LIVE Atletica, Diamond League Oslo 2021 in DIRETTA: RECORD DEL MONDO DI WARHOLM NEI 400 OSTACOLI!!! Desalu quarto nei 200.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

21.59: Per questa sera è tutto. Grazie per averci seguito, appuntamento alle prossime gare di atletica leggera. Buona serata

21.57: Finale magico per i Bislett Games! Warholm si prende la copertina di Oslo ma abbiamo assistito a tante gare di altissimo livello. Per l’Italia è arrivato il quarto posto di Desalu nei 200 piani

21.55: Piange Warholm, ha fatto qualcosa di incredibile! E’ partito forte ed è arrivato fortissimo! Secondo posto con record sudamericano per il brasiliano Dos Santos in 47″38, terzo posto per Copello con 48″88

21.54: Era nell’aria il record del mondo! Kevin Young cancellato! Sono passati 29 anni dal record di Barcellona 1992: 46″70. Momento storico

21.53: RECORD DEL MONDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO WARHOOOOOOOOOOOOOOOOLM!!!!

21.52: Partenza a razzo di Warholm! Impressionante!

21.50: Questi i protagonista dei 400 ostacoli uomini: Angela (Ned), Preis (Ger), Magi (Est), Barr (Irl), Copello (Tur), Dos Santos (Bra), Warholm (Nor), Vaillant (Fra)

21.49: Ci siamo! La gara più attesa della serata con il debutto stagionale di Karsten Warholm, norvegese dominatore dei 400 ostacoli. Riuscirà a migliorare il record mondiale?

21.48: La tedesca Mihambo, come è giusto che sia, si porta a casa la vittoria con 6.83, miglior salto di giornata

21.47: Spanovic arriva a 6.61., Mironchyk-Ivanova a 6.58

21.42: Mironchyk-Ivanova arriva a 6.72 e sale al secondo posto. Tra poco i salti di finale. Tutti nulli Bekh-Romanchuk

21.40: Tiene fino alla fine l’australiano McSweyn che vionce in 3’48″37 che è record australiano. Secondo posto per il polacco Lewandowski che fa segnare il record polacco in 3’29″11, terza piazza per l’altro australiano Edwards con 3’49″27, record personale

21.38: McSweyn prova la fuga all’ultimo giro del miglio

21.38: Mihambo, Spanovic e Mironchyk-Ivanova al salto di finale del lungo

21.32: Fra pochi minuti al via lo Svein Arne Hansen Dream Mile. Il miglio che vede al via Edman (Nor), Edwards (Aus), Musab (Qat), Fontes (Esp), Debjani (Bel), da’vall Grice (Gbr), Simotwo (Ken), Musagala (Uga), McSweyn (Aus), Lewandowski (Pol), Kiprugur (Ken), Akbache (Fra)

21.30: Incredibile! Stahl fa segnare la stessa misura di Ceh e vince con 65.72. Il successo arriva grazie alla migliore misura durante il resto della gara

21.28: Bel lancio dello sloveno Ceh che arriva a 65.72

21.27: Weisshedinger si ferma a 61.03

21.26: Niente da fare per Duplantis a 6.19. Niente record del mondo per lui

21.25: E’ il momento del lancio di finale del disco

21.24: Nessun miglioramento nel lungo donne quando inizia la quinta rotazione. Ancora senza misura Bekh-Romanchuk

21.21: Gran rettilineo finale della statunitense Grace che chiude in 1’57″59, suo personal best e non sarà a Tokyo! E’ comunque il personale. Secondo posto per la ugandese Nakaayi con 1’58″70, terzo posto per la svizzera Hoffmann che chiude in 1’59″06

21.20: Passaggio ai 400 in 57″14

21.19: Allunga Stahl prima del lancio finale. Lo svedese arriva fino a 68.65, consolidando il primo posto nel disco

21.19: Sui blocchi le protagoniste degli 800 piani donne. Al via Lindh (Swe), Trost (Ger), Tracey (Gbr), Grace (Usa), Bisset (Aus), Hynne (Nor), Nakaayi (Uga), Hoffmann (Sui), Lemiesz (Pol)

