Show Player

Judo, Fabio Basile: “Assembramenti da tutte le parti e noi non possiamo allenarci, ci considerano sport minore?”



Ieri era stata la volta di Odette Giuffrida e Manuel Lombardo, questa volta è toccato al campione olimpico in carica Fabio Basile farsi sentire. Il 25enne nativo di Rivoli si è espresso sulla situazione critica che coinvolge gli sport da contatto in Italia, che molto probabilmente non potranno ripartire neanche dopo il 25 giugno. Per il judo dunque, allenamenti limitati al minimo.

Le parole di Basile al Corriere di Torino: “Nelle città è pieno di assembramenti, ma noi non possiamo allenarci. Sono molto deluso da questa situazione, forse ci considerano uno sport minore? Ci sono palestre che rischiano di chiudere, questo è il momento di ripartire. Il judo è uno sport di sensazione, dopo quattro mesi avrò perso tantissima sensibilità. Era giusto fermarci quando la situazione era critica, ma adesso vedo assembramenti ovunque: questo non lo posso accettare”. 

Loading...
Loading...

Prosegue: “Ci avevano detto il 15 giugno, poi il 25. Adesso sembra che non ci faranno ripartire e dovremo ancora aspettare”. 

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top