Atletica, World Relays 2021: i convocati dell’Italia. Spiccano Tortu, Jacobs, Re. Staffette per il pass olimpico

Antonio La Torre, Direttore Tecnico della Nazionale Italiana di atletica leggera, ha diramato le convocazioni per le World Relays 2021, i cosiddetti Mondiali di staffette che si disputeranno a Chorzow (Polonia) nel weekend del 1-2 maggio. La competizione metterà in palio la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2021 per quei quartetti che non l’hanno già conseguita ai Mondiali di Doha 2019.

L’Italia sara presente con 14 uomini e 16 donne. Nel gruppo della 4×100 maschile, che deve ancora conquistare il pass per i Giochi, spiccano Marcell Jacobs (Campione d’Europa sui 60 metri) e Filippo Tortu (primatista nazionale sui 100 metri e già finalista mondiale). Le due stelle saranno affiancate da Davide Manenti e Federico Cattaneo, oltre al duecentista Eseosa Desalu.

La 4×100 femminile è già ammessa a Tokyo e sarà formata da Johanelis Herrera, Gloria Hooper, Anna Bongiorni e Irene Siragusa. Pass già in tasca anche per la 4×400 maschile che sarà trascinata da Davide Re, Edoardo Scotti e Vladimir Aceti. Devono ancora qualificarsi la 4×400 femminile (spiccano Ayomide Folorunso, Raphaela Lukudo e Maria Benedicta Chigbolu) e la 4×400 mista. Di seguito i convocati dell’Italia per le World Relays 2021 di atletica leggera.

CONVOCATI ITALIA WORLD RELAYS 2021

4X100 METRI MASCHILE:
Federico Cattaneo
Eseosa Desalu
Antonio Infantino
Marcell Jacobs
Davide Manenti
Roberto Rigali
Filippo Tortu

4X100 METRI FEMMINILE:
Anna Bongiorni
Vittoria Fontana
Johanelis Herrera Abreu
Gloria Hooper
Dalia Kaddari
Chiara Melon
Irene Siragusa

4X400 METRI MASCHILE (schierabili anche in 4×400 mista):
Vladimir Aceti
Lorenzo Benati
Mattia Casarico
Brayan Lopez
Davide Re
Edoardo Scotti
Alessandro Sibilio

4X400 METRI FEMMINILE (schierabili anche in 4×400 mista):
Rebecca Borga
Mariabenedicta Chigbolu
Ayomide Folorunso
Raphaela Lukudo
Alice Mangione
Eleonora Marchiando
Petra Nardelli
Giancarla Trevisan
Virginia Troiani

Foto: Fidal/Colombo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Basket femminile, Serie A1: Ragusa batte di nuovo Empoli e approda in semifinale

Ginnastica artistica, Europei 2021: le dichiarazioni degli azzurri dopo la prova podio. Giovedì le qualificazioni