Seguici su

Ciclismo

LIVE Vuelta a España in DIRETTA: Bagioli 2°, Roglic cade ancora. Attacca Ciccone, Aru a 33′ in classifica

Pubblicato

il

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

https://www.oasport.it/2021/08/live-vuelta-a-espana-tappa-di-oggi-in-diretta-tornano-i-velocisti-alberto-dainese-ci-crede/

LE DICHIARAZIONI DI GIULIO CICCONE

LE PAGELLE DELLA TAPPA ODIERNA

L’ANALISI DELLA PRIMA PARTE DI VUELTA DI GIULIO CICCONE

QUALI SONO LE CLASSICHE PIU’ ADATTE AD ANDREA BAGIOLI

LE DICHIARAZIONI DEL LEADER EIKING

LA CLASSIFICA GENERALE DELLA VUELTA

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

TUTTE LE CLASSIFICHE DELLA VUELTA: BARDET SI AVVICINA A CARUSO TRA GLI SCALATORI

VIDEO: HIGHLIGHTS E SINTESI DELLA TAPPA DI OGGI

GIULIO CICCONE PRENDE 2″ DI ABBUONO, MA IL SUO ATTACCO NON VA A BUON FINE

ANDREA BAGIOLI: “VOLEVO FORTEMENTE LA VITTORIA”

ALTRA CADUTA PER PRIMOZ ROGLIC: COME STA LO SLOVENO

ORDINE D’ARRIVO TAPPA DI OGGI

17.23 Termina qui la nostra DIRETTA LIVE della dodicesima tappa della Vuelta a España 2021. Buon proseguimento di serata!

17.22 Fabio Aru ha vissuto un’altra giornata difficilissima, tagliando il traguardo 126° a 14’33”. Evidentemente i problemi di stomaco di ieri non sono ancora stati superati.

17.20 Da valutare le condizioni di Primoz Roglic dopo l’ennesima caduta che ha obbligato peraltro lo sloveno ad un inseguimento dispendioso. La Vuelta è ancora molto lunga e la Spagna ormai crede fermamente che Enric Mas possa arrivare a Santiago de Compostela in maglia roja.

17.19 Male nel finale il Team BikeExchange che si è perso sul più bello senza poter supportare al meglio Michael Matthews.

17.18 Da premiare comunque sia Ciccone il suo attacco è stato vanificato sul più bello, e Brambilla che ha avuto il coraggio di lanciarsi nella volata finale.

17.17 Gran peccato invece per gli azzurri, con Bagioli che nulla ha potuto dinnanzi alla supremazia dell’EF Education Nippo e poi Matteo Trentin che ha dato il tutto per tutto nonostante il precedente attacco.

