F1, Lewis Hamilton svetta nelle qualifiche del GP Gran Bretagna davanti a Verstappen! Leclerc 4°, Sainz 9°

Il “ruggito” del “Re Nero”. Lewis Hamilton si esalta sulla pista di casa e centra il miglior tempo nelle qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna, decimo appuntamento del Mondiale di Formula Uno 2021. No, non stiamo parlando di pole position, dato che quella sarà consegnata domani a chi vincerà la Qualifying Race (il via alle ore 17.30 italiane), per cui il sette volte campione del mondo con la prestazione di riferimento odierna si è assicurato la partenza davanti a tutti nella mini-gara di domani che, giova ricordarlo, si disputerà sulla lunghezza di 100 chilometri (quindi 17 giri del tracciato di Silverstone) e consegnerà 3 punti al vincitore, 2 al secondo classificato e 1 al terzo.

Come si sapeva il programma del fine settimana inglese è completamente rivoluzionato rispetto al solito, con le qualifiche odierne che sono state anticipate di un giorno. Ad ogni modo lo spettacolo non è mancato e ha eletto, ancora una volta sul circuito del Northamptonshire, Lewis Hamilton, capace di crescere nel corso di queste qualifiche, fino a toccare il crono di 1:26.134 mettendo pressione al suo grande rivale, Max Verstappen (Red Bull) che si deve accontentare della seconda posizione con un distacco di 75 millesimi. In seconda fila vedremo Valtteri Bottas (Mercedes) a 194 millesimi dal suo compagno di scuderia e Charles Leclerc (Ferrari) splendido quarto a 694 millesimi.

Quinti crono per Sergio Perez (Red Bull) a 710 millesimi mentre è sesto Lando Norris (McLaren) a 763. Settimo Daniel Ricciardo (McLaren) a 765 millesimi, davanti ad un eroico George Russell (Williams) ottavo a 837. Nona posizione, infine, per Carlos Sainz (Ferrari) a 873 e decima per Sebastian Vettel (Aston Martin) a 1.045. Scatterà dalla quattordicesima casella della griglia, invece, il nostro Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo), che precede di ben tre posizioni il compagno di scuderia Kimi Raikkonen.

LE QUALIFICHE

Q1 – Nella prima parte delle qualifiche il miglior tempo, tanto per cambiare, lo fa segnare Max Verstappen in 1:26.751 davanti a Lewis Hamilton per una manciata di millesimi, quindi terzo un ottimo Charles Leclerc a 3 decimi, quarto Sergio Perez a 370 millesimi, davanti a Daniel Ricciardo e Carlos Sainz. Subiscono il taglio, invece, il nipponico Yuki Tsunoda (Alpha Tauri) per appena 26 millesimi nei confronti di Lance Stroll, quindi Kimi Raikkonen (Alfa Romeo), il canadese Nicholas Latifi (Williams) e le due Haas di Mick Schumacher e Nikita Mazepin, ancora una volta fanalini di coda.

Q2 – Nella seconda tranche delle qualifiche i piloti non devono pensare alle gomme del primo stint di gara, come capita di solito, per cui le prestazioni si abbassano. Davanti a tutti chiude Lewis Hamilton con un giro sensazionale in 1:26.023 con 292 millesimi su Max Verstappen. Terzo a 741 Valtteri Bottas, quindi in quarta e quinta posizione Carlos Sainz (a 825) e Charles Leclerc (a 896). Brilla, invece, George Russell, settimo con la Williams, Non riescono a raggiungere la Q3, invece, Fernando Alonso (Alpine) per 25 millesimi, il francese Pierre Gasly (Alpha Tauri), il suo connazionale Esteban Ocon (Alpine), quindi il nostro Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) e il canadese Lance Stroll (Aston Martin).

Q3 – Nel corso del primo giro veloce la migliore prestazione la piazza ancora Lewis Hamilton in 1:26.134 con 172 millesimi su Max Verstappen, quindi terzo Valtteri Bottas a 414. Settimo Charles Leclerc, davanti a Carlos Sainz, entrambi ad oltre un secondo. Si arriva al tentativo decisivo e, sotto la bandiera a scacchi, il “Re Nero” spreca un giro spaziale con un errore nell’ultima curva, allora l’olandese ci prova, ma si ferma a soli 75 millesimi.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

F1, Toto Wolff: “Non abbiamo portato grandi aggiornamenti, la nostra forza è la gara”

F1, Valtteri Bottas: “Oggi abbiamo giocato di squadra”