21.18: Secondo errore di Duplantis a 6.19

21.16: I qualificati al tiro finale nel disco sono Stahl, Ceh e Weissheidinger

21.12: Non cambia nulla nel lungo donne dopo la terza rotazione di lanci

21.11: Si migliora ancora Ceh che è secondo con 66.68 nel disco. Al momento i qualificati per il tiro finale con Stahl e Weissheidinger

21.10: Errore di Duplantis al primo tentativo a 6.19

21.08: Quarto posto per Desalu a cui sono mancati gli ultimi 40 metri. Era in testa inb curva, grazie ad una buona partenza. Primo posto per Degrasse con 20″09, secondo posto per lo svizzero Wilson in 20″38, terzo Makwala in 20″61, quarto Desalu in 20″71. Un metro di vento contrario

21.07: Atleti dei 200 sui blocchi

21.06: Nel disco l’austriaco Weissheidinger arriva a 65.67 e si insedia al terzo posto

21.06: Duplantis vince la gara dell’asta, terzo errore per Kendricks a 6.01. Vedremo dove piazzerà la prossima asticella Duplantis

21.05: Tra poco c’è l’unico italiano al via a Oslo: Fausto Desalu nei 200 piani. Questi i protagonisti di una delle gare più attese: Johanssen (Nor), Fall (Fra), Norwood (Usa), Desalu (Ita), Makwala (Bot), Brown (Can), Degrasse (Can), Wilson (Sui)

21.03: Secondo errore di Kendricks a 6.01

21.02: Mihambo subito in testa con 6.86, seconda piazza per Spanovic con 6.66, terzo posto per Mironchyk Ivanova con 6.65

21.00: Iniziato il lungo donne con tante grandi protagoniste: Johansson (Swe), Nguyen (Hun), Sawyers (Gbr), Irozuru (Gbr), Mironchyk-Ivanova (Blr), Spanovic (Srb), Bekh-Romanchuk (Ukr), Mihambo (Ger)

20.59: nel disco Ceh si migliora ma resta al secondo posto con 66.01. Non si migliora Stahl: 66.95. Finita la terza rotazione di lanci

20.58: DUPLANTIS!!! 6.01 superato al primo tentativo. Errore per Kendricks

20.55: Volata lunghissima della keniana Obiri che vince in 14’26″38, secondo posto per l’etiope Worku in 14’26″80, terza piazza per la keniana Kipkemboi con 14’28″24, quarta la britannica McColgan che ritocca il personale ma soprattutto il record britannico con 14’28″55

20.54: Sono quattro davanti

20.53: Kipkemboi, Obiri, Worku davanti, poi Chebet e McColgan attaccate

20.51: Obiri, Kipkemboi, Chebet, Can davanti, sono in sette davanti, con Worku, Gemechu e McColgan

20.50: Cambia marcia la Obiri ai 3000, gruppetto allungato

20.49: Kendricks e Duplantis passano 5.96 e si giocano la vittoria (forse) a 6.01

20.48: Gruppetto in testa nei 5000, tutte le atlete più attese davanti, Obiri fa l’andatura

20.47: Nel disco Pettersson si inserisce al terzo posto con 64.62

20.45: Esce di scena Lavillenie, che è terzo mentre Kendricks al terzo tentativo supera 5.91 e resta in gara con Duplantis

20.41: Arriva lo svedese Stahl e prende il comando delle operazioni con 67.26 nel disco

20.41: Secondo errore per Lavillenie a 5.91

20.39: Nel disco secondo posto per lo sloveno Ceh con 63.48, terzo per il giamaicano Dacres e terzo per 61.97

20.38: Duplantis non sbaglia un colpo! 5.91 superato al primo tentativo dallo svedese

20.38: Al via tra poco i 5000 femminili con protagoniste: Lahti (Swe), Buscomb (Nzl), Gemechu (Eth), Seccafien (Can), Can (Tur), McColgan (Gbr), Chebet (Ken), Grovdal (Nor), Worku (Eth), Kipkemboi (Ken), Obiri (Ken), Van Buskirk (Can)

20.37: Errori per Kendricks e Lavillenie a 5.91

20.36: Buon lancio di Gudzius nel disco: 65.57 e primo posto netto

20.32: Quarto posto finale nell’asta per Valentin Lavillenie che sbaglia il terzo tentativo a 5.81

20.31: Dominio della ivoriana Ta Lou che chiude in 10″90!!! Ha trovato la condizione la velocista africana. Secondo posto per la britannica Neita con 11″06, terza la svizzera Del Ponte in 11″16

