LIVE MotoGP, Test Losail day-2 in DIRETTA: gli italiani scaldano i motori in vista del Mondiale

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

11.50 Come sempre non ci sarà l’assalto alla pista. I team si prenderanno del tempo prima di iniziare il lavoro previsto per oggi.

11.48 Nella giornata di ieri sono molti i lavori svolti dalle squadre che, come sempre, non si sono soffermate solo sul giro secco. I team hanno testato parecchie soluzioni aereodinamiche in vista del Mondiale che sta per partire.

11.46 I piloti sono pronti a scendere in pista. Ricordiamo che non ci saranno interruzioni dalle 12.00 alle 19.00.

11.43 Dovrebbe tornare regolarmente in pista Stefan Bradl. Il tedesco di casa Honda è scivolato nella giornata di ieri, fortunatamente senza conseguenze.

11.40 Ducati ha firmato il best lap di giornata con l’australiano Jack Miller. Il nuovo volto ufficiale della casa di Borgo Panigale ha strappato il giro record con 80 millesimi di vantaggio sul francese Fabio Quatararo (Yamaha).

11.38 Riviviamo le immagini più spettacolari della giornata di ieri.

11.35 La classifica dei tempi di ieri

1
43
J. MILLER
1:53.183
2
20
F. QUARTARARO
+0.080
3
12
M. VIÑALES
+0.327
4
5
J. ZARCO
+0.716
5
44
P. ESPARGARO
+0.716
6
41
A. ESPARGARO
+0.788
7
36
J. MIR
+0.895
8
42
A. RINS
+0.960
9
63
F. BAGNAIA
+1.053
10
30
T. NAKAGAMI
+1.079

 

11.33 Tutto è pronto nel deserto di Losail (Qatar) per sette ore di test. La pista che sorge a pochi chilometri di Doha accoglierà il prossimo 28 marzo il primo atto stagionale.

11.30 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta Live della quarta giornata di test ufficiali della MotoGP, la penultima sessione prima del Mondiale 2021.

TEST LOSAIL: PROGRAMMA E ORARI 10-12 MARZO

LA CRONACA DEL DAY-2 

L’ANALISI DEL DAY-2

UNA MOTOGP SEMPRE PIU’ VICINA ALLA F1 PER LO SVILUPPO AERODINAMICO

VALENTINO ROSSI: “E’ STATO UN SECONDO GIORNO DI TEST DIFFICILE”

FRANCO MORBIDELLI: “SONO MOLTO CONTENTO DEL LAVORO FATTO DALLA YAMAHA”

JORGE LORENZO STUZZICA SUI SOCIAL CAL CRUTCHLOW, JACK MILLER RISPONDE

VIDEO HIGHILIGHTS DELLA SECONDA GIORNATA DI TEST A LOSAIL

VIDEO FRANCESCO BAGNAIA: “UNA GIORNATA MOLTO PRODUTTIVA”

VIDEO FABIO QUARTARARO: “HO FATTO FATICA A TROVARE IL FEELING CON LA YAMAHA, OGGI MEGLIO”

VIDEO ANALISI DELLA SECONDA GIORNATA A LOSAIL

VIDEO TANTO LAVORO A LOSAIL NEL DAY-2

VIDEO PABLO NIETO SU MARINI: “SODDISFATTO DEI TEST, C’E’ DA MIGLIORARE LA FRENATA”

VIDEO PARTENZE STILE DRAGSTER PER I PILOTI DELLA TOP-CLASS

19.03 Si chiude qui, dunque, la seconda giornata di test di Losail della MotoGP. Si tornerà in azione dal 10 al 12 marzo, per il momento non ci rimane che ringraziarvi e salutarvi. Buona serata!

19.01 LA CLASSIFICA DEL DAY-2

 

19.00 BANDIERA A SCACCHI! SI CHIUDE IL DAY-2 DEI TEST DI LOSAIL!

18.58 In casa Suzuki la sensazione è di chi non ha troppo bisogno di trovare nuove alchimie particolari. La moto è valida e si sa, i piloti non stanno forzando ma ottengono buoni tempi. Joan Mir oggi è ottavo a 575 millesimi, mentre Alex Rins è decimo a 718. Vedremo nei prossimi tre giorni di lavoro se arriveranno passi in avanti importanti.

18.56 Anche oggi bella figura per l’Aprilia di Aleix Espargarò che chiude terzo (ieri era primo) in 1:54.152 a 212 millesimi dalla vetta. La moto italiane dà conferme importanti, mentre Lorenzo Savadori sta facedno il suo rodaggio nella nuova categoria.

18.53 Buone risposte anche da casa Ducati. Jack Miller è brillante secondo a 77 millesimi dalla vetta, Johann Zarco (Pramac) è sesto a 416, Bagnaia nono a 711, mentre sta facendo esperienza Jorge Martin, 19° a 1.692. La nuova livrea sembra sposarsi bene con il motore. La GP21 sarà davvero più maneggevole rispetto alle versioni precedenti?

18.51 Ormai sono pochi i piloti in pista a meno di 10 minuti dalla fine. E’ giunto il momento di fare un bilancio di questa intensa giornata che ha chiuso la prima due-giorni di test. Davanti a tutti un ottimo Fabio Quartararo in 1:53.940 un tempo stellare che sbriciola quello dei test 2020. La M1 sembra comportarsi bene anche un tracciato poco amico come Losail. Il motore sarà finalmente quello giusto per il team di Iwata? Settimo Maverick Vinales a 455 millesimi, mentre Franco Morbidelli è quarto con la M1 del team Petronas a 213 millesimi. Molto distante Valentino Rossi, ventesimo a 1.768

18.48 Francesco Bagnaia si lancia nuovamente e piazza il record nel T1 per 38 millesimi, quindi lascia 3 decimi nel secondo settore e toglie il gas. Buoni sprazzi del piemontese con la nuova Ducati. Valentino Rossi arriva al 49° giro ma sempre su tempi altissimi.

18.45 Francesco Bagnaia si lancia e stampa due ottimi primi settori. Arriva al T2 con 224 millesimi da Quartararo, quindi 464 al T3, conclude con il tempo di 1:54.651 e sale in nona posizione a 711 millesimi dalla vetta.

