LIVE Atletica, Diamond League Eugene in DIRETTA. Thompson a un soffio dalla Griffith nei 100! Lyles stellare nei 200! Dellavalle quinto, Sabbatini decima

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

0.04: Grazie per averci seguito e buonanotte!

0.03: Per questa sera è tutto, l’appuntamento è per la prossima settimana con il meeting di Losanna, con altri campioni olimpici in pista e in pedana, fra cui anche Gian Marco Tamberi

0.01: Risultati non straordinari per i tre azzurri in pista: Dallavalle quinto nel triplo con 16.80, Sabbatini decima con una buona prova nei 1500 e Trost sesta nell’alto ma con un 1.83 molto modesto

23.59: E’ stato un meeting straordinario quello di Eugene che ci fa stravere in vista della prossima stagione quando da queste parti si disputerà il Mondiale. Su tutti il secondo tempo all time di Thompson nei 100 donne ma fantastici anche il 19″52 nei 200 di Noah Lyles e il 23.15 di Crouser nel getto del peso

23.57: Straordinario Jakob Ingebrigtsen che domina il miglio di Eugene! Record personale, migliore prestazione mondiale stagionale e norvegese per il campione olimpico che si impone in 3’47″24. Secondo posto per l’australiano McSweyn autore del l’azione decisiva della gara con 3’48″40, terza piazza e vittoria dello sprint del gruppo per il kenyano Cheruiyot mai in gara per la vittoria, con 3’51″17

23.52: Si chiude con il botto! E’ il momento del miglio maschile con Jakub Ingebrigtsen, campione olimpico dei 5000 contro il kenyano Cheruiyot. Al via F. Ingebrigtsen (Nor), Ramsden (Aus), Tefera (Eth), Kwwemoi (Ken), Heyward (Gbr), Hoare (Aus), Centrowitz (Usa), Ahmed (Can), Kipsang (Ken), McSweyn (Aus), J. Ingebrigtsen (Nor), Cheruiyot (Ken), Sein (Ken), Sowinski (Usa)

23.48: Ma che vittoria della svizzera Mujinga Kambundji!!! Con 2.4 di vento contro sul rettilineo finale vince resistendo all’attacco di almeno quattro atlete con l’ottimo crono di 22.06, secondo posto per la statunitense Thomas con 22″11, terza piazza per la britannica Asher-Smith con il tempo di 22″19

23.42: Tra qualche minuto il via della penultima gara della serata, i 200 donne con Allyson Felix, 11 medaglie olimpiche. Queste le protagoniste: Irby (Usa), Kambundji (Sui), Ta Lou (Civ), Felix (Usa), Asher-Smith (Gbr), Thomas (Usa), Richardson (Usa), Prandini (Usa), Brown (Usa)

23.38: Vento di 2.9 a favore e Andrè De Grasse si conferma il migliore velocista del momento vincendo con 9″73 i 100 metri con un finale travolgente, secondo posto per lo statunitense Kerley con 9″78, terza piazza per lo statunitense Baker con 9″82, quarto Bromell con 9″88, quinto Norman con 9″90

23.35: Ci sono i grandi avversari di Marcell Jacobs nei 100 metri. Al via Gillespie (Usa), Baker (Usa), Gatlin (Usa), Simbine (Rsa), Kerley (Usa), De Grasse (Can), Bromell (Usa), Young (Usa), Norman (Usa). Aspettiamoci grandi tempi!