17.16 Invariata invece la classifica generale:

1 ODD CHRISTIAN EIKING 142 INTERMARCHE – WANTY – GOBERT MATERIAUX 45H 33′ 18” – – –
2 GUILLAUME MARTIN 81 COFIDIS 45H 34′ 16” + 00H 00′ 58” – –
3 PRIMOŽ ROGLIČ 1 JUMBO – VISMA 45H 35′ 14” + 00H 01′ 56” B : 22” –
4 ENRIC MAS 171 MOVISTAR TEAM 45H 35′ 49” + 00H 02′ 31” B : 10” –
5 MIGUEL ANGEL LOPEZ 174 MOVISTAR TEAM 45H 36′ 46” + 00H 03′ 28” B : 4” –
6 JACK HAIG 44 BAHRAIN VICTORIOUS 45H 37′ 13” + 00H 03′ 55” – –
7 EGAN ARLEY BERNAL 131 INEOS GRENADIERS 45H 38′ 04” + 00H 04′ 46” – –
8 ADAM YATES 138 INEOS GRENADIERS 45H 38′ 15” + 00H 04′ 57” – –
9 SEPP KUSS 6 JUMBO – VISMA 45H 38′ 21” + 00H 05′ 03” – –
10 FELIX GROSSSCHARTNER 51 BORA – HANSGROHE 45H 38′ 56” + 00H 05′ 38” – –
11 ALEKSANDR VLASOV 31 ASTANA – PREMIER TECH 45H 39′ 26” + 00H 06′ 08” – –
12 GIULIO CICCONE 211 TREK – SEGAFREDO 45H 39′ 38” + 00H 06′ 20” B : 2” –
13 GINO MÄDER 45 BAHRAIN VICTORIOUS 45H 40′ 12” + 00H 06′ 54” – –
14 LOUIS MEINTJES 141 INTERMARCHE – WANTY – GOBERT MATERIAUX 45H 40′ 29” + 00H 07′ 11” – –
15 DAVID DE LA CRUZ 221 UAE TEAM EMIRATES 45H 40′ 33” + 00H 07′ 15” B : 1” –
16 JUAN PEDRO LOPEZ PEREZ 215 TREK – SEGAFREDO 45H 42′ 53” + 00H 09′ 35” – –
17 JAN POLANC 227 UAE TEAM EMIRATES 45H 46′ 36” + 00H 13′ 18” – –
18 STEVEN KRUIJSWIJK 5 JUMBO – VISMA 45H 48′ 51” + 00H 15′ 33” – –
19 DAMIANO CARUSO 43 BAHRAIN VICTORIOUS 45H 50′ 13” + 00H 16′ 55” B : 15” –
20 RÉMY ROCHAS 88 COFIDIS 45H 55′ 16” + 00H 21′ 58” – –
21 GEOFFREY BOUCHARD 11 AG2R CITROEN TEAM 45H 58′ 38” + 00H 25′ 20” – –
22 RAFAL MAJKA 224 UAE TEAM EMIRATES 45H 59′ 32” + 00H 26′ 14” – –
23 CARLOS VERONA 178 MOVISTAR TEAM 45H 59′ 56” + 00H 26′ 38” B : 6” –
24 MARTIJN TUSVELD 198 TEAM DSM 46H 05′ 47” + 00H 32′ 29” – –
25 FABIO ARU 201 TEAM QHUBEKA NEXTHASH 46H 06′ 41” + 00H 33′ 23” – –
26 LILIAN CALMEJANE 12 AG2R CITROEN TEAM 46H 08′ 55” + 00H 35′ 37” B : 1” –
27 MIKEL LANDA 41 BAHRAIN VICTORIOUS 46H 09′ 40” + 00H 36′ 22” – –
28 GIANLUCA BRAMBILLA 212 TREK – SEGAFREDO 46H 10′ 15” + 00H 36′ 57” – –
29 GORKA IZAGIRRE INSAUSTI 34 ASTANA – PREMIER TECH 46H 10′ 45” + 00H 37′ 27” – –
30 STEFF CRAS 162 LOTTO SOUDAL 46H 10′ 56” + 00H 37′ 38” – –

17.14 Ecco la top ten odierna:

1 CORT Magnus EF Education – Nippo 100 80 3:44:21
2 BAGIOLI Andrea Deceuninck – Quick Step 40 50 ,,
3 MATTHEWS Michael Team BikeExchange 20 35 ,,
4 TRENTIN Matteo UAE-Team Emirates 12 25 ,,
5 KRON Andreas Lotto Soudal 4 18 ,,
6 GROßSCHARTNER Felix BORA – hansgrohe 15 ,,
7 SOTO Antonio Jesús Euskaltel – Euskadi 12 ,,
8 ROUX Anthony Groupama – FDJ 10 ,,
9 BRAMBILLA Gianluca Trek – Segafredo 8 ,,
10 TUSVELD Martijn Team DSM 6 ,,

17.11 Ed è dunque bis per il danese dell’EF Education Nippo, soprattutto dopo la beffa negli ultimi 300 metri della tappa di ieri. Impressionante il lavoro del suo compagno di squadra Jens Keukeleire, che lo ha pilotato al meglio lanciandolo alla conquista della volata odierna ai danni del valtellinese della Deceuninck-Quick Step. Terzo Michael Matthews. Quarto Matteo Trentin. Nono Gianluca Brambilla.

