Judo, Nicholas Mungai eliminato agli ottavi nel Grand Slam di Kazan. Si complica la corsa verso il pass olimpico

La terza e ultima giornata del Grand Slam di Kazan 2021 è andata in archivio senza grandi soddisfazioni per la Nazionale Italiana di judo, che schierava quest’oggi due atleti impegnati nelle categorie pesanti con l’obiettivo di fare punti importanti in ottica qualificazione olimpica ai Giochi di Tokyo.

Per la selezione tricolore c’era grande attesa soprattutto per Nicholas Mungai, ultimo dei qualificati per le Olimpiadi nei 90 kg prima del Grand Slam russo, che non è riuscito però a raggiungere l’obiettivo dei quarti di finale (e quindi la sicurezza di accedere almeno ai ripescaggi). Il toscano, ottava testa di serie del seeding, aveva debuttato in mattinata con una convincente vittoria per ippon (sankaku) sul sudafricano Thomas-Laszlo Breytenbach dopo appena 1’35” di combattimento.

Nel match spartiacque di giornata, agli ottavi di finale, è arrivata purtroppo una beffarda sconfitta contro un avversario ostico ma alla portata del 27enne azzurro come l’uzbeko Shermukhammad Jandreev (due volte 5° in stagione nei Grand Slam). Mungai, dopo aver portato il rivale ad un solo shido dall’hansoku make, si è fatto sorprendere dalla proiezione di Jandreev a 40″ dalla fine (waza-ari) per poi subire anche l’ippon in osaekomi nella prosecuzione dell’azione.

Un k.o. molto pesante nella corsa verso Tokyo alla luce del quinto posto odierno dell’israeliano Li Kochman, il quale scavalca in classifica il nostro portacolori facendolo diventare virtualmente il primo degli esclusi dalla zona qualificazione diretta (ad una trentina di punti dal pass). Mungai in questo momento sarebbe comunque qualificato per l’Olimpiade tramite quota continentale, estromettendo di riflesso Alice Bellandi (70 kg) dall’elenco dei ripescati. Out all’esordio nei -78 kg Giorgia Stangherlin, regolata per ippon dalla padrona di casa russa Aleksandra Babintseva.

Di seguito il riepilogo dei podi della terza giornata del Grand Slam Kazan 2021 di judo:

-78 kg F
1 Wagner (Ger)
2 Ausma (Ned)
3 Malzahn (Ger) e Turchyn (Ukr)

+78 kg F
1 Dicko (Fra)
2 Slutskaya (Blr)
3 Souza (Bra) e Altheman (Bra)

-90 kg M
1 Murao (Jpn)
2 Trippel (Ger)
3 Majdov (Srb) e Maisuradze (Geo)

-100 kg M
1 Catharina (Ned)
2 Adamian (Rus)
3 Cho (Kor) e Bilalov (Rus)

+100 kg M
1 Bashaev (Rus)
2 Silva (Bra)
3 Frey (Ger) e Moura (Bra)

Foto: IJF

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, venerdì incoraggiante per la Ferrari a Barcellona. Ora serve evitare una Portimao-bis

F1, Sebastian Vettel: “Il nostro miglior venerdì della stagione! Domani l’obiettivo è la Q3”