LIVE Nuoto, Finale ISL 2020 DIRETTA: Benedetta Pilato record europeo nei 50! Primati mondiali per Dressel e Kolesnikov

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

https://www.oasport.it/2020/11/live-nuoto-finale-isl-2020-diretta-si-assegna-il-titolo-caeleb-dressel-e-benedetta-pilato-a-caccia-di-nuovi-record/

Il record europeo di Benedetta Pilato

La cronaca delle finali di oggi

16.04: Grazie per averci seguito in questa fantastica giornata di nuoto, appuntamento a domani con l’ultima sessione di gare che assegnerà il titolo 2020 della ISL. Buona serata

16.03: Classifica provvisoria: Cali Condors 249; Energy Standard 217.5; London Roar 181.5; LA Current 161

16.02: per l’Italia arriva il record europeo dei 50 rana, il primo della carriera, per Benedetta Pilato, seconda di un soffio alle spalle di Lilly King

16.00: Una giornata a dir poco strepitosa! Tre record del mondo su tre distanze olimpiche. La doppietta di Caeleb Dressel nei 100 farfalla e nei 50 stile libero e quello di Klimnt Kolesnikov nei 100 dorso nella prima frazione della staffetta 4×100 mista

15.58: Gli Energy standard dominano con 3’18″28, secondi gli LA Current, terzo posto per i Cali Condors

15.57: RECORD DEL MONDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! Il russo Kolesnikov demolisce il primato mondiale dei 100 dorso con 48″58, migliorato di 3 decimi il primato del cinese Xu Jiyao

15.54: Al via la staffetta 4×100 mista maschile

15.50: Vincono i Calì Condors davanti ai London Roar e agli energy standard di Benedetta Pilato: Sarebbe record del mondo e le quattro ragazze dei Cali Condors sono statunitensi: 3’44″51

15.45: Tra poco la penultima gara di giornata, al staffetta 4×100 mista donne

15.44: Classifica provvisoria: Cali Condors 225; Energy Standard 195.5; London Roar 163.5; LA Current 151

15.43: Cambia marcia nel finale Danas Rapsys ma non basta per battere Dean che si impone in 3’36″50, secondo posto per il lituano in 3’36″75, terzo per Haas in 3’39″55

15.42: A metà gara Scheffer, Dean, Heidtmann

15.38: Tra poco il via dei 400 stile uomini con Scheffer, Heidtmann, Haas, Wang, Rapsys, Litchfield, Dean, Guy

15.37: Flickinger resiste in testa e vince con il tempo di 3’58″77 davanti ad Haughey (3’59″69) e Anderson (4’00″19)

15.35: A metà gara Flickinger, Haughey, Anderson

15.30: Fra poco ci sono i 400 stile libero con Sargent, McLaughlin, Flickinger, Anderson, Haughey, Jakabos, Hibbott, Wilmott

15.29: Classifica provvisoria: Cali Condors 203; Energy Standard 174.5; London Roar 142.5; LA Current 142

15.28: Ryan Murphy con 22″54 vince i 50 dorso, con il nuovo record americano, secondo Stewart e terzo per Guido

15.26: Ora i 50 dorso uomini con Murphy, Carter, Szaranek, Stewart, Grevers, Rylov, Guido, Diener

15.25: Olivia Smoliga con un tempo stratosferico, 25″83, vince i 50 dorso davanti a Harvey e Deloof

15.18: Al via tra poco i 50 dorso donne con Gastaldello, Smoliga, Gasson, Dressel, Davies, Harvey, Kameneva, Dawson

15.17: Classifica provvisoria: Cali Condors 184; Energy Standard 159; London Roar 130; LA Current 116

15.16: Manaudou controlla ma porta alla vittoria gli Energy standard 2, davanti ai Cali Condors e agli LA Current

15.15: Ai 300 metri Energy Standard 2, Cali Condors, LA Current

15.15: A metà gara Energy Standard 2, Cali Condors, LA Current

15.14: Non c’è il terzo primato del mondo ma 45″18 è un tempo straordinario per lo statunitense

15.14: Passaggio di 21″71 per Dressel

15.13: E’ il momento della 4×100 stile libero uomini. E in prima frazione c’è Caleb Dressel a caccia del terzo record del mondo nel giro di poco più di un’ora

15.11: Se proprio si vuole cercare il pelo nell’uovo proprio in partenza Pilato ha lasciato qualcosa alla statunitense ma sul nuotato è stata alla pari se non meglio

15.09: King ha chiuso in 28″77, secondo posto per Pilato, record italiano ed europeo eguagliato, terza piazza per Atkinson

15.08: Lilly King riesce a battere BENEDETTA PILATO CHE CON 28″81 CHE EGUAGLIA IL PRIMATO EUROPEOOOOOOOOO!!!!|

15.07: CI SIAMO! C’E’ BENEDETTA PILATO NEI 50 RANA. Al via anche Lilly King, Sebastian, Smith, Atkinson, Hannis, Larson, Lazor

