Prada Cup 2021, Luna Rossa schianta American Magic e va avanti 1-0 in semifinale!

Luna Rossa incomincia nel miglior modo possibile la semifinale di Prada Cup, demolendo American Magic in gara-1. Show dell’equipaggio italiano nella baia di Auckland (Nuova Zelanda), dove è andato in scena un autentico dominio da parte del team tricolore, capace di surclassare con una facilità disarmante i temibili avversari statunitensi. James Spithill e compagni sono stati strepitosi in fase di partenza e poi hanno surclassato i rivali, ritornati in acqua dopo nove giorni di intenso lavoro per riparare Patriot in seguito alla scuffia rimediata nel round robin.

Luna Rossa ha brillato con vento sostenuto (16-20 nodi sul campo di regata C nel Golfo di Hauraki), ha gestito benissimo delle condizioni meteo sulla carta non ideali per la barca guidata a terra dallo skipper Max Sirena (si predilige la brezza leggera), ha travolto l’equipaggio di Terry Hutchinson e ha conquistato un punto preziosissimo nella corsa verso la finale della Prada Cup. Si qualificherà all’atto conclusivo contro Ineos Uk chi vincerà quattro regate, gli italiani hanno iniziato col botto. Tra pochi minuti si replicherà con gara-2, vincere ancora avrebbe un peso specifico enorme.

LA CRONACA DELLA REGATA

Luna Rossa entra con le mure a dritta e la manovra di pre-start è magistrale da parte di James Spithill e Francesco Bruni, bravissimi a vincere il braccio di ferro con Dean Barker. Gli statunitensi avevano dichiarato che la partenza sarebbe stata la loro arma segreta, ma vanno troppo verso il limite del campo di regata, si fanno stringere dall’imbarcazione italiana e necessitano di una manovra in più per andare a prendere le boe di partenza. Luna Rossa guadagna così un vantaggio determinante, American Magic è subito costretta a inseguire da lontano.

L’imbarcazione sponsorizzata da Prada e Pirelli dimostra di trovarsi a suo agio anche con vento molto sostenuto: si temeva tantissimo sul livello di competitività in queste condizioni, invece Luna Rossa non ha deluso le aspettative e vola nel primo tratto di bolina. Spithill e compagni trovano subito la pressione giusta per mantenere il vantaggio acquisito in partenza, lo scafo è estremamente performante e aumenta progressivamente il proprio vantaggio: alla prima virata il distacco è già di 18 secondi.

Con raffiche tra i 16 e i 20 nodi i due equipaggi cercano di limitare il numero di manovre per contenere i rischi. Luna Rossa viaggia velocissima anche in poppa, è davanti in solitaria e con il vento a favore naviga a meraviglia senza alcuna criticità (il vantaggio sale a 22”). American Magic è una sparuta comparsa sul campo di regata C, dove oggi si sono completati 8 tratti (4 di bolina, altrettanti di poppa) a causa del forte vento, e Luna Rossa deve soltanto amministrare l’ampio vantaggio. Il sodalizio italiano passa con 33” ai gate 3 e 4, a quel punto la regata è sostanzialmente in ghiaccio e bisogna soltanto controllare senza correre rischi.

Spithill e compagni lo fanno benissimo, incrementando ulteriormente il vantaggio in chiusura del terzo tratto di bollina (58 secondi). Luna Rossa vola, mentre American Magic ha l’ennesimo problema: dopo aver raggiunto la velocità record di 53.3 nodi, gli statunitensi sbandano, Barker rischia di perdere il timone, si pianta e va addirittura fuori dai limiti del campo di regata. Arriva la penalità, ma Patriot non sembra essere danneggiata in vista di gara-2 prevista tra pochi minuti. Il vantaggio di Luna Rossa supera addirittura i 2 chilometri, controlla agevolmente il bolina-poppa conclusivo e taglia il traguardo con 2’43” di margine sugli avversari.

LA CRONACA DI GARA-2: LUNA ROSSA DEMOLISCE AMERICAN MAGIC!

MAX SIRENA: “LUNA ROSSA MAI COSI’ VELOCE, MA RIMANIAMO CONCENTRATI”

FRANCESCO BRUNI: “LUNA ROSSA E’ MIGLIORATA CON VENTO FORTE”

VIDEO: RIVIVI LE PRIME DUE REGATE VINTE DA LUNA ROSSA

VIDEO: AMERICAN MAGIC HA RISCHIATO UNA NUOVA SCUFFIA!

Foto: Luna Rossa Press

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Prada Cup oggi: orari 29 gennaio, tv, programma, streaming, differite e repliche

VIDEO Luna Rossa annienta American Magic in partenza: show di Spithill e Bruni, vinta gara-1 di semifinale