Prada Cup, Francesco Bruni: “A Luna Rossa piace il vento leggero. Oggi sono orgoglioso del team”

C’è euforia in casa Luna Rossa dopo la prima vittoria alla Prada Cup di vela che si sta disputando ad Auckland (Nuova Zelanda). Il team italiano, finanziato dal grande appassionato Patrizio Bertelli, ha destato ottime sensazioni con vento leggero, demolendo letteralmente American Magic, che non ha neppure concluso la regata, avendo accumulato un ritardo superiore ai 5 minuti.

Peraltro l’imbarcazione del Bel Paese è stata progettata per eccellere in tali condizioni; occorre sottolineare tuttavia che il range di performance è migliorato anche con brezza più sostenuta, come si è visto ieri nella regata molto combattuta contro i britannici di Ineos UK. La sensazione, dunque, è che Luna Rossa sia pronta a giocarsi sino in fondo la Prada Cup in qualsivoglia condizione.

Francesco Bruni, uno dei due timonieri del Prada Pirelli Challenge, ha analizzato il successo odierno: “Abbiamo fatto un grande lavoro, la barca ha mostrato sempre abbastanza “power” (testuale, ndr). Sono molto orgoglioso del team oggi. Siamo molto contenti, sappiamo che basta poco per vincere o perdere. Per l’equipaggio è sempre molto più difficile gestire la barca con vento leggero rispetto a quando è sostenuto. Mantenere la calma è la cosa più difficile, soprattutto per gli italiani. Ma è necessario farlo“.

Il 47enne nativo di Palermo ha ammesso che Luna Rossa ama le condizioni di brezza lieve: “Sì, posso dire che a noi piace il vento leggero. E’ una combinazione di fattori: dalla vele alla capacità di fare foil. Oggi però il vento era molto instabile ed abbiamo fatto un ottimo lavoro“.

LA CRONACA DELLA VITTORIA DI LUNA ROSSA 

INEOS ILLEGALE: COSA E’ SUCCESSO DOPO IL RICORSO VINTO DA LUNA ROSSA

LA CLASSIFICA DELLA PRADA CUP: LUNA ROSSA E’ SECONDA

IL VIDEO DEL SUCCESSO DI LUNA ROSSA CONTRO AMERICAN MAGIC

Foto: Luna Rossa Press

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Prada Cup, le pagelle del 16 gennaio: Luna Rossa si esalta con vento leggero, sprofonda American Magic

Ben Ainslie dopo la terza vittoria con Ineos: “Regata abbastanza difficile, è stato fondamentale trovare la pressione”