15.05: Shymanovich vince la battaglia con Peaty: 25″48 per il bielorusso, personale, 25″50 per il britannico, terzo posto per Fink in 25″87

15.04: Al via nei 50 rana Licon, Silva Franca, peaty, Shymanovich, Fink, Cordes, Lima, Prigoda

15.03: Classifica provvisoria: Cali Condors 138; Energy Standard 111; London Roar 99; LA Current 93

15.02: Pickrem completa la rimonta e vince con il tempo di 2’04″00, record personale, secondo posto per Small (2’06″30) e terzo per Harvey (2’06″40)

15.01: A metà gara Small, Pickrem, O’Connor

14.59: Tra poco il via dei 200 misti donne con Gorbenko, Gasson, Small, Nelson, Harvey, Gunes, Pickrem, O’Connor

14.58: Resiste Seliskar che vince in 1’51″53 davanti a Vazaios (1’51″84) e a Scott (1’51″96)

14.57: A metà gara Seliskar, Hvas e Scott

14.53: Al via tra poco i 200 misti uomini con Seliskar, Hvas, Bentz, Szaranek, Stupin, Litchfield, Scott, Vazaios

14.52: Classifica provvisoria: Cali Condors 121; Energy Standard 101; LA Current 75; London Roar 70

14.50: Sarah Sjoestroem si prende la rivincita dopo la sconfitta nei 100 farfalla: 23″55, secondo posto per Heemskerk in 23″82, terzo posto per Anderson in 23″90

14.49: Ora i 50 stile donne con Gastaldello, Weitzeil, Smoliga, Hinds, Heemskerk, Sjoestroem, Anderson e Kameneva

14.49: Manaudou secondo in 20″60, terzo Gkolomeev in 20″76

14.47: CAELEEEEEEEEEEEEEEEEEB DRESSEEEEEEEEEEEEEEEL!!!!! 20″16!!! Che fenomeno lo statunitense!!!! Per poco non scende sotto i 20″ Demolito Manaudou che è partito molto male

14.42: Ancora Dressel si prende il palcoscenico con i 50 stile libero ma qui la sfida è durissima con Florent Manaudou: record mondiale a rischio. In gara anche Gkolomeev, Carter, Ress, Zhilkin, Vekovishchev, Scott

14.41: Classifica provvisoria: Cali Condors 93; Energy Standard 77; London Roar 64; LA Current 60

14.40: La vittoria va agli Energy Standard, secondo posto per i Cali Condors e terzo per i London Roar

14.38: A metà gara Energy Standard, London Roar, Cali Condors

14.36: Ora al via la 4×100 stile libero femminile

14.34: Classifica provvisoria: Cali Condors 83; London Roar 52; Energy Standard 42; LA Current 40

14.33: Kiryll Prigoda tiene fino alla fine e vince con 2’01″71, secondo posto per Fink, che fa segnare il nuovo record americano con 2’02″20 e terzo per Licon da cui ci si attendeva di più con 2’02″27

14.33: Prigoda, Peaty, Licon a metà gara. Grande battaglia

14.30: Tra poco i 200 rana uomini con al via Prenot, Licon, Cordes, Fink, Shymanovich, Stupin, Peaty, Prigoda

14.29: Lilly King gestisce al meglio il ritorno di Lazor e vince in 2’15″56, secondo posto per Lazor (2’16″33, personale), terzo per Pickrem (2’17″75, personale). Zero punti per gli Energy Standard

14.27: A metà gara King nettamente avanti, poi Larson e Pickrem

14.24: scende in vasca Lilly King nei 200 rana donne con Sebastian, Smith, Hannis, Gunes, Larson, Lazor, Pickrem

14.23: Classifica provvisoria: Cali Condors 53; Energy Standard 39; LA Current 28; London Roar 26

14.22: Che dominio del russo Rylov che vince con il tempo di 1’46″37, crono straordinario! secondo posto per Murphy, terzo posto per Kawecki. Due decimi dal record europeo di Vyatchanin per Rylov

14.21: A metà gara Rylov, Murphy, Diener

14.18: ora i 200 dorso uomini con Murphy, Heidtmann, Kawecki, Szaranek, Rylov, Kolesnikov, Diener, Greenbank

14.17: Tiuene fino alla fine Beate Nelson che vince in 2’00″27 (record personale), davanti a Emily Seebohm (2’01″16), terzo posto per Flickinger (2’01″94, record personale)

14.16: A metà gara Nelson, Seebohm, Flickinger

14.13: Siamo solo all’inizio. Arrivano i 200 dorso donne con Gasson, Deloof, Nelson, Flickinger, Seebohm, Jakabos, Dawson, Toussaint

14.12: Esterrefatti, non c’è altro aggettivo per descrivere chi ha visto questa gara meravigliosa di Dressel. Ultime due vasche da urlo per lui

14.11: Secondo posto per Le Clos in 48″45, terza piazza per Shields in 48″47

14.09: RECORD DEL MONDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! CAELEB DRESSEL SBRICIOLA IL PRIMATO MONDIALE DI LE CLOS!!! Ultima vasca da urlo e 47″78!!!

