Ginnastica artistica, Serie A: sabato la terza tappa a Napoli, ultima gara prima degli Europei. E i pass olimpici…

Ultima gara prima degli Europei. La terza tappa della Serie A, in programma sabato 10 aprile al PalaVesuvio di Napoli, rappresenta un crocevia importante nella marcia di avviciamento alla rassegna continentale, anche perché mancano appena una decina di giorni all’inizio del primo grande appuntamento internazionale della stagione. Si gareggerà a Basilea (Svizzera) dal 21 al 25 aprile, dunque l’evento nel capoluogo campano rappresenterà una sorta di prova generale davanti alla giuria per chi indosserà i body azzurri in terra elvetica.

A maggior ragione perché le ragazze della Brixia Brescia avevano saltato la gara di due settimane fa a Siena a causa di alcune positività al Covid-19 e dunque non hanno un riscontro in pedana da circa un mese. Si preannuncia dunque grande spettacolo nella location che lo scorso autunno ospitò Final Six Scudetto e Assoluti, proprio come accadrà nei prossimi mesi. Van ricordato che questi Europei saranno individuali, dunque l’Italia potrà portare 4 ragazze e 6 uomini, il programma non prevede la prova a squadre.

L’evento, però, avrà una valenza doppia: assegnerà 4 pass (2 per sesso) per le Olimpiadi di Tokyo. Verranno messi in palio attraverso le qualifiche del concorso generale individuale, potranno aggiudicarseli soltanto quelle atlete che non erano presenti all’intero delle squadre già ammesse ai Giochi o che non hanno un biglietto nominale. L’Italia punterà tantissimo su Vanessa Ferrari e Martina Maggio: la Farfalla di Orzinuovi è tornata a competere sui quattro attrezzi, è guarita dal Covid-19 preso qualche settimana fa ed è particolarmente combattiva; la brianzola è cresciuta esponenzialmente sul giro completo e può fare benissimo.

C’è dunque attesa di rivederle in Serie A, se saranno della partita insieme alle altre Fate. Giorgia Villa e Alice D’Amato sono inserite nella lista delle convocate per gli Europei, ma non sono in lizza per un pass olimpico visto che erano in pedana quando l’Italia conquistò la medaglia di bronzo ai Mondiali 2019. Lo stesso discorso vale per il settore maschile, anche se la corsa per un pass olimpico appare più complessa: in Serie A sarà interessante vedere Nicola Bartolini e i giovani Stefano Patron e Lorenzo Minh Casali. Andranno seguiti con particolare attenzione, in ottica Europei, Carlo Macchini alla sbarra (già quarto due anni fa), Edoardo De Rosa al cavallo con maniglie, Salvatore Maresca agli anelli.

Foto LM-LPS/Filippo Tomasi

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Helmut Marko: “A Imola lotteremo alla pari con la Mercedes, per vincere serve la perfezione”

Calcio, slitta di un mese il rientro di Nicolò Zaniolo. Addio Europei 2021?