Ginnastica artistica, Serie A: come funziona la Final Six? Si assegnano gli scudetti: il regolamento. Novità scontri diretti!


Nuovo format per l’assegnazione degli scudetti di ginnastica artistica. Quest’anno, infatti, fa il proprio debutto la Final Six della Serie A: il massimo campionato italiano a squadre si conclude con un atto conclusivo riservato alle migliori sei squadre della regular season (tre tappe andate in scena col tradizionale regolamento). Il meccanismo di gara, però, sarà decisamente innovativo e porterà più freschezza alla Polvere di Magnesio, rendendo il prodotto anche un po’ più televisivo e godibile anche a chi non è un assiduo spettatore degli eventi relativi a questo sport.

Come funzionerà la Final Six che andrà in scena nel weekend del 21-22 novembre al PalaVesuvio di Napoli? Quale sarà il regolamento che verrà utilizzato per l’assegnazione dei due scudetti (maschile e femminile)? Al femminile sono previsti due gironi di semifinale, ciascuno composto da tre squadre: le vincitrici dei due raggruppamenti e la migliore seconda classificata accederanno alla finale. Al maschile sono invece previsti tre scontri diretti di semifinale, le tre vincitrici accederanno alla finale. Sarà poi ovviamente l’esito delle finali a definire quali saranno i Campioni d’Italia.

Loading...
Loading...

Si gareggia in questo modo. Ogni squadra schiera due atleti su ogni attrezzo e si sfideranno in veri e propri scontri diretti: quello che otterrà il punteggio più elevato otterrà 3 punti, il secondo porterà a casa 2 punti, il terzo si dovrà accontentare di 1 punto. Questi punti verranno sommati tra loro per definire la classifica generale: la formazione con più punti passerà il turno (se si è in semifinale) o conquisterà lo scudetto (in occasione della finale).

La Brixia Brescia è la grande favorita per il trionfo al femminile, le Fate puntano al settimo scudetto consecutivo (il diciottesimo della storia). Giorgia Villa, Asia D’Amato, Alice D’Amato, Martina Maggio, affiancata da Angela Andreoli, Giorgia Leone e Veronica Mandriota, non dovrebbero avere rivali. Sarà assente il Centro Sport Bollate di Giada Grisetti perché la squadra è stata recentemente in quarantena. Attenzione al Giglio Montevarchi di Lara Mori e alle terribili giovani della Ginnastica Civitavecchia. Al maschile si preannuncia una lotta a tre tra Ginnastica Salerno (vincitrice degli ultimi due tricolori), Spes Mestre (conquistatrice nel 2017) e Pro Patria Bustese (la formazione di Ludovico Edalli).

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto LM-LPS/Filippo Tomasi

Loading...

Lascia un commento

scroll to top