Ginnastica artistica, Serie A: le squadre qualificate alla Finale Scudetto. Brixia favorita, che sorprese al maschile!



Al PalaVesuvio di Napoli si sono disputate le semifinali della Serie A 2020 di ginnastica artistica. Nel capoluogo campano abbiamo così conosciuto i nomi delle formazioni che domani pomeriggio (a partire dalle ore 16.00) disputeranno la Finale Scudetto e si contenderanno i tricolori del massimo campionato italiano a squadre.

Al femminile la Brixia Brescia ha dominato il proprio raggruppamento e domani andrà a caccia del settimo scudetto consecutivo (il 18mo della storia). La Leonessa può contare sulla classe delle Fate (Giorgia Villa, Asia D’Amato, Alice D’Amato, Martina Maggio) e partirà con tutti i favori del pronostico, ma nell’innovativa sfida a scontri diretti dovrà comunque fare i conti con il Giglio Montevarchi di Lara Mori e la Ginnastica Civitavecchia di Manila Esposito e Chiara Vincenzi.

Loading...
Loading...

Al maschile, invece, le semifinali hanno prodotto due esiti inattesi: Virtus Pasqualetti Macerata e Giovanile Ancona hanno incredibilmente eliminato le due grandi favorite per il titolo ovvero la Ginnastica Salerno (vincitrice delle ultime due edizioni) e la Spes Mestre (trionfatrice del 2017). Le due compagini marchigine incroceranno la Pro Patria Bustese di Ludovico Edalli in una sfida a tre particolarmente combattuta. Di seguito tutte le squadre qualificate alle Finali Scudetto di ginnastica artistica.

FINALE SCUDETTO FEMMINILE:

Brixia Brescia (vincitrice gruppo B: 22 punti speciali, 111.250 punti reali)

Giglio Montevarchi (vincitrice gruppo A: 20 punti speciali, 99.100 punti reali)

Ginnastica Civitavecchia (miglior seconda classificata: 15 punti speciali, 102.550 punti reali)

FINALE SCUDETTO MASCHILE:

Virtus Pasqualetti Macerata (vincitrice gruppo A: 34 punti speciali, 160.200 punti reali)

Giovanile Ancona (vincitrice gruppo B: 30 punti speciali, 160.350 punti reali)

Pro Patria Bustese (vincitrice gruppo C: 31 punti speciali, 159.950 punti reali)

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto LM-LPS/Filippo Tomasi

Loading...

Lascia un commento

scroll to top