23.33: Crouser con il peggior lancio della gara, 22.41, vince la gara del peso, secondo posto per il brasiliano Romani con 21.44, terzo posto per lo statunitense Kovacs che fa segnare un nullo

23.30: E’ il momento del lancio finale nel getto del peso

23.28: Si chiude un’infinita sfida nel salto in alto. Si era scesi fino 1.92, poi superato da entrambe le atlete. A 1.94 Geraschchenko riesce ad avere la meglio, superando la misura con l’errore di Cunningham. Le sono serviti 18 salti per vincere a Eugene

23.26: Che tempo della statunitense Dalilah Muhammad che vince in 52″77 con una prima parte di gara travolgente e un po’ di inevitabile fatica nel finale. Seconda piazza per la statunitense Little in 53″79, terza piazza per la panamense Woodruff, nuovo record di Panama e del Centro America con 54″20

23.24: Saranno Romani, che si è migliorato a 21.69, Kovacs e Crouser a effettuare il lancio di finale nel peso

23.23: Tutto pronto per i 400 ostacoli donne che vedono al via Hailey (Usa), Watson (Can), Ryzhykova (Ukr), Russell (Jam), Muhammad (Usa), Little (Usa), Whyte (Jam), Woodruff (Pan), Nugent (Jam)

23.20: Impressionante lo statunitense Crouser che lancia il peso a 23.15, misura straordinaria, nuovo record della Diamond League. Al secondo posto sale lo statunitense Kovacs con 21.94, terza piazza per Romani con 21.40

23.17: Dominio assoluto della kenyana Faith Kipyegon che punta al record del mondo e lo sfiora con 3’53″23, seconda piazza per la australiana Hall che chiude in 3’59″73, terza piazza per la statunitense Norris in 4’00″07. Grande finale di Gaia Sabbatini che ha sofferto il ritmo altissimo nella prima parte di gara staccandosi dal gruppo di testa ed è risalita nel finale concludendo con 4’04″55, al decimo posto davanti nientemeno che alla britannica Muir, crollata nel finale

23.12: C’è Gaia Sabbatini al via nei 1500 donne. Queste le protagoniste: Schlachtenhaufen (Usa), Osika (Usa), Sabbatini (Ita), Jebitok (Ken), Hall (Aus), Ketema (Eth), Chebet (Ken), Norris (Usa), Nanyondo (Uga), Hull (Aus), Debues-Stafford (Can), Muir (Gbr), Kipyegon (Ken), Price (Usa)

23.10: Nel peso Crouser sempre in testa con 22.95, secondo posto per il brasiliano Romani con 21.40, terzo per il neozelandese Walsh con 21.39

23.09: Falliscono entrambe a 2 metri Geraschenko e Cunningham e finiscono a pari merito. Vediamo se si va allo spareggio

23.06: Nel doppio miglio il campione olimpico ugandese Cheptegei dei 5000 si impone a braccia alzate con un grandissimo finale e il crono di 8’09″55, miglior prestazione stagionale mondiale, secondo posto per l’etiope Barega che prova a rimontare nel finale ma chiude con 8’09″82, terzo posto per lo statunitense Chelimo, bronzo olimpico dei 5000, con il tempo di 8’09″83, poi Kiplimo, Aregawi, Fisher

23.03: Impressionante Crouser! 22.95 al primo lancio del peso. record della Diamond League!

23.01: Anche Gerashchenko supera 1.98 al secondo tentativo e si sale oltre i 2 metri

22.58: E’ il momento dell’attesissimo doppio miglio maschile con al via tanti campioni: Grijalva (Gua), Melak (Eth), Klecker (Usa), Lomuket (Ken), Scott (Gbr), Aregawi (Eth), Fisher (Usa), Kiplimo (Uga), Kincaid (Usa), Kibet (Ken), Ebenyo (Ken), Chelimo (Usa), Cheptegei (Uga), Barega (Eth), Birgen (Ken), Thompson (Usa)

22.57: Inizia la finale del getto del peso maschile. Tutti contro il campione olimpico Crouser. Al via Awotunde (Usa), Otterdahl (Usa), Hill (Usa), Romani (Bra), Walsjh (Nzl), Kovacs (Usa), Crouser (Usa)

22.56: Cunningham supera 1.98 al secondo tentativo, ne ha ancora due Gerashchenko. Sono in gara solo loro

22.53: Assolo della statunitense Mu, campionessa olimpica, che si conferma la più forte di tutte dominando con il nuovo personale, record statunitense e miglior tempo stagionale: 1’55″04, secondo posto per la statunitense Grace in 1’57″60, terza piazza per la giamaicana Goule con 1’57″70, crollano le britanniche, quinta Hodgikinson, ottava Reekie