18.42 Ancora un buon giro per Luca Marini, ma senza migliorare la sua precedente prestazione. Valentino Rossi di nuovo in pista, parte con 693 millesimi di ritardo al T1, quindi 1.493 al T2 e, evidentemente, non pensa al time attack.

18.39 Luca Marini si rilancia e torna di nuovo sotto i suoi migliori parziali. Conclude con il tempo di 1:55.605 e sale in 17a posizione a 1.665 da Quartararo. Suo fratello scende in 20a posizione.

18.36 Bagnaia, Rossi, Petrucci, Quartararo e Miller sono ai box. In questo momento spinge Luca Marini che fa segnare i suoi migliori parziali. Arriva al T2 con 889 millesimi da Quartararo, quindi 1.448 al T3, conclude in 1:55.935 e non migliora per un centesimo.

18.33 AGGIORNAMENTO TEMPI

1
20
F. QUARTARARO
1:53.940
2
43
J. MILLER
+0.077
3
41
A. ESPARGARO
+0.212
4
21
F. MORBIDELLI
+0.213
5
6
S. BRADL
+0.270
6
5
J. ZARCO
+0.416
7
12
M. VIÑALES
+0.455
8
36
J. MIR
+0.575
9
42
A. RINS
+0.718
10
88
M. OLIVEIRA
+0.726

18.30 Attenzione a Jack Miller! L’australiano vola nel T1 e T2 con 174 millesimi di vantaggio, quindi arriva al T3 con un solo millesimo su Quartararo e chiude in 1:54.017! Secondo a 77 millesimi dalla vetta!!

18.28 Johann Zarco spinge, segna il suo migliore T3 e scende a 1:54.212, si mette in quinta posizione a 272 millesimi da Quartararo. Che equilibrio!

18.27 Jack Miller non riesce a migliorare il suo crono precedente e toglie il gas nel T3. Vinales si rimette in cammino e torna a spingere dopo lo stop.

18.24 Fabio Quartararo prosegue nel suo time attack ma non si migliora per pochi millesimi. Ora ci prova Jack Miller che piazza il record nel T1 per 22 millesimi.

18.21 Fabio Quartararo vola in vetta!!!!!! 1:53.940!!!!!! CHE TEMPOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!1 212 millesimi su Aleix Espargarò!!

 

18.18 Valentino Rossi torna di nuovo ai box. Al momento è 18° con il tempo di 1:55.708 a 1.556 dalla prima posizione con 41 giri complessivi. Aleix Espargarò e Stefan Bradl proseguono i loro run su ottimi tempi, mentre Vinales si è fermato nel T1.

18.15 Secondo quanto riportato da CrashNet, la giornata di Joan Mir potrebbe già essere conclusa. Con il campione del mondo, quindi, ci rivedremo mercoledi con il terzo giorno di test a Losail.

18.14 Squillo di Johann Zarco che fa segnare 1:54.356 e si porta in quarta posizione a soli 204 millesimi dalla vetta. Anche la Honda del team LCR inizia a farsi vedere ai piani alti…

18.13 1:54.153 il tempo che al momento mette Morbidelli al secondo posto a un solo millesimo da Aleix Espargarò.

 

18.12 Migliora Takaaki Nakagami in 1:55.120 ma rimane 14° a 968 millesimi dalla vetta. Valentino Rossi inizia su parziali alti, seguendo Danilo Petrucci che torna in scena con la KTM.

18.09 Valentino Rossi torna in pista per l’ennesimo run della sua serata qatariota. Aleix Espargarò di nuovo in azione per confermarsi in vetta anche in questo Day-2. Jack Miller si rimette a spingere e fa segnare buoni parziali, ma non migliora il suo 1:54.367.

18.06 Continua a spingere Fabio Quartararo, di nuovo sotto i suoi migliori parziali nel T1. Il francese, tuttavia, cala nei successivi e non migliora. Come ieri, ad ogni modo, l’equilibrio regna sovrano con tutti i marchi rappresentati nella top10…

18.03 Jack Miller si rimette in sella alla sua Ducati e torna in pista. Fabio Quartararo migliora in tutti i settori e si mette in sesta posizione a 268 millesimi da Aleix Espargarò. La Yamaha continua a crescere…

18.00 AGGIORNAMENTO TEMPI A UN’ORA DALLA FINE

1
41
A. ESPARGARO
1:54.152
2
21
F. MORBIDELLI
+0.001
3
6
S. BRADL
+0.058
4
43
J. MILLER
+0.215
5
12
M. VIÑALES
+0.243
6
36
J. MIR
+0.363
7
42
A. RINS
+0.506
8
88
M. OLIVEIRA
+0.514
9
44
P. ESPARGARO
+0.521
10
5
J. ZARCO
+0.665

17.59 Ottimo giro per Franco Morbidelli che vola in seconda posizione in 1:54.153 a un solo millesimo dalla vetta! Che risposta della Yamaha Petronas!

17.57 Valentino Rossi dopo due buoni giri alza il ritmo e torna ai box. Il Dottore prosegue con run rapidissimi per comparazioni varie sulla sua M1. Francesco Bagnaia si rimette a girare, mentre tornano in scena anche Maverick Vinales e Luca Marini, attualmente 22°.

17.54 Stefan Bradl si rimette a forzare e fa segnare i suoi migliori parziali. Arriva al T2 con 203 millesimi di ritardo, quindi 316 al T3 e chiude in 1:54.210 e si porta a soli 58 millesimi da Aleix Espargarò. La Honda continua a mettere in mostra cose davvero interessanti.

17.51 Continua a spingere il Dottore, 457 millesimi al T1, 856 al T2, si presenta al terzo settore con un distacco di 1.380, quindi chiude il suo 36° giro con il crono di 1:55.773 e non si migliora per pochi centesimi.

