Tiro con l’arco, Olimpiadi Tokyo: ranking round già cruciale in casa Italia per il terzetto femminile e per il Mixed Team Event

Dopo un lunghissimo percorso di avvicinamento ormai ci siamo: domani cominceranno ufficialmente le prime competizioni di tiro con l’arco ai Giochi Olimpici di Tokyo 2021. Lo Yumenoshima Park Archery Field si appresta ad ospitare nella giornata di domani i ranking round femminili (dalle ore 2 della notte italiana) e maschili (dalle ore 6), già estremamente importanti per valutare lo stato di forma generale degli arcieri e per la composizione di tutti i tabelloni.

L’Italia sarà rappresentata in campo femminile da Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Chiara Rebagliati, mentre per quanto riguarda il settore maschile si presenterà sulla linea di tiro Mauro Nespoli. Ranking round in cui tutti gli atleti (64 donne, 64 uomini) scaglieranno complessivamente 72 frecce, che determineranno il seeding di tutti e cinque gli eventi in programma ai Giochi di Tokyo.

Sessione valevole anche per la qualificazione al tabellone a eliminazione diretta del nuovo Mixed Team Event (prova a coppie miste), dato che verranno ammessi alla fase finale solo 16 dei 29 Paesi iscritti tramite il punteggio ottenuto in combinato dal miglior uomo e dalla migliore donna di ogni Nazione. L’obiettivo azzurro è quello di qualificarsi agevolmente e, se possibile, posizionarsi nella metà di tabellone opposta rispetto alla Corea del Sud.

Ranking round cruciale anche per il terzetto femminile italiano, qualificatosi per la rassegna a cinque cerchi in extremis grazie al terzo posto nel Preolimpico di Parigi. Su 12 squadre partecipanti, le prime 4 del seeding (in base ai risultati di domani) accedono direttamente ai quarti di finale mentre le altre 8 dovranno affrontare un turno in più. Difficilissimo in chiave azzurra l’obiettivo top4, ma sarebbe importante evitare lo spot di tabellone delle coreane garantendosi nel frattempo un accoppiamento alla portata per il primo scontro diretto.

Foto: World Archery

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Olimpiadi Tokyo: il tabellone di Lorenzo Sonego. Zverev agli ottavi il più grande ostacolo verso il sogno semifinali

ATP Los Cabos 2021, Taylor Fritz e Cameron Norrie ai quarti di finale