Giro d’Italia 2020, la tappa di oggi Lanciano-Tortoreto: percorso, altimetria, favoriti. Arrivano i muri!


Il Giro d’Italia 2020 riparte nella sua seconda settimana di gara con una decima tappa totalmente abruzzese. Saranno 177 i chilometri da affrontare tra Lanciano e Tortoreto, in una frazione mista con finale sui Muri del Teramano. Sarà un continuo saliscendi fino al traguardo per una giornata in cui ci saranno due insidie: le salite, e il vento.

LIVE Giro d’Italia 2020, Lanciano-Tortoreto in DIRETTA: è la tappa dei Muri, occhio a Fuglsang. Nibali deve stare attento

Loading...
Loading...

PERCORSO

Lasciata la costa, e passata Francavilla al Mare, si arriverà a Chieti con il Muro del Tricalle e le sue punte del 18%. Passeranno 80 chilometri nell’entroterra prima di incontrare tre GPM nel circuito finale di 40 chilometri costellati da alcuni muri. Si transiterà dunque dal traguardo volante di Giulianova e poi da Tortoreto (GPM al 18%) prima di raggiungere Martinsicuro e l’impegnativo GPM di Colonnella, con una pendenza media del 10% e punte del 18%. A breve distanza ci sarà lo sprint intermedio di Muro di Controguerra con i suoi picchi del 24% e infine l’altro versante di Tortoreto con punte del 20%, e quello iniziale del 18%. L’ultimo scollinamento è a 10 chilometri dal traguardo. Gli ultimi 7 sono totalmente pianeggianti, con una curva a 3500 metri alla fine.

MATTHEWS POSITIVO AL COVID-19

KRUIJSWIJK SI RITIRA: E’ POSITIVO

LA NUOVA CLASSIFICA GENERALE DOPO IL RITIRO DI KRUIJSWIJK E DELLA MITCHELTON-SCOTT

ALTIMETRIA

FAVORITI

In una tappa da finisseur, da esperti di Classiche, uomini esplosivi in salita e veloci, il favorito d’obbligo è Michael Matthews, anche se dobbiamo ricordarci che il Team Sunweb ha Wilco Kelderman a soli 30″ dalla maglia rosa, e Jai Hindley nella top ten. Medesimo discorso per la Bora-hansgrohe con Peter Sagan a caccia della rimonta nella classifica a punti e di una disperata rincorsa verso la vittoria di tappa, poi Patrick Konrad e Rafal Majka che hanno bisogno di recuperare terreno in classifica.

Tra gli uomini da Classiche abbiamo anche Diego Ulissi, pronto a puntare alla doppietta di tappa. Ma la UAE Team Emirates ha anche Mikkel Bjerg, già terzo domenica nel complicato traguardo di Roccaraso. Davanti a lui è giunto Jonathan Castroviejo (Ineos Grenadiers), già a quota due top ten al termine di due fughe e libero, come Filippo Ganna, per andare alla ricerca di un risultato personale. Tra gli altri favoriti e attaccanti abbiamo Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Giovanni Visconti (Vini Zabù Brado KTM)Andrea Vendrame (AG2R La Mondiale).

Oltre al già citato Kelderman, in ottica generale anche Pello Bilbao (Bahrain McLaren) avrà una ghiotta occasione per puntare alla maglia rosa attualmente sulle spalle di Joao Almeida. Ma la Deceuninck-Quick Step si impegnerà a difendere la leadership del giovane portoghese, che ovviamente farà di tutto per accumulare un ulteriore vantaggio. Ma c’è anche una giovane coppia di azzurri formata da Davide Ballerini e Fausto Masnada, perfetti per questo tipo di tappe. E chissà che cosa accadrà nella rivalità su strada tra Jakob Fuglsang (Astana)Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo).

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading...

Lascia un commento

scroll to top