20.30: Atlete dei 100 sui blocchi

20.28: Secondo tentativo sbagliato a 5.81 per Valentin Lavillenie

20.28: Sta per iniziare anche una gara che promette bene nel lancio del disco maschile con Stunes Isene (Nor), Firfirica (Rou), Gudzius (Ltu), Pettersson (Swe), Dacres (Jam), Ceh (Slo), Stahl (Swe)

20.27: Kendricks e Duplantis superano al primo tentativo 5.81

20.26: Al via tra pochi minuti i 100 piani donne con Samuel (Ned), Del Ponte (Sui), Oliver (Usa), Ta Lou (Civ), Bartoletta (Usa), Neita (Gbr), Basic (Aus)

20.23: Renaud Lavillenie!!! Superato 5.81 al primo tentativo, errore per Valentin Lavillenie

20.22: Se ne va l’etiope Kejelcha che fa segnare il nuovo record del meeting 7’26″25, sesto tempo all time su questa distanza. Secondo posto per l’etiope Krop con 7’30″27, personal best, terza piazza per il keniano Kimeli in 7’31″33, personale, quarto Balew in 7’33″05, personale e quinto Filip Ingebrigtsen, con il personale di 7’34″00

20.21: Anche Kendricks supera 5.71 al terzo tentativo. Quattro gli atleti ancora in corsa nell’asta

20.20: In fuga l’etiope Kejelcha e Krop nei 3000, sono velocissimi. Cadranno molti personali

20.20: Valentin Lavillenie supera 5.71 al terzo tentativo

20.19: esce di scena Simen Guttormsen, due errori per Kendricks e V. Lavillenie

20.17: Al primo km 2’32″04 nei 3000 con Kibet a fare da lepre

20.15: Renaud Lavillenie supera i 5.71 al secondo tentativo

20.14: Due errori per Guttormsen e per V. Lavillenie a 5.71

20.13: Molto interessanti i 3000 piani uomini con tanti protagonisti del mezzofondo. Al via Kbrom (Nor), Lumb (Can), Motsau (Rsa), McNeill (Aus), Worku (Eth), Birgen (Ken), Kibet (Ken), Soget (Ken), Krop (Ken), Kejelcha (Eth), Balew (Brn), F. Ingebrigtsen (Nor), Kimeli (Ken), Kibet (Ken)

20.12: Ottimo salto di Triki che si aggiudica il triplo con 17.23, poi Diaz e Pereira

20.11: Problema fisico per Diaz che ha saltato tutti i salti dopo il primo, anche per lui nullo

20.11: Nell’asta passa Duplantis a 5.71, un errore per tutti gli altri quattro atleti in gara

20.10: Nullo per Pereira nel primo salto di finale del triplo

20.05: Femke Bol vince i 400 ostacoli con il crono di 53″33 che è il suo personale e record olandese, secondo posto per la ucraina Ryzhykova con 54″15, record personale anche per lei, terza piazza per l’ucraina Tkachuk con 54″62

20.04: Partiti i 400 ostacoli donne

20.03: V. Lavillenie e Guttormsen sbagliano il primo tentativo a 5.71

20.01: C’è Femke Bol al via dei 400 ostacoli femminili. Le protagoniste: Kloste (Nor), Tkachuk (Ukr), Nugent (Jam), Bol (Ned), Ryzhykova (Ukr), Sprunger (Sui), Iuel (Nor), Watson (Can)

19.59: Qualificati per il salto finale del triplo Triki, Diaz, Pereira

19.57: Sondre Guttormsen eliminato a 5.61

19.48: Due errori per Sondre Guttormsen a 5.61, passano la misura i due Lavillenie

19.47: Nel triplo Hess si migliora a 16.45 e scavalca Torrijos al quarto posto a metà della quarta rotazione di salti. Sempre Triki in testa

19.46: Duplantis entra in scena a 5.61 che supera al primo tentativo così come Kendricks

19.45: Il successo nel giavellotto va alla tedesca Hussong, visto che la polacca Andrejczyk non va oltre il 60.35.