17.10 COLPO DI RENI E VITTORIA DI TAPPA PER MAGNUS CORT NIELSEN!!! BATTUTO PER UN NULLA BAGIOLI! CHE PECCATO!

17.09 Anche se prova comunque a resistere Vine. Attenzione al nostro Bagioli!

17.08 GRUPPO COMPATTO!

17.06 Gruppo allungatissimo e guidato dal Team BikeExchange di Michael Matthew. I fuggitivi sono nella morsa del plotone.

17.05 3 km alla fine e soltanto 16″ di vantaggio per Ciccone, Bardet, Vine ed Henao. Sarà davvero difficile per loro.

17.04 4600 metri al traguardo e soltanto 21″ di vantaggio per il quartetto al comando.

17.03 27″ di vantaggio per Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), Jay Vine (Alpecin-Fenix), Romain Bardet (Team DSM) e Sergio Henao (Qhubeka NextHash). Team BikeExchange al loro inseguimento per Michael Matthews.

17.01 Nulla da fare per Trentin e Izagirre che vengono ripresi dal gruppo.

16.59 8,7 km al traguardo. La lotta per la vittoria di tappa è ancora aperta, e l’Italia ha due belle carte da potersi giocare.

16.57 DA DIETRO PROVA AD ALLUNGARE TRENTIN! CON LUI ION IZAGIRRE!

16.54 27″ di vantaggio per Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), Jay Vine (Alpecin-Fenix), Romain Bardet (Team DSM) e Sergio Henao (Qhubeka NextHash).

16.52 Adesso ci troviamo in discesa. A 10 chilometri dal traguardo si tornerà in pianura sino alla linea del traguardo.

16.51 Matteo Trentin e Michael Matthews un po’ in difficoltà. Cercano comunque di tenere la coda del gruppo.

16.49 Bardet transita per primo al GPM e si porta a soli 4 lunghezze dalla maglia a pois di Caruso.

16.47 Arriva anche Sergio Henao (Qhubeka NextHash). Abbiamo dunque 4 uomini al comando.

16.46 Con lui Jay Vine (Alpecin-Fenix) e Romain Bardet (Team DSM), mentre il gruppo si fa sempre più assottigliato.

16.44 FINALMENTE! ATTACCO DA PARTE DI CICCONE!!!

16.42 UAE costantemente in testa al gruppo. Ripreso Van Gils.

16.39 4000 metri alla vetta dell’Alto del 14%. Ci troviamo a 23 km dal traguardo.

16.38 Tutti i fuggitivi del giorno vengono ripresi ad eccezione di Van Gils che conserva 34″ di vantaggio sul gruppo.

16.36 Si stacca Mikel Landa (Bahrain Victorius), un vero peccato per il basco.

16.33 Siamo sull’Alto del 14% e prova ad attaccare Van Gils.

16.31 Continui cambi regolari tra i fuggitivi Sander Armée (Team Qhubeka NextHash), Julen Amezqueta (Caja Rural-Seguros RGA), Stan Dewulf (AG2R-Citroën Team) e Maxim van Gils (Lotto Soudal). Più staccati Jetse Bol (Burgos-BH) e Mikel Iturria (Euskaltel-Euskadi). Ripreso Berwick.

16.29 Siamo entrati negli ultimi 30 chilometri di tappa.

16.26 I fuggitivi stanni transitando per la seconda volta sulla linea del traguardo.

16.23 Questa salita infiammerà sicuramente la corsa. Gli ultimi 19 chilometri di tappa sono divisi a metà: i primi in discesa, e poi in pianura sino alla linea del traguardo.

16.20 A breve verrà affrontato l’ultimo GPM di giornata, il seconda categoria dell’Alto del 14%, un nome che prende ispirazione proprio dalle pendenze massime raggiunte lungo questa ascesa che misura 7,2 chilometri con una media del 5,6%.

16.17 Intanto Iturria si trova tutto solo in testa alla corsa.

16.14 Gruppo guidato dall’UAE Team Emirates e con un ritardo di 54″.

16.11 Intanto Mikel Iturria (Euskaltel-Euskadi) transita per primo al GPM dell’Alto de San Jeronimo.

16.09 Molti corridori stanno perdendo contatto dal gruppo.

16.06 Anche Yates sta rientrando in gruppo.

16.04 50 km al traguardo e 1′ di vantaggio per i sette al comando. Ripreso Chad Haga.

