Atletica, Golden Gala 2020: Crippa, Tortu, Tamberi e non solo. Tutti gli italiani da seguire



E’ un Golden Gala italiano come non mai, e non potrebbe essere altrimenti in una stagione in cui gli spostamenti sono problematici e tanti protagonisti di altissimo livello hanno rinunciato alle tappe di Diamond League. Tanta Italia e discreta qualità per gli atleti di casa nostra più attesi che una volta si limitavano a uno o due e che quest’anno iniziano a contarsi sulla punta delle dita di un paio di mani.

Gli azzurri più attesi, e che possono prendersi una soddisfazione nello stadio per loro più bello ed importante non sono pochi, a partire da colui che l’anno scorso infiammò l’Olimpico, Gianmarco Tamberi che nel salto in alto arriva da una stagione a elastico, con buone prestazioni alternate ad altre meno positive. La speranza è che abbia tenuto una cartuccia da sparare nell’occasione più importante e che si possa regalare il primato stagionale e magari anche un piazzamento di prestigio al Golden Gala, dove, tra gli altri avversari di livello, ci sarà anche un altro italiano, Stefano Sottile. 

Loading...
Loading...

A chiudere la serata romana sarà all’ora di cena la sfida sui 100 tra i due protagonisti italiani della specialità, Filippo Tortu che sembra aver smaltito il problema fisico che lo ha costretto a rinunciare alla finale degli Assoluti e Marc Jacobs che vanta il primato stagionale italiano con 10″10 e punta a migliorarsi. Attorno a loro un parterre di tutto rispetto con il sudafricano Simbine e il giamaicano Forte che possono dare filo da torcere agli italiani.

Gara clou del mezzofondo sarà il 3000 piani che vedrà al via il neo-primatista italiano dei 5000 Yeman Crippa che cercherà di far valere il suo stato di forma in una sfida con il recordman europeo dei 1500 Jakob Ingebrigtsen, vera e propria star della stagione, l’australiano McSweyn e l’ugandese Kiplimo. 

Grande attesa per la prova di Luminosa Bogliolo che ritrova l’avversaria delle prime sfide stagionali, Elisa Di Lazzaro ma soprattutto due grandi interpreti dei 100 ostacoli come l’olandese Nadine Visser e la francese Celyna Samba-Mayela e attesa ovviamente anche per la prestazione di Leonardo Fabbri, che potrà contare su una gara di getto del peso su misura dove da battere ci saranno lo statunitense Ponzio e il polacco Bukowiecki.

L’Italia potrà tifare anche per Elena Vallortigara e Desiree Rossit in una gara dell’alto di livello elevato e nella quale per essere protagoniste dovranno migliorarsi e non poco rispetto al loro primato stagionale e per Claudio Stecchi in una gara dell’asta dove i fari sono tutti puntati su Duplantis ma nella quale l’italiano è chiamato a confermarsi dopo il 5.82 fatto segnare la scorsa settimana. Rebecca Borga e Alice Mangione, reduci da prestazioni promettenti, saranno protagoniste della gara dei 400 piani, Ayomide Folorunso sarà al via dei 400 ostacoli, a caccia del record personale, mentre nei 400 piani uomini, senza Davide Re, acciaccato, saranno Vladimir Aceti ed Edoardo Scotti i protagonisti azzurri.

Nei 400 ostacoli uomini, dove al via ci sarà il primatista europeo Krsten Warholm alla ricerca di un altro risultato straordinario, l’Italia sarà rappresentata dal numero uno azzurro Mario Lambrughi, Paolo Dal Molin e Daniele Perini saranno al via dei 110 ostacoli, mentre negli 800 femminili l’Italia sarà rappresentata dalle due migliori atlete di casa nostra, Elena Bellò ed Eleonora Vandi. In chiusura di serata Anna Bongiorni sarà l’unica azzurra al via dei 100 piani donne.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI ATLETICA

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: COLOMBO/FIDAL

Loading...

Lascia un commento

scroll to top