22.49: Ora la riproposizione a due settimane di distanza della finale olimpica degli 800 metri donne. Al via tutte le protagoniste di Tokyo: Southerland (Usa), Reekie (Gbr), Grance (Usa), Goule (Jam), Wilson (Usa), Rogers (Usa), Hodgikinson (Gbr), Mu (Usa), Nakaat (Uga), Whitney (Usa)

22.46: Ancora lei!!! Ancora ELAINE THOMPSOOOON!!! SECONDA PRESTAZIONE ALL TIME 10″54, GRIFFITH SEMPRE PIU’ VICINA! Record giamaicano e personale per la campionessa olimpica che vola nel finale e batte la connazionale Fraser-Pryce con 10″73. Terzo posto per la giamaicana Jackson con 10″76, record personale.

22.43: Tanta Giamaica, con il tris olimpico da podio, nei 100 donne. Al via: Daniels (Usa), Oliver (Usa), Jackson (Jam), Fraser-Pryce (Jam), Richardson (Usa), Thompson-Herah (Jam), Ta Lou (Civ), Kambundji (Sui), Williams (Jam)

22.42: La statunitense Naegotte, campionessa olimpica, supera al terzo tentativo 5.82 e vince l’asta! Niuente da fare per la britannica Bradshaw che non supera questa misura, terza la statunitense Gruver

22.40: Nell’alto Cunningham e Geraschenko superano 1.93 al primo tentativo

22.37: NOAAAAAH LYLEEEEEEEEES!!! 19″52!!! Che tempo del grande deluso di Tokyo che trova il guizzo vincente e ci fa capire cosa potrà accadere fra un anno da queste parti al Mondiale: pista velocissima. Rettilineo finale da urlo per Lyles che domina, secondo posto per ‘argento olimpico statunitense Bednarek con un ottimo 19″80, terza piazza per Josephus Lyles con 20″03, personale, poi Brown, Benjamin e Blake

22.31: Tra poco i 200 uomini con tanti protagonisti di alto livello. Al via Blake (Can), Norwood (Usa), Brown (Can), Benjamin (Usa), Bednarek (Usa), N. Lyles (Usa), J. Lyles (Usa), King (Usa). Al via Bednarek, argento a Tokyo, ma anche Benjamin, argento a Tokyo nei 400 ostacoli

22.30: La statunitense Nageotte supera 5.72 al secondo tentativo, si sale ancora nell’asta donne

22.29: Dominatore Pedro Pablo Pichardo! Dopo aver saltato quattro turni piazza un 17.63 che gli permette di vincere la gara, secondo posto per Zango del Burkina Faso con 17.08, terzo per lo statunitense Scott con 16.96. Quinto Andrea Dallavalle

22.27: Nel salto finale del triplo Scott salta 16.96, Zango arriva a 17.08, tocca a Pichardo

22.26: Bradshaw supera 4.72 al primo tentativo!

22.25: Modesta la prestazione di Alessia Trost nell’alto. Tre errori a 1.87, 1.83 la misura superata dall’azzurra. Cunningham, Gerashchenko, Licwinko, McCoy e Levchenko superano 1.87 e vanno avanti. Fuori Kinley

22.23: Gruver ecse di scena a 4.62 nell’asta donne ed è terza. Misura superata al secondo tentativo da Bradshaw e al terzo da Nageotte

22.21: Nei 3000 siepi se ne va a 600 metri dal traguardo la kenyana Jeruto che, nonostante la scarsa assistenza della lepre, fa segnare un tempo di altissimo livello, 8’53″65, miglior tempo stagionale, terzo tempo all time, secondo posto per l’argento olimpico, la statunitense Frerichs che ha fatto segnare il record americano in 8’57″77, quarto tempo all time, terzo posto per la kenyana Kiyeng con 9’00″05

