo dopo il programma corto. E’ allenato tra Mosca ed Egna da Lorenzo Magri, Eteri Tutberidze, Sergei Dudakov, Daniil Gleikhengauz, Angelina Turenko, Eva Martinek. E’ stato terzo all’Europeo 2020, 14mo ai Mondiali dello scorso anno, sesto agli Europei di Tallinn, decimo ai Giochi di Pechino e quarto al Mondiale dello scorso anno. Solo 16mo agli Europei di Espoo, èp chiamato al pronto riscatto. Si esibisce su un mix a tutto rock’n’roll: Into from Elvis (soundtrack), Trouble di Austin Butler, Jerry Leiber, Mike Stoller, If I Can Dream di Elvis Presley, Walter Earl Brown, Tutti Frutti di Les Greene, Dorothy LaBostrie, Joe Lubin, Richard Pennima

9.51: Lo statunitense Andrew Torgashev totalizza nel programma libero totalizza 139.18 (69.98, 70.20) per un totale di 201.59 che significa prima posizione provvisoria ma non c’è soddisfazione al kiss&cry

9.48. Non entra il primo quadruplo della giornata con lo statunitense che non ruba l’occhio. prestazione non straordinaria e non arriverà la grande rimonta

9.47: Bene la combinazione Triplo Lutz+Euler+Triplo Salchow, step out doppio sulla sequenza Triplo Flip+Triplo Toeloop, bene la combinazione Triplo Flip+Doppio Axel

9.45: Caduta sul Quadruplo Toeloop, step out sul Triplo Axel, bene il Triplo Lutz, bene il Triplo Loop

9.43: Sul ghiaccio il primo degli statunitensi, Andrew Torgashev, 21 anni di Coral Springs, 22mo dopo il corto. Si allena ad Irvine sotto la guida di Rafael Arutyunyan, Vera Arutyunyan, Nadezda Kanaeva, Hovhannes Mkrtchyan. E’ al debutto internazionale, si esibisce su un mix: Gravity of Love di Enigma, The Gate di Enigma, Push the Limits di Enigma, O Fortuna di Carl Orff, Hidden Citizens

9.43: L’austriaco Maurizio Zandron totalizza un punteggio nel programma libero di 123.95 (59.72+66.23) per un totale di 194.31 che significa secondo posto provvisorio

9.40: Non era il programma libero che voleva pattinare Maurizio Zandron. Tanti errori per lui, figli del Triplo Axel con caduta rovinosa

9.39: Caduta sul triplo loop, bene la combinazione Triplo Lutz+Triplo Toeloop, mano a terra nella combinazione Triplo Lutz+Doppio Axel, Solo doppio il Loop

9.38: Caduta sul Triplo Axel, combinazione solo doppio Axel+Euler+Triplo Salchow, bene il Triplo Flip

9.36: E’ il momento di Maurizio Zandron, italiano di nascita e austriaco di adozione, nato a Bolzano 30 anni fa, 23mo dopo il programma corto. Si allena a Innsbruck sotto la guida di Claudia Houdek. E’ stato 28mo all’Europeo 2020, 29mo nel 2021 ai Mondiali, 17mo agli Europei di Tallinn, 17mo ai Mondiali di Montpellier e undicesimo quest’anno agli Europei di Espoo. Si esibisce su un mix: Gortoz a Ran di Denez Prigent, Adagio For Strings di David Zinman, Orchestra Sinfonica di Baltimora, Revolution di Eternal Eclipse, Nemesis di Benjamin Clementine

9.35: Lo slovacco Adam Hagara totalizza un punteggio nel programma libero di 132.97 (69.56+63.41) per un totale di 203.26, primati personali battuti dal giovane pattinatore

9.32: Che apertura di gara! Un solo errore per lo slovacco nella seconda combinazione. Si preannuncia un punteggio alto per l’atleta più giovane in gara

9.31: Bene la combinazione Triplo Flip+Doppio Axel+Doppio Axel, bene il Triplo Lutz e bene anche il Triplo Salchow

9.30: Bene Triplo Axel+Doppio Toeloop, bene Triplo Axel, Triplo Flip, no combinazione con triplo Toeloop, bene Triplo Loop

9.27: Ad aprire la gara è lo slovacco Adam Hagara, giovanissimo, 18 anni appena compiuti, di Trnava e residente a Boleraz, 24mo dopo il corto. E’ allenato tra Trnava e Bratislava da Vladimir Dvojnikov e Alexandra Hagarova. E’ stato 25mo agli Europei di Tallinn e 26mo ai Mondiali di Montpellier lo scorso anno, 18mo agli Europei di Espoo. Si esibisce su Dream On degli Aerosmith.