17.48 Valentino Rossi inizia il suo giro con il migliore T2 personale a 773 millesimi, quinti 1.347 nel T3. Chiude il giro in 1:55.708 e si porta in 18a posizione a 1.556

17.45 Di nuovo in azione Valentino Rossi. Vedremo se il pesarese questa volta rimarrà in pista un po’ più a lungo per togliersi dalla 22a posizione…

17.42 Dopo tanto traffico ora la pista vede solamente 7 piloti impegnati. Vinales martella sul piede dell’1:54 alto-1:55 basso e fa vedere finalmente un ottimo ritmo per la sua M1. Alex Rins e Franco Morbidelli a loro volta lavorano sul ritmo ma con crono più alti.

17.39 Valentino Rossi è di nuovo ai box dopo appena 3 giri. Prosegue su ottimi tempi Vinales ma non migliora la sua quarta posizione. Torna in azione Pol Espargarò.

17.36 Miguel Oliveira sale in ottava posizione in 1:54.666 a 514 millesimi, mentre Maverick Vinales sale in quarta piazza in 1:54.395 a 243. Bel giro per lo spagnolo che inizia a fare sul serio.

17.33 Valentino Rossi passa la boa del 30° giro, mentre Stefan Bradl fa segnare i suoi migliori parziali e va a segnare un 1:54.342 e sale in seconda posizione a 190 millesimi da Aleix Espargarò! Enea Bastianini cresce in 1:55.486 a 1.334. Maverick Vinales lima qualcosa e si mette a 619 millesimi.

17.30 AGGIORNAMENTO TEMPI A 1:30 DALLA FINE

1
41
A. ESPARGARO
1:54.152
2
43
J. MILLER
+0.215
3
36
J. MIR
+0.363
4
21
F. MORBIDELLI
+0.433
5
42
A. RINS
+0.506
6
6
S. BRADL
+0.506
7
44
P. ESPARGARO
+0.521
8
12
M. VIÑALES
+0.622
9
5
J. ZARCO
+0.665
10
63
F. BAGNAIA
+0.705

17.27 In questo momento grande traffico in pista con quasi tutti i piloti in azione. Valentino Rossi continua a procedere su tempi alti, mentre Aleix Espargarò, Jack Miller e Franco Morbidelli sono in pista.

17.24 Valentino Rossi inizia il suo primo giro lanciato con 1.386 di ritardo nel T1. Il pilota di Tavullia continua a lavorare senza pensare al giro secco.

17.21 Riecco Valentino Rossi! Il “Dottore” si rivede sul tracciato di Losail e inizia il suo 27° giro.

17.18 Johann Zarco si mette in nona posizione in 1:54.817 con 665 millesimi di distacco dalla vetta. Di nuovo in azione Maverick Vinales e Brad Binder.

17.15 Joan Mir stampa subito il terzo crono in 1:54.515 e si mette a 363 millesimi da Aleix Espargarò. Intanto guardiamo un po’ più da vicino la sua Suzuki…

 

17.12 Vediamo in azione Stefan Bradl con la sua Honda del team Repsol, quella che tornerà nelle mani di Marc Marquez.

 

17.09 Valentino Rossi rimane ancora fermo ai box, mentre prosegue Franco Morbidelli. L’italo-brasiliano è a 433 millesimi ma ora pensa solo al passo. Di nuovo al lavoro Enea Bastianini, Johann Zarco e Joan Mir.

17.06 Torna in pista Aleix Espargarò e lo spagnolo piazza subito il record nel T1 per 97 millesimi, quindi 112 al T2. Arriva al terzo settore con 288! Vola il catalano che chiude in 1:54.152 e sale al comando con 215 millesimi su Miller!

17.03 Jack Miller con il suo 1:54.367 è già più veloce del miglior tempo dei test 2020, 1’54″462 di Ales Rins.

17.00 AGGIORNAMENTO TEMPI DAY-2 

1
43
J. MILLER
1:54.367
2
21
F. MORBIDELLI
+0.218
3
42
A. RINS
+0.291
4
6
S. BRADL
+0.291
5
44
P. ESPARGARO
+0.306
6
36
J. MIR
+0.321
7
41
A. ESPARGARO
+0.327
8
12
M. VIÑALES
+0.407
9
63
F. BAGNAIA
+0.490
10
20
F. QUARTARARO
+0.503

16.56 Siamo ormai giunti alle 2 ore dalla conclusione. Il riepilogo in casa Ducati, con Miller davanti a tutti.

 

16.53 Danilo Petrucci migliora e si porta in 16a posizione in 1:55.795 a 1.428 da Miller. Fabio Quartararo chiude un giro in 1:55.510 e non migliora, mentre Alex Rins ci riesce e stampa 1:54.658 e si porta in quarta posizione a 291 millesimi da Miller.

16.50 Franco Morbidelli chiude un altro giro in 1:55.998, il suo 33°. Il vice-campione 2020 prosegue a lavorare sul passo. Alex Rins sale al decimo posto in 1:54.981, mentre Danilo Petrucci apre il suo 39° giro con il suo miglior T1.

16.47 Ed ecco di nuovo in pista anche Danilo Petrucci con la KTM del team Tech3 e Fabio Quartararo con la Yamaha ufficiale. Vedremo come si svilupperà questo loro run.

16.44 Al momento sono una manciata i piloti in pista e tutti su tempi poco indicativi. Anche Morbidelli, per esempio, viaggia ad andatura davvero tranquilla, in evidente lavoro di comparazione. Torna in azione Pol Espargarò con la Honda del team Repsol, attualmente quarto in 1:54.673 a 306 millesimi dalla vetta.

16.41 Nel frattempo ha parlato a motorsport.com il nostro Lorenzo Savadori. Per il nuovo pilota Aprilia ecco le prime impressioni: “Sono andato abbastanza bene, non sono fisicamente al 100%, perché mi sono infortunato alla spalla prima dei test di Jerez. La moto però lavora bene, passo dopo passo miglioro il feeling con la moto. Inoltre ho bisogno di capire bene la categoria e le gomme, oltre ad imparare dal mio compagno di squadra Aleix, che è molto rapido. Questo è il primo test della stagione e l’obiettivo è migliorare il feeling. Ovviamente sviluppiamo la moto ad ogni sessione sia con me sia con Aleix. Ovviamente lui è il primo pilota, ma io provo ad avvicinarmi a lui”.

