Prada Cup, Patriot irreparabile? American Magic deve correre ai ripari, rischio seconda barca. Come si chiama?

Sarà una notte da incubo per l’intero equipaggio di American Magic dopo quanto successo nella terza giornata della Prada Cup, la competizione che designa lo sfidante di Team New Zealand per la conquista della America’s Cup. Gli 11 uomini a bordo dell’imbarcazione statunitense sono finiti in mare in seguito alla scuffiata avuta durante la regata con Luna Rossa (che stavano comodamente vincendo): si sono consumati attimi di paura nel golfo di Hauraki, ma fortunatamente tutti gli atleti sono stati tratti in salvo e sono rientrati in albergo senza alcuna conseguenza fisica. Si è trattato di una domenica difficilissima per il sodalizio a stelle e strisce perché, oltre alla quarta sconfitta subita in altrettante prove disputate, American Magic deve fare i conti con gli enormi danni subiti dallo scafo di Patriot, recuperato dopo oltre due ore di intensissime operazioni in mare e giunto sottocoperta soltanto attorno alle ore 23.00 locali, sotto le luci artificiali e in un clima di sconforto generale.

Si segnala infatti un’enorme falla a mezza nave e il distacco del pacco batterie potrebbe avere compromesso tutti i sistemi dell’AC75 battente la bandiera del New York Yacht Club, senza dimenticarsi di una profonda e lunga frattura nello scafo in senso longitudinale. Insomma la situazione è davvero complicatissima e, come abbiamo già riportato, c’è il serio rischio che gli americani non riescano a riparare la propria imbarcazione in vista del prossimo fine settimana, quando andrà in scena il secondo round robin della Prada Cup. Il rischio è che Patriot non scenda in acqua nel fine settimana del 22-24 gennaio, ma che gareggino esclusivamente nelle semifinali, in modo da avere più tempo per riparare la barca.

Va però tenuta in forte considerazione un’altra ipotesi: che Patriot sia definitivamente da rottamare perché irreparabile. A quel punto cosa succederebbe? American Magic dovrebbe utilizzare l’unica altra imbarcazione a disposizione, la quale è già stata varata con il nome di Defiant: sarebbe una scelta di ripiego, ma la scuffiata odierna ha stravolto tutti i piani del sodalizio della Grande Mela. Ne sapremo di più nelle prossime 24-48 ore.

Foto: Luna Rossa Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, le pagelle di oggi: Bassino doppia sinfonia! Foss-Solevaag doma Flachau, Brignone e Vinatzer male

Calcio femminile, Serie A 2021: la Juventus passa per 0-3 in casa dell’Inter. Sorridono anche Roma e Fiorentina