9.26: Questa la classifica al termine del programma corto:

1. Shoma UNO JPN 104.63 Q
2. Ilia MALININ USA 100.38 Q
3. Junhwan CHA KOR 99.64 Q
4. Keegan MESSING CAN 98.75 Q
5. Kevin AYMOZ FRA 95.56 Q
6. Jason BROWN USA 94.17 Q
7. Kazuki TOMONO JPN 92.68 Q
8. Daniel GRASSL ITA 86.50 Q
9. Lukas BRITSCHGI SUI 86.18 Q
10. Vladimir LITVINTSEV AZE 82.71 Q
11. Deniss VASILJEVS LAT 82.37 Q
12. Adam SIAO HIM FA FRA 79.78 Q
13. Matteo RIZZO ITA 79.28 Q
14. Mark GORODNITSKY ISR 77.89 Q
15. Mihhail SELEVKO EST 76.81 Q
16. Nikita STAROSTIN GER 75.53 Q
17. Sota YAMAMOTO JPN 75.48 Q
18. Mikhail SHAIDOROV KAZ 75.41 Q
19. Boyang JIN CHN 75.04 Q
20. Andreas NORDEBACK SWE 73.45 Q
21. Morisi KVITELASHVILI GEO 73.05 Q
22. Andrew TORGASHEV USA 71.41 Q
23. Maurizio ZANDRON AUT 70.36 Q
24. Adam HAGARA SVK 70.29 Q

9.24: Ritardo pesante invece per Matteo Rizzo che, dopo un avvio davvero promettente contrassegnato dalla splendida combinazione quadruplo toeloop/triplo toeloop, ha rischiato coraggiosamente il quadruplo loop (sul quarto) viziandolo con uno step out troppo vistoso e considerato come caduta. Ma il vero problema è arrivato nel salto in zona bonus, l’axel, eseguito solo semplice e dunque chiamato invalido dal pannello, fattore che ha inchiodato il suo punteggio a 79.28 (38.25, 42.03), valido per la tredicesima posizione.

9.21: Segnali di ripresa per Daniel Grassl. L’azzurro infatti ha ottenuto l’ottava posizione nello short program. Daniel ha inserito nella sua prova soltanto un quadruplo, nello specifico il lutz , ruotato sul quarto anche e leggermente sporcato da una mano sul poggiata sul ghiaccio in fase di arrivo, per poi affrontare senza particolari patemi sia il triplo axel che triplo lutz/triplo toeloop, elemento inserito in zona bonus. Con un riscontro buono anche sulle components dunque l’altoatesino ha raggiunto l’incoraggiante quota di 86.50 (46.10, 40.40) con cui cercherà di salire ancora in classifica in vista del libero.

9.19: Benissimo anche il sudcoreano Juhnwan Cha, salito in cattedra sfiorando i 100 punti conquistando 99.64 (44.04. 44.60) e regolando il canadese Keegan Messing, quarto con 98.75 (53.52, 45.23). Potrebbero rientrare nelle prime posizioni anche il francese Kevin Aymoz, quinto con 95.56 (51.11, 44.45) davanti a Jason Brown, sesto con 94.17 (47.83, 46.34). Occhio anche a Kazuki Tomono, settimo con 92.68 (50.32, 43.36).

9.17: Non è lontana la nuova stella statunitense Ilia Malinin, anche lui pulito in uno short valutato 100.38 (49.49, 40.89), score maturato grazie alla corretta realizzazione della combinazione quadruplo lutz/triplo toeloop, del quadruplo toeloop e del triplo axel. Un risultato che non può lasciare tranquillo Uno. Ilia infatti ha i punti nelle mani per fare del male al nipponico, complice l’ampio parco di salti da quattro giri di rotazione, axel compreso, in suo possesso.

9.14: Il primo segmento di gara è stato vinto con merito dal detentore del titolo Shoma Uno, abile a confezionare una prestazione pulita e di grande qualità composta dal quadruplo flip, dal quadruplo toeloop agganciato in modo conservativo al doppio toeloop e dal triplo axel, tutti elementi che insieme alle migliori components del lotto hanno consentito all’atleta di Stephane Lambiel di guadagnare il punteggio più alto mai ottenuto in stagione, ovvero 104.63 (57.70, 46.93).

9.11: Si assegna il quarto e ultimo titolo ai Mondiali ed è quello della gara maschile, con grandissima incertezza perchè sono molti i pretendenti al titolo iridato e può davvero succedere di tutto. L’Italia punta su Daniel Grassl, ottavo dopo il programma corto, e Matteo Rizzo, che è 13mo e punta ai primi dieci.