16.38 Anche Franco Morbidellli torna in azione. Il pilota romano è fermo al suo 1:54.585 e 29 giri totali. Al momento il gap nei confronti di Valentino Rossi è davvero ampio.

16.35 Jack Miller dopo questa sfuriata torna ai box, mentre escono Stefan Bradl e Luca Marini.

16.33 Alcune immagini del duo Yamaha Petronas. Franco Morbidelli al momento è secondo a 218 millesimi da Miller, mentre Rossi è 19° a 1.624.

 


16.31 Nel frattempo Joan Mir migliora e sale in quarta posizione con il tempo di 1:54.688 a 321 millesimi dalla vetta. Lo spagnolo prosegue con il suo 36° giro

16.29 Prosegue il forcing di Miller che fa segnare il record nel T1 per 35 millesimi, quindi 36 al T2, nel T3 cala leggermente e chiude in 1:54.367 limando altri 20 millesimi

16.26: Come previsto, Miller si porta a condurre con il tempo di 1’54″387 e un margine di 0″198 su Morbidelli e di 0″271 su Bradl. Marini, nel frattempo, si porta in 17ma posizione con la Ducati Sky VR46 Avintia e Valentino Rossi è 19° a 1″604.

16.25: SUPER MORBIDELLIII!!! 1’54″585 per il centauro della Yamaha Petronas che si porta in vetta con 73 millesimi di vantaggio su Bradl e 88 su Pol Espargaro. Attenzione però a Jack Miller, velocissimo con la Ducati ufficiale.

16.23: MORBIDELLI!!! Il centauro della Yamaha dà un bello scossone alla classifica e si porta in seconda posizione a 13 millesimi da Bradl, mettendosi nel panino Honda.

16.19: Per quanto concerne il campione del mondo Joan Mir, attualmente sesto a 0″312, il lavoro dello spagnolo si è di molto concentrato sull’elettronica nel primo giorno e la messa a spunto sulla nuova moto di Hamamatsu continua.

16.16: Il duo Honda continua a rimanere in vetta con il collaudatore Bradl (1’54″658) davanti di 15 millesimi a Pol Espargaro. A seguire l’Aprilia di Aleix Espargaro a 0″036, la prima delle Yamaha di Maverick Vinales (+0″116) e Francesco “Pecco” Bagnaia (+0″199). Valentino Rossi è 18° a 1″133, con 25 giri all’attivo.

16.12: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

1
6
S. BRADL
1:54.658
2
44
P. ESPARGARO
+0.015
3
41
A. ESPARGARO
+0.036
4
12
M. VIÑALES
+0.116
5
63
F. BAGNAIA
+0.199
6
36
J. MIR
+0.312
7
21
F. MORBIDELLI
+0.468
8
30
T. NAKAGAMI
+0.522
9
5
J. ZARCO
+0.529
10
88
M. OLIVEIRA
+0.616

 

16.09: 1’55″082 per Pol Espargaró che non migliora il proprio riferimento ed è sempre a 15 millesimi da Bradl.

16.07: I due fratelli Espargaró veloci in queste fasi, ma dopo aver siglato dei caschi rossi nei primi intertempi, non hanno migliorato il loro crono.

16.03: Per quanto riguarda la Ducati, da notare il nuovo o codone con smorzatore inerziale, le linee sono più affusolate e le dimensioni più compatte per la terza generazione della cosiddetta “salad box”.

16.00: Bagnaia risale ancora la china ed è quinto a 0″199 dal vertice, portando il proprio limite a 1’54″857.

15.58: Bagnaia migliora il proprio crono ed è settimo con la Ducati ufficiale a 0″517 dalla vetta.

15.56: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

1
6
S. BRADL
1:54.658
2
44
P. ESPARGARO
+0.015
3
41
A. ESPARGARO
+0.036
4
12
M. VIÑALES
+0.116
5
36
J. MIR
+0.312
6
21
F. MORBIDELLI
+0.468
7
5
J. ZARCO
+0.529
8
88
M. OLIVEIRA
+0.616
9
20
F. QUARTARARO
+0.654
10
42
A. RINS
+0.727

 

15.53: Ci sono delle variazioni nella parte bassa della classifica con Bastianini che si porta in 11ma posizione con la sua Ducati Avintia a 0″854. In tutto questo Valentino Rossi è 17°.

15.50: Honda che quindi comanda con Bradl ed Pol Espargaró e il lavoro della Casa di Tokyo non è stato: il pilota tedesco ha provato un nuovo telaio senza l’inserto in carbonio per migliorare la guidabilità.

15.47: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato: da considerare l’inserimento del campione del mondo della Suzuki Joan Mir a 0″312 dalla vetta.

1
6
S. BRADL
1:54.658
2
44
P. ESPARGARO
+0.015
3
41
A. ESPARGARO
+0.036
4
12
M. VIÑALES
+0.116
5
36
J. MIR
+0.312
6
21
F. MORBIDELLI
+0.468
7
5
J. ZARCO
+0.529
8
88
M. OLIVEIRA
+0.616
9
20
F. QUARTARARO
+0.654
10
63
F. BAGNAIA
+0.902

15.44: Stefan Bradl ha montato il nuovo telaio che ieri era sulla moto tutta nera. Si nota la differenza dal vecchio per l’assenza dell’inserto in carbonio.

15.43: Pochi giri per Valentino Rossi su tempi lenti, prove comparative per lui.

15.41: Migliora Maverick Vinales il proprio tempo, ma è sempre quarto, a 0″116 dalla vetta.

15.38: In pista Valentino Rossi che riprende il proprio lavoro, nel frattempo Pol Espargaro si porta in seconda posizione a 15 millesimi da Bradl e sono due le Honda a comandare.

15.35: Anche la KTM come Aprilia, Ducati e Honda, oltre all’abbassatore posteriore ha sviluppato un sistema per bloccare la forcella. L’obiettivo è fermare la forcella nel punto di massima compressione, così che, allo start, la moto sia abbassata sia all’anteriore sia al posteriore (fonte: Sky Sport).

15.32: Da segnalare scivolate senza conseguenze per Martín e Alex Marquez, per entrambi si tratta della secondo caduta. Il vento disturba ancora i piloti, come riferisce Sky Sport.