16.02 Intanto Roglic riesce a rientrare in gruppo. Pericolo scongiurato per lui.

16.00 Coinvolti Roglic, Yates, Van Baarle e Oliveira. Nomi davvero grossi.

15.57 Caduta in gruppo.

15.54 Il vantaggio dei fuggitivi sale a 1’40”.

15.51 In testa al gruppo anche la Movistar di Enric Mas.

15.48 Maximilian Schachmann (Bora-hansgrohe) perde le ruote del gruppo.

15.45 Comincia l’Alto de San Jeronimo.

15.42 Ricordiamo la composizione del gruppo dei fuggitivi: Mikel Iturria (Euskaltel-Euskadi), Sebastian Berwick (Israel Start-Up Nation), Sander Armée (Team Qhubeka NextHash), Julen Amezqueta (Caja Rural-Seguros RGA), Jetse Bol (Burgos-BH), Stan Dewulf (AG2R-Citroën Team), Maxim van Gils (Lotto Soudal) e Chad Haga (Team DSM).

15.38 Dewulf vince il traguardo volante seguito da Amezqueta e Bol.

15.34 In testa l’UAE Team Emirates a lavoro per Matteo Trentin.

15.31 Si ritira Tobias Bayer (Alpecin-Fenix).

15.28 Il gap resta stabile a 1’10”.

15.24 I fuggitivi hanno tenuto una media di 49,5 km/h.

15.20 A 75km dal traguardo il vantaggio dei fuggitivi è di 1’20”.

15.16 Il vantaggio dei fuggitivi ha velocemente superato 1′.

15.12 La composizione del gruppo dei fuggitivi: Mikel Iturria (Euskaltel-Euskadi), Sebastian Berwick (Israel Start-Up Nation), Sander Armée (Team Qhubeka NextHash), Julen Amezqueta (Caja Rural-Seguros RGA), Jetse Bol (Burgos-BH), Stan Dewulf (AG2R-Citroën Team), Maxim van Gils (Lotto Soudal) e Chad Haga (Team DSM).

15.08 La fuga prende il largo.

15.04 Florian Vermeersch (Lotto Soudal) prova a portare fuori dal plotone un gruppetto.

15.00 Il plotone segue gli attaccanti a 17” con 95 km da percorrere.

14.56 I tre fuggitivi hanno guadagnato circa 20” sul plotone.

14.52 Un gruppo di tre corridori prova ad uscire dal gruppo.

14.48 Mancano 100 km al traguardo e al momento la corsa resta congelata.

14.44 Il gruppo torna compatto.

14.40 Florian Sénéchal (Deceuninck-Quick Step)  prova ad uscire dal gruppo.

14.35 Oggi è una giornata speciale in gruppo. Arnaud Demare compie trent’anni.

14.31 Sono tanti a provare la fuga ma al momento non è arrivata l’azione giusta.

14.27 Prima ora percorsa a 50,2 km/h di media.

14.25 La fuga ancora non va via.

14.21 125 chilometri al traguardo.

14.18 Niente da fare anche per loro.

14.16 Un nuovo attacco, ci provano in dodici.

14.11 135 chilometri all’arrivo.

14.09 Tra le squadre più attive la Euskaltel-Euskadi.

14.07 Nuovamente gruppo compatto, per l’ennesima volta.

14.02 25” di vantaggio per la fuga.

14.00 A lavoro Euskaltel-Euskadi ed Alpecin-Fenix per chiudere il gap.

13.58 Un altro terzetto all’attacco: Stan Dewulf (AG2R-Citroën Team), Diego Rubio (Burgos-BH) e Bert-Jan Lindeman (Team Qhubeka NextHash).

13.53 Il gruppo torna sotto ai fuggitivi.

13.50 Si muovono ora Jetse Bol (Burgos-BH), Antonio Jesus Soto (Euskaltel-Euskadi) e Dimitri Claeys (Team Qhubeka NextHash).

13.47 Anche la temperatura è altissima sulla corsa, tanto caldo.

13.45 Strada leggermente in discesa, dunque il ritmo sarà ancora più alto.

13.42 Velocità sempre superiore ai 50km/h.

13.39 160 chilometri all’arrivo e la fuga non va via.