9.08: Buongiorno e benvenuti alla diretta live della quarta e ultima giornata di gare dei Campionati Mondiali 2023 di pattinaggio artistico, in scena questa settimana Saitama in Giappone alla Saitama Super Arena, che si concludono con il programma libero maschile.

Programma, Orari, Tv e Streaming Mondiali di Pattinaggio Artistico Programma, Orari, Tv e Streaming della free dance – Le speranze di medaglia per l’ItaliaI convocati dell’ItaliaGuignard/Fabbri a caccia del podioI favoriti della danzaI favoriti della gara maschileLa cronaca del programma corto delle coppie di artisticoLa cronaca del programma corto della gara femminileCronaca del programma corto maschileCronaca del programma libero delle coppie di artisticoLe parole di Conti/Macii dopo il bronzo iridatoLa cronaca del programma libero femminileLa cronaca della Rhythm Dance

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quarta e ultima giornata di gare dei Campionati Mondiali 2023 di pattinaggio artistico, in scena questa settimana Saitama in Giappone alla Saitama Super Arena, che si concludono con il programma libero maschile. Si assegna il quarto e ultimo titolo ai Mondiali ed è quello della gara maschile, con grandissima incertezza perchè sono molti i pretendenti al titolo iridato e può davvero succedere di tutto. L’Italia punta su Daniel Grassl, ottavo dopo il programma corto, e Matteo Rizzo, che è 13mo e punta ai primi dieci.

Il primo segmento di gara è stato vinto con merito dal detentore del titolo Shoma Uno, abile a confezionare una prestazione pulita e di grande qualità composta dal quadruplo flip, dal quadruplo toeloop agganciato in modo conservativo al doppio toeloop e dal triplo axel, tutti elementi che insieme alle migliori components del lotto hanno consentito all’atleta di Stephane Lambiel di guadagnare il punteggio più alto mai ottenuto in stagione, ovvero 104.63 (57.70, 46.93). Ma non è lontana la nuova stella statunitense Ilia Malinin, anche lui pulito in uno short valutato 100.38 (49.49, 40.89), score maturato grazie alla corretta realizzazione della combinazione quadruplo lutz/triplo toeloop, del quadruplo toeloop e del triplo axel. Un risultato che non può lasciare tranquillo Uno. Ilia infatti ha i punti nelle mani per fare del male al nipponico, complice l’ampio parco di salti da quattro giri di rotazione, axel compreso, in suo possesso.

Benissimo anche il sudcoreano Juhnwan Cha, salito in cattedra sfiorando i 100 punti conquistando 99.64 (44.04. 44.60) e regolando il canadese Keegan Messing, quarto con 98.75 (53.52, 45.23). Potrebbero rientrare nelle prime posizioni anche il francese Kevin Aymoz, quinto con 95.56 (51.11, 44.45) davanti a Jason Brown, sesto con 94.17 (47.83, 46.34). Occhio anche a Kazuki Tomono, settimo con 92.68 (50.32, 43.36).

Segnali di ripresa per Daniel Grassl. L’azzurro infatti ha ottenuto l’ottava posizione nello short program. Daniel ha inserito nella sua prova soltanto un quadruplo, nello specifico il lutz , ruotato sul quarto anche e leggermente sporcato da una mano sul poggiata sul ghiaccio in fase di arrivo, per poi affrontare senza particolari patemi sia il triplo axel che triplo lutz/triplo toeloop, elemento inserito in zona bonus. Con un riscontro buono anche sulle components dunque l’altoatesino ha raggiunto l’incoraggiante quota di 86.50 (46.10, 40.40) con cui cercherà di salire ancora in classifica in vista del libero. Un grande peccato invece per Matteo Rizzo che, dopo un avvio davvero promettente contrassegnato dalla splendida combinazione quadruplo toeloop/triplo toeloop, ha rischiato coraggiosamente il quadruplo loop (sul quarto) viziandolo con uno step out troppo vistoso e considerato come caduta. Ma il vero problema è arrivato nel salto in zona bonus, l’axel, eseguito solo semplice e dunque chiamato invalido dal pannello, fattore che ha inchiodato il suo punteggio a 79.28 (38.25, 42.03), valido per la tredicesima posizione.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della quarta e ultima giornata di gare dei Campionati Mondiali 2023 di pattinaggio artistico, in scena questa settimana Saitama in Giappone alla Saitama Super Arena, che si concludono con il programma libero maschile: minuto dopo minuto, elemento dopo elemento, per non perdere davvero nulla. Si comincia a partire dalle ore 9.20 con il primo gruppo di lavoro. Buon divertimento!

Photo Pier Colombo