Show Player

F1, Charles Leclerc pioniere della nuova frontiera virtuale. Una soluzione che avrebbe appeal con tutti i piloti del Mondiale al via



Via allo show del virtuale! Il Mondiale 2020 di F1 è fermo. Il Covid-19 si è preso la scena e il numero crescente di contagiati e di vittime purtroppo non rappresenta nulla di confortante. Come è stato comunicato nella giornata di ieri, anche il weekend del GP del Canada è stato rinviato: il fine settimana a Montreal era in programma il 7 giugno e gli organizzatori sono stati costretti a prendere questa decisione. Quando si comincerà? Le ipotesi sul tavolo sono diverse e secondo alcuni degli addetti ai lavori il 5 luglio a Spielberg (Austria) potrebbe essere la volta buona.

Allo stato attuale cose la F1 cerca di regalare spettacolo con il suo campionato virtuale. Sono già andati in scena, infatti, gli appuntamenti sul tracciato del Bahrein e dell’Australia e in quest’ultimo caso, tra mille sorrisi, la vittoria è andata al monegasco della Ferrari Charles Leclerc. Al primo colpo, il 22enne nativo del Principato è andato a segno, guidando con la massima concentrazione e spingendo sempre al 100% nel corso dei 29 giri previsti. Non sembrava quasi di assistere a una gara ambientata su un videogioco (F1 2019). Leclerc, infatti, come quando è in pista nel vero senso del termine, ha espresso il 100% e per gli altri vi è stato poco da fare.

Loading...
Loading...

Un round nel quale si sono esibiti anche il britannico della Williams George Russell (giunto terzo), l’alfiere dell’Alfa Romeo Antonio Giovinazzi (quinto), il thailandese della Red Bull Alexander Albon (ottavo) e il canadese della Williams Nicolas Latifi (decimo), per fare alcune citazioni. E’ chiaro che se vi fossero tutti i piloti della vera griglia di partenza nei prossimi appuntamenti virtuali l’appeal sarebbe completamente diverso. Vi immaginate anche il tedesco Sebastian Vettel, il britannico Lewis Hamilton e l’olandese Max Verstappen al via? Il rappresentante dei Paesi Bassi ha fatto già sapere, però, che non ci sarà, mentre sugli altri citati vedremo. Di fatto si correrà (sul simulatore) anche sui tracciati di Cina, Spagna, Monaco e di Baku (Azerbaijan) e ci si divertirà di sicuro. Leclerc potrebbe replicare, vedremo se gli altri grandi accetteranno la sfida.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DELLA F1

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top