15.30: Si nascondono al momento le due Suzuki: lo spagnolo Alex Rins è 11° a 0″980 dalla vetta, mentre il campione del mondo Joan Mir è solo 16° a 1″413. Ovviamente, dipende dal lavoro che si sta facendo.

15.27: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

1
6
S. BRADL
1:54.658
2
41
A. ESPARGARO
+0.036
3
12
M. VIÑALES
+0.187
4
21
F. MORBIDELLI
+0.468
5
5
J. ZARCO
+0.529
6
88
M. OLIVEIRA
+0.616
7
20
F. QUARTARARO
+0.654
8
44
P. ESPARGARO
+0.885
9
63
F. BAGNAIA
+0.902
10
43
J. MILLER
+0.952

 

15.23: Vinales non migliora il proprio riferimento e sigla un tempo di 1’54″989 ed è terzo, mentre Binder con la KTM scavalca Valentino Rossi ed è 13° con la KTM a 1″310.

15.21: Aleix Espargaró migliora il proprio limite e si porta in seconda posizione a 36 millesimi da Brad, in pista anche Vinales che sta spingendo forte.

15.17: Valentino Rossi rientra ai box, mentre Aleix Espargaró con l’Aprilia migliora il proprio riscontro portandosi a 0″396 in terza piazza, scavalcando Morbidelli 4°.

15.13: Veloce con la Ducati Pramac Zarco che si porta in quarta posizione a 0″529 dalla Honda di Bradl, mentre Valentino Rossi non migliora il proprio tempo in questa tornata.

15.11: Miglior Pol Espargaró con la Honda ed ora lo spagnolo è settimo a 0″885 da compagno di marca Bradl, mentre Valentino Rossi sale in 12ma posizione a 1″333 dal vertice.

15.05: Da notare il casco rosso acceso dall’australiano Jack Miller con la Ducati nel primo settore, ma poi Jack non si è migliorato nei restanti settori, rimanendo in ottava posizione a 0″952 dalla vetta. Torna in pista Valentino Rossi.

15.03: Bradl che sta provando tantissimo materiale per migliorare il comportamento in curva della RC213V, aspetto critico l’anno passato.

15.00: Stefan Bradl con la Honda stupisce e si porta avanti con 187 millesimi di vantaggio su Vinales e 0″468 su Morbidelli. Valentino Rossi è 16° a 1″635.

1
6
S. BRADL
1:54.658
2
12
M. VIÑALES
+0.187
3
21
F. MORBIDELLI
+0.468
4
88
M. OLIVEIRA
+0.616
5
20
F. QUARTARARO
+0.654
6
41
A. ESPARGARO
+0.875
7
63
F. BAGNAIA
+0.902
8
43
J. MILLER
+0.952
9
44
P. ESPARGARO
+1.006
10
42
A. RINS
+1.032

 

14.58: Da segnalare l’inserimento di Stefan Bradl e di Miguel Oliveria in questi ultimi minuti: Bradl con la Honda si è portato a 89 millesimi dal crono di Vinales, mentre il portoghese della KTM è quartoa a 0″429. Valentino Rossi è 16° a 1″448.

14.57: Ducati, così come Honda, sta sviluppando anche il blocco della forcella stile motocross già presente su Aprilia e Suzuki. L’obiettivo è bloccare la moto davanti e dietro in partenza, evitando impennamenti e garantendo massima stabilità in partenza a full gas.

14.54: In casa Ducati sono state tante le novità che si sono notate: nuova carena con convogliatore flusso posizionato nella parte bassa, di fronte alla gomma anteriore. In pratica è un terzo profilo aerodinamico, dopo le ali sul cupolino e quelle sulle fiancate. Un accorgimento che ha già fatto storcere il naso a qualcuno.

14.50: Momento di stasi nei test a Losail. Le squadre sono a lavoro per raccogliere i dati e sfruttare il tempo a disposizione per dare seguito allo sviluppo delle moto.

14.46: Migliora il proprio tempo Danilo Petrucci che è 14° con la KTM del Team Tech3 a 1″549 dal vertice, immediatamente alle spalle di Valentino Rossi.

14.43: Lavoro simile agli ufficiali per Valentino Rossi, con moto 2020 e una più aggiornata, ha provato anche dei copri serbatoio diversi per migliorare ergonomia. Giornata dedicata all’ambientamento con team per il day-1. Oggi vedremo qualcosa di diverso.

14.41: Nella top-10 si inserisce anche il collaudatore della Yamaha Stefan Bradl, decimo a 1″181 dal vertice.

14.39: Secondo quanto riferito da Sky Sport, Vinales e Quartararo hanno una moto 2020 e una con delle novità 2021, grande concentrazione soprattutto per forcellone in carbonio. Ci sono anche un telaio nuovo e verrà provata anche una nuova carena.

14.37: Sono dunque tre le Yamaha a comandare in questo momento dei test: Vinales con il crono di 1’54″845 guida le fila con 281 millesimi di vantaggio su Morbidelli e 467 su Quartararo. Valentino Rossi è 11° a 1″448 dal vertice.

14.34: Di seguito la classifica aggiornata:

1
12
M. VIÑALES
1:54.845
2
21
F. MORBIDELLI
+0.281
3
20
F. QUARTARARO
+0.467
4
41
A. ESPARGARO
+0.688
5
63
F. BAGNAIA
+0.715
6
43
J. MILLER
+0.765
7
44
P. ESPARGARO
+0.819
8
5
J. ZARCO
+0.951
9
73
A. MARQUEZ
+1.169
10
36
J. MIR
+1.226

14.32: Valentino Rossi torna ai box ed è attualmente in 11ma posizione a 1″448 dalla vetta, mentre Quartararo migliora il proprio limited è terzo a 0″467, preceduto anche da Morbidelli che è migliorato portandosi a 0″281 da Vinales.

14.28: Migliora Valentino Rossi con il crono di 1’56″293 ed è undicesimo a 1″448 dalla vetta. Si inserisce nella top-10, con l’altra M1 ufficiale, Quartararo (ottavo a 1″179).

14.25: Valentino Rossi migliora il proprio crono ed ora è 13° a 1″825 da Vinales, preceduto da Danilo Petrucci con la KTM Tech3.