14.08: A metà gara Shields, Dressel, Le Clos

14.07: E’ già il momento di Dressel nei 100 farfalla: affronterà Rooney, Shields, Le Clos, Cieslak, Zirk, Kusch e Lanza

14.06: Vittoria in rimonta della francese Gastaldello che si impone con 55″34, seconda Sjoestroem (55″37), terzo posto per Dahlia calata nel finale ma al personale stagionale (55″55)

14.05: A metà gara Dahlia, Gastaldello, Sjoestroem

14.00: Tutto pronto per il via della prima gara in programma, stanno per entrare le atlete a bordo vasca

13.57: Si parte come sempre con i 100 farfalla donne: Gastaldello, Tetzloff, Brown, Dahlia, Shkurdai, Sjoestroem, Wattel, Large

13.55: nello stile libero sarà sfida stratosferica tra Manaudou e Dressel

13.53: Murphy, Rylov, Kolesnikov e Kawecki al via nel dorso maschile, tanto per fare qualche nome

13.50: Sono previste sfide stellari, rana uomini, dorso uomini e stile libero su tutti con i più grandi specialisti mondiali: al via tra gli uomini atleti del calibro di Peaty, Shymanovich, Lima e Prigoda, nel dorso donne

13.48: C’è una sola italiana in gara, è Benedetta Pilato, la più giovane di tutte. la tarantina ha già collezionato cinque vittorie e altrettanti record italiani tra 50 e 100 rana nel cammino che ha portato alla finale

13.46: In gara per la vittoria finale della manifestazione in programma a Budapest ci sono gli Energy Standard di Benedetta Pilato, Florence Manaudou e Sarah Sjoestroem, i London Roar di Adam Peaty, i Cali Condors di Caeleb Dressel e gli  LA Current di Ryan Murphy e Tom Shields

13.43: Ci attendono due ore di spettacolo puro con sfide degne di un campionato del mondo

13.40: Buongiorno agli appassionati di nuoto e benvenuti alla Diretta Live della prima giornata della Finale della ISL 2020

La presentazione della International Swimming League 2020 – ISL 2020, partecipanti e squadre – Gli azzurri al via della ISL 2020La cronaca della prima giornata della prima semifinaleLa cronaca della seconda giornata della prima semifinaleLa cronaca della prima giornata della seconda semifinaleLa cronaca della seconda giornata della seconda semifinaleLa presentazione della finale della ISL 2020

Buongiorno agli amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della prima giornata della finale della International Swimming League 2020, la manifestazione per club di nuoto che quest’anno è tutta in programma alla Duna Arena di Budapest. Le squadre sono arrivate a Budapest un mese e mezzo fa e sono state messe in una “bolla” creata come misura di contenimento del contagio da Coronavirus sull’Isola Margherita.

Si gareggia in vasca corta: anche la finale è composta da 39 gare: 32 individuali, 5 staffette a squadre e 2 skin race, una delle novità della stagione. L’altra novità solo per la finale sono gli 800 stile libero dimostrativi. La squadra che vincerà la staffetta mista potrà scegliere lo stile della skin race. L’altra novità è il tempo jackpot: se un nuotatore chiude la sua gara con un un margine di vantaggio maggiore di un “tempo jackpot” specificato in una speciale tabella, conquista tutti i punti anche degli avversari. I punti vengono assegnati su una scala da 1 a 9. Il vincitore della gara si aggiudica 9 punti. I punti vengono raddoppiati nelle staffette e assegnati dopo ognuna delle 3 gare di skin race. Ci sono penalità di punti se un atleta, o una squadra nella staffetta, viene squalificato o non finisce la gara.

Anche la finale ha la durata di due giorni e vedrà scontrarsi 4 squadre: gli Energy Standard di Benedetta Pilato, Florence Manaudou e Sarah Sjoestroem, i London Roar di Adam Peaty, i Cali Condors di Caeleb Dressel e gli  LA Current di Ryan Murphy e Tom Shields. L’unica azzurra in gara, Benedetta Pilato, sarà al via oggi dei 50 rana e della staffetta 4×100 mista.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della prima giornata della finale della International Swimming League 2020, cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, gara dopo gara, per non perdersi davvero nulla, appuntamento alle 14.00!

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI NUOTO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto Shutterstock

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LIVE Moto2, GP Portogallo DIRETTA: Gardner svetta in Q2 davanti a Marini! Bastianini chiude 4° davanti a Lowes. Bezzecchi 12°

LIVE Sci alpino, Slalom Levi: pagelle e video. Federica Brignone: “Ho esagerato troppo”