Tennis, WTA Abu Dhabi 2021: la finale sarà tra Sabalenka e Kudermetova

Anche nel 2021 non si ferma la striscia positiva di Aryna Sabalenka. La bielorussa ha conquistato l’accesso alla finale del torneo WTA di Abu Dhabi, la terza consecutiva se si contano anche quelle di Ostrava e Linz della fine dello scorso anno (entrambe vinte). Per Sabalenka è arrivata la quattordicesima vittoria, dopo aver superato la greca Maria Sakkari in due set con il punteggio di 6-3 6-2 dopo poco più di un’ora.

Un primo set totalmente dominato da Sabalenka, che si porta sul 5-1 con doppio break di vantaggio. La greca riesce a recuperare fino al 5-3, ma alla fine deve cedere per 6-3. Nel secondo set l’equilibrio regge fino ad un lunghissimo quinto game, dove Sabalenka riesce a strappare il servizio all’avversaria. Nuovo break della bielorussa, che chiude il set per 6-2 ed accede alla finale.

Adesso nell’ultimo atto del torneo la numero dieci del mondo affronterà la russa Veronika Kudermetova, che ha sconfitto l’ucraina Marta Kostyuk in due set con il punteggio di 7-6 6-4 dopo un’ora e quarantacinque minuti di gioco. Si tratta della seconda finale della carriera per la numero 46 della classifica mondiale, dopo quella raggiunta e vinta a Guadalajara nel marzo 2019.

Partita molto combattuta con Kosytuk che si è portata sul 3-1, ma con la reazione di Kudermetova, che si è trovata a servire sul 5-4 per il primo set. L’ucraina, però, ha trovato il controbreak, portando la prima frazione al tie-break, poi vinto dalla russa per 10-8. Nel secondo set Kudermetova trova subito il break in apertura, ma Kostyuk ottiene il controbreak nel settimo gioco. La russa va nuovamente avanti sul 4-2, ma nel nono gioco nuovamente l’ucraina riesce a strapparle il servizio. Nel decimo game altro break di Kudermetova, che vince per 6-4.

 

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pattinaggio artistico, prosegue il lavoro in vista dei Mondiali. Gli organizzatori: “Al momento nessuna minaccia di cancellazione”

Rugby, Pro 14: Zebre, arriva dalla Nuova Zelanda Potu Leavasa