22.17: Errore di Trost a 1.87, superato da Cunningham, Licwinko e McCoy

22.14: Scott, Zango e Pichardo al famigerato salto di finale nel triplo

22.13: Dellavalle non riesce ad evitare il nullo all’ultimo tentativo e non sarà fra i primi tre che effettueranno il salto di finale

22.12: Eliminate nell’asta a 4.52 Stefanidi, Leleux Romero e Newell. Misura superata da Gruver al terzo tentativo, quindi restano tre atlete in gara

22.11: Lo statunitense Scott si riprende il terzo posto nel triplo con 17.03

22.11: Tra poco al via i 3000 siepi donne con al via Butterworth (Can), Yee (Can), Bird (Gbr), Howward (Usa), Chemutai (Uga), Abebe (Eth), Chespol (Ken), Kiyeng (Ken), Frerichs (Usa), Yavi (Brn), Krause (Ger), Jeruto (Ken), Chepngetich (Ken). C’è la campionessa olimpica Chemutai

22.10: Claye riesce momentaneamente a portarsi fra i primi tre con 16.83, terzo posto provvisorio

22.09: Trost supera 1.79 al secondo tentativo e 1.83 al primo tentativo come Cunningham, Levchenko, Licwinko, Gerashchenko, Kinsey

22.08: Solo Bradshaw supera 4.52 al secondo tentativo nell’asta. L’unica a dover ancora entrare in gara è la statunitense Nageotte

22.07: Si migliora Dallavalle che salta 16.80 e risale al quarto posto perchè viene superato da Scott con 16.81

22.05: Che finale del canadese Arop che si rifà dopo la brutta prova in semifinale a Tokyo e va a vincere in 1’44″51, secondo posto per il kenyano Rotich con 1’45″02, terzo posto per il campione olimpico Korir con 1’45″05, poi Giles, Murphy e Harris

22.03: Lo statunitense Scott con 16.81 si inserisce al terzo posto nel triplo

22.00. Un errore per Trost a 1.79, superato da Gerashchenko, Levchenko, Rowe e Kinsley

21.59: Tra poco il via della prima gara in pista, gli 800 maschili con Hoppel (Usa), Dustin (Gbr), Arop (Can), Giles (Gbr), Murphy (Usa), Korir (Ken), Rotich (Ken), Harris (Usa), Sowinski (Usa)

21.57: Inizia anche la gara dell’alto femminile con Alessia Trost in pedana. Queste le protagoniste: Kinsey (Swe), Rowe (Usa), Thiam (Bel), McCoy (Usa), Trost (Ita), Levchenko (Ukr), Licwinko (Pol), Cunningham (Usa), Gerashchenko (Ukr)

21.55: Già eliminata la bielorussa Zhuk, a 4.37: Leleux Romero supera la misura al secondo tentativo, Newell al terzo

21.52: Ancora un nullo per Dallavalle che è ancora quarto

21.48: Nell’asta donne solo Gruver supera i 4.37 al primo tentativo

21.47: Si fa vedere anche Zango del Burkina Faso che piazza un ben 17.12 e si insedia in seconda posizione a completamento del secondo turno di salti

21.44: Bene Dallavalle che con 16.79 e con 0.9 di vento a favore si inserisce al terzo posto alle spalle di Pichardo e Benard

21.41: Tutto pronto per il via dell’asta femminile. In pedana ci sono Newell (Can), Gruver (Usa), Zhuk (Blr), Stefanidi (Gre), Leleux Romero (Usa), Bradshaw (Gbr), Nageotte (Usa)

21.40: Il portoghese Picghardo mette subito le cose in chiaro e con 17.24 va in testa dopo la prima rotazione di salti

21.37: Inizia con un nullo Dallavalle. In testa Bernard con 16.79

21.34: Qualche minuto di ritardo per l’inizio delle gare. Tra una decina di minuti inizierà anche l’asta femminile

21.29: Tra qualche minuto prenderà il via la prima gara della serata, il salto triplo maschile con l’azzurro Andrea Dallavalle al via. Questi i protagonisti: Bernard (Usa), Dallavalle (Ita), Hess (Ger), Scott (Usa), Claye (Usa), Zango (Bur), Pichardo (Por)