14.23: Valentino Rossi realizza il crono di 1’57″287 ed è 15°. Sul tracciato anche Enea Bastianini con la Ducati Avintia Esponsorama in 13ma posizione, mentre Luca Marini è 19° con la Ducati Sky VR46 Avintia

14.22: 1’58″705 per Valentino Rossi che inizia così il proprio lavoro, attestandosi in 18ma piazza, ma siamo solo all’inizio.

14.20: Sul tracciato Valentino Rossi che così inizia il proprio lavoro.

14.18: Di seguito la classifica aggiornata:

1
12
M. VIÑALES
1:54.845
2
21
F. MORBIDELLI
+0.281
3
41
A. ESPARGARO
+0.688
4
63
F. BAGNAIA
+0.715
5
43
J. MILLER
+0.765
6
44
P. ESPARGARO
+0.819
7
5
J. ZARCO
+0.951
8
36
J. MIR
+1.229
9
30
T. NAKAGAMI
+1.612
10
27
I. LECUONA
+1.679

14.15: Si fa vedere anche l’australiano Jack Miller, sull’altra Ducati: 1’55″940 per l’aussie a 1″095 dalla vetta.

14.13: Morbidelli migliora il proprio crono ed ora è seconod a 0″365 da Vinales, mentre è terzo Aleix Espargaro con l’Aprila a 0″688 dalla vetta. Valentino Rossi ancora fermo ai box.

14.10: Vinales migliora il proprio tempo ed abbatte il muro dell’1’55”: 1’54″845 con 715 millesimi di vantaggio su Bagnaia e 951 su Zarco. Morbidelli ha iniziato il proprio lavoro e il centauro italiano è settimo a 1″599.

14.07: Pol Espargarò che ieri ha girato con l’ultima versione della Honda 2020, mentre Bradl ha lavorato anche con la moto con il telaio 2021.

14.05: Bagnaia è rientrato ai box, mentre in pista c’è il campione del mondo Joan Mir con la Suzuki che con il crono di 1’56″074 è quinto a 0″887, preceduto dalla Honda di Pol Espargaró (+0″726).

14.03: Vinales si prende la vetta con il crono di 1’55″187 a precedere di 373 millesimi Bagnaia e di 609 Zarco. Morbidelli e Valentino Rossi ancora ai box.

14.01: Velocissimo Bagnaia: il ducatista, alla quarta tornata, si porta al comando con il crono di 1’55″560 con la Rossa ufficiale, ma attenzione alla Yamaha di Maverick Vinales molto veloce nei primi due settori della pista.

13.58 La classifica aggiornata dopo due ore di test ufficiali:

1
5
J. ZARCO
1:55.796
2
44
P. ESPARGARO
+0.117
3
30
T. NAKAGAMI
+0.661
4
27
I. LECUONA
+0.728
5
33
B. BINDER
+1.029
6
9
D. PETRUCCI
+1.225
7
36
J. MIR
+1.305
8
26
D. PEDROSA
+1.877
9
51
M. PIRRO
+2.099
10
81
Y. TEST1
+2.686

 

13.55 Francesco Bagnaia prende la via del tracciato. Il nuovo volto ufficiale di Ducati si appresta a dare spettacolo dopo le ottime prestazioni del 2020.

13.53 Immagini da Losail:

13.50 Maverick Vinales torna ai box. Lo spagnolo ha completato 3 giri, ma non ha ancora registrato un passaggio sulla linea del traguardo.

13.48 Ottima prestazione di Pol Espargarò (Honda) che si porta a tre millesimi da Johann Zarco (Ducati), leader della graduatoria.

13.47 L’iberico Maverick Vinales torna in scena. Attendiamo il francese Fabio Quartararo ed i due alfieri di Petronas: Valentino Rossi e Franco Morbidelli.

13.44 La classifica aggiornata:

1
5
J. ZARCO
1:55.910
2
44
P. ESPARGARO
+0.003
3
33
B. BINDER
+0.915
4
9
D. PETRUCCI
+1.111
5
36
J. MIR
+1.191
6
26
D. PEDROSA
+1.763
7
51
M. PIRRO
+1.985
8
27
I. LECUONA
+2.177
9
81
Y. TEST1
+2.572
10
85
T. TSUDA
+3.000

 

13.42 Dopo Pol Espargarò, il giapponese Takaaki Nakagami (Honda LCR) si lancia per il primo giro cronometrato.

13.40 L’iberico Iker Lecuona (KTM) inizia la seconda giornata di test, mentre Johann Zarco (Ducati)  continua il proprio lavoro con dei parziali molto interessanti.

13.38 Dopo oltre 90 minuti anche Honda accende i motori. Lo spagnolo Pol Espargarò esce dalla corsia dei box con la moto ufficiale.

13.36 Il sudafricano Brad Binder (KTM) scende in pista. Il vincitore del GP di Repubblica Ceca 2021 inizia il proprio lavoro.

13.34 Al momento siamo a circa due secondi dal best lap di ieri dello spagnolo Aleix Espargarò (Aprilia/Gresini).

13.32 Per due millesimi Petrucci strappa a Mir il secondo posto in classifica. La KTM insegue la Ducati di Zarco.

13.30 La classifica aggiornata dei tempi:

1
5
J. ZARCO
1:56.264
2
36
J. MIR
+0.872
3
9
D. PETRUCCI
+0.893
4
51
M. PIRRO
+1.631
5
26
D. PEDROSA
+2.026
6
85
T. TSUDA
+2.646
7
81
Y. TEST1
+2.782
NC
6
S. BRADL
NC
10
L. MARINI
NC
12
M. VIÑALES

 

13.27 Torna in pista Petrucci, terzo in classifica con la KTM del Team Tech 3.

13.25 Joan Mir passa al secondo posto davanti a Danilo Petrucci, Michele Pirro e Dani Pedrosa. Il campione del mondo della Suzuki paga 8 decimi da Johann Zarco.

13.24 Danilo Petrucci è stato il primo italiano a scendere in pista oggi

13.22 Quinto crono per Mir che continua a migliorarsi. Attendiamo il riferimento di Vinales, mentre Zarco mantiene la leadership della graduatoria.

