Beach volley, Continental Cup 2021. Azzurre in campo: per Tokyo serve l’impresa

La missione sembra impossibile ma le azzurre ci provano a sovvertire il pronostico che dice Olanda, Russia e Austria. In palio nella Continental Cup che scatta questa mattina a The Hague c’è l’ultima carta olimpica ad una nazione europea per Tokyo 2021. L’Italia è in corsa solo in campo femminile perché tra gli uomini ha conquistato entrambi i pass a sua disposizione con Lupo/Nicolai e Rossi/Carambula.

A rappresentare l’Italia tra le donne ci sono Scampoli/Bianchin e They/Breydenbach che in mattinata se la vedranno per gli ottavi di finale contro le ucraine Davidova/Lunina e Makhno/Makhno. La sfida è alla portata delle azzurre che hanno come obiettivo minimo quello di superare il primo turno e poi si vedrà perché le formazioni agguerrite e di ottimo livello tecnico non mancano e la formazione italiana, guidata da Fabrizio Magi, è tra le outsider. 

Si inizia con Scampoli/Bianchin-Makhno/Makhno alle 9.40 e si prosegue alle 10.30 con They/Breidenbach-Davidova/Lunina. Il regolamento della manifestazione prevede che, in caso di parità, si schierino per la sfida decisiva, due giocatrici tra le quattro che compongono la squadra, a scelta dello staff tecnico, per cui sono avvantaggiate quelle squadre che hanno una coppia molto forte. Si gioca con la formula del tabellone tennistico dagli ottavi di finale ad eliminazione diretta e con sorteggi progressivi.

Le altre sfide del tabellone femminile: Finlandia-Spagna, Polonia-Repubblica Ceca, Francia-Norvegia, Austria-Slovenia, Grecia-Lituania, Russia-Cipro e Olanda-Estonia.

In campo maschile l’Italia, che aveva ottenuto la qualificazione a maggio, non sarà presente perchè con due coppie già certe di partecipare a Tokyo. Può succedere di tutto, con gli estoni Samoilovs/Smedins, rimasti fuori per un soffio dal ranking, che godono dei favori del pronostico ma si preannunciano battaglie con Olanda, Svizzera, Germania e Austria.

Queste le sfide degli ottavi di finale in programma oggi: Ucraina-Belgio, Slovenia-Austria, Spagna-Repubblica Ceca, Lettonia-Bielorussia, Turchia-Francia, Germania-Lituania, Svizzera-Serbia e Olanda-Estonia.

Foto Fivb

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Atletica, Campionati Italiani 2021: i minimi olimpici per Tokyo 2021 gara per gara

Roberto Mancini – La migliore stagione da allenatore