13.36 Gruppo nuovamente compatto.

13.32 Attacca in solitaria Damien Touzé (AG2R-Citroën Team).

13.29 170 chilometri al traguardo ed altra fast start. 

13.24 Ovviamente nessuno è riuscito a fare la differenza in questi primi chilometri.

13.20 Subito, come di consueto, diversi attacchi, ma non va via la fuga.

13.18 Il momento del via:

13.16 UFFICIALMENTE PARTITA QUESTA DODICESIMA FRAZIONE!

13.12 Da segnalare problemi fisici per Fabio Aru, che però non perde il sorriso alla partenza:

13.09 Odd Christian Eiking (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux) ancora in Maglia Rossa: il norvegese proverà a conservare ancora il simbolo del primato.

13.06 I corridori hanno già lasciato il villaggio di partenza, lungo tratto di trasferimento di oltre 9 chilometri che li porterà al chilometro 0 dove scatterà la corsa alle 13.14.

13.03 La Jaén-Cordoba si snoda lungo un tracciato di 175 chilometri vallonato dall’inizio alla fine. Quella odierna è una frazione destinata o ad una lotta tra i fuggitivi del giorno, o ad uno sprint a ranghi ristretti tra i corridori più resistenti in salita.

13.00 Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della dodicesima tappa della Vuelta a España 2021.

La presentazione della tappa odiernaLa cronaca dell’undicesima frazioneIl bis stellare di RoglicLe pagelleTutte le classifiche 

Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della dodicesima tappa della Vuelta a España 2021. La Jaén-Cordoba si snoda lungo un tracciato di 175 chilometri vallonato dall’inizio alla fine. Quella odierna è una frazione destinata o ad una lotta tra i fuggitivi del giorno, o ad uno sprint a ranghi ristretti tra i corridori più resistenti in salita.

La primissima parte della frazione è molto mossa e presenta anche una discesa di circa 20 chilometri, prima di approcciare un altrettanto spazio di gara pianeggiante. Già al chilometro 106 si transiterà per la prima volta sulla linea del traguardo di Cordoba che, tra l’altro, coincide con il traguardo volante di giornata. Da qui si inizierà a salire verso il GPM di terza categoria dell’Alto de San Jeronimo con i suoi 13 chilometri a 3,3%.

Scesi nuovamente verso il secondo passaggio sulla linea d’arrivo di Cordoba, si affronterà l’ultimo GPM di giornata, il seconda categoria dell’Alto del 14%, un nome che prende ispirazione proprio dalle pendenze massime raggiunte lungo questa ascesa che misura 7,2 chilometri con una media del 5,6%. Questa salita infiammerà sicuramente la corsa. Gli ultimi 19 chilometri di tappa sono divisi a metà: i primi in discesa, e poi in pianura sino alla linea del traguardo.

Non è da escludere la possibilità di rivedere all’attacco Magnus Cort Nielsen (EF Education Nippo), il grande deluso della tappa di ieri. Attenzione dunque a Michael Matthews (Team BikeExchange), in assoluto il velocista più resistente del lotto dei contendenti. In Casa Italia invece, le speranze restano sempre e comunque Andrea Bagioli (Deceuninck-Quick Step) e Matteo Trentin (UAE Team Emirates). 

Da tenere d’occhio poi i padroni di casa Omar Fraile e Luis Leon Sanchez (Astana-Premier Tech), adattissimi a questo tipo di finale. Abbiamo dunque l‘AG2R Citroen Team e l’ottima condizione fisica dimostrata sinora da parte di Geoffrey Bouchard e Clement Champoussin.

Da citare un altro possibile attaccante come Mauri Vansevenant (Deceuninck-Quick Step). In chave classifica generale, occhio a qualche ulteriore sfida in salita tra Primoz Roglic (Jumbo-Visma) e il duo della Movistar formato da Enric Mas e Miguel Angel Lopez. 

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE testuale della dodicesima tappa della Vuelta a España 2021 dalle ore 13.00. Buon divertimento!

Foto: Lapresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online