13.21 Gli spagnoli Maverick Vinales (Yamaha) e Joan Mir (Suzuki) prendono la via della pista. Si inizia a fare sul serio a Losail!

13.20 Nuovo leader a Losail! Petrucci cede a Zarco il miglior crono della sessione in 1.56.264.

13.17 Zarco strappa il secondo crono di giornata. La Ducati #5 continua a migliorarsi nei primi due intertempi.

13.15 La classifica aggiornata dei tempi:

1
9
D. PETRUCCI
1:57.480
2
51
M. PIRRO
+0.443
3
26
D. PEDROSA
+0.810
4
85
T. TSUDA
+1.430
5
81
Y. TEST1
+1.566

 

13.13 Johann Zarco (Ducati/Pramac) accende il motore. Il francese inizia l’attività nel deserto di Doha, unico tracciato ad ospitare un GP in notturna.

13.10 Anche Honda Racing si prepara a scendere in pista

13.07 Terzo passaggio record per Petrucci! Nuovo best lap per l’alfiere di KTM in 1.57.480.

13.05 Dopo un giro lento, Petrucci continua il proprio lavoro con un nuovo primato. La KTM #9 firma il crono di 1.57.669.

13.02 Petrucci è il nuovo leader del gruppo! 1.57.993 è il best lap di questa sessione dopo 60 minuti.

13.00 Danilo Petrucci scende in pista. Il nuovo volto di KTM  sta prendendo confidenza con la compagine austriaca dopo l’esperienza con Ducati.

12.57 Dopo un’ora di attività a Losail sono solo quattro le moto che sono scese in pista. Honda è l’unico costruttore che non ha ancora girato. KTM svetta con Pedrosa davanti alla Ducati di Michele Pirro.

12.55 Michele Pirro torna in pista. Il pilota Ducati ha al momento il secondo tempo assoluto.

12.53 Luca Marini si prepara a scendere in pista per il terzo giorno di attività con la Ducati dell’Esponsorama Racing.

12.50 Franco Morbidelli, settimo ieri, è stato il migliore degli italiani. L’italiano di casa Petronas si prepara a dare spettacolo questa stagione dopo le ottime performance del 2020.

12.47 Gli unici riferimenti che segnaliamo dopo quasi 60 minuti.

1
26
D. PEDROSA
1:58.290
2
51
M. PIRRO
+0.623
3
81
Y. TEST1
+0.756
4
85
T. TSUDA
+1.012

 

12.45 Dani Pedrosa sale al comando della classifica dei tempi. Lo spagnolo firma il crono di 1.58.290.

12.42 A Losail (Qatar) manca all’appello lo spagnolo Marc Marquez. Il pluricampione di Honda sta ancora recuperando dall’infortunio che gli ha sottratto la possibilità di gareggiare nel 2020.

12.39 Dani Pedrosa scende in pista. Lo spagnolo di casa KTM inizia il programma di test.

12.35  Sono molti i cambi di livrea per il 2021. Le squadre hanno optato per dei colori alternativi per il Mondiale che ci apprestiamo a vivere.

12.32 Sono solo tre i tempi cronometrati registrati fino ad ora. Le squadre si preparano a scendere in pista per il proprio programma. Ieri molti hanno preferito lavorare sul passo gara.

12.31 Come accaduto ieri, i test odierni non presentano una pausa. Si continuerà senza sosta dalle 12.00 alle 19.00.

12.28 Francesco Bagnaia è pronto a scendere in pista per il secondo giorno con la Ducati ufficiale. Ricordiamo la promozione dell’italiano dal team Pramac alla squadra di punta della casa di Borgo Panigale.

12.26 Tutti i piloti sono rientrati in pit lane. Non ci sono moto lungo il circuito di Losail.

12.23 La prima moto test di Yamaha firma il secondo tempo assoluto. Il nome del pilota non compare nella lista dei tempi.

12.20 Il Mondiale 2021 tornerà in Italia in due occasioni. Il Mugello rientra nel calendario dopo le difficoltà della passata stagione, mentre a settembre è confermato l’appuntamento al Misano World Circuit Marco Simoncelli.

12.18 Aspettano i protagonisti a scendere in pista. Michele Pirro (Ducati) e Takuya Tsuda (Suzuki) sono gli unici che hanno effettuato almeno un giro cronometrato.

12.15 Luca Marini ed Enea Bastianini, nuovi volti di casa Esponsorama (Ducati), hanno mostrato la loro soddisfazione al termine della giornata di ieri. I due centauri sono pronti a continuare il lavoro previsto in vista del 28 marzo, data dell’inizio della stagione.

12.13 Vediamo chi sarà il primo centauro ufficiale a scendere in pista. Ieri fu Pol Espargarò (Honda) a varcare la linea rossa del box per prendere la via della pista. Al momento sono due le moto lungo i cinque chilometri del circuito di Losail.

12.10 La Ducati di Pirro è la prima moto ad abbattere il muro dei due minuti. Continua il lavoro di Suzuki con Tsuda.

12.08 Michele Pirro, alfiere di Ducati, esce dalla corsia dei box. L’italiano porta in pista la moto di Borgo Panigale, casa iscritta con due squadre private oltre alla realtà ufficiale.

12.07 Il giapponese di casa Suzuki firma il crono di 2:02.73, il primo riferimento di giornata. Nella giornata di ieri i piloti ufficiali sono entrati dopo oltre due ore.

12.04 Takuya Tsuda, pilota di riferimento per Suzuki, entra in pista per primo. Attendiamo i primi parziali.

12.02 Sono sette le ore a disposizione per i protagonisti del Motomondiale e per i collaudatori. Si accendono i motori nell’autodromo che sorge vicino a Doha.

12.00 Bandiera verde! Inizia l’attività a Losail.

11.57 Riviviamo le immagini dell’attività di ieri

11.55 Mancano cinque minuti al semaforo verde. I protagonisti si preparano per la seconda delle quattro sessioni previste. Ricordiamo settimana prossima due nuovi turni, gli ultimi prima del via del campionato.