19.44 La tedesca Hussong va in testa nel giavellotto con 60.95 ma non chiude la partita

19.43: 59.30 per Barber nel giavellotto

19.43: Record personale nell’asta per Simen Guttormsen che supera 6.61 al primo tentativo

19.39: Fra qualche minuto l’australiana Barber, la tedesca Hussong e la polacca Andrejczyk si giocheranno il successo finale nel giavellotto con l’ultimo lancio “pigliatutto”

19.38: E anche Renaud Lavillenie supera 5.51 al terzo tentativo e sarà della partita. Restano sei in corsa nell’asta

19.38: Anche Sondre Guttormsen trova il guizzo al terzo tentativo a 5.51 e resta in corsa

19.37: Valentin Lavillenie supera 5.51 al terzo tentativo e resta in gara nell’asta

19.35: Nel “campionato norvegese” dei 100 piani maschili vince Kashafali con 10″58, davanti a Boe (10″68) e Pettersen (10″70)

19.34: Hussong si ferma a 60.44 e dunque affronterà per seconda il lancio di finale

19.33: Lancio da primo posto per la polacca Andrejczyk che balza al comando nel giavellotto con 62.67 ma si dovrà confermare tra poco nel lancio di finale

19.32: Eliminato a 5.51 nell’asta anche Lillefosse

19.32: Prosegue la progressione di Barber che si migliora ancora nel giavellotto con 60.86 ma mantiene il terzo posto e sarà nei tre lanci finali con Andrejczyk e Hussong

19.31: Tra poco i 100 maschili con tutti atleti norvegesi al via

19.30: Eliminato a 5.51 anche Svard Jacobsson

19.29: Nell’asta Kendricks supera 5.51 al primo tentativo, Duplantis passa e due errori per tutti gli altri compreso R. Lavillenie ed escluso Simen Guttormsen che aveva superato la misura per primo

19.27: Il portoghese Pereira sale al terzo posto del triplo con 16.64, quarta piazza per lo spagnolo Torrijos che si migliora a 16.43. Passano nella terza tornata di salti Diaz e Triki, i primi due della classifica

19.25: Barber con 60.73 sale al terzo posto nel giavellotto, quando sono completate le prime quattro rotazioni di lanci. Manca l’ultima e poi le prime tre della graduatoria si giocheranno il successo nell’ultimo lancio come da regola discutibile della Diamond League

19.18. Nel triplo ancora un 17 metri per Triki che resta sempre primo

19.17: Simen Guttormsen supera 5.51 al primo tentativo. Errori per Svard Johansson, Lillefosse e V. Lavillenie

19.16: Nel triplo secondo posto per il cubano Diaz con 16.78, terza piazza per lo spagnolo Torrijos con 16.32

19.15: Nell’asta tre errori per lo statunitense Waksh a 5.31. Niente misura per lui

19.13: Si riprende il comando della classifica nel giavellotto la tedesca Hussong con 62.62 al termine della seconda rotazione di lanci

19.10: Inizia con il 17.24 dell’algerino Triki la gara del triplo uomini

19.09: Nessun miglioramento nei primi 4 lanci della terza rotazione del giavellotto

19.08: Anche Si. Guttorsen supera 5.31 al secondo tentativo

19.05: Nell’asta Lillefosse supera 5.31 al secondo tentativo

19.04: Nel giavellotto femminile al termine del secondo giro di lanci Hussong non si migliora e Barber sale al quarto posto con 60.10

19.03: Tra pochi minuti inizia anche la gara del triplo maschile con al via Hellstrom (Swe), Pereira (Por), Triki (Alg), Diaz (Cub), Torrijos (Esp), Hess (Ger), Scott (Usa)

19.01: Nel giavellotto donne grande lancio della polacca Andrejczyk che va al comando con 62.46

18.59: Tra poco il via dell’attesa gara dell’asta maschile con alcuni fra i più grandi protagonisti del panorama mondiale. I protagonisti: Svard Jacobsson (Swe), Lillefosse (Nor), Si. Guttormsen (Nor), Walsh (Usa), V. Lavillenie (Fra), So. Guttormsen (Nor), R. Lavillenie (Fra), Kendricks (Usa), Duplantis (Swe)

18.58: Tutti nulli i primi quattro tiri della seconda rotazione

18.52: Lancio da 60.78 della tedesca Hussong che balza al comando della graduatoria del giavellotto al termine della prima rotazione di lanci

18.50: Subito Barbora Spotakova in testa con un lancio da 60.38, davanti a Khaladovich (59.40) e Andrejczyk (59.35)

18.44: Tra qualche istante prenderà il via la prima gara della serata, il tiro del giavellotto femminile con protagoniste Obst (Nor), Hudson (Aut), Muze (Lat), Spotakova (Cze), Khaladovich (Blr), Andrejczik (Pol), Hussong (Ger), Barber (Aus)

18.41: Attenzione alla keniana Hellen Obiri nei 5000 metri, alla tedesca Malaika Mihambo nel lungo, allo svedese Daniel Stahl nel disco, ai 400 ostacoli donne con l’olandese Femke Bol e ai 3000 con l’etiope Yomif Kejelcha.