21.26: Attesa per le stelle dello sprint femminile giamaicano, Elaine Thompson-Herah, Shelly-Ann Fraser-Pryce e Shericka Jackson, le medaglie olimpiche d’argento e di bronzo dei 100 Andre De Grasse e Fred Kerley,

21.23: Cinque gli eventi che presenteranno al via tutti e tre gli atleti che sono saliti sul podio a Tokyo. Tra le superstar presenti a Eugene la doppia campionessa olimpica (5000 e 10000) Sifan Hassan, al via nei 5000

21.19: Per l’Italia ci sarà Andrea Dallavalle, finalista olimpico nel salto triplo e due atlete che invece la finale a Tokyo non l’hanno raggiunta, Alessia Trost nel salto in alto e Gaia Sabbatini nei 1500.

21.16: Tante le stelle iscritte in una serata (italiana) di grande atletica nel primo appuntamento con il massimo circuito internazionale dopo i Giochi olimpici di Tokyo.

21.14: Buonasera agli amici di OA Sport e benvenuti alla diretta live della ottava tappa della Diamond League 2021 in programma a Eugene negli Stati Uniti.

Orari, programma, Tv e streaming della tappa di Eugene della Diamond LeagueLa presentazione della tappa di Eugene della Diamond League

Buonasera amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della ottava tappa della Diamond League 2021 in programma a Eugene negli Stati Uniti. Tante le stelle iscritte in una serata (italiana) di grande atletica nel primo appuntamento con il massimo circuito internazionale dopo i Giochi olimpici di Tokyo. E’ una sorta di testimone che passa dalla grande manifestazione del 2021 e quella del 2022, i Mondiali, che si disputeranno proprio ad Eugene dal 15 luglio del prossimo anno.

C’è un po’ di Italia anche se mancano all’appello i campioni olimpici azzurri, tra chi ha preferito di concentrarsi sui prossimi appuntamenti europei e chi (Marcell Jacobs) ha preferito chiudere in anticipo, dopo i trionfi giapponesi, la stagione. Per l’Italia ci sarà Andrea Dallavalle, finalista olimpico nel salto triplo e due atlete che invece la finale a Tokyo non l’hanno raggiunta, Alessia Trost nel salto in alto e Gaia Sabbatini nei 1500. 

Cinque gli eventi che presenteranno al via tutti e tre gli atleti che sono saliti sul podio a Tokyo. Tra le superstar presenti a Eugene la doppia campionessa olimpica (5000 e 10000) Sifan Hassan, al via nei 5000, l’ugandese Joshua Cheptegei, il canadese Moh Ahmed e lo statunitense Paul Chelimo al via nel doppio miglio, le stelle adolescenti degli 800 donne, la statunitense Athing Mu e la britannica Keely Hodgkinson, il detentore del record mondiale e due volte campione olimpico del getto del peso Ryan Crouser, le stelle dello sprint femminile giamaicanoElaine Thompson-Herah, Shelly-Ann Fraser-Pryce e Shericka Jackson, le medaglie olimpiche d’argento e di bronzo dei 100 Andre De Grasse e Fred Kerley, nei 1500 femminili la due volte campionessa olimpica Faith Kipyegon sfiderà ancora una volta la medaglia d’argento di Tokyo, la britannica Laura Muir e il campione olimpico di salto triplo Pedro Pablo Pichardo

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVEdella ottava tappa della Diamond League 2021 in programma a Eugene negli Stati Uniti. Le gare avranno inizio alle 21.30 circa, noi ci collegheremo venti minuti prima per introdurre al meglio l’evento. Buon divertimento!

Foto Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

LIVE Vuelta a España 2021, ottava tappa in DIRETTA: Jakobsen piazza il bis!! Battuto un grande Dainese

Golf, giro record di Cameron Smith che vola al comando del The Northern Trust assieme a Jon Rahm