11.52 Aleix Espargarò (Aprilia/Gresini) è stato il migliore nella giornata di ieri. Lo spagnolo ha preceduto il tedesco Stefan Bradl (Honda), autore del best lap venerdì pomeriggio.

11.50 Terzo posto ieri per il campione del mondo 2020 Joan Mir. Il pilota Suzuki si prepara a difendere il titolo con la casa giapponese.

11.47 Nel test riservato ai rookie e nelle ore di ieri il vento ha dato fastidio a molti protagonisti. Ci auguriamo che oggi la condizione sia migliore.

11.45 Primi giri ieri per lo spagnolo Alex Marquez con Honda LCR. Il fratello di Marc inizia l’avventura con la compagine monegasca dopo l’esperienza con la casa ufficiale.

11.43 Valentino Rossi ha lavorato sul passo nella giornata di ieri. L’alfiere di casa Petronas (Yamaha) è pronto ad una nuova giornata di lavoro con la nuova squadra.

11.40 La Ducati ci regala alcune immagini della giornata di ieri. Il nostro Francesco Bagnaia e l’australiano Jack Miller prendono confidenza con la moto ufficiale dopo l’esperienza con Pramac

11.37 La classifica dei tempi della giornata di ieri:

1 ESPARGARO, Aleix 1:54.687 42 / 57
2 BRADL, Stefan 1:54.943 0.256 0.256 45 / 54
3 MIR, Joan 1:54.980 0.293 0.037 33 / 45
4 MILLER, Jack 1:55.022 0.335 0.042 44 / 54
5 OLIVEIRA, Miguel 1:55.084 0.397 0.062 57 / 59
6 ZARCO, Johann 1:55.110 0.423 0.026 49 / 54
7 MORBIDELLI, Franco 1:55.174 0.487 0.064 47 / 61
8 RINS, Alex 1:55.198 0.511 0.024 29 / 46
9 VIÑALES, Maverick 1:55.259 0.572 0.061 33 / 51
10 MARQUEZ, Alex 1:55.278 0.591 0.019 39 / 48
11 NAKAGAMI, Takaaki 1:55.467 0.780 0.189 45 / 58
12 BINDER, Brad 1:55.535 0.848 0.068 40 / 52
13 BAGNAIA, Francesco 1:55.572 0.885 0.037 41 / 50
14 ROSSI, Valentino 1:55.584 0.897 0.012 45 / 54
15 QUARTARARO, Fabio 1:55.707 1.020 0.123 35 / 69
16 TEST2, Yamaha 1:55.807 1.120 0.100 15 / 20
17 ESPARGARO, Pol 1:55.878 1.191 0.071 52 / 68
18 MARTIN, Jorge 1:56.147 1.460 0.269 26 / 37
19 SAVADORI, Lorenzo 1:56.511 1.824 0.364 41 / 42
20 BASTIANINI, Enea 1:56.593 1.906 0.082 34 / 51
21 TEST1, Yamaha 1:56.641 1.954 0.048 29 / 37
22 LECUONA, Iker 1:56.920 2.233 0.279 50 / 55
23 PETRUCCI, Danilo 1:56.989 2.302 0.069 59 / 60
24 MARINI, Luca 1:57.335 2.648 0.346 25 / 49
25 GUINTOLI, Sylvain 1:57.460 2.773 0.125 41 / 51
26 PEDROSA, Dani 1:57.617 2.930 0.157 14 / 48
27 TEST3, Yamaha 1:58.696 4.009 1.079 22 / 23
28 PIRRO, Michele 1:58.917 4.230 0.221 16 / 16
29 TSUDA, Takuya 1:59.693 5.006 0.776 26 / 26

 

11.35 Il circuito scelto dagli organizzatori per questi test è il medesimo che ospiterà le prime due tappe del Mondiale. Nel deserto arabo si dovrebbe svolgere l’unico doubleheader della stagioni.

11.32 Tutto è pronto a Losail (Qatar) per il secondo turno di prove per tutti i protagonisti del Motomondiale. Sono sette le ore a disposizione per i piloti che ieri hanno potuto effettuare i primi chilometri sulle nuove moto.

11.30 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta Live della seconda giornata di test ufficiali della MotoGP. Tra 30 minuti si parte!

Il programma dei Test Losail MotoGP (7 marzo)La presentazione della seconda giornataCronaca primo giorno

VALENTINO ROSSI: “SONO GASATO, IL PASSO E’ BUONO”

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della seconda giornata dei test collettivi ufficiali pre-stagionali della MotoGP a Losail, in Qatar. Grande curiosità per vedere nuovamente all’opera i protagonisti della classe regina in sella alle nuove moto, in preparazione del primo Gran Premio stagionale (26-28 marzo) ed in generale del Motomondiale 2021. Il circuito di Losail sarà teatro anche quest’oggi di una sessione molto importante di prove, mentre la seconda finestra di test andrà in scena sempre in Qatar dal 10 al 12 marzo.

Fari puntati in casa Italia sulla nuova coppia Yamaha Petronas formata da Valentino Rossi e Franco Morbidelli, entrambi a caccia di riscontri positivi specialmente sul passo con le rispettive M1 dopo una prima giornata sperimentale. Aprilia chiamata a confermarsi ad alti livelli dopo il brillante miglior tempo assoluto firmato nel day-1 da Aleix Espargarò, ma sinora è stato l’equilibrio a regnare sovrano almeno nelle prime 7 ore di attività in pista dell’anno per tutti i team della top class. Da valutare anche il processo di adattamento alla nuova categoria da parte dei rookie Jorge Martin, Enea Bastianini e Luca Marini, tutti alla guida di una Ducati in questi primi giorni della carriera con la MotoGP.

Il programma dei test di Losail prosegue quindi quest’oggi con la seconda giornata di prove ufficiali riservate ai piloti titolari, mentre per i debuttanti ed i collaudatori si tratta del terzo giorno di lavoro in Qatar. OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE testuale dell’evento con aggiornamenti in tempo reale. Si comincia alle ore 12.00 italiane e si andrà avanti fino alle 19.00: buon divertimento!

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Maverick Vinales: “Sono piuttosto sorpreso”

MotoGP, Marc Marquez come sta? Il ritorno in gara sembra ancora lontano