18.38: Nell’asta promette scintille la sfida tra il primatista del mondo svedese Armand Duplantis, 6.10 quest’anno, il campione iridato statunitense Sam Kendricks e il sempreverde francese Renaud Lavillenie.

18.34: Grande attesa per il padrone di casa Karsten Warholm che, alla prima uscita stagionale, darà l’assalto al record del mondo dei 400 ostacoli. In gara anche il brasiliano Alison Dos Santos e il turco Yasmani Copello.

18.30: Fausto Desalu, campione italiano dei 200 a Rovereto con lo stagionale di 20.38 e quasi due metri di vento in faccia (-1.8), al rientro nel massimo circuito internazionale dopo la vittoria dello scorso anno a Bruxelles. La stella della gara è il canadese Andre De Grasse, vicecampione olimpico a Rio, vicecampione iridato a Doha.

18.27: La marcia di avvicinamento ai Giochi Olimpici di Tokyo continua incessante e tanti atleti di spessore vogliono confrontarsi su un palcoscenico importante come lo stadio di Oslo.

18.25: Buonasera agli amici di OA Sport e benvenuti alla diretta live della quarta tappa della Diamond League 2021 in programma a Oslo in Norvegia

La presentazione della tappa di Oslo della Diamond LeagueI qualificati dell’Italia ai Giochi OlimpiciOrari, tv, programma, streaming della tappa di Diamond League di Oslo

Buonasera amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quarta tappa della Diamond League 2021 in programma a Oslo in Norvegia. Tante le stelle iscritte ai Bislett Games, edizione 2021 e spettacolo assicurato nell’appuntamento che vede al via alcune delle grandi star internazionali dell’atletica.

La marcia di avvicinamento ai Giochi Olimpici di Tokyo continua incessante e tanti atleti di spessore vogliono confrontarsi su un palcoscenico importante come lo stadio di Oslo. L’Italia si affida al solo Fausto Desalu, campione italiano dei 200 a Rovereto con lo stagionale di 20.38 e quasi due metri di vento in faccia (-1.8), al rientro nel massimo circuito internazionale dopo la vittoria dello scorso anno a Bruxelles. La stella della gara è il canadese Andre De Grasse, vicecampione olimpico a Rio, vicecampione iridato a Doha.

Tanti i grandi campioni in gara ma a fare notizia è il forfait dell’idolo di casa Jakob Ingebrigtsen, alle prese con un’infiammazione alla gola. Ci sarà eccome, invece, l’altro norvegese di punta, Karsten Warholm che, alla prima uscita stagionale, darà l’assalto al record del mondo dei 400 ostacoli. In gara anche il brasiliano Alison Dos Santos e il turco Yasmani Copello. Nell’asta promette scintille la sfida tra il primatista del mondo svedese Armand Duplantis, 6.10 quest’anno, il campione iridato statunitense Sam Kendricks e il sempreverde francese Renaud Lavillenie. Attenzione alla keniana Hellen Obiri nei 5000 metri, alla tedesca Malaika Mihambo nel lungo, allo svedese Daniel Stahl nel disco, ai 400 ostacoli donne con l’olandese Femke Bol e ai 3000 con l’etiope Yomif Kejelcha.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della quarta tappa della Diamond League 2021 in programma a Oslo in Norvegia. Le gare avranno inizio alle 18.45 circa, noi ci collegheremo venti minuti prima per introdurre al meglio l’evento. Buon divertimento!

Foto: Lapresse

 

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pentathlon, Europei junior 2021: tutti qualificati i 4 azzurri alla finale di sabato

Atletica, Karsten Warholm antologico: record del mondo dei 400 ostacoli! 46.70, Young si inchina dopo 29 anni